Emerson Palmieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Emerson Palmieri
Emerson con il Chelsea nel 2019
Nazionalità Bandiera del Brasile Brasile
Bandiera dell'Italia Italia (dal 2017)
Altezza 177 cm
Peso 80 kg
Calcio
Ruolo Difensore
Squadra West Ham Utd
Carriera
Giovanili
2009-2012Santos
Squadre di club1
2011-2014Santos18 (1)[1]
2014-2015Palermo9 (0)
2015-2018Roma34 (1)
2018-2021Chelsea33 (1)
2021-2022Olympique Lione29 (1)
2022-West Ham Utd48 (2)
Nazionale
2011Bandiera del Brasile Brasile U-1714 (1)
2018-2023Bandiera dell'Italia Italia29 (0)
Palmarès
 Campionato sudamericano Under-17
Oro Ecuador 2011
 Europei di calcio
Oro Europa 2020
 UEFA Nations League
Bronzo Italia 2021
 Coppa dei Campioni CONMEBOL-UEFA
Argento Finalissima 2022
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 marzo 2024

Emerson Palmieri dos Santos, meglio noto come Emerson Palmieri o semplicemente Emerson (Santos, 3 agosto 1994), è un calciatore brasiliano naturalizzato italiano, difensore del West Ham Utd. Con la nazionale italiana è diventato campione d'Europa nel 2021.

È l'unico calciatore ad avere vinto tutti i trofei UEFA per club in vigore (Champions League, Europa League, Europa Conference League e Supercoppa UEFA) più il Campionato europeo con la sua nazionale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha origini italiane da parte materna, essendo discendente di Alfonso Palmieri, originario di Rossano frazione della città di Corigliano-Rossano (Cosenza).[2][3] Anche suo fratello Giovanni è un calciatore.[4][5]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Gioca nel ruolo di terzino sinistro,[6] calciatore di grande corsa e tecnica,[6] eccelle nel cross.[6] È abile a saltare l'avversario[6] per poi crossare in area.[6][7] Dotato di ottima tecnica[7] e fisicità,[7] può anche giocare come esterno di centrocampo a 4, come tornante in un centrocampo a 5, e all'occorrenza l'allenatore Luciano Spalletti lo ha anche fatto giocare esterno offensivo.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Santos[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce con la prima squadra del Santos il 17 aprile 2011 nella partita del campionato Paulista vinta per 3-0 contro il Paulista: entra in campo al 77' al posto di Keirrison. Il 4 dicembre 2011 è portato in panchina nella partita della 38ª giornata di campionato che il Santos perde per 4-1 in casa del São Paulo.

Nella stagione successiva gioca 3 partite nel campionato Paulista ed esordisce in Série A giocando da titolare la partita della quinta giornata di campionato Flamengo-Santos (1-0) disputata il 17 giugno 2012.

Nella stagione 2013 gioca 2 partite nel campionato Paulista, 14 partite in Série A segnando un gol alla 18ª giornata contro l'Atlético Paranaense e una partita nella Copa do Brasil.

Nella stagione 2014 gioca 6 partite con 2 gol all'attivo nel campionato Paulista, 2 partite in Série A e 2 partite nella coppa nazionale. La sua ultima partita col Santos è quella disputata il 1º agosto 2014 Londrina-Santos (2-1) della Copa do Brasil; lascia la squadra dopo 33 presenze complessive e 3 gol.

Palermo[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 agosto 2014 passa al Palermo in prestito con diritto di riscatto.[8][9][10] Esordisce in Serie A il 24 settembre 2014, a 20 anni, entrando in campo all'82' al posto di Fabio Daprelà nella gara Napoli-Palermo (3-3) della quarta giornata di campionato.[11] Ottiene 9 presenze sotto la guida di Giuseppe Iachini in questa sua prima stagione in Italia.

