Francesco Bardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Francesco Bardi
Bardi al Frosinone nel 2017
Nazionalità Bandiera dell'Italia Italia
Altezza 188 cm
Peso 82 kg
Calcio
Ruolo Portiere
Squadra Reggiana
Carriera
Giovanili
1999-2003 Sorgenti Labrone
2003-2010Livorno
2011Inter
Squadre di club1
2009-2011Livorno1 (-4)
2011Inter0 (0)
2011-2012Livorno34 (-38)
2012-2013Novara35 (-39)[1]
2013-2014Livorno35 (-69)
2014-2015Chievo10 (-17)
2015-2016Espanyol2 (-3)
2016-2021Frosinone139 (-148)[2]
2021-2023Bologna3 (-2)
2023-Reggiana27 (-33)
Nazionale
2009Bandiera dell'Italia Italia U-176 (-8)
2009-2010Bandiera dell'Italia Italia U-182 (-1)
2010-2011Bandiera dell'Italia Italia U-1910 (-8)
2011-2015Bandiera dell'Italia Italia U-2137 (-33)
Palmarès
 Europei di calcio Under-21
Argento Israele 2013
 Europei di calcio Under-17
Bronzo Germania 2009
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 febbraio 2024

Francesco Bardi (Livorno, 18 gennaio 1992) è un calciatore italiano, portiere della Reggiana.

Detiene il primato di presenze in nazionale Under-21, 37 apparizioni alla pari di Andrea Pirlo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nel vivaio del Livorno, squadra della sua città. Debutta in Serie A con gli amaranto il 16 maggio 2010, a 18 anni, giocando titolare nell'ultima giornata del campionato, la partita Parma-Livorno (4-1) disputata allo Stadio Ennio Tardini.

Inter[modifica | modifica wikitesto]

La stagione seguente, dopo la retrocessione, rimane in prima squadra fino a gennaio 2011, quando viene acquistato in compartecipazione dall'Inter. Viene quindi inserito nella Primavera nerazzurra con la quale vince il Torneo di Viareggio 2011, al termine del quale viene nominato miglior portiere della competizione.[3]

Prestiti al Livorno, Novara ed ancora Livorno[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate successiva torna al Livorno, debuttando in Serie B il 27 agosto 2011 nella partita Crotone-Livorno (1-2) e affermandosi subito come titolare. Termina la stagione con 34 partite e 38 gol subiti in campionato.

Il 22 giugno l'Inter rileva dal Livorno l'altra metà del cartellino del giocatore (1,5 milioni di euro[4]) mentre Luca Siligardi viene rilevato completamente dai toscani insieme a Simone Dell'Agnello.[5] Il giocatore viene poi ceduto il 14 luglio al Novara con la formula del prestito.[6] A Novara giocherà in tutto 38 partite subendo 46 reti, giocando i play-off per la promozione in Serie A e venendo eletto miglior portiere del campionato cadetto.[7]

Il 30 giugno 2013 fa ritorno all'Inter, non venendo però convocato da Walter Mazzarri al ritiro pre-campionato.[8] Dieci giorni dopo torna per la terza volta in carriera tra le file del Livorno, neopromosso in Serie A, che lo ingaggia a titolo temporaneo.[9] Qui gioca 35 partite e la squadra toscana retrocede subito.

Prestiti a Chievo ed Espanyol[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 luglio 2014 viene mandato in prestito al ChievoVerona.[10] Esordisce con la maglia gialloblù in occasione della partita di Coppa Italia persa 1-0 contro il Pescara. In occasione della seconda giornata di campionato contro il Napoli para un rigore a Higuaín.[11] Il 26 ottobre para un altro rigore, questa volta a Pinilla. Disputa da titolare le prime 9 giornate di campionato, venendo poi rimpiazzato dal portiere argentino Albano Bizzarri.[12][13] Torna in campo unicamente alla terz'ultima giornata contro il Torino allo Stadio Olimpico, a salvezza già conquistata.

Il 25 luglio 2015 si trasferisce in prestito con diritto di riscatto all'Espanyol, per sostituire Kiko Casilla acquistato dal Real Madrid. Tuttavia, non riesce ad ottenere la fiducia del tecnico e non disputa nemmeno un minuto nella Liga, disputando soltanto la Coppa del Re[14].

