Andrea Petagna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrea Petagna
AndreaPetagna 02.jpg
Petagna, con la maglia dell'Atalanta nel 2017.
Nazionalità Italia Italia
Altezza 190[1] cm
Peso 85[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Atalanta
Carriera
Giovanili
2006-2008 Itala San Marco
2008-2009 non conosciuta Donatello Calcio
2009-2013 Milan
2014 Milan
Squadre di club1
2012-2013 Milan 1 (0)
2013-2014 Sampdoria 3 (0)
2014 Milan 2 (0)
2014-2015 Latina 10 (0)
2015 Vicenza 12 (1)[2]
2015-2016 Ascoli 32 (7)[3]
2016- Atalanta 44 (7)
Nazionale
2010-2011 Italia Italia U-16 5 (0)
2011 Italia Italia U-17 1 (0)
2013 Italia Italia U-18 8 (2)
2013 Italia Italia U-19 4 (2)
2015 Italia Italia U-20 5 (2)
2016-2017 Italia Italia U-21 7 (1)
2017- Italia Italia 1 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Bronzo Polonia 2017
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 novembre 2017

Andrea Petagna (Trieste, 30 giugno 1995) è un calciatore italiano, attaccante dell'Atalanta e della nazionale italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Anche suo nonno Francesco è stato un calciatore.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la trafila nel settore giovanile del Donatello Calcio (Udine) passa al Milan, e, con le giovanili della squadra meneghina vanta due scudetti: uno con i Giovanissimi nel 2010,[5] contribuendo con un gol in finale contro la Roma, e un altro con gli Allievi Nazionali nel 2011.[6] Nell'annata seguente viene aggregato alla formazione Primavera, collezionando tuttavia altre presenze con la categoria giovanile precedente.[7]

Il Milan e l'esordio tra i professionisti[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 dicembre 2012, a 17 anni, fa il suo debutto da professionista, in occasione del match valevole per la fase a gironi della Champions League perso per 1-0 a San Siro contro lo Zenit;[8] il calciatore triestino subentra al 91º minuto a Bojan Krkić.[9]

All'inizio della stagione 2013-2014 viene promosso in prima squadra,[10] e esordisce in Serie A il 24 agosto 2013, a 18 anni, nel corso della prima partita di campionato persa per 2-1 in casa dell'Hellas Verona.[11][12]

I prestiti: Sampdoria, Latina, Vicenza ed Ascoli[modifica | modifica wikitesto]

Andrea Petagna con la maglia dell'Atalanta.

Il 2 settembre 2013 passa alla Sampdoria in prestito con diritto di riscatto della compartecipazione.[13][14] Esordisce con la maglia blucerchiata il 28 settembre successivo, nel corso della partita persa per 1-0 proprio contro il Milan, sostituendo Manolo Gabbiadini a metà del secondo tempo.[15] Termina anzitempo la sua esperienza con la società ligure, tornando a disposizione del Milan il 14 gennaio 2014.[16][17] Il 17 febbraio 2014 vince il Torneo di Viareggio con la formazione Primavera del Milan, realizzando anche un gol, con un potente tiro dalla distanza, nella finale contro l'Anderlecht terminata sul punteggio di 3-1.[18]

Il 16 luglio 2014 viene ceduto in prestito al Latina[19] in Serie B ma l'esperienza in terra laziale termina già il 10 gennaio 2015 quando, dopo 13 presenze complessive, avviene il passaggio al Vicenza,[20] definito con la formula del prestito fino a giugno, con diritto di riscatto e contro-riscatto a favore del Milan. Segna il suo primo gol da professionista il 14 febbraio 2015, a 19 anni, nella partita di campionato Bari-Vicenza (0-1).

Le esperienze a Latina e Vicenza sono deludenti per il giocatore, che medita di ritirarsi dal calcio[21]. Il 30 agosto 2015, però, passa in prestito con diritto di riscatto e contro-riscatto all'Ascoli, rimanendo in Serie B,[22] dove disputa una stagione positiva da titolare segnando 7 reti.