Roma[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 agosto 2015 si trasferisce in prestito alla Roma.[12] Il 4 ottobre debutta ufficialmente con la maglia giallorossa, subentrando al 66º minuto al posto di Iago Falque nel match vinto 4-2 contro il Palermo.[13] Con l'arrivo a metà stagione di Luciano Spalletti in panchina trova più presenze da subentrato. Segna il suo primo gol in maglia giallorossa il 14 maggio 2016 all'ultima giornata di campionato in trasferta contro il Milan (gol del definitivo 3-1).[14] Conclude il campionato con 8 presenze in campionato e un'apparizione in Coppa Italia.

Il 6 luglio 2016 la Roma lo riconferma in prestito dal Santos per un'ulteriore stagione con obbligo di riscatto al termine della stessa di 2 milioni di euro.[15] Il 17 agosto fa il suo esordio in Champions League nell'andata del preliminare contro il Porto subentrando a Diego Perotti, provocando il rigore che porterà al pareggio della squadra di casa per l'1-1 finale.[16] Nella gara di ritorno della settimana dopo, subentrato a Paredes in seguito all'espulsione di De Rossi, viene espulso per fallo pericoloso 15 minuti dopo il suo ingresso in campo. Dopo questi episodi, grazie anche alla continua fiducia del mister Spalletti, avrà una crescita esponenziale.[7][17] Il 16 febbraio 2017 trova il primo gol nelle coppe europee, segnando il primo gol (con un pregevole tiro da fuori area) della vittoria per 4-0 contro il Villarreal all'Estadio de la Cerámica valida per i sedicesimi di Europa League.[18] Il 1º marzo 2017 la società comunica l'avvenuto riscatto del giocatore, essendosi verificate le previste condizioni contrattuali.[19] Il 28 maggio 2017, durante l'ultima gara di campionato, esce dal campo a causa di un infortunio al legamento del crociato anteriore del ginocchio sinistro. Il giorno successivo viene operato.[20]

Torna in campo la stagione successiva, il 1º dicembre 2017, subentrando a Aleksandar Kolarov nella partita Roma-SPAL (3-1).[21]

Chelsea[modifica | modifica wikitesto]

Rimasto ai margini della società capitolina, anche per via della presenza di Kolarov nel suo ruolo, il 30 gennaio 2018 viene ufficializzato il trasferimento a titolo definitivo al Chelsea, con il quale il giocatore si accorda con un contratto di quattro anni e mezzo e da cui i giallorossi incasseranno 20 milioni di euro più 9 di bonus.[22][23] Nei suoi primi sei mesi a Londra ottiene unicamente 7 presenze, di cui 5 in Premier League e 2 nella FA Cup, poi vinta dalla squadra guidata da Antonio Conte.

Nella sua seconda stagione al Chelsea arriva l'allenatore Maurizio Sarri, che impone un chiaro turn over per il ruolo di terzino sinistro, con Marcos Alonso titolare in campionato ed Emerson protagonista nelle coppe. Il 27 settembre 2018, segna il suo primo gol con la maglia del Chelsea, che vale il pareggio dei londinesi nell’incontro di Coppa di Lega contro il Liverpool poi vinto 2-1 dai Blues.[24] Nel finale di campionato si guadagna il posto di titolare a danno di Marcos Alonso,[25] e il 29 maggio 2019 disputa da titolare la finale di Europa League contro l'Arsenal, vinta 4-1 a Baku, in cui incide in maniera determinante nella vittoria del Chelsea.[26][27] Termina la stagione con 27 presenze stagionali, di cui 11 in Europa League e 10 in campionato.

All'inizio della stagione successiva il nuovo allenatore Frank Lampard lo impiega da titolare nella Supercoppa UEFA, persa ai rigori contro il Liverpool,[28] oltre a preferirlo inizialmente a Marcos Alonso.[29][30] Successivamente però è vittima di due infortuni che lo costringono a stare fuori per un mese.[31][32] Torna in campo in occasione del successo per 2-1 in casa del Watford.[33][34] In seguito torna a essere riserva di Alonso,[35] e chiude la stagione con sole 21 presenze in tutte le competizioni.

