Roberto Breda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roberto Breda
Roberto Breda.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1986-1987 Ospitaletto 2 (0)
1987-1990 Sampdoria 1 (0)
1990-1991 Messina 24 (1)
1991 Udinese 0 (0)
1991-1992 Messina 15 (1)
1992-1993 SPAL 19 (0)
1993 Sampdoria 0 (0)
1993-1999 Salernitana 192 (10)
1999-2000 Parma 16 (0)
2000-2002 Genoa 19 (0)
2002 Catania 18 (0)
2002-2003 Genoa 18 (2)
2003-2005 Salernitana 38 (0)
Nazionale
1991-1992 Italia Italia U-21 3 (0)
Carriera da allenatore
2007-2010 Reggina Primavera
2010 Reggina
2010-2011 Salernitana
2011-2012 Reggina
2012-2013 Vicenza
2013-2014 Latina
2014-2015 Latina
2015-2016 Ternana
2016-2017 Virtus Entella
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 aprile 2017

Roberto Breda (Treviso, 21 ottobre 1969) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tattiche[modifica | modifica wikitesto]

Le squadre da lui allenate giocano generalmente con il 4-2-3-1.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Breda con la maglia del Messina stagione 1990-1991.

Iniziò la carriera di calciatore professionista con l'Ospitaletto, per poi passare, a di diciotto anni, in Serie A con la Sampdoria. Le due stagioni successive si trasferì al Messina, con la breve parentesi all'Udinese nell'inverno 1991. Seguì la stagione alla Spal, e il trasferimento alla Salernitana nel 1993. Con la Salernitana disputò 192 partite fino al 1999, anno in cui si trasferì al Parma.

Dal 2000 al 2003 giocò nel Genoa, ad eccezione di una parentesi nel 2002 al Catania. Chiuse la carriera da calciatore nella Salernitana, disputando 35 partite tra il 2003 e il 2005.

In carriera ha disputato 43 gare in Serie A siglando 2 reti; 276 presenze, 10 reti in Serie B; 40 presenze, 2 reti in Serie C1; 2 presenze in Serie C2[1][2].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha ricoperto il ruolo di allenatore della Primavera della Reggina dalla stagione 2007-2008 fino a febbraio 2010, giorno in cui è stato promosso allenatore della prima squadra, dopo l'esonero di Ivo Iaconi[3]. Ha esordito in panchina il 13 febbraio 2010 in Reggina-Mantova (3-1).

Il 30 maggio 2010 ha concluso la prima stagione da allenatore con la salvezza all'ultima giornata. Il 17 luglio 2010 firma il contratto con la Salernitana diventandone allenatore per la stagione di Lega Pro Prima Divisione 2010-2011. In un'annata travagliata (con i campani indebitati, prossimi al fallimento e penalizzati di 5 punti), conquista un posto ai play-off. La promozione sfuma allo Stadio Arechi di Salerno, al triplice fischio della finalissima contro l'Hellas Verona.

Con il fallimento dei granata, si ritrova svincolato e torna a Reggio Calabria per allenare la Reggina. Dopo un positivo avvio, la squadra attraversa un periodo negativo di sette partite senza vittorie.[4] Per questo motivo è esonerato l'8 gennaio 2012.[5] È richiamato alla guida della squadra, in sostituzione dell'esonerato Angelo Gregucci, a aprile.[6] Il rientro sulla panchina amaranto coincide con la vittoria esterna a Nocera Inferiore (4-0); la squadra chiude il campionato al 10º posto.

Il 14 luglio 2012 è chiamato alla guida del Vicenza[7] per la stagione 2012-2013. Dopo alcune prestazioni positive, la squadra presenta un calo vistoso dei risultati. Già ad inizio gennaio 2013 il presidente del club berico Massimo Masolo vuole esonerare il tecnico ma il Cda decide di confermargli la fiducia (lo stesso presidente, per questo motivo decide di dimettersi). Dopo la sosta invernale Breda durerà solo un'altra partita (quella contro il Cesena, persa 3 a 1) venendo esonerato il 27 gennaio 2013 con la squadra terz'ultima in classifica[8].