Atalanta[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 gennaio 2016 il suo cartellino viene ceduto per 1 milione di € (più bonus che potrebbero portare la cifra fino ad un massimo di 5 milioni di €, oltre ad un diritto di ricompra per il Milan, che detiene anche una percentuale sulla futura vendita del giocatore[23]) all'Atalanta, ma rimane in prestito all'Ascoli fino al 30 giugno 2016 e termina la stagione con complessivi 7 gol in 32 presenze.[24]

Esordisce con i nerazzurri il 13 agosto 2016, subentrando a Paloschi nella partita del terzo turno di Coppa Italia vinta per 3-0 in casa contro la Cremonese, formazione di Lega Pro. Il 21 agosto 2016, alla 1ª giornata di campionato, realizza il suo primo gol in Serie A (che è inoltre anche il suo primo gol in partite ufficiali con la squadra nerazzurra) nella partita persa 4-3 in casa contro la Lazio; nel corso della stagione gioca stabilmente da titolare, terminando il campionato con 5 reti (4 delle quali nel girone di andata) in 34 presenze, oltre a 2 presenze senza gol segnati in Coppa Italia.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato con le varie nazionali giovanili italiane, dall'Under-16 all'Under-20.

Nell'ottobre 2016 viene convocato per la prima volta nella Nazionale Under-21, dal C.T. Luigi Di Biagio, per l'ultima partita del girone di qualificazione all'Europeo Under-21 contro la Lituania, nella quale fa il suo debutto l'11 ottobre 2016 entrando al 57° al posto di Rosseti.

Viene convocato per l'Europeo Under-21 2017 in Polonia, dove il 18 giugno 2017, realizza il suo primo gol con l'Under-21 nella prima gara del girone vinta 2-0 contro la Danimarca.

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 marzo 2017, in seguito all'infortunio di Manolo Gabbiadini, riceve la prima convocazione nella Nazionale maggiore, dal CT Ventura, in occasione della partita di qualificazione al Mondiale 2018 contro l'Albania.[25] Il 28 marzo 2017, a 21 anni, fa il suo debutto nella Nazionale maggiore sostituendo Éder nel secondo tempo della partita amichevole vinta 2-1 contro l'Olanda ad Amsterdam.[26]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 5 novembre 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2012-2013 Italia Milan A 0 0 CI 0 0 UCL 1 0 - - - 1 0
ago.-set. 2013 A 1 0 CI - - UCL 0 0 - - - 1 0
set. 2013-gen. 2014 Italia Sampdoria A 3 0 CI 2 0 - - - - - - 5 0
gen.-giu. 2014 Italia Milan A 2 0 CI 1 0 UCL 0 0 - - - 3 0
Totale Milan 3 0 1 0 1 0 - - 5 0
2014-gen. 2015 Italia Latina B 10 0 CI 2 0 - - - - - - 12 0
gen.-giu. 2015 Italia Vicenza B 12+2[27] 1 CI - - - - - - - - 14 1
2015-2016 Italia Ascoli B 32 7 CI - - - - - - - - 32 7
2016-2017 Italia Atalanta A 34 5 CI 2 0 - - - - - - 36 5
2017-2018 A 10 2 CI - - UEL 4 1 - - - 13 3
Totale Atalanta 44 7 2 0 4 1 - - 50 8
Totale carriera 104+2 15 7 0 5 1 - - 118 16

