Lorenzo Insigne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lorenzo Insigne
Barça - Napoli - 20140806 - 16.jpg
Insigne in azione con la maglia del Napoli
Nazionalità Italia Italia
Altezza 163[1] cm
Peso 59[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Ala, Attaccante
Squadra Napoli
Carriera
Giovanili
2006-2010 Napoli
Squadre di club1
2009-2010 Napoli 1 (0)
2010 Cavese 10 (0)
2010-2011 Foggia 33 (19)
2011-2012 Pescara 37 (18)
2012- Napoli 130 (22)
Nazionale
2010-2011 Italia Italia U-20 5 (1)
2011-2013 Italia Italia U-21 15 (7)
2012- Italia Italia 12 (2)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Argento Israele 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 luglio 2016

Lorenzo Insigne (Napoli, 4 giugno 1991) è un calciatore italiano, attaccante del Napoli e della Nazionale italiana.

È soprannominato Il Magnifico.[2][3][4]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha tre fratelli: Roberto, Marco e Antonio, anch'essi calciatori.[5]

Il 31 dicembre 2012 si è sposato con Genoveffa Darone,[6] dalla quale ha avuto due figli: il primogenito Carmine, nato il 4 aprile 2013,[7] e Christian, nato il 13 marzo 2015.[8]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Attaccante esterno in grado di svariare su tutto il fronte offensivo, può essere schierato come seconda punta[9] o anche a supporto delle punte.[10] Zdeněk Zeman, suo allenatore nelle prime esperienze da professionista al Foggia e al Pescara, lo schierava come esterno sinistro nel suo tridente offensivo.[11]

Destro naturale,[12] agile e rapido nel fraseggio,[12] è dotato di un dribbling secco e fulmineo[12] e di una visione di gioco che lo rende in grado sia di finalizzare l'azione che di servire assist ai propri compagni di squadra.[12] È inoltre molto abile nei calci piazzati.[13]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi e il debutto in prima squadra[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006, a 15 anni compiuti, entra a far parte del settore giovanile del Napoli, che lo acquista dall'Olimpia Sant'Arpino per la cifra di 1 500 euro.[14] Nel 2008 esordisce nella squadra Primavera, con cui realizza 15 reti nel torneo 2009-2010 di categoria e disputa il Torneo di Viareggio 2010, nel quale mette a segno due gol.

Con Roberto Donadoni sulla panchina partenopea muove i primi passi in prima squadra, giocando alcune amichevoli nell'estate 2009.[15] L'esordio ufficiale ha invece luogo sotto la guida di Walter Mazzarri, nel frattempo subentrato in panchina all'ex CT della Nazionale, il 24 gennaio 2010 nella partita Livorno-Napoli (0-2), sostituendo Germán Denis negli istanti finali della gara.[16] Disputa la parte restante della stagione in prestito alla Cavese,[17] in Lega Pro Prima Divisione, dove totalizza 10 presenze.

Foggia e Pescara[modifica | modifica wikitesto]

La stagione successiva viene prelevato dal Foggia, ancora in terza serie e sempre con la formula del prestito.[18] Mette a segno la prima rete da professionista il 14 agosto 2010 nella gara di Coppa Italia Lega Pro contro L'Aquila, mentre il 29 agosto successivo, nella sconfitta interna contro la Lucchese (2-3), mette a segno la prima rete nei campionati italiani.[19] Tra le file dei rossoneri pugliesi, guidati da Zdeněk Zeman, colleziona 33 presenze e 19 reti in campionato,[20] oltre a 7 reti in altrettante presenze nella Coppa Italia Lega Pro.

Nel 2011 passa ancora a titolo temporaneo al Pescara, in Serie B, dove ritrova il tecnico boemo.[21][22] Debutta nella seconda serie italiana alla prima di campionato a Verona, il 26 agosto 2011,[23] mentre il 4 settembre successivo realizza la prima rete in trasferta contro il Modena.[24] In campionato realizza 18 reti - vice-capocannoniere dei biancoazzurri alle spalle di Ciro Immobile - e 14 assist[25] ed è tra i protagonisti della vittoria del campionato cadetto e della seguente promozione in Serie A del club abruzzese.[26]

Il ritorno a Napoli[modifica | modifica wikitesto]

2012-2013[modifica | modifica wikitesto]

