Domenico Berardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Domenico Berardi
Nazionalità Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Sassuolo
Carriera
Giovanili
2008-2010 Cosenza
2010-2012 Sassuolo
Squadre di club1
2012- Sassuolo 127 (49)
Nazionale
2012-2013 Italia Italia U-19 3 (1)
2014- Italia Italia U-21 16 (3)[1]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 maggio 2016

Domenico Berardi (Cariati, 1º agosto 1994) è un calciatore italiano, attaccante del Sassuolo e della Nazionale Under-21 italiana.

Con 49 reti in 134 presenze complessive con la maglia del Sassuolo è il migliore realizzatore di sempre della squadra neroverde.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Mancino, attaccante esterno o seconda punta,[2] nel 2014 è considerato uno dei maggiori giovani talenti calcistici Under 20 del mondo,[3] ed è stato inserito nella lista dei migliori giovani nati dopo il 1993 stilata da Don Balón.[4]

Arrigo Sacchi lo ha definito « un giocatore di grandissimo talento, un calciatore moderno che gioca con e per la squadra a tutto campo e tempo»; il tecnico romagnolo ha poi aggiunto che « La vivacità, le intuizioni, il temperamento, la forza fisica unita a una buona tecnica fanno parte del suo bagaglio».[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Sassuolo[modifica | modifica wikitesto]

Il Sassuolo lo preleva dal Cosenza a 16 anni, inserendolo nelle giovanili.[6] Il 27 agosto 2012, a 18 anni, debutta da professionista in Serie B in Sassuolo-Cesena 3-0.[7] Il 1º settembre 2012 sigla il momentaneo 1-0 sul Crotone, gara vinta dal Sassuolo 2-1.[8] In campionato disputa 37 gare, segna 11 reti, contribuisce alla 1ª promozione del Sassuolo in Serie A.

Il 2 settembre 2013 è inserito nell'operazione che comprende anche la compartecipazione di Luca Marrone, passato dalla Juventus al Sassuolo; la squadra torinese lascia Berardi in prestito gratuito al Sassuolo, che ottiene accordo di partecipazione per 4,5 milioni di euro pagabili in 5 anni.[9] Il 25 settembre 2013, a 19 anni, esordisce in Serie A in Sassuolo-Napoli 1-1.[10] La prima rete, in Serie A, è il 6 ottobre 2013 nella sconfitta 3-1 col Parma, segnando su rigore il momentaneo 1-1. Segna nella prima vittoria storica in Serie A del Sassuolo col Bologna 2-1, al 12' su rigore.[11][12] Il 3 novembre 2013, in Sampdoria-Sassuolo 3-4, segna la sua prima tripletta (due gol su rigore) in Serie A, che porta il Sassuolo a ottenere la prima vittoria esterna in A della sua storia.[13] Il 12 gennaio 2014 segna 4 gol in Sassuolo-Milan 4-3. Con questa quaterna diventa il secondo giocatore più giovane (dopo Silvio Piola) ad aver realizzato quattro gol in una gara di Serie A.[14] Chiude la stagione con 16 reti.

Il 10 maggio 2015 ottiene la 100ª presenza in maglia neroverde, in Cesena-Sassuolo 2-3[15] Chiude la seconda stagione in Serie A con 15 reti, una in meno alla stagione precedente.

Il 25 giugno 2015 la sua compartecipazione è risolta in favore dei neroverdi per 10 milioni di euro pagabili in 4 anni; la Juventus ottiene l'opzione per riacquistarlo in estate 2016.[16][17] Dopo un inizio di stagione costellato da vari infortuni, il 10 gennaio 2016 decide il match vinto per 1-0 in casa dell'Inter,[18] diventando così il miglior marcatore nell'intera storia del Sassuolo con 45 gol. Chiude la sua 3ª stagione nel massimo campionato italiano con un bottino di 7 reti in 29 presenze, non raggiungendo la doppia cifra di gol come aveva fatto nelle stagioni passate.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Giovanile[modifica | modifica wikitesto]

Componente della Nazionale Under-19, non risponde alla convocazione alle qualificazioni all'Europeo di categoria e subisce la squalifica di 9 mesi per violazione del codice etico.[19][20]

Il 28 febbraio 2014 è convocato da Luigi Di Biagio, ct della Nazionale Under-21, per la gara di qualificazione all'Europeo Under-21 con l'Irlanda del Nord del 5 marzo seguente.[21] Il 2 marzo, in Sassuolo-Parma di campionato, rifila una gomitata a Cristian Molinaro dopo 50 secondi dal suo ingresso in campo e il CT, per rispetto del codice etico della Federazione, ritira la sua convocazione.[22] Esordisce con l'Under-21 il 4 giugno 2014, nell'amichevole Italia-Montenegro 4-0.[23] Realizza il suo primo gol con l'Under-21 il 5 settembre successivo, nella gara valida per le qualificazioni all'Europeo 2015 disputata con la Serbia.[24]