Nell'annata 2020-2021 trova pochissimo spazio in Premier League, ma il 17 marzo 2021 segna il suo primo gol in Champions League, nella partita di ritorno degli ottavi di finale disputata a Stamford Bridge contro l'Atlético Madrid in cui realizza il definitivo 2-0.[36] A fine stagione diventa campione d'Europa pur non scendendo in campo nella finale di Champions League vinta dai Blues contro i connazionali del Manchester City.

Inizia la stagione 2021-2022 con i londinesi, debuttando in campionato e vincendo la Supercoppa UEFA ai rigori contro il Villarreal, pur senza scendere in campo.

Olympique Lione[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 agosto 2021 viene ceduto all'Olympique Lione in prestito oneroso con diritto di riscatto.[37][38] Trova spazio da titolare e termina la stagione con 29 presenze e un gol in Ligue 1 e 7 presenze in Europa League.

West Ham[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 agosto 2022 si trasferisce a titolo definitivo al West Ham Utd.[39] Il 7 giugno 2023 è protagonista della vittoria della Conference League giocando titolare la finale contro la Fiorentina, partita vinta dagli Hammers per 2-1 grazie a un gol negli ultimi minuti da parte di Bowen. Con la vittoria di questo trofeo, diventa ufficialmente il primo calciatore nella storia a vincere tutte le competizioni UEFA per club esistenti, traguardo raggiunto in un periodo di soli 4 anni.[40][41]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale brasiliana[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 prende parte al Sudamericano e al Mondiale Under-17, giocando 8 partite impreziosite con un gol nel primo torneo, vinto dalla sua selezione, e 6 partite senza reti nella seconda manifestazione chiusa al quarto posto.

Nazionale italiana[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo del 2017 ottiene il passaporto italiano, diventando di conseguenza convocabile per la nazionale italiana. Il successivo 9 aprile riceve la sua prima convocazione dal CT Gian Piero Ventura, per uno stage a Coverciano riservato ai calciatori emergenti.[42] Nel giugno 2017 è costretto a saltare la sua prima convocazione per le partite ufficiali contro Uruguay e Liechtenstein, a causa dell'infortunio al crociato riportato con la Roma.[43]

Il 19 maggio 2018 il neo CT Roberto Mancini lo convoca per le successive amichevoli dell'Italia contro Arabia Saudita, Francia e Paesi Bassi.[44] Tuttavia un infortunio lo costringe a non presentarsi neanche per il ritiro.[45] Esordisce il 10 settembre 2018, a 24 anni, subentrando a Criscito nel secondo tempo della partita di UEFA Nations League persa 1-0 contro il Portogallo a Lisbona.[46] Successivamente viene impiegato in cinque occasioni durante le qualificazioni a Euro 2020 e diventa una delle prime opzioni sulla fascia sinistra, in competizione con Spinazzola.[47]

Nel giugno 2021 viene convocato per il Campionato europeo,[48] manifestazione in cui scende in campo in quattro occasioni, di cui tre dal primo minuto. Partito come riserva, viene schierato come titolare a seguito dell'infortunio di Spinazzola nei quarti di finale.[49] Si laurea campione d'Europa al termine della finale di Wembley vinta ai rigori contro l'Inghilterra.[50]

Il successivo 30 settembre viene inserito tra i 23 convocati per la fase finale della Nations League.[51] Il 24 marzo 2022 scende in campo nella partita di semifinale degli spareggi per la qualificazione al campionato del mondo 2022, persa 1-0 contro la Macedonia del Nord a Palermo, che sancisce l'eliminazione dell'Italia.[52]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 7 marzo 2024

