Andrea Bertolacci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrea Bertolacci
Andrea Bertolacci.jpg
Bertolacci con la maglia della Nazionale U-19
Nazionalità Italia Italia
Altezza 179[1] cm
Peso 75[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Milan
Carriera
Giovanili
2006-2010 Roma
Squadre di club1
2010-2012 Lecce Lecce 43 (6)
2012-2015 Genoa 88 (12)
2015- Milan 2 (0)
Nazionale
2006
2007-2008
2009
2009-2010
2010-2011
2011-2013
2014-
Italia Italia U-16
Italia Italia U-17
Italia Italia U-18
Italia Italia U-19
Italia Italia U-20
Italia Italia U-21
Italia Italia
2 (0)
4 (0)
1 (0)
6 (0)
2 (0)
7 (1)
3 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Argento Israele 2013
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 agosto 2015

Andrea Bertolacci (Roma, 11 gennaio 1991) è un calciatore italiano, centrocampista del Milan e della Nazionale italiana.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Lecce[modifica | modifica wikitesto]

Proveniente dalle giovanili della Roma, il 4 gennaio 2010 viene ceduto in prestito al Lecce in Serie B.[2] Sotto la direzione dell'allenatore Luigi De Canio esordisce tra i professionisti ottenendo 6 presenze in campionato e la promozione nella massima serie.

Il 27 ottobre seguente sigla la sua prima rete da professionista sbloccando il risultato nella gara di Coppa Italia vinta 3 a 2 dal Lecce contro il Siena. Il 21 novembre, a 19 anni, esordisce in Serie A in Lecce-Sampdoria (2-3). Il 20 febbraio 2011 realizza la sua prima rete in Serie A contro la Juventus.[3] Il 3 aprile seguente segna la sua prima doppietta in Serie A, contro l'Udinese.

Il 22 giugno il Lecce esercita il diritto di riscatto per la compartecipazione del giocatore. Il 24 giugno la società romana ha fatto valere il diritto di contro-opzione, per 0,5 milioni di euro, facendo tornare il giocatore alla base. Il 23 agosto torna al Lecce con la formula del prestito secco.[4] Il 20 novembre segna il suo primo gol stagionale nella partita Roma-Lecce (2-1).[5] Il 2 maggio 2012 sigla la rete del pareggio contro la Juventus, gara poi terminata 1 a 1.[6]

Genoa[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2012-2013[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 luglio 2012 ha rinnovato il suo contratto con la Roma per altri cinque anni per poi passare il 19 luglio in compartecipazione al Genoa.[7][8] Debutta con la maglia rossoblu il 16 settembre alla terza giornata di campionato contro la Juventus. Segna il suo primo gol nel Genoa l'11 novembre al Napoli, gara terminata 4 a 2 per i partenopei.[9] Il 20 giugno 2013 viene rinnovata la comproprietà tra Genoa e Roma.[10] Chiude la sua prima stagione in rossoblu raccogliendo 29 presenze e 4 reti.

Stagione 2013-2014[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione seguente scende in campo il 17 agosto 2013 in occasione della sconfitta ai tiri di rigore, dopo il 2-2 dei tempi regolamentari, in Coppa Italia contro lo Spezia. Esordisce poi in campionato il 25 agosto successivo, nella trasferta di Milano contro l'Inter. Il 15 dicembre segna il suo primo gol stagionale, firmando il momentaneo vantaggio nella partita pareggiata 1-1 contro l'Atalanta. Il 6 gennaio 2014 segna il secondo stagionale segnando il definitivo 2-0 contro il Sassuolo che porta il Genoa a raggiungere le 500 vittorie di Serie A con la formula del girone unico.[11][12] Conclude la sua seconda stagione al Genoa totalizzando 26 presenze e 2 reti.

Stagione 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 giugno 2014 viene rinnovata la comproprietà tra Genoa e Roma.[13] Dopo essere sceso in campo il 24 agosto contro il Lanciano nel terzo turno preliminare della Coppa Italia, esordisce in campionato il 14 settembre in trasferta contro la Fiorentina. Segna il suo primo gol stagionale il 20 ottobre portando momentaneamente in vantaggio i rossoblu nella partita poi pareggiata 1-1 contro l'Empoli.[14] Il 2 novembre, subentrando al 60º minuto nel corso dell'incontro Udinese-Genoa, taglia il traguardo delle 100 presenze in Serie A. Il 29 aprile 2015 porta in vantaggio la squadra rossoblu contro il Milan nella partita poi vinta 3-1, contribuendo così a riportare il Genoa ad una vittoria che contro i rossoneri al Meazza non arrivava dal 1958.[15] Termina il campionato con 34 presenze e 6 gol, superando così il suo record personale di reti stagionali.

Il 23 giugno la Roma riscatta la seconda metà del cartellino del giocatore per 8,5 milioni di euro.[16]

Milan[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 giugno 2015 passa a titolo definitivo al Milan per 20 milioni di euro,[17] firmando un contratto fino al 30 giugno 2019[18] e scegliendo di indossare la maglia numero 91. Esordisce con la squadra rossonera il 17 agosto seguente, nella partita di Coppa Italia vinta per 2-0 a San Siro contro il Perugia.[19] Sei giorni dopo esordisce in campionato nella sconfitta esterna per 2-0 contro la Fiorentina.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Svolge tutta la trafila delle nazionali giovanili e con l'Under-19 nel 2010 prende parte all'Europeo di categoria.

