Lega Nazionale Professionisti Serie A

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Lega Serie A)
Il logo della Lega Serie A

La Lega Nazionale Professionisti Serie A (sigla LNPA), più comunemente nota come Lega Serie A, è l'organo che gestisce i più importanti tornei calcistici per club in Italia. Fondata il 1º luglio 2010, ha sede a Milano. Dal 21 aprile 2017 la carica di presidente è vacante, Carlo Tavecchio, presidente della FIGC svolge la funzione di commissario straordinario[1].

La Lega organizza la Serie A, la Coppa Italia, la Supercoppa Italiana, il Campionato Primavera (Primavera 1), la Coppa Italia Primavera e la Supercoppa Primavera.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Lega Nazionale Professionisti.

La Lega Nazionale Professionisti Serie A nacque il 1º luglio 2010 per la scissione della Lega Nazionale Professionisti in due distinti organi, il secondo dei quali fu la Lega Nazionale Professionisti Serie B destinata ad organizzare la serie cadetta.[2]

Organico della Lega[modifica | modifica wikitesto]

L'organico della Lega corrisponde alle squadre iscritte alla Serie A, massima divisione del campionato italiano di calcio alla quale afferiscono, dalla stagione 2004-05, venti società. Le Regioni più rappresentate sono la Lombardia e l'Emilia-Romagna, con tre società ciascuna.

Organigramma[modifica | modifica wikitesto]

La composizione del Consiglio di Lega aggiornata al 21 aprile 2017 è di seguito riportata.[3]

Comitato di Presidenza[modifica | modifica wikitesto]

  • Presidente: vacante
  • Vice Presidente: vacante
  • Commissario straordinario: Carlo Tavecchio
  • Subcommissari: Paolo Nicoletti

Consiglieri[modifica | modifica wikitesto]

Cariche vacanti

Consiglieri Federali[modifica | modifica wikitesto]

Cariche vacanti

Direzione Generale[modifica | modifica wikitesto]

Collegio dei Revisori[modifica | modifica wikitesto]

  • Presidente: Ezio Maria Simonelli
  • Componenti Effettivi: Michele Giura, Giacinto Gaetano Sarubbi
  • Supplenti: Enzo Guerra, Jean Paul Baroni

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]