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2011 Bandiera del Brasile Santos A1/SP+A 1+0 0 - - - CL 0 0 Cmc 0 0 1 0
2012 A1/SP+A 3+1 0 - - - CL 0 0 RSA 0 0 4 0
2013 A1/SP+A 2+14 0+1 CB 1 0 - - - - - - 17 1
2014 A1/SP+A 6+3 2+0 CB 2 0 - - - - - - 11 2
Totale Santos 12+18 2+1 3 0 0 0 0 0 33 3
2014-2015 Bandiera dell'Italia Palermo A 9 0 CI 0 0 - - - - - - 9 0
2015-2016 Bandiera dell'Italia Roma A 8 1 CI 1 0 UCL 0 0 - - - 9 1
2016-2017 A 25 0 CI 4 0 UCL+UEL 2[53]+5 0+1 - - - 36 1
2017-gen. 2018 A 1 0 CI 1 0 UCL - - - - - 2 0
Totale Roma 34 1 6 0 7 1 - - 47 2
gen.-giu. 2018 Bandiera dell'Inghilterra Chelsea PL 5 0 FACup+CdL 2+0 0 UCL 0 0 - - - 7 0
2018-2019 PL 10 0 FACup+CdL 1+5 0+1 UEL 11 0 CS 0 0 27 1
2019-2020 PL 15 0 FACup+CdL 2+0 0 UCL 3 0 SU 1 0 21 0
2020-2021 PL 2 0 FACup+CdL 5+2 0 UCL 6 1 - - - 15 1
ago. 2021 PL 1 0 FACup+CdL - - UCL - - SU 0 0 1 0
Totale Chelsea 33 0 17 1 20 1 1 0 71 2
ago. 2021-2022 Bandiera della Francia Olympique Lione L1 29 1 CF 0 0 UEL 7 0 - - - 36 1
2022-2023 Bandiera dell'Inghilterra West Ham Utd PL 22 1 FACup+CdL 3+1 0 UECL 8 1 - - - 34 2
2023-2024 PL 26 1 FACup+CdL 2+1 0+0 UEL 7 0 - - - 36 1
Totale West Ham 48 2 7 0 15 1 - - 70 3
Totale carriera 168 7 30 1 49 3 1 0 275 11

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10-9-2018 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 0 Bandiera dell'Italia Italia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ingresso al 74’ 74’
20-11-2018 Genk Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
8-6-2019 Atene Grecia Bandiera della Grecia 0 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2020 - Uscita al 68’ 68’
11-6-2019 Torino Italia Bandiera dell'Italia 2 – 1 Bandiera della Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Qual. Euro 2020 -
5-9-2019 Erevan Armenia Bandiera dell'Armenia 1 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2020 -
8-9-2019 Tampere Finlandia Bandiera della Finlandia 1 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2020 - Uscita al 8’ 8’
15-11-2019 Zenica Bosnia ed Erzegovina Bandiera della Bosnia ed Erzegovina 0 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2020 -
7-10-2020 Firenze Italia Bandiera dell'Italia 6 – 0 Bandiera della Moldavia Moldavia Amichevole - Ingresso al 66’ 66’
11-10-2020 Danzica Polonia Bandiera della Polonia 0 – 0 Bandiera dell'Italia Italia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
11-11-2020 Firenze Italia Bandiera dell'Italia 4 – 0 Bandiera dell'Estonia Estonia Amichevole - Uscita al 71’ 71’
15-11-2020 Reggio Emilia Italia Bandiera dell'Italia 2 – 0 Bandiera della Polonia Polonia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
18-11-2020 Sarajevo Bosnia ed Erzegovina Bandiera della Bosnia ed Erzegovina 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
25-3-2021 Parma Italia Bandiera dell'Italia 2 – 0 Bandiera dell'Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 75’ 75’
31-3-2021 Vilnius Lituania Bandiera della Lituania 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 55’ 55’
4-6-2021 Bologna Italia Bandiera dell'Italia 4 – 0 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Amichevole - Ingresso al 63’ 63’
20-6-2021 Roma Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera del Galles Galles Euro 2020 - 1º turno -
2-7-2021 Monaco di Baviera Belgio Bandiera del Belgio 1 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Euro 2020 - Quarti di finale - Ingresso al 79’ 79’
6-7-2021 Londra Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 dts
(4 – 2 dtr)
Bandiera della Spagna Spagna Euro 2020 - Semifinale - Uscita al 73’ 73’
11-7-2021 Londra Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 dts
(3 – 2 dtr)
Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Euro 2020 - Finale - Uscita al 118’ 118’
2-9-2021 Firenze Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 90+1’ 90+1’
5-9-2021 Basilea Svizzera Bandiera della Svizzera 0 – 0 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2022 -
6-10-2021 Milano Italia Bandiera dell'Italia 1 – 2 Bandiera della Spagna Spagna UEFA Nations League 2020-2021 - Semifinale -
10-10-2021 Torino Italia Bandiera dell'Italia 2 – 1 Bandiera del Belgio Belgio UEFA Nations League 2020-2021 - Finale 3º posto - Ammonizione al 82’ 82’
12-11-2021 Roma Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 80’ 80’
15-11-2021 Belfast Irlanda del Nord Bandiera dell'Irlanda del Nord 0 – 0 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2022 - Uscita al 80’ 80’
24-3-2022 Palermo Italia Bandiera dell'Italia 0 – 1 Bandiera della Macedonia del Nord Macedonia del Nord Qual. Mondiali 2022 -
1-6-2022 Londra Italia Bandiera dell'Italia 0 – 3 Bandiera dell'Argentina Argentina Coppa dei Campioni CONMEBOL-UEFA 2022 - Uscita al 77’ 77’
23-9-2022 Milano Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - Ingresso al 89’ 89’
26-3-2023 Ta' Qali Malta Bandiera di Malta 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2024 -
Totale Presenze 29 Reti 0

