Fulvio Pea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fulvio Pea
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Carriera
Carriera da allenatore
1989-1990FanfullaEsordienti
1990-1993FanfullaGiovanissimi
1993-1995FanfullaAllievi
1995-1998AlcioneGiovanili
1998-2000InterEsordienti
2000-2001RavennaGiovanili
2001-2002CSKA SofiaGiovanili
2002-2003AnconaVice
2003-2004NapoliVice
2004-2005SienaVice
2006-2007Lucchese
2007-2009SampdoriaPrimavera
2009-2011InterPrimavera
2011-2012Sassuolo
2012-2013Padova
2013-2014Juve Stabia
2014-2015Monza
2015-2016Cremonese
2016-2018Pro Piacenza
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 aprile 2018

Fulvio Pea (Casalpusterlengo, 10 febbraio 1967) è un allenatore di calcio italiano.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Studioso del calcio,[1] predilige come modulo il 3-5-2.[2][3] Nonostante abbia lavorato al fianco di grandi tecnici come Simoni, Mazzarri, Mourinho, Benítez, Pea ha dichiarato di non imitare nessun allenatore, seppur abbia imparato molto da loro.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

Fulvio Pea non ha mai giocato a calcio,[4] ma ha iniziato ad allenare nel 1989, guidando le giovanili del Fanfulla.[4] A Lodi rimane per sei anni, allenando per un anno gli esordienti, poi i giovanissimi e gli allievi.[4]. Nel frattempo frequenta l'Università Cattolica di Milano e compie gli studi ISEF.[5]

Successivamente passa all'Alcione a Milano, allenando la squadra giovanile.[1] E lì che Pea impara ad utilizzare il modulo a zona, grazie ai consigli di Carlo Muraro, all'epoca coordinatore dell'Alcione.[1]

Nel 1998 abbandona l'Alcione per gli esordienti dell'Inter che Pea guida per due anni.[1][4] Durante la sua parentesi nerazzurra il tecnico conosce Gigi Simoni, che poi accompagnerà in alcune delle sue gestioni tecniche.[6]

Pea passa la stagione 2000-2001 al comando delle giovanili del Ravenna, grazie a Salvatore Bagni.[1] È qui che scopre il giovane Davide Santon, segnalandolo proprio all'Inter.[1]

Nello staff con Simoni[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2001 al 2005 Pea fa costantemente parte dello staff di Gigi Simoni.[4]

Con il tecnico di Crevalcore inizia la sua collaborazione in Bulgaria, al CSKA Sofia, infatti Fulvio Pea è il responsabile tecnico del settore giovanile.[4] In questa stagione prende anche il patentino UEFA, e Simoni lo lascia alcune volte guidare la prima squadra, seppur sotto la sua osservazione.[1]

È sempre il vice di Simoni tra il 2002 ed il 2005 all'Ancona, al Napoli, al Siena ed infine alla Lucchese.[4]

Nel settembre del 2005, dopo che Simoni diventa il direttore tecnico della Lucchese,[7] Pea diventa l'allenatore della prima squadra fino al gennaio del 2007, nella sua prima esperienza in una squadra professionistica.[1] Sulla panchina toscana in 47 partite colleziona 19 vittorie, 15 pareggi e 13 sconfitte,[8] prima di essere sostituito da Paolo Stringara.[9]

I titoli giovanili con Sampdoria ed Inter[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 giugno 2007 Pea viene chiamato da Beppe Marotta ad allenare la primavera della Sampdoria che l'anno precedente era arrivata seconda in classifica.[1][10] Il primo anno, con molti giovani come Vincenzo Fiorillo, Andrea Poli e Guido Marilungo riesce a conquistare, vincendo per 3-2, lo scudetto primavera in finale contro l'Inter dei futuri campioni d'Europa Santon e Balotelli, e successivamente la Coppa Italia Primavera contro l'Atalanta ai rigori.[1] L'estate successiva, dopo essere stato accostato a lungo alla panchina del Foggia,[11] Pea guida la Sampdoria alla vittoria in Supercoppa italiana Primavera, sempre contro l'Atalanta ai rigori, vincendo tre titoli in un anno.[4] Il 23 febbraio 2009 perde la finale del Torneo di Viareggio contro la Juventus, mancando l'ultimo titolo disponibile per i blucerchiati.[1]

Nell'estate del 2009 sembra ad un passo dalla guida tecnica del Siracusa,[1] quando però poi diventa l'allenatore della primavera dell'Inter.[12] Il suo ritorno all'Inter è dovuto alla scelta di José Mourinho, che ha chiesto l'ingaggio del tecnico da parte di Massimo Moratti.[12] Il 19 maggio 2010 tra le file nerazzurre conquista, grazie ad una doppietta di Denis Alibec ai danni del Bayern Monaco, allo Stadio Alfredo di Stéfano di Madrid la Champions Under-18 Challenge, ovvero una Champions League riservata alle giovanili.[13][14] Il 7 marzo 2011 conquista anche il Torneo di Viareggio, battendo in finale a Livorno la Fiorentina per 2-0, mettendo in bacheca l'ultimo trofeo giovanile che gli mancava.[15]

