Armando Izzo (calciatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Armando Izzo
Sforzini.jpg
Izzo insieme a Ferdinando Sforzini in un'amichevole contro la Virtus Entella
Nazionalità Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Genoa
Carriera
Giovanili
2005-2006 Rosso e Grigio (Strisce).png ARCI Scampia
2006-2011 Napoli
Squadre di club1
2011-2012 Triestina 13 (1)
2012-2014 Avellino 58 (2)
2014- Genoa 70 (1)
Nazionale
2014 Italia B Italia 1 (0)
2015 Italia Italia U-21 0 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 6 novembre 2016

Armando Izzo (Napoli, 2 marzo 1992) è un calciatore italiano, difensore del Genoa.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi e l'Avellino[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare a calcio all'età di 13 anni nell'ARCI Scampia, per poi passare al Napoli con cui vince anche uno Scudetto Berretti[1]. Nella stagione 2011-2012 passa in prestito alla Triestina, squadra della Prima Divisione di Lega Pro, con cui gioca 13 partite e segna il suo primo gol in carriera a livello professionistico.

Nel gennaio del 2012 viene ceduto in comproprietà all'Avellino, sempre in Prima Divisione; con gli irpini gioca 6 partite, venendo riconfermato anche per la stagione 2012-2013: in questo campionato Izzo segna un gol in 22 presenze, e l'Avellino vince il campionato venendo promosso in Serie B. Izzo esordisce nella serie cadetta nella stagione 2013-2014, chiudendo il campionato con un gol in 30 presenze.

Genoa[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'estate viene ceduto al Genoa[2], con cui esordisce in Serie A il 5 ottobre 2014, nella partita Parma-Genoa 1-2[3][4]. Segna il primo gol nella massima serie l'11 gennaio 2015 a San Siro contro l'Inter[5]. Il 1º aprile 2015 rinnova con la società ligure fino al 2019[6]. Chiude la stagione con 20 presenze e un gol.

La stagione successiva fa il suo esordio in campionato alla seconda giornata, nella partita casalinga vinta 2-0 contro il Verona.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 maggio 2014 ha giocato da titolare in una partita amichevole con la B Italia, guidata da Massimo Piscedda, contro l'Under-21 dell'Albania[7].

Viene convocato all'Europeo Under-21 2015, disputatosi in Repubblica Ceca, senza però mai scendere in campo.

Il 7 novembre 2016 viene convocato per la prima volta in Nazionale dal CT Giampiero Ventura per la partita di qualificazione al Mondiale 2018 contro il Liechtenstein del 12 novembre 2016 e per l'amichevole contro la Germania del 15 novembre 2016.[8]

Coinvolgimento nel calcioscommesse[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 maggio 2016 viene indagato con l'accusa di partecipazione esterna ad associazione mafiosa nell'ambito di un'inchiesta della DDA di Napoli, secondo la quale un clan camorristico di Secondigliano avrebbe alterato i risultati di Modena-Avellino (1-0) del 17 marzo 2014 e di Avellino-Reggina (3-0) del 25 maggio 2014 grazie all'intervento diretto di Izzo e dei centrocampisti Luca Pini e Francesco Millesi (anche loro indagati).[9] Il 3 marzo 2017 la Procura della Federcalcio richiede per lui sei anni di squalifica, con richiesta di preclusione, e ventimila euro di ammenda.[10]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 6 novembre 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2011-gen. 2012 Italia Triestina 1D 13 1 CI 3 0 - - - - - - 16 1
gen.-giu. 2012 Italia Avellino 1D 6 0 - - - - - - - - - 6 0
2012-2013 1D 22 1 CI 2 0 - - - - - - 24 1
2013-2014 B 30 1 CI 4 0 - - - - - - 34 1
Totale Avellino 58 2 6 0 - - - - 64 2
2014-2015 Italia Genoa A 20 1 CI 1 0 - - - - - - 21 1
2015-2016 A 33 0 CI 1 0 - - - - - - 34 0
2016-2017 A 17 0 CI 1 0 - - - - - - 18 0
Totale Genoa 70 1 3 0 - - - - 73 1
Totale carriera 141 4 12 0 - - - - 153 4

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Napoli: 2010-2011

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Avellino: 2012-2013
Avellino: 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Armando Izzo: "Dall'Arci Scampia ad Avellino, una bellissima avventura" Tuttomercatoweb.com
  2. ^ IZZO ALLA CORTE DI GASPERINI, genoacfc.it, 14 luglio 2014. URL consultato il 7 gennaio 2015.
  3. ^ Parma-Genoa, esordio in Serie A per l’ex Avellino Armando Izzo, avellino-calcio.it, 5 ottobre 2014. URL consultato il 19 gennaio 2015.
  4. ^ Genoa, Izzo all'esordio: 'Dura marcare Cassano', calciomercato.com, 6 ottobre 2014. URL consultato il 19 gennaio 2015.
  5. ^ Inter-Genoa 3-1, reti di Palacio e Icardi. Izzo accorcia, Vidic la chiude, gazzetta.it, 11 gennaio 2015. URL consultato il 19 gennaio 2015.
  6. ^ Alessio Alaimo, ESCLUSIVA TMW - Genoa, Izzo ha firmato il rinnovo: insieme fino al 2019., Tuttomercatoweb.com, 1 aprile 2015. URL consultato il 1 aprile 2015.
  7. ^ B Italia-Albania Under 21 1-0, Armando Izzo gioca titolare Avellino-calcio.it
  8. ^ Marchisio lascia il ritiro. Ventura convoca Izzo e Gagliardini, su figc.it, FIGC, 7 novembre 2016. URL consultato il 7 novembre 2016.
  9. ^ Camorra: le mani del clan su scommesse in partite di serie B, 10 arresti ANSA
  10. ^ Scommesse, la Procura Figc chiede 6 anni per Izzo e -7 punti per l'Avellino gazzetta.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]