Cristiano Biraghi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cristiano Biraghi
Cristiano Biraghi Fiorentina.jpg
Biraghi capitano della Fiorentina nel 2021
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185[1] cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Fiorentina
Carriera
Giovanili
????-1999non conosciuta Carugate
1999-2003Atalanta
2003-2007Inter
2007-2008Pro Sesto
2008-2011Inter
Squadre di club1
2010-2011Inter0 (0)
2011-2012Juve Stabia11 (0)
2012-2013Cittadella33 (0)
2013-2014Catania23 (0)
2014-2015Chievo18 (0)
2015-2016Granada32 (0)
2016-2017Pescara35 (1)
2017-2019Fiorentina70 (2)
2019-2020Inter26 (2)
2020-Fiorentina67 (5)
Nazionale
2010-2011Italia Italia U-197 (0)
2010-2015Italia Italia U-2122 (1)
2017Italia Italia B1 (0)
2018-Italia Italia13 (1)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Argento Israele 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 aprile 2022

Cristiano Biraghi (Cernusco sul Naviglio, 1º settembre 1992) è un calciatore italiano, difensore della Fiorentina, di cui è capitano, e della nazionale italiana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un terzino sinistro che all'occorrenza può essere schierato come esterno di centrocampo. Buon battitore di calci di punizione.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Un giovane Biraghi agli esordi con l'Inter nell'estate 2011

Biraghi ha iniziato la sua carriera sportiva nelle giovanili del Carugate, per poi passare all'Atalanta all'età di otto anni.[2] Dopo quattro stagioni nel vivaio bergamasco si è trasferito all'Inter, con cui ha disputato i campionati Esordienti, Giovanissimi Regionali e Nazionali. Nella stagione 2007-2008 è stato ceduto in prestito alla Pro Sesto, per poi fare ritorno a Milano.[3] Nel 2010 viene aggregato al ritiro della prima squadra interista guidata da Rafael Benítez.[4] Il 24 novembre 2010, a 18 anni, esordisce da professionista sostituendo Pandev nei minuti finali della partita di Champions League vinta 1-0 contro il Twente a San Siro.

Juve Stabia, Cittadella e Catania[modifica | modifica wikitesto]

L'8 luglio 2011 l'Inter comunica il suo passaggio temporaneo alla Juve Stabia[5]. Fa il suo esordio in campionato il 27 agosto, nella sconfitta per 2-1 contro l'Empoli, subentrando al 63' ad Antonio Zito.

Conclusasi l'esperienza alla Juve Stabia con 11 presenze di campionato, nel maggio 2012 torna ad allenarsi con l'Inter in vista della tournée indonesiana di fine mese.

Il 23 giugno 2012 passa in prestito al Cittadella.[6] Debutta il 12 agosto contro la Carrarese (2-0) nella sfida valida per il Secondo turno di Coppa Italia. Esordisce in campionato il 25 agosto nella partita giocata contro il Bari, terminata (2-1) per i pugliesi. Gioca in totale 36 partite in stagione, e a fine stagione il Cittadella riscatta la metà del suo cartellino.

Il 2 settembre 2013 si trasferisce al Catania a titolo di compartecipazione: la squadra etnea ne acquisisce la metà del cartellino appartenente al Cittadella mentre l'altra metà rimane di proprietà dell'Inter. Con 23 presenze non riesce a evitare la retrocessione della squadra.

Chievo e Granada[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 luglio 2014 si trasferisce al Chievo con la formula del prestito biennale debuttando il 30 agosto, nella prima giornata di campionato contro la Juventus: a decidere la gara è un suo autogol al 6'. Disputa 18 partite di campionato, finendo poi ai margini della squadra.

Il 26 agosto 2015 passa al Granada,[7] squadra militante nella Primera División spagnola, con la formula del prestito annuale.[8] Debutta da titolare quattro giorni dopo nella vittoria esterna per 1-2 contro il Getafe. Colleziona in tutto 33 presenze.