In Serie B con il Sassuolo, Padova e Juve Stabia[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 giugno 2011 Pea accetta l'offerta del Sassuolo come allenatore per la Serie B.[16] Prima di andarsene, ha pubblicamente ringraziato la società nerazzurra.[17] Con i neroverdi fa il suo esordio il 27 agosto 2011 battendo la Nocerina per 3-1.[18]

Nelle prime 5 giornate colleziona quattro vittorie ed una sola sconfitta, che fanno degli emiliani la capolista solitaria in serie cadetta.[19] Nelle partite seguenti la sua squadra continua a stupire e a rimanere stabilmente ai vertici della classifica. Pea riceve così anche i complimenti di José Mourinho che lo volle fortemente all'Inter.[20] Alla fine il Sassuolo arriva terzo in campionato e perde la semifinale dei play-off con la Sampdoria.

Il 10 giugno 2012 diventa ufficialmente il nuovo allenatore del Padova legandosi alla società biancoscudata per un anno.[21] Il 17 dicembre, dopo la sconfitta in casa con il Sassuolo e dopo 19 partite dove colleziona 7 vittorie, 7 pareggi e 5 sconfitte, viene esonerato e sostituito da Franco Colomba[22]. A seguito dell'esonero di quest'ultimo viene richiamato alla panchina del Padova il 20 marzo 2013[23] e conclude il campionato all'11º posto con 53 punti. Il 3 luglio viene sostituito sulla panchina biancoscudata da Dario Marcolin.[24]

Il 24 novembre seguente viene chiamato ad allenare la Juve Stabia, ultima in Serie B con 7 punti in 15 partite. Pea, che porta con sé Andrea Tarozzi come vice e Arturo Gerosa come preparatore atletico, viene presentato il giorno seguente nella sala stampa dello Stadio Menti.

Il 22 febbraio 2014 viene sollevato dall'incarico dopo il pareggio per 1-1 in casa contro il Cittadella.[25]

Monza[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 giugno seguente viene annunciato il suo ingaggio da parte del Monza in Lega Pro.[26] Dopo essere riuscito a salvare la squadra ai play-out sconfiggendo il Pordenone, un'impresa considerando la società sull'orlo del fallimento con nessun stipendio pagato, il 12 giugno 2015, rescinde anticipatamente il contratto che lo legava per un altro anno alla squadra lombarda rinunciando anche all'80% degli stipendi arretrati.[27].

Cremonese[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 giugno 2015 diventa il nuovo mister della Cremonese, con cui firma un contratto annuale[28]; il 26 gennaio 2016 è sollevato dall'incarico dopo tre pareggi consecutivi con la squadra a metà classifica.[29]

Pro Piacenza[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 luglio seguente viene ufficializzato come nuovo tecnico del Pro Piacenza.[30] Dopo aver terminato il campionato all'undicesimo posto, il 14 giugno 2017, rinnova per la stagione successiva.[31] Viene esonerato il 15 aprile 2018.[32]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 18 aprile 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Vittorie % Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2011-2012 Sassuolo B 42+2 22 14+1 6+1 CI 2 1 1 0 46 23 16 7 50,00 3°, perde semifinale play-off
2012-2013 Padova B 29 9 12 8 CI 2 0 1 1 31 9 13 9 29,03 esonerato, subentrato, 11°
2013-2014 Juve Stabia B 11 1 5 5 CI 11 1 5 5 0,90 subentrato, esonerato
2014-2015 Monza LP 38+2 11+2 12 15 CI+CILP 2+1 1+0 1+1 0 43 14 14 15 32,55 16°, salvo dopo i play-out
2015-2016 Cremonese LP 19 5 10 4 CI+CILP 1+1 1+0 0+1 0+0 21 6 11 4 28,57 esonerato
2016-2017 Pro Piacenza LP 38 15 6 17 CILP 3 1 1 1 41 16 7 18 39,02 11°
2017-2018 C 33 9 8 16 CI+CILP 1+0 0+0 0+0 0+1 2834 9 8 17 12,50 esonerato
Totale Pro Piacenza 71 24 14 33 4 1 1 2 75 25 15 35 34,69
Totale carriera 208 74 67 67 13 4 6 3 221 78 73 70 34,82