A fine stagione, scaduti i termini del prestito, torna al Napoli e parte con la prima squadra per il ritiro precampionato a Dimaro.[27] Prolunga l'impegno contrattuale fino al 2017[28] e sceglie la maglia numero 24.[29]

Il 16 settembre 2012 firma la prima rete in maglia azzurra e in Serie A nella gara interna contro il Parma, fissando il risultato sul definitivo 3-1 per i partenopei dopo essere subentrato ad Edinson Cavani.[30] Quattro giorni dopo esordisce nelle competizioni UEFA per club disputando da titolare la gara di UEFA Europa League contro gli svedesi dell'AIK, terminata 4-0 per gli azzurri. Il 13 gennaio 2013, nella gara interna contro il Palermo (terminata 3-0 per i partenopei), firma il quarto gol in campionato e gioca gli ultimi sei minuti di gara al fianco del fratello Roberto,[31] debuttante nell'occasione in massima serie, 75 anni dopo l'ultima volta che il Napoli aveva schierato due fratelli in campo in Serie A: in quell'occasione, 16 maggio 1937, furono gli oriundi italo-argentini Antonio e Nicola Ferrara.[32] Il 27 gennaio 2013 vince il premio come miglior giocatore della precedente stagione di Serie B, assegnato nel corso del Gran Galà del calcio AIC a pari merito con gli ex compagni di squadra Ciro Immobile e Marco Verratti.[33] Chiude la stagione con 5 reti e 7 assist in 37 partite di campionato, oltre ad una presenza in Coppa Italia e cinque in Europa League, laureandosi vice-campione d'Italia col Napoli.

2013-2014[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 agosto 2013 firma il prolungamento del contratto fino al 2018, con ingaggio aumentato a 700 000 euro annui più bonus.[34]

Il 18 settembre 2013 esordisce nella massima competizione europea, la UEFA Champions League, nella gara interna contro i tedeschi del Borussia Dortmund, in cui realizza anche la prima rete personale in Europa siglando su calcio di punizione il secondo gol del Napoli, vittorioso per 2-1.[35] Il 26 novembre seguente va ancora a segno contro il Dortmund, nella gara di ritorno persa per 3-1 dai partenopei.[36]

Il 12 gennaio 2014 nella vittoriosa trasferta contro il Verona (0-3), mette a segno il suo primo gol in campionato, quello del momentaneo 0-2 in favore della squadra partenopea.[37] Tre giorni dopo, il 15 gennaio, realizza un gol contro l'Atalanta negli ottavi di finale di Coppa Italia.[38] Il 27 febbraio 2014 grazie al gol nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League contro lo Swansea City (3-1 per i partenopei),[39] il napoletano segna in tutte le competizioni a cui prende parte, diventando così il secondo calciatore italiano (dopo Antonio Di Natale) ad aver segnato in Serie A, Champions, Europa League e Coppa Italia nella stessa stagione.[40]

Il 13 aprile, in occasione del match di campionato contro la Lazio, scende in campo per la prima volta in carriera con la fascia di capitano.[41] Il 3 maggio seguente vince la Coppa Italia, siglando una doppietta nella vittoriosa (3-1) finale contro la Fiorentina allo Stadio Olimpico di Roma.[42] Conclude la stagione con 9 reti in 51 presenze tra campionato e coppe; con i tre gol in Coppa Italia conquista il titolo di capocannoniere del torneo insieme ad altri sei giocatori (tra cui il compagno di squadra José María Callejón).

2014-2015[modifica | modifica wikitesto]
Insigne in azione con la maglia del Napoli (2014).

Dopo un buon inizio di stagione, il 9 novembre 2014, nel corso della gara di campionato contro la Fiorentina, rimedia la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro.[43][44] A causa di questo infortunio non può essere convocato per la Supercoppa italiana a Doha, vinta ai danni della Juventus.[45] Il 4 aprile 2015 rientra dall'infortunio dopo circa 5 mesi di assenza, disputando i minuti finali della partita Roma-Napoli (1-0).[46] Torna al gol il 26 aprile successivo, nella partita Napoli-Sampdoria (4-2) scoppiando in lacrime, nella quale veste la fascia di capitano (in seguito alle assenza di Hamsik, Maggio e Inler).[47]

2015-2016[modifica | modifica wikitesto]

Sotto la guida tecnica del nuovo allenatore Maurizio Sarri, nelle prime gare della stagione viene schierato da trequartista nel 4-3-1-2; in seguito, accantonato questo modulo in favore di un 4-3-3, agisce da attaccante sinistro nel tridente offensivo, come ai tempi di Foggia e Pescara sotto la guida di Zdeněk Zeman.

