Marco Capuano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Capuano
Nazionalità Italia Italia
Altezza 186 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Frosinone
Carriera
Giovanili
1998-2006 Pescara
2006-2008 R.C. Angolana
2008-2009 Torino
2009-2010 Pescara
Squadre di club1
2010-2014Pescara91 (0)
2014-2018 Cagliari51 (2)
2018 Crotone16 (0)
2018-Frosinone4 (0)
Nazionale
2011Italia B Italia1 (0)
2011-2013 Italia Italia U-21 18 (0)
Palmarès
Transparent.png Torneo di Tolone
Bronzo Tolone 2011
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Argento Israele 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 settembre 2018

Marco Capuano (Pescara, 14 ottobre 1991) è un calciatore italiano, difensore del Frosinone.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pietro, suo padre, è stato un attaccante del Pescara dal 1962 al 1965. Dopo essersi ritirato ha allenato delle squadre minori abruzzesi: Tollese, Porto Pescara, Morro d’Oro e Carpineto.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Difensore centrale dotato di buona struttura fisica, è abile nel gioco aereo e nei contrasti, oltre che negli anticipi.[1]

È stato Zeman a cambiargli posizione con ottimi esiti, dal momento che inizialmente era un terzino sinistro.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Pescara[modifica | modifica wikitesto]

Muove i primi passi della propria carriera nelle file delle giovanili del Pescara, squadra della sua città. A 15 anni cambia squadra, restando in Abruzzo e passa alla Renato Curi Angolana. Nel 2008, dopo l'ottimo campionato nazionale Allievi disputato con la formazione di Città Sant'Angelo, arriva la chiamata del Torino Primavera.

Dopo un solo anno torna nella sua città natale ed inizia a giocare nella squadra primavera del Pescara. Viene convocato la prima volta in prima squadra dal mister Eusebio Di Francesco il 3 aprile 2010 per la partita Pescara-Cosenza, finita 3-1 per la squadra di casa; mentre debutta in Serie B il 20 novembre 2010, sempre sotto la guida del tecnico della squadra biancazzurra, collezionando 10 presenze durante la stagione, venendo convocato anche nella Nazionale Under-21 B Italia allenata da Massimo Piscedda (B Italia - B Serbia 2-0).

Nella stagione successiva esplode sotto la guida di Zdeněk Zeman, guidando la difesa della squadra abruzzese che viene promossa vincendo il campionato, risultando uno dei migliori difensori centrali di tutta la competizione, attirando l'interesse di molti club di serie A ed esteri, diventando un punto fermo anche della Nazionale Under-21. L'estate successiva verrà premiato come miglior giovane della serie B dalla redazione TuttomercatoWeb.

Anche nella massima serie resta titolare e il 26 agosto 2012, a 20 anni, mister Giovanni Stroppa lo fa esordire in Serie A nella partita Pescara-Inter (0-3) disputata allo Stadio Adriatico. La stagione si conclude con una retrocessione anticipata, sancita il 5 maggio 2013 dalla sconfitta esterna per 4-1 contro il Genoa della 35ª giornata. La squadra arriverà ultima con 22 punti (20 nel girone d'andata, solo 2 nel ritorno). Gioca in tutto 27 partite stagionali (26 in campionato, 1 in Coppa Italia).

La stagione 2013-2014 inizia con un piccolo infortunio che gli fa saltare la partita contro il Pordenone nel secondo turno di Coppa Italia (partita vinta 1-0). Nel terzo turno della coppa il nuovo mister dei biancazzurri Pasquale Marino decide di schierarlo dall'inizio nella partita vinta fuori casa contro il Torino per 1-2. L'inizio in campionato non è del migliori: la squadra scivola nei bassifondi della classifica e lui tra infortuni vari resta fuori per quasi 2 mesi. Con il cambio del modulo (dal 4-3-3 al 3-4-3) la squadra torna a vincere e giocare un buon calcio risalendo fino alle prime posizioni. Il nuovo anno non inizia nei migliore dei modi, infatti dovrà stare lontano dai campi per le prime partite del girone di ritorno per il riacutizzarsi di un problema al tallone destro. La prima partita del nuovo anno la gioca il 12 aprile allo stadio Adriatico contro il Cittadella (1-1). Chiude la stagione giocando l'ultima partita di campionato con la fascia da capitano (Empoli - Pescara 2-0).