Pescara[modifica | modifica wikitesto]

L'11 luglio 2016 viene ceduto a titolo definitivo al Pescara, neopromosso in Serie A, insieme all'interista Rey Manaj nell'ambito della trattativa che porterà Gianluca Caprari all'Inter nel 2017.[9] Il 13 agosto seguente fa il suo debutto con la maglia degli abruzzesi nella partita di Coppa Italia Pescara-Frosinone (2-0). Il 20 agosto debutta anche in campionato nel pareggio interno contro il Napoli. Il 22 dicembre 2016 sigla il suo primo gol in campionato, anche primo in Serie A, su rigore al 93º contro il Palermo, permettendo alla squadra di raggiungere l'1-1.[10]

Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 agosto 2017 passa in prestito oneroso alla Fiorentina[11] per 500.000 euro con obbligo di riscatto fissato a 2 milioni.[12] Il 25 febbraio 2018 mette a segno la sua prima rete in maglia viol,a firmando il gol decisivo al 6' della vittoria per 1-0 contro il Chievo, sua ex squadra.[13]

In due anni a Firenze è titolare fisso sulla fascia sinistra, segnando un'altra rete (su punizione) nel 2-0 contro l'Atalanta del 30 settembre 2018.[14]

Ritorno all'Inter[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 agosto 2019 passa in prestito con diritto di riscatto all'Inter, facendo così ritorno nel club che lo ha formato.[15][16] Esordisce in Serie A coi nerazzurri il 25 settembre 2019 nella partita interna contro la Lazio, fornendo l'assist a Danilo D'Ambrosio per l'1-0 decisivo.[17][18] A causa dell'infortunio di Kwadwo Asamoah, da ottobre inizia a trovare spazio stabilmente sulla fascia sinistra facendo spesso la staffetta con Ashley Young. Il 27 febbraio 2020 realizza la sua prima rete con l'Inter nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League contro il Ludogorec,[19] vinta per 2-1 mentre il primo gol in campionato arriva il 24 giugno contro il Sassuolo.[20][21] Termina il campionato con 26 presenze e 2 gol ed è il secondo difensore ad aver realizzato più assist nella competizione (6) dopo Robin Gosens; complessivamente ha collezionato 37 presenze, 3 gol e 7 assist.[22]

Ritorno alla Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

Terminato il prestito con i meneghini, Biraghi torna alla Fiorentina.[23] Il 18 ottobre realizza il suo unico gol stagionale che vale il momentaneo 2-0 della formazione gigliata in casa dello Spezia, nella partita poi conclusa sul 2-2.[24]

All'inizio della stagione successiva, il nuovo allenatore Vincenzo Italiano lo nomina capitano della squadra, in seguito alla cessione di Germán Pezzella.[25] Il 24 ottobre 2021 realizza il suo primo rigore con i viola in occasione del successo per 3-0 contro il Cagliari.[26] Il 17 gennaio 2022, contro il Genoa, ha realizzato la sua prima doppietta, realizzando entrambi i gol su punizione[27], specifica che non si verificava da oltre 4 anni in Serie A[28].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 settembre 2010 esordisce in maglia azzurra giocando con l'Under-19, con la quale nel maggio 2011 gioca le partite della fase élite del campionato europeo di categoria[29]

Il 17 novembre 2010 esordisce con la Nazionale Under-21 nella partita amichevole Italia-Turchia (2-1) disputata a Fermo.[30]

Il 14 dicembre 2011, convocato da Massimo Piscedda nella Rappresentativa della Lega Nazionale di Serie B, esordisce nell'amichevole persa per 1-0 contro l'Under-20 subentrando a Nicola Bellomo all'inizio della ripresa.[31]

Nel febbraio 2013 torna a vestire la maglia dell'Under-21 e in giugno partecipa all'Europeo Under-21 in Israele, in cui l'Italia giunge seconda, sconfitta in finale 4-2 dalla Spagna.[32]

Partecipa all'Europeo Under-21 2015 in Repubblica Ceca, nel quale l'Under-21 viene eliminata nella fase a gironi.

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 2014 è stato convocato dal CT della Nazionale maggiore Cesare Prandelli per uno stage organizzato allo scopo di visionare giovani giocatori.[33]

Il 21 novembre 2016 viene convocato per la prima volta dal CT Gian Piero Ventura, per uno stage in vista delle qualificazioni al Mondiale 2018.[34]

Il 21 febbraio 2018 viene convocato per uno stage anche dal CT ad interim Luigi Di Biagio.[13][35]