Il 13 settembre 2015 segna il primo gol della sua quinta stagione in maglia azzurra contro l'Empoli (partita finita 2-2).[48] Il 20 settembre, nella vittoria per 5-0 contro la Lazio, realizza il suo secondo gol in campionato, fornendo anche un assist per il gol del compagno di squadra Allan.[49] Il 26 settembre raggiunge 100 presenze in Serie A col Napoli e apre le marcature nel 2-1 finale contro la Juventus al San Paolo, anche se è poi costretto a lasciare il campo in anticipo dopo aver subito un lieve infortunio.[50][51].

Il 4 ottobre realizza la prima doppietta in Serie A (oltre a fornire l'assist per il primo gol di Allan) nella partita vinta per 4 a 0 a San Siro contro il Milan.[52] Il 10 dicembre 2015 mette a segno la sua prima rete in Europa League siglando il 2-0 temporaneo del Napoli contro il Legia Varsavia al San Paolo (partita poi terminata 5-2 per gli azzurri).[53]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionali giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Colleziona 5 presenze e una rete in Under-20, con cui debutta il 17 novembre 2010 nella gara contro la Germania.

Esordisce in Nazionale Under-21 il 6 ottobre 2011 nella partita contro il Liechtenstein, valida per le qualificazioni all'Europeo Under-21, siglando una doppietta con cui fissa il risultato sul definitivo 7-2 per gli azzurrini, oltre a due assist.[54] Alla sua seconda presenza in Under-21, contro la Turchia, viene espulso.[55] Il 25 aprile 2012 va ancora in rete in un'amichevole giocata a Edimburgo contro la Scozia, con una punizione dal limite dell'area.[56]

Sotto la guida del tecnico Mangia, partecipa all'Europeo Under-21 2013 in Israele. Il 5 giugno 2013 segna il gol vittoria (1-0) su punizione nella partita d'esordio nella manifestazione contro l'Inghilterra.[57] Il 9 giugno, nel match contro Israele, Insigne partecipa nell'azione che si conclude col primo gol della partita al 18', segnato da Riccardo Saponara. Insigne si infortuna però durante il primo tempo ed è costretto ad uscire. La partita termina 4-0 per gli azzurrini.[58] Nonostante ciò, recupera in tempo per la semifinale contro l'Paesi Bassi e fornisce l'assist a Fabio Borini per il gol decisivo che porta gli azzurrini in finale.[59] Il 18 giugno perde la finale per 2-4 contro la Spagna, fornendo un altro assist a Borini per il 2-4 finale.[60]

Nazionale maggiore[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 settembre 2012, all'età di 21 anni, il CT Cesare Prandelli lo convoca per la prima volta in Nazionale maggiore per le partite contro Bulgaria e Malta, valide per le qualificazioni al Mondiale 2014.[61] Esordisce l'11 settembre successivo nella partita di Modena contro Malta, subentrando nell'intervallo della gara ad Alessandro Diamanti.[62]

Il 14 agosto 2013, alla seconda presenza, firma la prima rete in Nazionale nell'amichevole contro l'Argentina disputata allo stadio Olimpico di Roma, fissando il risultato sul definitivo 2-1 per i sudamericani.[63] Il 6 settembre seguente gioca per la prima volta da titolare nella gara interna contro la Bulgaria.[64]

Il 1º giugno 2014 viene inserito nella lista dei 23 convocati per il Mondiale 2014 in Brasile.[65] Il 20 giugno seguente fa il suo esordio nella manifestazione, nella seconda partita del girone persa per 1-0 contro la Costa Rica, subentrando al 57' ad Antonio Candreva.[66] Rimane la sua unica presenza, con l'Italia che viene eliminata nella prima fase.[67]

Inizialmente escluso nella gestione del CT Antonio Conte, complici infortuni e scelte tecniche, torna a giocare in Nazionale quasi due anni dopo, il 24 marzo 2016, in un'amichevole contro la Spagna (1-1), durante la quale segna un gol dopo esser entrato nella ripresa.[68]