Cagliari[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 agosto 2014 firma un contratto con il Cagliari a titolo temporaneo voluto fortemente dal nuovo allenatore della squadra sarda, Zeman, già allenatore del Pescara nell'anno della promozione in Serie A. All'interno dell'operazione Del Fabro è passato, con la stessa formula, in Abruzzo[3]. Esordisce ufficialmente con i sardi il 19 ottobre 2014 nella partita pareggiata 2-2 contro la Sampdoria. Il 1º febbraio 2015 viene riscattato passando così a titolo definitivo alla squadra sarda firmando un contratto fino al 2018. A fine stagione i sardi non riescono a salvarsi (terzultimi) e dopo 11 anni tornano in serie B.

Il 9 agosto 2015 segna il suo primo gol in carriera nella prima uscita stagionale ufficiale della nuova stagione in Coppa Italia contro la Virtus Entella, partita terminata 5-0 per i sardi. Dopo aver giocato le prime 7 partite di campionato da titolare un piccolo infortunio lo tiene fuori per un mese. Torna in campo nella netta vittoria di La Spezia (0-3). Una serie di nuovi gravi infortuni (distrazione di primo grado del bicipite femorale sinistro) lo tengono lontano dai campi per 5 mesi. Torna titolare il 16 aprile e realizza anche il primo gol in carriera in Serie B contro il Brescia. Il 20 maggio il Cagliari si aggiudica il campionato cadetto per la prima volta nella sua storia e torna nella massima serie un anno dopo la retrocessione[4]. Per Capuano si tratta del secondo campionato di serie B vinto dopo quello con il Pescara nella stagione 2011-2012.

Il 23 ottobre 2016, alla sua seconda partita stagionale, subentra dalla panchina e segna il suo primo gol in Serie A nella pesante sconfitta contro la Fiorentina (3-5). A campionato finito, dopo aver ottenuto una salvezza tranquilla con i rossoblù, si opera alla caviglia per curarsi del tutto un problema che lo tormentava da due anni. Il 23 giugno 2017 rinnova con i sardi fino al 2019.[5]

Il 12 agosto 2017 gioca titolare la prima partita ufficiale dei rossoblù in Coppa Italia contro il Palermo e per la prima volta indossa la fascia da capitano dopo l'uscita dal campo di João Pedro.

Crotone[modifica | modifica wikitesto]

L'11 gennaio 2018 viene ceduto in prestito con obbligo di riscatto, legato alla salvezza della squadra, al Crotone e indosserà la maglia numero 23, voluto fortemente dal nuovo mister della squadra calabrese Walter Zenga.[1] Il 20 maggio 2018 (ultima giornata di campionato), dopo la sconfitta al San Paolo contro il Napoli (2-1) il Crotone retrocede in Serie B.

Frosinone[modifica | modifica wikitesto]

Tornato a Cagliari dopo il prestito semestrale in Calabria, viene convocato per il ritiro di Pejo. L'ultimo giorno di calciomercato lascia definitivamente il club sardo e trova l'accordo con il neopromosso Frosinone firmando un contratto fino al 2021.[6]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce con la Nazionale Under-21, guidata da Ciro Ferrara, il 1º giugno 2011 nella partita vinta 2-0 contro la Costa d'Avorio valida per il Torneo di Tolone.

Il 6 settembre 2011 gioca poi la sua prima gara valida per le qualificazioni agli Europei di categoria 2013, la vittoria per 3-0 in casa dell'Ungheria[7]. Gioca da protagonista tutte le partite della Nazionale Under-21 anche dopo l'arrivo di Devis Mangia sulla panchina degli Azzurrini e si qualifica al Campionato europeo di calcio Under-21 in Israele (5 al 18 giugno 2013) battendo la rappresentativa nazionale Under-21 della Svezia ai playoff.

Viene prima convocato dal commissario tecnico per il pre-ritiro del Campionato europeo di calcio Under-21 di dieci giorni a Milanello, successivamente viene inserito nei 23 che partiranno per Israele e come nel Pescara, gli viene affidata la maglia numero 5.[8]. Esordisce nel campionato europeo l'11 giugno 2013 nella terza partita del girone, valida per il primo posto contro la rappresentativa calcistica Under-21 della Norvegia pareggiando 1-1 e viene scelto come migliore in campo.[9]. A fine competizione la nazionale arriva seconda, sconfitta 4-2 dalla Spagna in finale.[10]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Al 26 settembre 2018, tra club e Nazionali giovanili Capuano ha giocato globalmente 189 partite segnando 3 gol.