Gli anni a Frosinone[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 gennaio 2016 viene ufficializzato il trasferimento in prestito al Frosinone in Serie A.[15] Si trova ad essere il secondo portiere dietro Nicola Leali, ed esordisce solo alla 36ª giornata, il 1º maggio, nella partita pareggiata 3-3 contro il Milan a San Siro nella quale para un rigore a Mario Balotelli.[16]

Il 4 luglio 2016 viene ufficialmente rinnovato il prestito al Frosinone per un'altra stagione. Il contratto prevede anche il diritto di riscatto e controriscatto da parte dei nerazzurri del cartellino del giocatore.[17]

Il 13 luglio 2017 viene ufficialmente prolungato il prestito nella squadra ciociara per un'altra stagione.[18] Al termine della stagione, vista la conquista della massima serie dopo la vittoria dei play-off, viene riscattato dai ciociari per 1 milione di euro. In A gioca però solo 3 partite mentre torna titolare nel 2018-2019, dopo la retrocessione in B.

Nella serie cadetta torna a essere titolare dei ciociari.

Bologna[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 luglio 2021 viene ufficializzato il suo approdo a titolo definitivo al Bologna.[19][20] Debutta con i felsinei nel pareggio interno contro l'Udinese (risultato di 2-2) a causa dell'indisponibilità di Skorupski[21][22] e nell'ultima giornata di campionato contro il genoa al Ferraris.[23]

Nella stagione 2022-2023, dopo aver giocato titolare in Coppa Italia, gioca titolare la partita contro l'Udinese, vinta 3-0, a causa dell'indisponibilità di Skorupski, risultando uno dei migliori in campo. Dopo due anni trascorsi prevalentemente come secondo portiere riserva di Łukasz Skorupski viene svincolato dalla società felsinea.

Reggiana[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 luglio 2023 viene ingaggiato dalla Reggiana, neopromossa in Serie B, con cui sottoscrive un contratto fino al 30 giugno 2025.[24]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 marzo 2011, sotto la guida del CT Ciro Ferrara, esordisce con la Nazionale Under-21 in amichevole contro i pari età della Svezia, partita finita 3-1 per gli azzurrini. Il 10 novembre seguente gioca la sua prima gara valida per le qualificazioni all'Europeo 2013, vinta 2-0 in casa della Turchia.[25]

Partecipa come portiere titolare all'Europeo Under-21 2013 in Israele, in cui l'Italia giunge seconda, sconfitta in finale 4-2 dalla Spagna.[26]

Dal 10 al 12 marzo 2014 è stato convocato dal CT della Nazionale maggiore Cesare Prandelli per uno stage organizzato allo scopo di visionare giovani giocatori in vista dei Mondiali 2014.[27]

Disputa come portiere titolare anche l'Europeo Under-21 2015 in Repubblica Ceca, nel quale l'Under-21 viene eliminata nella fase a gironi.[28]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 31 gennaio 2024.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009-2010 Bandiera dell'Italia Livorno A 1 -4 CI 0 0 - - - - - - 1 -4
2010-gen. 2011 B 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
gen.-giu. 2011 Bandiera dell'Italia Inter A 0 0 CI 0 0 UCL 0 0 SI+SU+Cmc - - 0 0
2011-2012 Bandiera dell'Italia Livorno B 34 -38 CI 1 -1 - - - - - - 35 -39
2012-2013 Bandiera dell'Italia Novara B 35+2[29] -39+-5[29] CI 1 -2 - - - - - - 38 -46
2013-2014 Bandiera dell'Italia Livorno A 35 -69 CI 0 0 - - - - - - 35 -69
Totale Livorno 70 -111 1 -1 - - - - 71 -112
2014-2015 Bandiera dell'Italia Chievo A 10 -17 CI 1 -1 - - - - - - 11 -18
2015-gen. 2016 Bandiera della Spagna Espanyol PD 0 0 CR 2 -3 - - - - - - 2 -3
gen.-giu. 2016 Bandiera dell'Italia Frosinone A 2 -3 CI - - - - - - - - 2 -3
2016-2017 B 39+2[29] -40+-1[29] CI 1 -2 - - - - - - 42 -43
2017-2018 B 25 -27 CI 0 0 - - - - - - 25 -27
2018-2019 A 3 -5 CI 0 0 - - - - - - 3 -5
2019-2020 B 36+5[29] -34+-4[29] CI 2 -1 - - - - - - 43 -39
2020-2021 B 34 -39 CI 0 0 - - - - - - 34 -39
Totale Frosinone 139+7 -148+ 5 3 -3 - - - - 149 -156
2021-2022 Bandiera dell'Italia Bologna A 2 -2 CI 0 0 - - - - - - 2 -2
2022-2023 A 1 0 CI 1 -0 - - - - - - 2 -0
Totale Bologna 3 -2 1 -0 - - - - 4 -2
2023-2024 Bandiera dell'Italia Reggiana B 22 -28 CI 2 -3 - - - - - - 24 -30
Totale carriera 278 + 9 -343 + -10 11 -13 0 0 - - 286 -363

