Marco Sportiello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Marco Sportiello
Sportiello in riscaldamento prepartita all'Atalanta nel 2014
Nazionalità Bandiera dell'Italia Italia
Altezza 192 cm
Peso 87 kg
Calcio
Ruolo Portiere
Squadra Milan
Carriera
Giovanili
1998-1999 Zibido San Giacomo
1999-2010Atalanta
Squadre di club1
2010-2011Seregno28 (-26)[1]
2011-2012Poggibonsi34 (-41)
2012-2013Carpi30 (-27)[2]
2013-2017Atalanta84 (-115)
2017-2018Fiorentina39 (-42)
2018-2019Frosinone35 (-64)
2019-2023Atalanta41 (-52)
2023-Milan2 (-1)
Nazionale
2011-2012Bandiera dell'Italia Italia U-20 Lega Pro1+ (-?)[3]
2014-2015Bandiera dell'Italia Italia U-210 (0)[4]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 settembre 2023

Marco Sportiello (Desio, 10 maggio 1992) è un calciatore italiano, portiere del Milan.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un portiere a suo agio sia tra i pali sia fuori dall'area di rigore: dotato tecnicamente anche con i piedi, è in grado di guidare la fase difensiva della sua squadra agendo da sweeper-keeper. Tra le sue caratteristiche principali c'è inoltre l'abilità nel parare i calci di rigore.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Lombardia da madre siciliana,[6] muove i primi passi calcistici all'età di 6 anni, tra le file della scuola calcio di Zibido San Giacomo.[7] Nel 1999 entra nel settore giovanile dell'Atalanta, dove rimane fino al 2010, quando all'età di diciotto anni viene ceduto in compartecipazione al Seregno, in Serie D;[8] nel massimo campionato dilettantistico gioca 28 partite, per poi fare ritorno a Bergamo per fine stagione.

Poggibonsi e Carpi[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2011-2012 la società orobica lo dirotta a farsi le ossa al Poggibonsi,[9] in Seconda Divisione, ancora in compartecipazione; con i giallorossi esordisce a livello professionistico, giocando 34 partite in campionato, competizione in cui subisce 41 reti. Nel corso dell'annata riceve inoltre alcune convocazioni con la Rappresentativa Under-20 di Lega Pro.[10]

A fine torneo il club bergamasco, una volta riacquistatone l'intero cartellino,[11] lo manda in prestito al Carpi,[12] club di Prima Divisione: con la formazione emiliana il portiere conquista, dopo i vittoriosi play-off, una storica promozione in Serie B, la prima assoluta nella storia del club. Chiude la stagione con 3 presenze e 2 gol incassati in Coppa Italia, e 34 gare con 31 gol subiti fra campionato e play-off.

Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2013 fa ritorno all'Atalanta, come secondo portiere dietro al titolare Andrea Consigli. Il suo debutto assoluto con l'Atalanta avviene il 4 dicembre 2013, a 21 anni, nella sfida di Coppa Italia vinta in casa per 2-0 contro il Sassuolo. Esordisce in Serie A il 12 gennaio 2014, giocando titolare nella partita Atalanta-Catania (2-1), a causa della defezione di Consigli.[13] Prima della fine dell'annata ha modo di collezionare altre due presenze in massima categoria, contro il Cagliari e, all'ultima giornata, ancora contro i catanesi.

All'inizio della stagione 2014-2015, complice la cessione di Consigli, diventa titolare della porta atalantina.[7] Nonostante sia un esordiente nella massima serie, balza agli onori delle cronache per le buone prestazioni, tra cui si segnalano i rigori parati all'interista Rodrigo Palacio[14] e al napoletano Gonzalo Higuaín.[15]

Anche nell'annata 2015-2016 si conferma uno dei migliori portieri della Serie A, con 37 presenze complessive e 43 gol subiti. All'inizio del campionato 2016-2017, al contrario, è messo in discussione dall'allenatore bergamasco Gian Piero Gasperini a causa di alcuni dissidi per vicende di calciomercato,[16] andando incontro a un dualismo con Etrit Berisha che vede quest'ultimo avere la meglio.[17]

Fiorentina e Frosinone[modifica | modifica wikitesto]

In ragione di ciò, il 13 gennaio 2017 è ceduto in prestito fino al giugno 2018 alla Fiorentina.[18] Fa il suo esordio in maglia viola il 29 dello stesso mese, nella partita interna contro il Genoa pareggiata per 3-3. Rimane a Firenze per il successivo anno e mezzo, inizialmente riserva di Ciprian Tătărușanu nel primo semestre, e trovando poi la titolarità nella stagione 2017-2018.