Viene convocato per l'Europeo 2016 in Francia,[69] nel quale esordisce subentrando nella terza partita del girone persa 1-0 contro l'Irlanda. Successivamente subentrerà anche durante le partite degli ottavi contro la Spagna e dei quarti contro la Germania, partita in cui mette a segno uno dei rigori con cui si decide la partita a favore dei tedeschi.[70]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 14 maggio 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009-feb. 2010 Italia Napoli A 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
feb.-giu. 2010 Italia Cavese 1D 10 0 CI+CI-LP - - - - - - - - 10 0
2010-2011 Italia Foggia 1D 33 19 CI-LP 7 7 - - - - - - 40 26
2011-2012 Italia Pescara B 37 18 CI 1 2 - - - - - - 38 20
2012-2013 Italia Napoli A 37 5 CI 1 0 UEL 5 0 SI 0 0 43 5
2013-2014 A 36 3 CI 5 3 UCL+UEL 6+4 2+1 - - - 51 9
2014-2015 A 20 2 CI 1 0 UCL+UEL 2[71]+5 0 SI 0 0 28 2
2015-2016 A 37 12 CI 0 0 UEL 5 1 - - - 42 13
Totale Napoli 131 22 7 3 27 4 0 0 165 29
Totale carriera 211 59 15 12 27 4 0 0 253 75