Record[modifica | modifica wikitesto]

Primo calciatore a vincere tutte le 3 coppe europee vigenti e in più il campionato europeo con la propria nazionale.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Chelsea: 2017-2018

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Chelsea: 2018-2019
Chelsea: 2020-2021
Chelsea: 2021
West Ham: 2022-2023

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

2011

Competizioni maggiori[modifica | modifica wikitesto]

Europa 2020

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria
«Riconoscimento dei valori sportivi e dello spirito nazionale che hanno animato la vittoria italiana al campionato europeo di calcio UEFA Euro 2020»
— Roma, 16 luglio 2021. Di iniziativa del Presidente della Repubblica Italiana.[54]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 30 (3) se si comprendono le partite disputate nel Campionato Paulista.
  2. ^ Un discendente del Cosentino, così Emerson Palmieri potrà giocate con la Nazionale italiana di calcio Archiviato il 25 febbraio 2019 in Internet Archive., quotidianodelsud.it, 29 marzo 2017
  3. ^ Emerson: "Chiamatemi solo Emerson, perché..." Archiviato il 2 aprile 2015 in Internet Archive., mediagol.it, 12 settembre 2014.
  4. ^ Emerson: "Lasciare il Santos non è stato facile, mi mancano molte cose. Mio fratello è il mio idolo" Archiviato il 28 marzo 2015 in Internet Archive. Mediagol.it
  5. ^ (EN) Statistiche di Giovanni Palmieri dos Santos su Soccerway, su it.soccerway.com.
  6. ^ a b c d e Emerson, Bamba, Gonzalez Chi sono i nuovi volti rosa, su livesicilia.it, 27 agosto 2014. URL consultato il 15 dicembre 2019 (archiviato dall'url originale il 27 agosto 2014).
  7. ^ a b c d L'impensabile ascesa di Emerson Palmieri, su L'Ultimo Uomo, 22 marzo 2017. URL consultato il 15 dicembre 2019.
  8. ^ Arriva anche Emerson Palmieri. L'esterno proviene dal Santos Archiviato il 27 agosto 2014 in Internet Archive. Palermocalcio.it
  9. ^ (PT) Emerson Palmieri é emprestado ao Palermo Archiviato il 29 agosto 2014 in Internet Archive. santosfc.com.br
  10. ^ Tutti i trasferimenti - Palermo Archiviato il 6 luglio 2010 in Internet Archive. Legaseriea.it
  11. ^ Napoli-Palermo 3-3 Archiviato il 26 settembre 2014 in Internet Archive. Palermocalcio.it
  12. ^ Roma, ecco Emerson Palmieri: "Il mio modello è Cafu", su gazzetta.it, 1º settembre 2015. URL consultato il 5 ottobre 2015.
  13. ^ Palermo-Roma 2-4: Gervinho rilancia Garcia, ma la difesa si complica la vita, su gazzetta.it, 4 ottobre 2015. URL consultato il 5 ottobre 2015.
  14. ^ In gol anche Emerson Palmieri contro il Milan (3-1), su corrieredellosport.it. URL consultato l'11 giugno 2016.
  15. ^ Roma, accordo col Santos per Emerson Palmieri: il brasiliano tornerà in giallorosso, su gianlucadimarzio.com, 6 luglio 2016. URL consultato il 6 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2016).