Tornato a Bergamo nell'estate 2018, il successivo 6 luglio viene nuovamente ceduto in prestito, stavolta al neopromosso Frosinone, con diritto di riscatto a favore dei ciociari.[19] Proprio contro i bergamaschi, il successivo 20 agosto, fa il suo esordio in campionato con i frusinati, nella partita persa per 4-0. Nonostante una stagione per lui positiva, la squadra giallazzurra retrocede e di conseguenza il portiere non viene riscattato dalla stessa.

Ritorno all'Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

L'estate seguente fa ritorno all'Atalanta,[20] stavolta nel ruolo di dodicesimo alle spalle di Pierluigi Gollini. Il debutto stagionale avviene il 28 settembre 2019, nel successo per 4-1 in casa del Sassuolo, in cui scende in campo da titolare.[21] Il 10 marzo 2020 fa il suo esordio in UEFA Champions League, giocando titolare la sfida di ritorno degli ottavi sul campo del Valencia al posto dell'infortunato Gollini.[22]

Relegato negli anni seguenti a riserva dapprima del succitato Gollini e poi del neoacquisto Juan Musso, ritrova una parziale titolarità nell'autunno 2022, a causa dell'infortunio occorso a quest'ultimo,[23] e nel finale di stagione.[24]

Milan[modifica | modifica wikitesto]

Sportiello difende la porta del Milan nella partita di UEFA Champions League del 19 settembre 2023 contro il Newcastle Utd

Il 28 giugno 2023 Sportiello viene ingaggiato a parametro zero dal Milan,[25] dove va a occupare il ruolo di riserva del titolare designato Mike Maignan.[26] Esordisce in rossonero il successivo 19 settembre, in occasione della gara interna di UEFA Champions League contro il Newcastle Utd (0-0), subentrando all'80' all'infortunato Maignan.[27] Il debutto in Serie A è di quattro giorni dopo, scendendo in campo da titolare nella vittoria casalinga sul Verona (1-0).[28]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver avuto un'esperienza nella nazionale Under-20 di Lega Pro, il 16 dicembre 2014 fa il suo esordio in Under-21 subentrando a Nicola Leali nel secondo tempo dell'amichevole non ufficiale vinta dagli azzurrini per 4-1 contro la B Italia.[29] Viene convocato come portiere di riserva all'Europeo Under-21 2015, disputato in Repubblica Ceca.

Il 16 maggio 2016 è convocato dal commissario tecnico Antonio Conte per uno stage di allenamento nel centro sportivo di Coverciano in vista del campionato d'Europa 2016, non venendo però poi inserito nell'elenco dei 30 giocatori pre-convocati per la manifestazione.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 27 settembre 2023.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2010-2011 Bandiera dell'Italia Seregno D 28+1[30] -26 + -1[30] CI-D ? -? - - - - - - 29 -27
2011-2012 Bandiera dell'Italia Poggibonsi 2D 34 -41 CI-LP 4 -5 - - - - - - 38 -46
2012-2013 Bandiera dell'Italia Carpi 1D 30+4[30] -27 + -4[30] CI+CI-LP 3+0 -2 + -0 - - - - - - 37 -33
2013-2014 Bandiera dell'Italia Atalanta A 3 -3 CI 1 0 - - - - - - 4 -3
2014-2015 A 37 -55 CI 0 0 - - - - - - 37 -55
2015-2016 A 36 -43 CI 1 0 - - - - - - 37 -43
2016-gen. 2017 A 8 -14 CI 2 0 - - - - - - 10 -14
gen.-giu. 2017 Bandiera dell'Italia Fiorentina A 2 -4 CI 0 0 UEL 0 0 - - - 2 -4
2017-2018 A 37 -38 CI 0 0 - - - - - - 37 -38
Totale Fiorentina 39 -42 0 0 0 0 - - 39 -42
2018-2019 Bandiera dell'Italia Frosinone A 35 -64 CI 1 -2 - - - - - - 36 -66
2019-2020 Bandiera dell'Italia Atalanta A 6 -5 CI 0 0 UCL 2 -5 - - - 8 -10
2020-2021 A 15 -21 CI 1 -1 UCL 5 -11 - - - 21 -32
2021-2022 A 5 -5 CI 0 0 UCL+UEL 0 0 - - - 5 -5
2022-2023 A 15 -21 CI 0 0 - - - - - - 15 -21
Totale Atalanta 125 -167 5 -1 7 -16 - - 137 -184
2023-2024 Bandiera dell'Italia Milan A 2 -1 CI 0 0 UCL 1 0 - - - 3 -1
Totale carriera 298 -373 13 -10 8 -16 - - 319 -399