Cronologia delle presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-9-2012 Modena Italia Italia 2 – 0 Malta Malta Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 46’ 46’
14-8-2013 Roma Italia Italia 1 – 2 Argentina Argentina Amichevole 1 Ingresso al 46’ 46’
6-9-2013 Palermo Italia Italia 1 – 0 Bulgaria Bulgaria Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 67’ 67’
15-10-2013 Napoli Italia Italia 2 – 2 Armenia Armenia Qual. Mondiali 2014 -
4-6-2014 Perugia Italia Italia 1 – 1 Lussemburgo Lussemburgo Amichevole - Ingresso al 78’ 78’
20-6-2014 Recife Italia Italia 0 – 1 Costa Rica Costa Rica Mondiali 2014 - 1º turno - Ingresso al 57’ 57’
24-3-2016 Udine Italia Italia 1 – 1 Spagna Spagna Amichevole 1 Ingresso al 51’ 51’
29-3-2016 Monaco di Baviera Germania Germania 4 – 1 Italia Italia Amichevole - Uscita al 68’ 68’
29-5-2016 Ta' Qali Italia Italia 1 – 0 Scozia Scozia Amichevole - Ingresso al 59’ 59’
22-6-2016 Lilla Italia Italia 0 – 1 Irlanda Irlanda Euro 2016 - 1º turno - Ingresso al 74’ 74’ Ammonizione al 90+1’ 90+1’
27-6-2016 Saint-Denis Italia Italia 2 – 0 Spagna Spagna Euro 2016 - Ottavi di finale - Ingresso al 82’ 82’
2-7-2016 Bordeaux Germania Germania 1 – 1 dts
(6 - 5 dcr)
Italia Italia Euro 2016 - Quarti di finale - Ingresso al 108’ 108’
Totale Presenze 12 Reti 2
Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
6-10-2011 Vaduz Liechtenstein Under-21 Liechtenstein 2 – 7 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 2
11-10-2011 Rieti Italia Under-21 Italia 2 – 0 Turchia Turchia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 -
28-2-2012 Cannes Francia Under-21 Francia 1 – 1 Italia Italia Under-21 Amichevole -
25-4-2012 Edimburgo Scozia Under-21 Scozia 1 – 4 Italia Italia Under-21 Amichevole 1
4-6-2012 Sligo Irlanda Under-21 Irlanda 2 – 2 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 -
15-8-2012 Leeuwarden Paesi Bassi Under-21 Paesi Bassi 0 – 3 Italia Italia Under-21 Amichevole 1
12-10-2012 Pescara Italia Under-21 Italia 1 – 0 Svezia Svezia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 -
16-10-2012 Kalmar Svezia Under-21 Svezia 2 – 3 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2013 1
6-2-2013 Andria Italia Under-21 Italia 1 – 0 Germania Germania Under-21 Amichevole -
22-3-2013 Cittadella Italia Under-21 Italia 2 – 0 Russia Russia Under-21 Amichevole 1
25-3-2013 Bassano del Grappa Italia Under-21 Italia 1 – 0 Ucraina Ucraina Under-21 Amichevole -
5-6-2013 Tel Aviv Inghilterra Under-21 Inghilterra 0 – 1 Italia Italia Under-21 Europeo Under-21 2013 - Primo turno 1
8-6-2013 Tel Aviv Italia Under-21 Italia 4 – 0 Israele Israele Under-21 Europeo Under-21 2013 - Primo turno -
15-6-2013 Petah Tiqwa Italia Under-21 Italia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Under-21 Europeo Under-21 2013 - Semifinale -
18-6-2013 Gerusalemme Italia Under-21 Italia 2 – 4 Spagna Spagna Under-21 Europeo Under-21 2013 - Finale -
Totale Presenze 15 Reti 7
Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia Under-20
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
17-11-2010 Figline Valdarno Italia Under-20 Italia 1 – 2 Germania Germania Under-20 Amichevole -
9-2-2011 Oberhausen Germania Under-20 Germania 3 – 1 Italia Italia Under-20 Amichevole -
20-4-2011 Mantova Italia Under-20 Italia 0 – 1 Spagna Spagna Under-20 Amichevole -
4-6-2011 Maniago Italia Under-20 Italia 1 – 0 Polonia Polonia Under-20 Amichevole 1
31-8-2011 Montreux Svizzera Under-20 Svizzera 3 – 2 Italia Italia Under-20 Amichevole -
Totale Presenze 5 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Miglior calciatore della Serie B: 2012
2013-2014: (3 gol, a pari merito con José María Callejón, Gervinho, Giuseppe De Luca, Osarimen Ebagua, Felice Evacuo e Marco Sansovini)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Lorenzo Insigne, sscnapoli.it. URL consultato il 6 ottobre 2015.
  2. ^ http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Napoli/31-01-2016/napoli-50-gol-insigne-10-lorenzo-sempre-piu-magnifico-140486741541.shtml
  3. ^ http://it.eurosport.com/calcio/serie-a/2015-2016/da-sgobbone-a-trascinatore-levoluzione-di-lorenzo-insigne-il-magnifico_sto4938150/story.shtml