Il 1º giugno 2015 è selezionato da Di Biagio nella lista provvisoria di 27 giocatori per partecipare all'Europeo Under-21 2015 in Repubblica Ceca.[25] Il 7 giugno successivo rientra nella lista ufficiale dei 23 dell'Europeo.[26] Gioca la sua prima gara all'Europeo il 18 giugno 2015, nella sconfitta 1-2 con la Svezia; su rigore aveva aperto le marcature.[27] Il 24 giugno, fornisce un assist per il gol d'Andrea Belotti all'Inghilterra; seppur vincendo 1-3 l'ultima gara del girone, non supera la fase a gironi, piazzandosi al 3º posto dietro a Portogallo e Svezia.[28]

Maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 ottobre 2015 è convocato per la prima volta in Nazionale dal ct Antonio Conte, per le ultime due gare di qualificazione all'Europeo 2016 contro Azerbaigian e Norvegia;[29] due giorni dopo lascia il ritiro per infortunio.[30]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate all'8 maggio 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2012-2013 Italia Sassuolo B 37 11 CI 2 0 - - - - - - 39 11
2013-2014 A 29 16 CI 1 0 - - - - - - 30 16
2014-2015 A 32 15 CI 2 0 - - - - - - 34 15
2015-2016 A 29 7 CI 2 0 - - - - - - 31 7
Totale carriera 127 49 7 0 - - - - 134 49

Cronologia delle presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
4-6-2014 Castel di Sangro Italia Under-21 Italia 4 – 0 Montenegro Montenegro Under-21 Amichevole - Uscita al 28’ 28’
13-8-2014 Ploiești Romania Under-21 Romania 2 – 1 Italia Italia Under-21 Amichevole - Uscita al 77’ 77’
5-9-2014 Pescara Italia Under-21 Italia 3 – 2 Serbia Serbia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2015 1 Ammonizione al 42’ 42’, Uscita al 86’ 86’
9-9-2014 Castel di Sangro Italia Under-21 Italia 7 – 1 Cipro Cipro Under-21 Qual. Europeo Under-21 2015 - Uscita al 60’ 60’
10-10-2014 Zlaté Moravce Slovacchia Under-21 Slovacchia 1 – 1 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2015 -
14-10-2014 Reggio Emilia Italia Under-21 Italia 3 – 1 Slovacchia Slovacchia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2015 - Ammonizione al 60’ 60’, Uscita al 86’ 86’
17-11-2014 Matera Italia Under-21 Italia 0 – 1 Danimarca Danimarca Under-21 Amichevole - Uscita al 72’ 72’
27-3-2015 Paderborn Germania Under-21 Germania 2 – 2 Italia Italia Under-21 Amichevole - Uscita al 90+2’ 90+2’
30-3-2015 Benevento Italia Under-21 Italia 0 – 1 Serbia Serbia Under-21 Amichevole - Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg 47’
18-6-2015 Olomouc Italia Under-21 Italia 1 – 2 Svezia Svezia Under-21 Europeo Under-21 2015 - 1º turno 1
21-6-2015 Uherské Hradiště Italia Under-21 Italia 0 – 0 Portogallo Portogallo Under-21 Europeo Under-21 2015 - 1º turno -
24-6-2015 Olomouc Inghilterra Under-21 Inghilterra 1 – 3 Italia Italia Under-21 Europeo Under-21 2015 - 1º turno - Uscita al 63’ 63’
13-11-2015 Novi Sad Serbia Under-21 Serbia 1 – 1 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 -
17-11-2015 Castel di Sangro Italia Under-21 Italia 2 – 0 Lituania Lituania Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 1 Uscita al 86’ 86’
24-3-2016 Waterford Irlanda Under-21 Irlanda 1 – 4 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 - Uscita al 65’ 65’
29-3-2016 Andorra la Vella Andorra Under-21 Andorra 0 – 1 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 - Uscita al 86’ 86’
Totale Presenze 16 Reti 3