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Atalanta: 2004-2005
Atalanta: 2008
Atalanta: 2009-2010

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 29 (-27) se si comprendono i play-off.
  2. ^ 34 (-31) se si comprendono i play-off.
  3. ^ Andrea Platania, San Marino U21-Italia Lega Pro 0-8, su tuttonazionali.com, 12 giugno 2012. URL consultato il 29 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2016).
  4. ^ 1 (0) se si comprende anche l'amichevole contro la B Italia del 16 dicembre 2014.
  5. ^ Come gioca e quanto vale Marco Sportiello, su calcioefinanza.it, 12 maggio 2016.
  6. ^ Marco Sportiello portiere «gratterese», su cefalunews.net, 4 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 29 marzo 2018).
  7. ^ a b La storia di Marco Sportiello: l'Atalanta ha un signore numero uno tra i pali, su calcioblog.it, 15 dicembre 2014.
  8. ^ Sportiello va al Seregno, su tuttoatalanta.com, 21 agosto 2010.
  9. ^ Marco Sportiello è del Poggibonsi, su uspoggibonsi.it, 20 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2014).
  10. ^ Valeria Debbia, Poggibonsi, Sportiello: "Il mio modello? Handanovic", su tuttolegapro.com, 25 novembre 2011.
  11. ^ RISOL. ACC. PART. 12-13 Serie A (PDF), su legaseriea.it, Lega Nazionale Professionisti Serie A (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2013).
  12. ^ Calciomercato: le ultime operazioni, su carpifc1909.it, 14 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2014).
  13. ^ Marco Sportiello, su transfermarkt.it, 4 maggio 2016.
  14. ^ L’Atalanta stecca con l’Inter. Le pagelle: ok Ciga e Sportiello, su bergamopost.it, 25 settembre 2014.
  15. ^ Atalanta-Napoli 1-1: Sportiello ipnotizza Higuain, Benitez mastica amaro, su repubblica.it, 29 ottobre 2014.
  16. ^ Atalanta, chi sarà il titolare tra Sportiello e Berisha? Finalmente Gasperini fa luce, su fantagazzetta.com, 5 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2016).
  17. ^ Atalanta, Gasperini scioglie le riserve sul portiere: "Il titolare al momento è Berisha", su fantagazzetta.com, 27 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2017).
  18. ^ Sportiello è un calciatore della Fiorentina, su it.violachannel.tv, 13 gennaio 2017.
  19. ^ Marco Sportiello è un nuovo calciatore del Frosinone, su frosinonecalcio.com, 6 luglio 2018. URL consultato il 6 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2018).
  20. ^ Sportiello torna a Bergamo, su fiorentina.it.
  21. ^ Atalanta, Sportiello: 'L'ho vissuta come un esordio, quanta emozione!', su calciomercato.com, 28 settembre 2019.
  22. ^ Marco Sanfilippo, L'Atalanta vince a Valencia: 4-3. Ai quarti! Incredibile Ilicic, è un poker per la storia, su ecodibergamo.it, 10 marzo 2020.
  23. ^ Luca Samotti, Riserva a chi? L'Atalanta nelle mani sicure di Sportiello, il "secondo" coi numeri da titolare, su bergamonews.it, 2 ottobre 2022.
  24. ^ Leonardo Gualano, L’Atalanta e il ‘caso’ Musso: da titolare inamovibile a riserva di Sportiello, su goal.com, 18 maggio 2023.
  25. ^ Comunicato ufficiale: Marco Sportiello, su acmilan.com, 28 giugno 2023.
  26. ^ Milan, ufficiale l'arrivo di Sportiello, sarà il vice Maignan: cifre, durata contratto, quanto guadagnerà, dettagli, su eurosport.it, 28 giugno 2023.
  27. ^ Carlo Filippo Vardelli, Milan-Newcastle 0-0: i rossoneri ci provano con Leao e Giroud, ma raccolgono solo un punto contro l'ex Tonali, su eurosport.it, 19 settembre 2023.
  28. ^ Michele Neri, Serie A - Milan-Verona 1-0, le pagelle: Sportiello provvidenziale, Leao e Thiaw reagiscono, Lazovic non c'è, su eurosport.it, 23 settembre 2023.
  29. ^ Alessandro Paoli, Amichevole - Italia U21 vs B Italia 4-1, su tuttonazionali.com, 16 dicembre 2014.
  30. ^ a b c d Play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]