Statistiche aggiornate al 30 settembre 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010-2011 Italia Pescara B 10 0 B 0 0 - - - - - - 10 0
2011-2012 B 32 0 CI 1 0 - - - - - - 33 0
2012-2013 A 26 0 CI 1 0 - - - - - - 27 0
2013-2014 B 23 0 CI 2 0 - - - - - - 25 0
Totale Pescara 91 0 4 0 - - - - 95 0
2014-2015 Italia Cagliari A 15 0 CI 1 0 - - - - - - 16 0
2015-2016 B 15 1 CI 2 1 - - - - - - 17 2
2016-2017 A 12 1 CI 1 0 - - - - - - 13 1
2017-gen. 2018 A 9 0 CI 2 0 - - - - - - 11 0
Totale Cagliari 51 2 6 1 - - - - 57 3
gen.-giu. 2018 Italia Crotone A 16 0 CI 0 0 - - - - - - 16 0
2018-2019 Italia Frosinone A 4 0 CI 0 0 - - - - - - 4 0
Totale carriera 162 2 10 1 - - - - 172 3

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
1-6-2011 Tolone Costa d'Avorio Under-23 Costa d'Avorio 0 – 2 Italia Italia Under-21 Torneo di Tolone 2011 - 1º turno - Ingresso al 53’ 53’
3-6-2011 Saint-Raphaël Italia Under-21 Italia 1 – 1 Portogallo Portogallo Under-20 Torneo di Tolone 2011 - 1º turno -
5-6-2011 Le Lavandou Colombia Under-20 Colombia 1 – 1 Italia Italia Under-21 Torneo di Tolone 2011 - 1º turno -
8-6-2011 Tolone Francia Under-20 Francia 1 – 0 Italia Italia Under-21 Torneo di Tolone 2011 - Semifinale -
10-6-2011 Tolone Messico Under-20 Messico 1 – 1
(4-5 dcr)
Italia Italia Under-21 Torneo di Tolone 2011 - Finale 3º poto - 3º posto
10-8-2011 Varese Italia Under-21 Italia 1 – 1 Svizzera Svizzera Under-21 Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
6-9-2011 Székesfehérvár Ungheria Under-21 Ungheria 0 – 3 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 -
10-11-2011 Istanbul Turchia Under-21 Turchia 0 – 2 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 -
15-11-2011 Casarano Italia Under-21 Italia 2 – 0 Ungheria Ungheria Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 -
28-2-2012 Cannes Francia Under-21 Francia 1 – 1 Italia Italia Under-21 Amichevole -
25-4-2012 Edimburgo Scozia Under-21 Scozia 1 – 4 Italia Italia Under-21 Amichevole -
4-6-2012 Sligo Irlanda Under-21 Irlanda 2 – 2 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 -
15-8-2012 Leeuwarden Paesi Bassi Under-21 Paesi Bassi 0 – 3 Italia Italia Under-21 Amichevole -
6-9-2012 Casarano Italia Under-21 Italia 7 – 0 Liechtenstein Liechtenstein Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 - Ammonizione al 20’ 20’
12-10-2012 Pescara Italia Under-21 Italia 1 – 0 Svezia Svezia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 -
16-10-2012 Kalmar Svezia Under-21 Svezia 2 – 3 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 -
13-11-2012 Siena Italia Under-21 Italia 1 – 3 Spagna Spagna Under-21 Amichevole - Uscita al 69’ 69’
11-6-2013 Tel Aviv Norvegia Under-21 Norvegia 1 – 1 Italia Italia Under-21 Europeo Under-21 2013 - 1º turno -
Totale Presenze 18 Reti -
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia B
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
30-3-2011 Sassuolo Italia Under-21 Italia 2 – 0 Serbia Serbia Under-21 Amichevole - Uscita al 46’ 46’
Totale Presenze 1 Reti -

Record[modifica | modifica wikitesto]

  • Con 18 presenze è il giocatore nella storia del Pescara che conta più apparizioni nella Nazionale Under 21.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Pescara: 2011-2012
Cagliari: 2015-2016

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • TOP 11 Tuttomercatoweb.com[11]: 1
Miglior giovane Serie B 2011-2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]