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-3-2017 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 2 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 69’ 69’
Totale Presenze 1 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-10-2016 Kaunas Lituania Under-21 Lituania 0 – 0 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 - Ingresso al 57’ 57’
10-11-2016 Southampton Inghilterra Under-21 Inghilterra 3 – 2 Italia Italia Under-21 Amichevole - Uscita al 62’ 62’
14-11-2016 Bergamo Italia Under-21 Italia 0 – 0 Danimarca Danimarca Under-21 Amichevole -
18-6-2017 Cracovia Danimarca Under-21 Danimarca 0 – 2 Italia Italia Under-21 Europeo Under-21 2017 - 1º turno 1 Uscita al 88’ 88’
21-6-2017 Tychy Rep. Ceca Under-21 Rep. Ceca 3 – 1 Italia Italia Under-21 Europeo Under-21 2017 - 1º turno -
24-6-2017 Cracovia Germania Under-21 Germania 0 – 1 Italia Italia Under-21 Europeo Under-21 2017 - 1º turno - Ingresso al 78’ 78’
27-6-2017 Cracovia Italia Under-21 Italia 1 – 3 Spagna Spagna Under-21 Europeo Under-21 2017 - Semifinale - Uscita al 72’ 72’
Totale Presenze 7 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 2009-2010
Milan: 2010-2011
Milan: 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Andrea Petagna, atalanta.it.
  2. ^ 14 (1) se si comprendono i play-off.
  3. ^ Incluse anche presenze e reti successive alla cessione all'Atalanta del 25 gennaio 2016.
  4. ^ Riccardo Tosques, Andrea Petagna finisce nel mirino del Barcellona, Il Piccolo, 16 aprile 2012. URL consultato il 30 gennaio 2014.
  5. ^ Campionato Giovanissimi Nazionali 2009/10, acmilan.com. URL consultato il 27 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 23 dicembre 2012).
  6. ^ Campionato Allievi Nazionali 2010/11, acmilan.com. URL consultato il 27 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 23 dicembre 2012).
  7. ^ Enrico Ferrazzi, Petagna sogna il tris: "Ho vinto lo scudetto con i Giovanissimi e gli Allievi, ora voglio quello con la Primavera", milannews.it, 31 maggio 2013. URL consultato il 27 novembre 2013.
  8. ^ Roberto Zacchetti, Danny fa felice lo Zenit, uefa.com, 4 dicembre 2012. URL consultato il 27 novembre 2013.
  9. ^ Milan 0-1 Zenit, uefa.com, 4 dicembre 2012. URL consultato il 27 novembre 2013.
  10. ^ Enrico Ferrazzi, Galliani: "Ecco la situazione di Cristante e Petagna, una politica che facciamo solo noi", milannews.it, 24 giugno 2013. URL consultato il 27 novembre 2013.
  11. ^ Simone Redaelli, Serie A: Verona-Milan 2-1, doppietta di Toni, Sport Mediaset, 24 agosto 2013. URL consultato il 27 novembre 2013.
  12. ^ Hellas Verona 2 - 1 Milan, legaseriea.it, 24 agosto 2013. URL consultato il 27 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2013).
  13. ^ AC Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 2 settembre 2013. URL consultato il 1º dicembre 2013.
  14. ^ Ufficiale: la Sampdoria ingaggia Andrea Petagna, sampdoria.it, 2 settembre 2013. URL consultato il 1º dicembre 2013.
  15. ^ Milan 1 - 0 Sampdoria, legaseriea.it, 28 settembre 2013. URL consultato il 1º dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2013).
  16. ^ A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 14 gennaio 2014. URL consultato il 14 gennaio 2014.
  17. ^ Risolto il prestito: Andrea Petagna torna al Milan, sampdoria.it, 14 gennaio 2014. URL consultato il 14 gennaio 2014.
  18. ^ Vincenzo D'Angelo, Viareggio, Milan-Anderlecht 3-1. E' il primo trionfo di Filippo Inzaghi, La Gazzetta dello Sport, 17 febbraio 2014. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  19. ^ Gianluca Losco, UFFICIALE: Latina, colpo Petagna in prestito dal Milan, tuttomercatoweb.com, 16 luglio 2014. URL consultato il 16 luglio 2014.
  20. ^ Alessio Alaimo, ESCLUSIVA TMW - Petagna-Vicenza, il giocatore ha firmato: dettagli e retroscena, tuttomercatoweb.com, 10 gennaio 2015. URL consultato il 10 gennaio 2015.
  21. ^ Petagna: "Dopo Latina e Vicenza ho pensato di smettere", tuttolatina.com. URL consultato il 21 luglio 2017.
  22. ^ Ufficiale Petagna dal Milan. Prolunga il contratto Addae, ascolipicchio.com, 30 agosto 2015. URL consultato il 30 agosto 2015.
  23. ^ Atalanta, le cifre dell’operazione Petagna, gianlucadimarzio.com.
  24. ^ Investiamo sul futuro, Andrea Petagna all'Atalanta a titolo definitivo, su www.atalanta.it. URL consultato il 25 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 1 febbraio 2016).
  25. ^ BERNARDESCHI E GABBIADINI OUT, VENTURA CONVOCA PETAGNA. NEL POMERIGGIO PRIMO ALLENAMENTO, su FIGC.it, 20 marzo 2017. URL consultato il 20 marzo 2017.
  26. ^ Spinazzola sfiora il gol, Petagna in campo. Atalantini contro l’Olanda: vittoria per 2-1, su L'Eco di Bergamo, 28 marzo 2017. URL consultato il 28 marzo 2017.
  27. ^ Play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]