Il 10 agosto 2011 esordisce in Nazionale Under-21, giocando titolare nella partita amichevole Italia-Svizzera (1-1) disputata a Varese. Partecipa all'europeo Under-21 in Israele nel 2013 e l'11 giugno 2013 segna il suo primo gol con la maglia azzurra nella terza partita del campionato europeo, nella partita contro la Norvegia terminata 1-1.[20]

Dal 10 al 12 marzo 2014 è stato convocato dal CT della Nazionale maggiore Cesare Prandelli per uno stage organizzato allo scopo di visionare i giovani giocatori più interessanti del campionato,[21] venendo riconfermato per il raduno successivo del 14 e 15 aprile.[22]

Il 10 novembre 2014 viene convocato da Antonio Conte per le gare contro la Croazia e l'Albania[23] e il 18 novembre, a 23 anni, esordisce in Nazionale nella partita amichevole contro la Nazionale albanese disputata a Genova.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 29 agosto 2015.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee altre coppe totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
gen.-giu. 2010 Italia Lecce B 6 0 CI 0 0 - - - - - - 6 0
2010-2011 A 9 3 CI 1 1 - - - - - - 10 4
2011-2012 A 28 3 CI 0 0 - - - - - - 28 3
Totale Lecce 43 6 1 1 - - - - 44 7
2012-2013 Italia Genoa A 29 4 CI 0 0 - - - - - - 29 4
2013-2014 A 25 2 CI 1 0 - - - - - - 26 2
2014-2015 A 34 6 CI 1 0 - - - - - - 35 6
Totale Genoa 88 12 2 0 - - - - 90 12
2015-2016 Italia Milan A 2 0 CI 1 0 - - - - - - 3 0
Totale carriera 133 18 4 1 - - - - 137 19

Cronologia delle presenze in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
18-11-2014 Genova Italia Italia 1 – 0 Albania Albania Amichevole - Uscita al 71’ 71’
28-03-2015 Sofia Bulgaria Bulgaria 2 – 2 Italia Italia Qual. Euro 2016 - Uscita al 72’ 72’
16-06-2015 Ginevra Italia Italia 0 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 76’ 76’
Totale Presenze 3 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Lecce: 2009-2010

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Andrea Bertolacci, acmilan.com. URL consultato il 3 luglio 2015.
  2. ^ Ufficiale: Roma, Bertolacci in prestito al Lecce, tuttomercatoweb.com, 4 gennaio 2010.
  3. ^ Lecce-Juventus finisce 2-0: gol di Mesbah e Bertolacci, La Gazzetta dello Sport, 20 febbraio 2011.
  4. ^ Roma, ufficiale: Bertolacci ritorna al Lecce, calciomercato.com, 23 agosto 2011.
  5. ^ Daniele Liberati, Pjanic-Gago, la Roma sale, Corriere dello Sport, 20 novembre 2011. URL consultato il 21 novembre 2011.
  6. ^ Juve, solo un pari col Lecce. Il Milan vince: adesso è a -1, La Gazzetta dello Sport, 2 maggio 2012. URL consultato il 10 novembre 2014.
  7. ^ Alessio Alaimo, ESCLUSIVA TMW - Bertolacci-Genoa, è il giorno: direzione Liguria, tuttomercatoweb.com, 18 luglio 2012.
  8. ^ Arriva Bertolacci, Il Secolo XIX, 18 luglio 2012. URL consultato il 10 novembre 2014.
  9. ^ Nicola Melillo, Napoli, finale da urlo: Genoa travolto 4-2, La Gazzetta dello Sport, 11 novembre 2012.
  10. ^ Esercizio dei diritti di opzione e controopzione e Rapporti di Partecipazione ex art. 102 bis NOIF (PDF), asroma.it, 21 giugno 2013.
  11. ^ Filippo Grimaldi, Genoa-Sassuolo 2-0: gol di Gilardino su rigore e Bertolacci nel primo tempo, La Gazzetta dello Sport, 6 gennaio 2014.
  12. ^ Serie A: risultati, classifica e prossimo turno (18ª giornata), footstats.it, 6 gennaio 2014.
  13. ^ Genoa, rinnovate le comproprietà di Bertolacci e Boakye, Il Secolo XIX, 20 giugno 2014. URL consultato il 10 novembre 2014.
  14. ^ Stefano Ronchi, Serie A, Genoa-Empoli 1-1: Tonelli risponde a Bertolacci, Sport Mediaset, 20 ottobre 2014. URL consultato il 10 novembre 2014.
  15. ^ Mauro Casaccia, Un Genoa perfetto vince a Milano, non accadeva dal 1958, Il Secolo XIX, 30 giugno 2015. URL consultato il 2 giugno 2015.
  16. ^ Operazioni di mercato: Andrea Bertolacci, asroma.it, 23 giugno 2015.
  17. ^ Operazioni di mercato – Andrea Bertolacci (PDF), asroma.it, 29 giugno 2015. URL consultato il 29 giugno 2015.
  18. ^ Benvenuto Andrea, acmilan.com, 29 giugno 2015. URL consultato il 29 giugno 2015.
  19. ^ Ivan Palumbo, Milan-Perugia 2-0, gol di Honda e Luiz Adriano: debutto vincente di Mihajlovic, La Gazzetta dello Sport, 17 agosto 2015. URL consultato il 17 agosto 2015.
  20. ^ Fabio Bianchi, Under 21, Bertolacci salva l'Italia al 94'. Azzurrini primi del girone, La Gazzetta dello Sport, 11 giugno 2013.
  21. ^ Stage a Roma dal 10 al 12 marzo: sono 31 i convocati di Prandelli, figc.it, 6 marzo 2014.
  22. ^ Test a Coverciano: prima chiamata per Romulo e Berardi, torna Cassano, figc.it, 11 aprile 2014.
  23. ^ Marco Conterio, Bertolacci conquista tutti: prima il Genoa e poi Antonio Conte, tuttomercatoweb.com, 10 novembre 2014. URL consultato il 10 novembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]