  4. ^ http://m.tuttosport.com/video/dettaglio/calcio/2015/10/05-4688882/insigne_fa_sognare_e_gia_lorenzo_lo_magnifico/
  5. ^ Gianluca Monti, Insigne formato famiglia, in La Gazzetta dello Sport, 14 dicembre 2012, p. 10.
  6. ^ Insigne si sposa, festa a Frattaminore. Migliaia in delirio per l'azzurro, ilmattino.it, 31 dicembre 2012.
  7. ^ Insigne è papà, sscnapoli.it, 4 aprile 2013.
  8. ^ Auguri a Lorenzo Il magnifico: è nato Christian, secondogenito di casa Insigne!, tuttonapoli.net, 13 marzo 2015.
  9. ^ Alberto Polverosi, Insigne: «Del Piero idolo. Lo porterei a Napoli», Il Corriere dello Sport, 3 settembre 2012. URL consultato il 5 ottobre 2015.
  10. ^ Napoli, Sarri: «Insigne trequartista ha fatto bene», Il Corriere dello Sport, 21 luglio 2015. URL consultato il 5 ottobre 2015.
  11. ^ Serie B - Zeman show! Pescara ok a Verona, Yahoo, 26 agosto 2011. URL consultato il 5 ottobre 2015.
  12. ^ a b c d Lorenzo Insigne: 1991 - Italia, generazioneditalenti.com. URL consultato il 14 luglio 2012.
  13. ^ Artisti della punizione: anche Insigne entra nell'Olimpo, Sky Sport, 19 settembre 2013. URL consultato il 5 ottobre 2015.
  14. ^ Che "colpaccio" di Santoro nel 2006, ecco quanto pagò Lorenzo Insigne, tuttonapoli.net, 21 giugno 2012.
  15. ^ Francesco Caputo, Napoli, il gioiellino Insigne: la pulce azzurra fa passi da gigante, Tuttonapoli.net, 22 settembre 2009.
  16. ^ CALCIOMERCATO/ Napoli, Zeman 'raccomanda' Insigne, Ilsussidiario.net.
  17. ^ Giuseppe Baldi, Lorenzo Insigne è a Cava, Lacavese.it, 11 febbraio 2010.
  18. ^ Insigne in prestito al Foggia, Solonapoli.com, 4 agosto 2010.
  19. ^ Foggia-Lucca 2-3, transfermarkt.it. URL consultato il 14 luglio 2012.
  20. ^ Foggia, Insigne: "Ora tornerò a Napoli", Tuttomercatoweb.com, 25 maggio 2011.
  21. ^ Francesco Bellante, Calciomercato: Insigne al Pescara, in arrivo la firma, Ilpescara.it, 24 giugno 2011.
  22. ^ Ufficiale, colpi Pescara: presi Insigne e Romagnoli, corrieredellosport.it
  23. ^ Verona - Pescara 1-2, worldfootball.net. URL consultato il 14 luglio 2012.
  24. ^ Modena - Pescara 3-2, worldfootball.net. URL consultato il 14 luglio 2012.
  25. ^ Lorenzo Insigne - Statistiche, transfermarkt.it. URL consultato il 14 luglio 2012.
  26. ^ Pescara, ecco i gioielli forgiati a Zemanlandia, corrieredellosport.it, 21 maggio 2012.
  27. ^ Il ritiro precampionato, sscnapoli.it. URL consultato il 14 luglio 2012.
  28. ^ Insigne: "Sarò la bandiera del Napoli. Messi? Paragone esagerato. Nessuno mi ha regalato nulla, Inter e Torino mi scartarono ma...", tuttonapoli.net, 26 agosto 2012.
  29. ^ Ufficializzati i numeri di maglia, tuttonapoli.net, 31 luglio 2012.
  30. ^ Napoli a tutto attacco. Il Parma cede il passo 3-1, gazzetta.it, 16 settembre 2012.
  31. ^ Lorenzo&Roberto: festa in famiglia. Mazzarri a -5 dalla Juve, gazzetta.it, 14 gennaio 2013.
  32. ^ Napoli, due fratelli in campo: l'ultima volta nel 1937 ma..., areanapoli.it, 14 gennaio 2013.
  33. ^ Oscar del Calcio a Cavani e Insigne., sscnapoli.it, 27 gennaio 2013.
  34. ^ Calciomercato Napoli, Insigne prolunga: in azzurro fino al 2018, corrieredellosport.it, 26 agosto 2013.
  35. ^ Napoli-Borussia Dortmund 2-1. Gol di Higuain ed Insigne, è notte magica, gazzetta.it, 18 settembre 2013.
  36. ^ Borussia-Napoli 3-1, gol di Reus su rigore, Blaszczykowski, Insigne e Aubameyang, gazzetta.it, 26 novembre 2013.
  37. ^ Serie A, Verona-Napoli 0-3: Mertens e Insigne affondano Mandorlini, gazzetta.it, 12 gennaio 2014.
  38. ^ Coppa Italia, Napoli-Atalanta 3-1: gol di De Luca, doppio Callejon e Insigne. Espulso Yepes, gazzetta.it, 15 gennaio 2014.
  39. ^ Napoli-Swansea 3-1: Insigne, Higuain e Inler trascinano gli azzurri agli ottavi, gazzetta.it, 27 febbraio 2014.
  40. ^ IL FUTURO DI NAPOLI: LORENZO INSIGNE, napolitan.it, 29 novembre 2014.
  41. ^ Napoli-Lazio 4-2. Gol di Lulic, meraviglia Mertens, tripletta di Higuain, poi Onazi, gazzetta.it, 13 aprile 2014.
  42. ^ Finale Coppa Italia, Fiorentina-Napoli 1-3. Doppio Insigne, gol di Vargas e Mertens, gazzetta.it, 3 maggio 2014.