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Sassuolo: 2012-2013

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Migliore giovane della Serie B: 2013
2015[31]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 17 (3) se si comprende anche l'amichevole contro la B Italia.
  2. ^ Domenico Berardi, Vivo Azzurro, 2 ottobre 2014. URL consultato il 1 giugno 2015.
  3. ^ Luca Bianchin e Giulio Di Feo, Teen generation: i migliori Under 20 del mondo, La Gazzetta dello Sport, 5 aprile 2014. URL consultato il 1 giugno 2015.
  4. ^ La Top 101 dei giovani più promettenti di ‘Don Balon': quanti italiani!, Calcio Mercato, 19 novembre 2014. URL consultato il 1 giugno 2015.
  5. ^ Berardi-Sacchi: ieri faccia a faccia in azzurro, La Gazzetta di Modena, 15 gennaio 2014. URL consultato il 1 giugno 2015.
  6. ^ La meglio gioventù – Domenico Berardi, calcioweb.eu, 14 maggio 2013. URL consultato il 3 novembre 2013.
  7. ^ Cesena 0-3 Sassuolo, soccerway.com, 27 agosto 2012. URL consultato il 3 novembre 2013.
  8. ^ Sassuolo 2-1 Crotone, soccerway.com, 1 settembre 2012. URL consultato il 3 novembre 2013.
  9. ^ Operazioni con il Sassuolo per Marrone e Berardi, Juventus.com, 2 settembre 2013. URL consultato il 3 novembre 2013.
  10. ^ Napoli 1-1 Sassuolo, soccerway.com, 25 settembre 2013. URL consultato il 3 novembre 2013.
  11. ^ Sassuolo-Bologna 2-1, primo successo neroverde, gazzetta.it, 20 ottobre 2013. URL consultato il 3 novembre 2013.
  12. ^ Sassuolo, storico derby: col Bologna arriva la prima vittoria in serie A, ilrestodelcarlino.it, 20 ottobre 2013. URL consultato il 3 novembre 2013.
  13. ^ Serie A Sassuolo, Berardi: «Felice per i tre gol e per la vittoria», corrieredellosport.it, 3 novembre 2013. URL consultato il 3 novembre 2013.
  14. ^ Sassuolo-Milan 4-3, Berardi poker, gol di Robinho, Balotelli e Montolivo, gazzetta.it, 12 gennaio 2014. URL consultato il 12 gennaio 2014.
  15. ^ Cesena vs. Sassuolo, soccerway.com, 10 maggio 2015. URL consultato il 26 giugno 2015.
  16. ^ Calciomercato: Domenico Berardi resta in neroverde, sassuolocalcio.it, 25 giugno 2015. URL consultato il 25 giugno 2015.
  17. ^ Comproprietà: Benassi al Torino, Verdi torna al Milan, gazzetta.it. URL consultato il 25 giugno 2015.
  18. ^ Matteo Brega, Inter-Sassuolo 0-1: Berardi su rigore gela Mancini, sorpasso Napoli, in La Gazzetta dello Sport, 10 gennaio 2016. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  19. ^ Sassuolo: Berardi squalificato, disertò la convocazione con Under 19, calcionewstime.com, 29 agosto 2013. URL consultato il 6 maggio 2014.
  20. ^ Sassuolo, caso Berardi: si allontana la maglia azzurra, calcionews24.com, 29 agosto 2013. URL consultato il 6 maggio 2014.
  21. ^ Under 21: i convocati di Di Biagio, ansa.it, 28 febbraio 2014. URL consultato il 2 maggio 2014.
  22. ^ La gomitata a Molinaro costa a Berardi la convocazione in Under 21, gazzettadiparma.it, 2 marzo 2014. URL consultato il 2 maggio 2014.
  23. ^ Under 21, amichevoli: l'Italia cala il poker al Montenegro, Mediaset, 4 giugno 2014. URL consultato il 5 luglio 2015.
  24. ^ Mattia Fontana, Under 21 - Italia, rimonta-show con Belotti e Berardi, Eurosport, 5 settembre 2014. URL consultato il 5 luglio 2015.
  25. ^ Verso l'Europeo: 27 Azzurrini convocati da Di Biagio per il raduno di Appiano Gentile, in FIGC, 1º giugno 2015.
  26. ^ Ufficializzata la lista dei 23 convocati per la fase finale del Campionato europeo, in FIGC, 7 giugno 2015.
  27. ^ Italia-Svezia (1-2), UEFA.com, 18 giugno 2015. URL consultato il 5 luglio 2015.
  28. ^ Luca Bianchin, Europeo Under 21, Inghilterra-Italia 1-3, ma il biscotto condanna gli Azzurrini, La Gazzetta dello Sport, 24 giugno 2015. URL consultato il 5 luglio 2015.
  29. ^ Ventisette convocati per Azerbaigian e Norvegia: prima chiamata per Domenico Berardi, figc.it, 3 ottobre 2015. URL consultato il 5 ottobre 2015.
  30. ^ Conte: “Abbiamo due match ball per andare all’Europeo”. Berardi è out, torna a casa, figc.it, 5 ottobre 2015. URL consultato il 5 ottobre 2015.
  31. ^ Berardi eletto miglior under 21 d’Europa, La Gazzetta di Modena, 14 dicembre 2015. URL consultato il 12 gennaio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]