Il 12 settembre 2013 assume la guida del Latina, neopromosso in Serie B, in sostituzione dell'esonerato Gaetano Auteri[9], concludendo il campionato al terzo posto qualificandosi ai play-off, poi persi in finale con il Cesena. Il 23 giugno seguente lascia la squadra nonostante la dirigenza lo volesse confermare.[10] Il 6 ottobre 2014 ritorna sulla panchina pontina a seguito dell'esonero di Mario Beretta.[11] Il 3 gennaio 2015 viene esonerato con la squadra in piena zona retrocessione.[12]

Il 27 settembre 2015 diventa il nuovo allenatore della Ternana al posto di Stefano Avincola che ha ricoperto il ruolo ad interim portando la squadra al 12º posto finale in B.

Il 10 giugno 2016 viene nominato nuovo tecnico dell'Entella, militante in Serie B, portandosi dietro il vice Carlo Ricchetti e il preparatore atletico Donatello Matarangolo, entrambi con lui dal 2013.[13] Viene esonerato il 30 aprile 2017, dopo il 39° turno, al culmine di un periodo negativo per la squadra ligure, che ha conquistato un punto nelle ultime cinque partite ed è uscita dalla zona play-off.[14]

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Breda è stato assessore allo sport del comune di Salerno[15].

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 30 aprile 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale  % Vittorie
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P  %
feb.2010 Italia Reggina B 18 8 4 6 CI 0 0 0 0 - - - - - - - - - - 18 8 4 6 44,44
2010-2011 Italia Salernitana LP 34+4 17+2 8+1 9+1 CI+CILP 1+1 0+0 0+0 1+1 - - - - - - - - - - 40 19 9 12 47,50
2011-2012 Italia Reggina B 28 10 8 10 CI 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 30 11 8 11 36,67
Totale Reggina 46 18 12 16 2 1 0 1 48 19 12 17 39,58
2012-2013 Italia Vicenza B 23 5 8 10 CI 3 2 0 1 - - - - - - - - - - 26 7 8 11 26,92
2013-2014 Italia Latina B 39+4 18 13+2 8+2 CI 0 0 0 0 - - - - - - - - - - 43 18 15 10 41,86
2014-2015 B 14 2 7 5 CI 0 0 0 0 - - - - - - - - - - 14 2 7 5 14,29
Totale Latina 57 20 22 15 0 0 0 0 57 20 22 15 35,09
2015-2016 Italia Ternana B 37 15 7 15 CI 0 0 0 0 - - - - - - - - - - 37 15 7 15 40,54
2016-2017 Italia Entella B 39 12 15 12 CI 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 41 13 15 13 31,71
Totale carriera 240 89 73 78 9 4 0 5 249 93 73 83 37,35


Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Sampdoria: 1987-1988, 1988-1989
Salernitana: 1997-1998
Ospitaletto: 1986-1987

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Sampdoria: 1989-1990

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Statistiche su Roberto Breda, Football.it. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  2. ^ Statistiche su Roberto Breda, Tuttocalciatori.net. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  3. ^ Breda nuovo tecnico, Reggina Calcio. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  4. ^ Roberto Breda è il nuovo tecnico della Reggina Regginacalcio.com
  5. ^ Angelo Gregucci nuovo tecnico amaranto Regginacalcio.com
  6. ^ Comunicato Ufficiale Reggina Calcio Regginacalcio.com
  7. ^ Roberto Breda è il nuovo allenatore Vicenzacalcio.com
  8. ^ Esonero del tecnico Roberto Breda Vicenzacalcio.com
  9. ^ UFFICIALE: Breda è il nuovo allenatore del Latina Tuttomercatoweb.com
  10. ^ Roberto Breda lascia il Latina Uslatinacalcio.it
  11. ^ Breda è il nuovo tecnico: conferenza alle 12.30, in tutto latina.com, 6 ottobre 2014. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  12. ^ Sky - Breda esonerato, panchina a Iuliano, in tuttolatina.com, 3 gennaio 2015. URL consultato il 3 gennaio 2015..
  13. ^ L'ENTELLA HA SCELTO BREDA, su www.entella.it. URL consultato il 10 giugno 2016.
  14. ^ La prima squadra affidata a Castorina entella.it
  15. ^ Roberto Breda riconferma l'impegno per l'assessorato allo Sport, Comune di Salerno. URL consultato l'8 febbraio 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo Perrone (a cura di), Il libro del calcio italiano 1999/2000, Roma, Il Corriere dello Sport, 1999, p. 26.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Roberto Breda, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.