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2011

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2011
  • Il Portiere Serie Bwin: 1[30]
2012-2013
Israele 2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 37 (-44) se si comprendono anche i play-off.
  2. ^ 146 (-153) Se si comprendono i play-off disputati nella stagione della Serie B 2016-2017 e Serie B 2019-2020.
  3. ^ Viareggio 2011: Dell'Agnello Golden Boy, Bardi miglior portiere Ilpallonaro.com
  4. ^ Matteo Dalla Vite, Inter, ecco chi ti dà Ausilio, in La Gazzetta dello Sport, 11 marzo 2014, p. 14.
  5. ^ Mercato: Samuele Longo, è tutto dell'Inter, su inter.it, 22 giugno 2012. URL consultato il 22 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2012).
  6. ^ UFFICIALE - Bardi e Alborno al Novara. Le formule..., su tuttomercatoweb.com, 14 luglio 2012. URL consultato il 14 luglio 2012.
  7. ^ Lega Nazionale Professionisti B - LNPB - Legab.it - Lega B Archiviato il 3 luglio 2013 in Internet Archive.
  8. ^ Pinzolo, 31 nerazzurri in partenza per il ritiro estivo, su inter.it, 8 luglio 2013. URL consultato il 17 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 17 luglio 2021).
  9. ^ Sito Ufficiale dell'A. S. Livorno Calcio Archiviato il 10 luglio 2013 in Archive.is.
  10. ^ Ufficiale: Francesco Bardi al ChievoVerona!, su chievoverona.it, 5 luglio 2014. URL consultato il 17 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2014).
  11. ^ Napoli-Chievo 0-1, Maxi Lopez affonda gli azzurri, su repubblica.it, 14 settembre 2014. URL consultato il 17 luglio 2021.
  12. ^ Super Bizzarri nel Chievo, ma Maran non dimentica Bardi: "Ho due portieri bravi", su goal.com. URL consultato il 17 luglio 2021.
  13. ^ Chievo, Fantacalcio: perché Maran fa bene a far giocare Bizzarri e non Bardi, su gazzetta.it. URL consultato il 17 luglio 2021.
  14. ^ Calciomercato Frosinone, ecco il portiere Bardi, in prestito dall'Inter, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 22 maggio 2022.
  15. ^ BARDI AL FROSINONE, su frosinonecalcio.com, 28 gennaio 2016. URL consultato il 28 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 1º febbraio 2016).
  16. ^ GB Olivero, Milan-Frosinone, le pagelle. Donnarumma stecca: 5. Bardi super: 7,5, su La Gazzetta dello Sport, 1º maggio 2016. URL consultato l'8 maggio 2016.
  17. ^ FRANCESCO BARDI TORNA AL FROSINONE, su frosinonecalcio.com, 4 luglio 2016. URL consultato il 4 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2016).
  18. ^ FRANCESCO BARDI TORNA AL FROSINONE [collegamento interrotto], su frosinonecalcio.com, 13 luglio 2017. URL consultato il 13 luglio 2017.
  19. ^ FRANCESCO BARDI AL BOLOGNA FOOTBALL CLUB 1909, su frosinonecalcio.com, 17 luglio 2021. URL consultato il 17 luglio 2021.
  20. ^ Bardi al Bologna, su bolognafc.it, 17 luglio 2021. URL consultato il 17 luglio 2021.
  21. ^ Esordio in rossoblù per Bardi, su bolognafc.it, 25 aprile 2022. URL consultato il 28 aprile 2022.
  22. ^ Serie A: Bologna-Udinese 2-2, gol e spettacolo al Dall'Ara, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 28 aprile 2022.
  23. ^ genoa bologna 0-1, su ilrestodelcarlino.it.
  24. ^ L'AC Reggiana annuncia l'ingaggio di Francesco Bardi, su reggianacalcio.it, 6 luglio 2023. URL consultato il 6 luglio 2023.
  25. ^ Turchia U21-Italia U21 0-2 Gazzetta.it
  26. ^ Under 21, iberici ancora campioni FINALE: Italia-Spagna 2-4 Gazzetta.it
  27. ^ Stage a Roma dal 10 al 12 marzo: sono 31 i convocati di Prandelli Archiviato il 26 giugno 2015 in Internet Archive. Figc.it
  28. ^ Europei Under 21, i convocati. Di Biagio esclude Verre
  29. ^ a b c d e f Play-off.
  30. ^ Seconda Edizione Serie bwin Awards, su legaserieb.it (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2013).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]