Il 1º settembre 2018 è stato convocato dal CT Roberto Mancini per le prime due partite della nazionale italiana nella neonata UEFA Nations League.[36] Esordisce in nazionale il 7 settembre 2018, a 26 anni, giocando titolare nella partita contro la Polonia (1-1) disputata a Bologna.[37] Il 14 ottobre 2018 realizza la sua prima rete in azzurro, sempre contro la Polonia, siglando nei minuti di recupero il definitivo 1-0 che permette all'Italia di non retrocedere nella Lega B della Nations League e condanna contemporaneamente alla retrocessione la squadra polacca.[38]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 16 aprile 2022

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010-2011 Italia Inter A 0 0 CI 0 0 UCL 2 0 SI+SU+Cmc 0 0 2 0
2011-2012 Italia Juve Stabia B 11 0 CI 1 0 - - - - - - 12 0
2012-2013 Italia Cittadella B 33 0 CI 3 0 - - - - - - 36 0
2013-2014 Italia Catania A 23 0 CI 0 0 - - - - - - 23 0
2014-2015 Italia Chievo A 18 0 CI 1 0 - - - - - - 19 0
2015-2016 Spagna Granada PD 32 0 CR 1 0 - - - - - - 33 0
2016-2017 Italia Pescara A 35 1 CI 2 0 - - - - - - 37 1
2017-2018 Italia Fiorentina A 34 1 CI 1 0 - - - - - - 35 1
2018-2019 A 36 1 CI 4 0 - - - - - - 40 1
2019-2020 Italia Inter A 26 2 CI 3 0 UCL+UEL 4+4 0+1 - - - 37 3
Totale Inter 26 2 3 0 10 1 0 0 39 3
2020-2021 Italia Fiorentina A 35 1 CI 3 0 - - - - - - 38 1
2021-2022 A 31 4 CI 4 1 - - - - - - 35 5
Totale Fiorentina 136 7 12 1 - - - - 148 8
Totale carriera 314 10 23 1 10 1 0 0 347 12