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Sampdoria: 2007-2008
Sampdoria: 2007-2008
Sampdoria: 2008
Inter: 2010
Inter: 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l Giuseppe Franzò, Esclusiva CN: Fulvio Pea nuovo allenatore del Siracusa, Calcionapoletano.it, 27 maggio 2009. URL consultato il 16 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2011).
  2. ^ Sassuolo, Rossi: "Pea scelta giusta per nostro modulo e i tanti giovani", Tuttomercatoweb.com, 10 giugno 2011. URL consultato il 16 settembre 2011.
  3. ^ a b Giacomo Gullo, «Sono Fulvio Pea, non imito nessuno», Gazzettadimodena.it, 11 giugno 2011. URL consultato il 16 settembre 2011.
  4. ^ a b c d e f g h Claudio Tagliapietra, Inter: Pea si racconta a Seven Press, Sevenpress.com, 2 marzo 2010. URL consultato il 16 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2010).
  5. ^ UFFICIALE: Padova, Gerosa è il nuovo preparatore atletico Tuttomercatoweb.it, 22 giugno 2012
  6. ^ Salvatore Alfano, "Il Ballo dei debuttanti": Fulvio Pea, Forzanocerina.it, 21 agosto 2011. URL consultato il 16 settembre 2011.
  7. ^ Gigi Simoni sulla panchina della Lucchese, Solonapoli.com, 12 ottobre 2005. URL consultato il 16 settembre 2011.
  8. ^ Scheda di Fulvio Pea (PDF)[collegamento interrotto], Sassuolocalcio.it. URL consultato il 16 settembre 2011.
  9. ^ Esonerato Pea - Paolo Stringara nuovo allenatore rossonero, Tifolucchese.com, 1º febbraio 2007 (archiviato dall'url originale il 19 novembre 2010).
  10. ^ Intervista al nuovo tecnico della primavera: Fulvio Pea[collegamento interrotto], Sampdoria.it, 25 giugno 2007. URL consultato il 16 settembre 2011.
  11. ^ Fulvio Pea:"Foggia... Sì c'è qualcosa"[collegamento interrotto], Foggiacalciomania.com, 6 giugno 2008. URL consultato il 16 settembre 2011.
  12. ^ a b Stefano Orengo, Fulvio Pea all'Inter Primavera, Sampdorianews.net, 17 giugno 2009. URL consultato il 16 settembre 2011.
  13. ^ Christian Liotta, I 'bambini' di Pea indicano la strada ai grandi: Bayern sconfitto 2-0, Tuttomercatoweb.com, 19 maggio 2010. URL consultato il 16 settembre 2011.
  14. ^ (EN) Inter take Under-18 honours, Uefa.com, 19 maggio 2010. URL consultato il 16 settembre 2011.
  15. ^ Viareggio: Doppio Dell'Agnello, Inter campione, Inter.it, 7 marzo 2011. URL consultato il 16 settembre 2011.
  16. ^ Stefano Fogliani, Sassuolo-Pea, una scelta che viene dall'alto, Ilrestodelcarlino.it, 10 giugno 2011. URL consultato il 16 settembre 2011.
  17. ^ Pea: "Grazie Moratti, grazie Inter", Inter.it, 10 giugno 2011. URL consultato il 16 settembre 2011.
  18. ^ Sassuolo-Nocerina 3-1: a Pea il derby degli esordienti, Eurosport.com, 27 agosto 2011. URL consultato il 16 settembre 2011.
  19. ^ Classifica Serie B: Sassuolo capolista solitario, Onli.it, 17 settembre 2011. URL consultato il 18 settembre 2011.
  20. ^ Mourinho-Pea, sms da A. Il Bari più forte dei guai, corrieredellosport.it, 15 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  21. ^ Fulvio Pea nuovo tecnico del Calcio Padova[collegamento interrotto], padovacalcio.it, 11 giugno 2012.
  22. ^ Franco Colomba nuovo allenatore del Calcio Padova[collegamento interrotto], padovacalcio.it, 17 dicembre 2012.
  23. ^ Sollevato dall'incarico mister Franco Colomba, da domani panchina affidata a Fulvio Pea[collegamento interrotto], padovacalcio.it, 20 marzo 2013.
  24. ^ Alessio Secco nuovo diesse del Calcio Padova, panchina affidata a Dario Marcolin, padovacalcio.it, 3 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2013).
  25. ^ Esonerato mister Fulvio Pea, ssjuvestabia.it, 22 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 1º marzo 2014).
  26. ^ Monza, UFFICIALE: Pea nuovo allenatore, su calciomercato.com, 12 giugno 2014. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  27. ^ UFFICIALE: Monza, risoluzione contrattuale per Pea tuttomercatoweb.com
  28. ^ UFFICIALE: Cremonese, ecco il nuovo tecnico Archiviato il 21 giugno 2015 in Internet Archive. tuttolegapro.com
  29. ^ Fulvio Pea sollevato dall'incarico di tecnico della prima squadra, su uscremonese.it, 26 gennaio 2016. URL consultato il 26 gennaio 2016.
  30. ^ UFFICIALE: Pro Piacenza, ecco il nuovo tecnico Archiviato il 30 luglio 2016 in Internet Archive. tuttolegapro.com
  31. ^ COMUNICATO STAMPA, in Associazione Sportiva Pro Piacenza 1919 S.r.l.. URL consultato il 10 luglio 2017.
  32. ^ UFFICIALE: Pro Piacenza, esonerato Pea. Squadra a Maccoppi tuttomercatoweb.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Fulvio Pea, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  • Fulvio Pea, su TuttoCalciatori.Net, Ascoli Piceno, Norz Srl.