  16. ^ FC Porto - AS Roma, su transfermarkt.it, 17 agosto 2016. URL consultato il 19 agosto 2016.
  17. ^ Roma. Spalletti: «Emerson? Prova contro i rompic...». URL consultato il 4 dicembre 2016.
  18. ^ Villarreal-Roma, Emerson Palmieri rompe il ghiaccio con un gran gol - TUTTOmercatoWEB.com. URL consultato il 17 febbraio 2017.
  19. ^ il 28 Maggio 2017 durante la partita d'addio del capitano Francesco Totti in seguito a una brutta caduta avviene la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro Approvazione della relazione finanziaria semestrale consolidata al 31 dicembre 2016 (PDF), su res.cloudinary.com. URL consultato il 1º marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2017).
  20. ^ Sky Sport, Roma, intervento riuscito per Emerson Palmieri. URL consultato il 30 giugno 2017.
  21. ^ Tutto facile per la Roma: 3-1 alla Spal, torna Emerson, su sport.ilmattino.it. URL consultato il 9 ottobre 2019.
  22. ^ Emerson ceduto a titolo definitivo al Chelsea, su asroma.com, 30 gennaio 2018. URL consultato il 31 gennaio 2018.
  23. ^ (EN) Emerson signs, su chelseafc.com, 30 gennaio 2018. URL consultato il 31 gennaio 2018.
  24. ^ FC Liverpool - Chelsea FC, 26/set/2018 - EFL Cup - Cronaca della partita, su Transfermarkt.
  25. ^ (EN) Tony Banks, Chelsea ace Marcos Alonso reveals what Frank Lampard has said to him about his future, su Express.co.uk, 19 luglio 2019. URL consultato il 9 ottobre 2019.
  26. ^ La prima grande vittoria di Sarri, su L'Ultimo Uomo, 30 maggio 2019. URL consultato il 15 dicembre 2019.
  27. ^ Le pagelle di Chelsea-Arsenal 4-1: show di Hazard, chi ha visto Özil?, su Eurosport, 29 maggio 2019. URL consultato il 15 dicembre 2019.
  28. ^ UEFA.com, Liverpool-Chelsea - Supercoppa UEFA, su UEFA.com. URL consultato il 14 agosto 2019.
  29. ^ Emerson Palmieri grande protagonista: titolare al Chelsea e perno dell'Italia | Goal.com, su goal.com. URL consultato il 9 ottobre 2019.
  30. ^ (EN) Emerson Palmieri on Frank Lampard, the Champions League, his own form and Bournemouth, su chelseafc.com. URL consultato il 15 dicembre 2019 (archiviato il 15 dicembre 2019).
  31. ^ (EN) Chelsea star Emerson Palmieri injured just 8 mins into Italy's Euro 2020 qualifying win over Finland, su The Sun, 9 settembre 2019. URL consultato il 9 ottobre 2019.
  32. ^ (EN) Emerson Palmieri out injured for at least a month, Lampard reveals, in BBC, 24 settembre 2019. URL consultato il 9 ottobre 2019.
  33. ^ (EN) Start for Emerson, Abraham back in - Predicted Chelsea Xl vs Watford » Chelsea News, su chelsea-news.co, 2 novembre 2019. URL consultato il 15 dicembre 2019.
  34. ^ Watford - Chelsea 1:2 - Fox Sports, su foxsports.it. URL consultato il 15 dicembre 2019.
  35. ^ Cosa stanno facendo i giocatori italiani all'estero, su L'Ultimo Uomo, 26 febbraio 2020. URL consultato il 28 febbraio 2020.