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
7-9-2018 Bologna Italia Italia 1 – 1 Polonia Polonia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
10-10-2018 Genova Italia Italia 1 – 1 Ucraina Ucraina Amichevole - Uscita al 88’ 88’
14-10-2018 Chorzów Polonia Polonia 0 – 1 Italia Italia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno 1
17-11-2018 Milano Italia Italia 0 – 0 Portogallo Portogallo UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
23-3-2019 Udine Italia Italia 2 – 0 Finlandia Finlandia Qual. Euro 2020 - Uscita al 90+1’ 90+1’
15-10-2019 Vaduz Liechtenstein Liechtenstein 0 – 5 Italia Italia Qual. Euro 2020 - Uscita al 88’ 88’
18-11-2019 Palermo Italia Italia 9 – 1 Armenia Armenia Qual. Euro 2020 -
4-9-2020 Firenze Italia Italia 1 – 1 Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
7-10-2020 Firenze Italia Italia 6 – 0 Moldavia Moldavia Amichevole - Uscita al 66’ 66’
28-5-2021 Cagliari Italia Italia 7 – 0 San Marino San Marino Amichevole - Uscita al 73’ 73’
8-9-2021 Reggio Emilia Italia Italia 5 – 0 Lituania Lituania Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 46’ 46’
29-3-2022 Konya Turchia Turchia 2 – 3 Italia Italia Amichevole -
4-6-2022 Bologna Italia Italia 1 – 1 Germania Germania UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - Uscita al 80’ 80’
Totale Presenze 13 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cristiano Biraghi, su inter.it. URL consultato il 15 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2019).
  2. ^ Sogno nerazzurro, su ilgiorno.it, 14 settembre 2011.
  3. ^ Zoom sul Viareggio - Cristiano Biraghi, atalantino per troppo poco, su tuttoatalanta.com, 4 marzo 2011.
  4. ^ Raduno 2010-2011: via, l'Inter è ripartita, 12 luglio 2010.
  5. ^ Mercato: accordi con Juve Stabia e Crotone
  6. ^ Cittadella, colpo Biraghi, su tuttomercatoweb.com, 23 giugno 2012.
  7. ^ (ES) Biraghi, nuevo lateral izquierdo del Granada CF, su granadacf.es. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  8. ^ (ES) El Granada ficha a Cristiano Biraghi, su sportyou.es, 27 agosto 2015. URL consultato il 12 dicembre 2019.
  9. ^ BIRAGHI E MANAJ AL PESCARA, su inter.it. URL consultato l'11 giugno 2016.
  10. ^ Palermo-Pescara 1-1, Biraghi risponde a Quaison, su gazzetta.it. URL consultato il 12 dicembre 2019.
  11. ^ BIRAGHI È UN NUOVO CALCIATORE DELLA FIORENTINA violachannel.tv 15 agosto 2017
  12. ^ Ecco le cifre di Biraghi. Il riscatto scatta automaticamente se… fiorentinanews.com
  13. ^ a b Le pagelle di Biraghi: primo gol in viola per festeggiare la Nazionale, su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 28 febbraio 2018.
  14. ^ Serie A, Fiorentina-Atalanta 2-0: in gol Veretout (rigore) e Biraghi, su gazzetta.it. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  15. ^ Biraghi ceduto all’Inter, su it.violachannel.tv, 29 agosto 2019. URL consultato il 4 ottobre 2020.
  16. ^ Cristiano Biraghi è un nuovo giocatore dell'Inter, su inter.it, 29 agosto 2019.
  17. ^ Inter-Lazio, all you need to know, su inter.it. URL consultato il 12 dicembre 2019.
  18. ^ Le pagelle di Inter-Lazio 1-0: Handanovic decisivo, bene Barella, non brilla Milinkovic, su it.eurosport.com, 25 settembre 2019. URL consultato il 12 dicembre 2019.
  19. ^ L'Inter batte il Ludogorets e va agli ottavi di Europa League, su inter.it, 27 febbraio 2020. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  20. ^ Le pagelle di Inter-Sassuolo 3-3: Gagliardini sciagurato, Young dannoso, su eurosport.it, 24 giugno 2020. URL consultato il 14 dicembre 2020.
  21. ^ Biraghi: "Contento per il gol, ma ora è necessario voltare pagina", su inter.it, 24 giugno 2020. URL consultato il 14 dicembre 2020.
  22. ^ Alessandro De Felice, FCIN1908 / Terzini: è stata l’Inter a proporre rinnovo Dalbert/Biraghi. No della Viola perché…, su fcinter1908.it. URL consultato il 4 settembre 2020.
  23. ^ Fiorentina, Biraghi torna e firma: contratto allungato di due anni con il club viola, su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 22 ottobre 2020.
  24. ^ Serie A, Spezia-Fiorentina 2-2: il dopo-Chiesa inizia con un pari, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 14 dicembre 2020.
  25. ^ Fiorentina, il nuovo capitano Biraghi: "Importante rappresentare questa squadra e questa città", su tuttomercatoweb.com. URL consultato l'8 settembre 2021.
  26. ^ Serie A, Fiorentina-Cagliari 3-0: tris viola contro Mazzarri, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  27. ^ Chi ha fatto più gol su punizione quest'anno in Europa, su sport.sky.it. URL consultato il 20 gennaio 2022.
  28. ^ BIRAGHI, I record della sua doppietta su punizione, su firenzeviola.it. URL consultato il 20 gennaio 2022.
  29. ^ U.19: Bardi e Biraghi titolari nel 3-1 sulla Polonia Tuttomercatoweb.com, 27 maggio 2011
  30. ^ Doppietta di Macheda. Ferrara parte bene Repubblica.it
  31. ^ B Italia-Under 20finisce 0-1 calciopress.it, 15 dicembre 2011
  32. ^ Under 21, iberici ancora campioni FINALE: Italia-Spagna 2-4 gazzetta.it
  33. ^ Stage a Roma dal 10 al 12 marzo: sono 31 i convocati di Prandelli Archiviato il 26 giugno 2015 in Internet Archive. Figc.it
  34. ^ Stage azzurro, i 22 convocati da Ventura, su sport.sky.it. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  35. ^ Nazionale, ecco i convocati da Di Biagio per lo stage in azzurro, su gazzetta.it. URL consultato il 7 settembre 2018.
  36. ^ I convocati dell'Italia per la Nations League, su ilpost.it, 2 settembre 2018. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  37. ^ Italia-Polonia, Biraghi: “Sofferto l’atteggiamento polacco, siamo stati poco lucidi. Esordio? Sono felice”, su mediagol.it. URL consultato il 12 dicembre 2019.
  38. ^ Italia, la dedica di Biraghi dopo la rete alla Polonia: "Il gol è per Astori", su sport.sky.it, 14 ottobre 2018. URL consultato il 16 marzo 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]