  43. ^ Mimmo Malfitano, Fiorentina-Napoli 0-1, gol di Higuain: Benitez è terzo da solo, Insigne crac, La Gazzetta dello Sport, 9 novembre 2014. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  44. ^ Insigne, intervento perfettamente riuscito, sscnapoli.it, 10 novembre 2014.
  45. ^ Napoli, Insigne: «Con la Juve dimostriamo di essere da scudetto», Tuttosport, 8 gennaio 2015. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  46. ^ Simone Zizzari, Roma-Napoli 1-0: decide un gol di Pjanic, Il Corriere dello Sport, 4 aprile 2015. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  47. ^ Gianluca Monti, Napoli-Sampdoria, 4-2 in rimonta: super Higuain, Benitez a -2 dal terzo posto, La Gazzetta dello Sport, 26 aprile 2015. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  48. ^ Stefano Piccheri, Empoli-Napoli 2-2, Insigne e Allan salvano Sarri, Il Corriere dello Sport, 13 settembre 2015. URL consultato il 4 ottobre 2015.
  49. ^ Davide Palliggiano, Insigne e Higuain show: Napoli-Lazio 5-0, Il Corriere dello Sport, 20 settembre 2015. URL consultato il 4 ottobre 2015.
  50. ^ Federico Sala, Napoli-Juventus 2-1: Insigne e Higuain gol, bianconeri quasi fuori dalla lotta scudetto, La Repubblica, 26 settembre 2015. URL consultato il 4 ottobre 2015.
  51. ^ Esami ok per il ginocchio di Insigne, Rai Sport, 29 settembre 2015. URL consultato il 4 ottobre 2015.
  52. ^ Milan-Napoli 0-4: gol di Allan e doppietta di Insigne, autorete di Ely, gazzetta.it. URL consultato il 4 ottobre 2015.
  53. ^ Diretta Europa League, Napoli-Legia Varsavia 5-2: segui il live, Il Corriere dello Sport, 10 dicembre 2015. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  54. ^ Federico Sala, Azzurrini, pioggia di gol dopo la grande paura, Repubblica.it, 6 ottobre 2011.
  55. ^ Fabio Bianchi, Nel finale espulso Insigne, La Gazzetta dello Sport, 11 ottobre 2011. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  56. ^ Poker dell'Under 21: che vittoria in Scozia!, Corrieredellosport.it, 25 aprile 2012.
  57. ^ FEDERICO SALA, Europei under 21, Italia-Inghilterra 1-0: decide una magia di Insigne, La Repubblica, 5 giugno 2013. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  58. ^ MARCO GAETANI, Europei under 21: Italia-Israele 4-0, azzurrini già in semifinale ma Insigne va ko, repubblica.it, 8 giugno 2013. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  59. ^ GIUSEPPE CALABRESE, Europei Under 21, Italia-Olanda 1-0: Borini porta gli azzurrini in finale, La Repubblica, 15 giugno 2013. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  60. ^ Fabio Bianchi, Under 21, Spagna-Italia 4-2. Gli azzurri si inchinano a Thiago Alcantara, La Gazzetta dello Sport, 18 giugno 2013. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  61. ^ Italia, Prandelli convoca Insigne e Pazzini, Corrieredellosport.it, 2 settembre 2012.
  62. ^ Insigne, esordio da applausi in Nazionale nel successo dell'Italia su Malta per 2-0., sscnapoli.it, 11 settembre 2012.
  63. ^ Italia-Argentina 1-2: gol di Higuain, Banega e Insigne. Azzurri bene solo nel finale, gazzetta.it, 14 agosto 2013.
  64. ^ Luigi Garlando, Italia, Prandelli scioglie il dubbio: Insigne titolare, Giaccherini in panchina, La Gazzetta dello Sport, 6 settembre 2013. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  65. ^ PRANDELLI HA SCELTO: ECCO I 23 AZZURRI CHE PARTIRANNO PER IL BRASILE, figc.it, 1º giugno 2014.
  66. ^ Francesco Tanilli, Mondiali 2014, Italia-Costa Rica 0-1: che figuraccia!, Il Corriere dello Sport, 20 giugno 2014. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  67. ^ JACOPO MANFREDI, Italia-Uruguay 0-1, azzurri a casa. Prandelli: Mi dimetto". Lascia anche Abete, La Repubblica, 24 giugno 2014. URL consultato il 4 febbraio 2016.
  68. ^ Francesco Oddi, Nazionale, ora Insigne è intoccabile: il gol alla Spagna firma la pace con Conte, La Gazzetta dello Sport, 25 marzo 2016. URL consultato il 27 marzo 2016.
  69. ^ Inizia il ‘Sogno Azzurro’: su Rai 1 ufficializzata la lista dei convocati per l’Europeo, figc.it, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2015.
  70. ^ Euro 2016, Darmian tradisce l'Italia ai rigori: Germania in semifinale grazie a Neuer, eurosport.com, 2 luglio 2016. URL consultato il 3 luglio 2016.
  71. ^ Nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]