  36. ^ Chelsea-Atletico Madrid 2-0, gol e highlights. Blues ai quarti, eliminato Simeone, su sport.sky.it, 17 marzo 2021.
  37. ^ (EN) Chelsea Transfers News: Emerson joins Lyon on loan, su chelseafc.com, 19 agosto 2021. URL consultato il 24 agosto 2021.
  38. ^ (FR) ARRIVÉE DU DÉFENSEUR INTERNATIONAL ITALIEN EMERSON PALMIERI À L’OL, su ol.fr, 19 agosto 2021.
  39. ^ (EN) West Ham United sign Italy international defender Emerson Palmieri, su whufc.com, 23 agosto 2022. URL consultato il 23 agosto 2022.
  40. ^ Fiorentina-West Ham Emerson Palmieri da record: è il primo giocatore a conquistare Champions, Europa e Conference League, su eurosport.it. URL consultato l'8 giugno 2023.
  41. ^ Emerson Palmieri da record, è l'unico ad aver vinto tutte le competizioni Uefa, su repubblica.it, 8 giugno 2023. URL consultato il 9 giugno 2023.
  42. ^ DA LUNEDÌ IL TERZO STAGE, CONVOCATI 23 CALCIATORI: IN 9 ALLA PRIMA, TORNA EL SHAARAWY Archiviato il 2 settembre 2017 in Internet Archive. figc.it
  43. ^ Italia, i convocati per l'amichevole contro l'Uruguay: Conti sostituisce Emerson Palmieir. URL consultato il 30 giugno 2017 (archiviato dall'url originale il 1º dicembre 2017).
  44. ^ Le prime convocazioni in Nazionale di Roberto Mancini, su Il Post.
  45. ^ Emerson e Marchisio out per i prossimi impegni con Arabia Saudita, Francia e Olanda, su vivoazzurro.it (archiviato dall'url originale il 23 maggio 2018).
  46. ^ Portogallo-Italia 1-0: lavori in corso per gli azzurri, decide André Silva, su repubblica.it, 10 settembre 2018. URL consultato il 9 ottobre 2019.
  47. ^ Fabio Licari, A Wembley ci sarà Emerson, l’uomo di Londra. Voleva mollare, poi..., su gazzetta.it, 5 luglio 2021.
  48. ^ Ufficializzata la lista dei 26 convocati per L'Europeo. Giacomo Raspadori la novità, su figc.it, 2 giugno 2021. URL consultato il 6 giugno 2021.
  49. ^ Fabio Licari, A Wembley ci sarà Emerson, l’uomo di Londra. Voleva mollare, poi..., su La Gazzetta dello Sport, 5 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021.
  50. ^ Andrea Joly, L’Italia è campione d’Europa: il trionfo di un gruppo che ha commosso il Paese. Donnarumma monumentale, due rigori parati di fila ci portano in cielo, su La Stampa, 11 luglio 2021. URL consultato il 20 luglio 2021.
  51. ^ Ufficializzata la lista dei 23 convocati per la fase finale della UEFA Nations League, su figc.it, 30 settembre 2021. URL consultato il 30 settembre 2021.
  52. ^ Trajkovski allo scadere punisce l’Italia, gli Azzurri sono fuori dal Mondiale, su figc.it, 24 marzo 2022. URL consultato il 25 marzo 2022.
  53. ^ Nei turni preliminari
  54. ^ Mattarella ha conferito onorificenze motu proprio ai giocatori e allo staff della Nazionale vincitrice del campionato europeo, su quirinale.it. URL consultato il 16 luglio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]