Moise Kean

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Moise Kean
Moise Kean - 2015 - Juventus FC (youth team) (cropped).jpg
Kean nel 2015 con le giovanili della Juventus
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182[1] cm
Peso 72[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Juventus
Carriera
Giovanili
2007Asti
2007-2010Torino
2010-2017Juventus
Squadre di club1
2016-2017Juventus3 (1)
2017-2018Verona19 (4)
2018- Juventus0 (0)
Nazionale
2015Italia Italia U-156 (2)
2015Italia Italia U-164 (3)
2015-2017Italia Italia U-1717 (8)
2017-Italia Italia U-196 (4)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-19
Argento Finlandia 2018
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 26 luglio 2018

Moise Bioty Kean (Vercelli, 28 febbraio 2000) è un calciatore italiano, attaccante della Juventus e della nazionale Under-19 italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato a Vercelli da genitori ivoriani.[2]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Gioca prevalentemente come attaccante centrale, ma può agire anche da seconda punta; forte fisicamente, possiede velocità e una buona tecnica individuale.[3] Per le sue caratteristiche è stato paragonato a Mario Balotelli.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli inizi nei vivai di Asti prima e Torino poi, nel 2010 entra nel settore giovanile della Juventus.

Il 19 novembre 2016 fa il suo esordio in Serie A con i bianconeri, all'età di 16 anni e 8 mesi, subentrando all'84' a Mandžukić nella vittoriosa sfida interna contro il Pescara; pochi giorni più tardi fa il suo esordio anche in Champions League, nella vittoriosa trasferta contro il Siviglia, subentrando sempre all'84' a Pjanić. Il 27 maggio 2017, nell'ultima partita di campionato sul campo del Bologna, realizza a 17 anni la sua prima rete in Serie A che vale la vittoria bianconera (2-1). Nel corso della stagione diviene dunque il primo calciatore nato negli anni 2000 a esordire in Serie A e in Champions League, nonché il primo della sua annata ad andare a segno in uno dei massimi campionati europei.[5]

Per la stagione 2017-2018 passa in prestito al neopromosso Verona.[6] Esordisce in maglia gialloblù il 10 settembre, subentrando nella sconfitta interna contro la Fiorentina; il successivo 1º ottobre sigla il suo primo gol coi veneti, nel 2-2 sul campo del Torino.[7] Realizza la sua prima doppietta in Serie A il 28 gennaio 2018, nella partita vinta 4-1 sul campo della Fiorentina.[8] Termina la stagione, che vede la retrocessione in Serie B del Verona, con 4 gol in 19 presenze in campionato.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

In possesso del doppio passaporto ivoriano e italiano, Kean ha optato per quest'ultima nazionale, rappresentando i colori italiani sin dalla selezione giovanile Under-15. Con l'Under-17 ha partecipato alle edizioni 2016 e 2017 dell'Europeo di categoria, realizzando un gol in entrambe le manifestazioni.

Nel settembre 2017 esordisce nell'Under-19, selezione con cui ha tuttavia un approccio problematico in avvio, dato che nello stesso mese viene allontanato dal ritiro azzurro, insieme con il collega Scamacca, per intemperanze disciplinari.[9] Una volta richiamato in nazionale, nel luglio 2018 partecipa all'Europeo di categoria in Finlandia, dove emerge tra i protagonisti del cammino italiano. Trova la sua prima rete nella manifestazione, e con l'U-19, nella terza e ultima sfida della fase a gironi contro la Norvegia (1-1), risultato che apre agli azzurrini le porte della semifinale;[10] qui, contro la Francia segna il definitivo 2-0 che qualifica l'Italia alla finale.[11] Nell'atto conclusivo contro il Portogallo, dopo essere subentrato all'intervallo con la sua nazionale sotto di due reti, segna una doppietta che porta la gara ai tempi supplementari, dove tuttavia i lusitani s'imporranno 4-3 relegando gli azzurrini al secondo posto.[12]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 25 febbraio 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2016-2017 Italia Juventus A 3 1 CI 0 0 UCL 1 0 SI 0 0 4 1
2017-2018 Italia Verona A 19 4 CI 1 0 - - - - - - 20 4
Totale carriera 22 5 1 0 1 0 0 0 24 5

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 2015

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 2016-2017
Juventus: 2016-2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Moise Kean, su legaseriea.it.
  2. ^ Stefano Fonsato, Un vercellese tra Juve e United, su lastampa.it, 15 agosto 2015. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  3. ^ Alessandro Aliberti, Juventus, il futuro dei bianconeri si chiama Kean, su tuttosport.com, 22 gennaio 2016. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  4. ^ Gaetano Mocciaro, Kean, il Millennial che non ha paura dei grandi, su tuttomercatoweb.com, 1º gennaio 2018.
  5. ^ Kean, il primo ragazzo del 2000 a fare gol, su tuttosport.com, 27 maggio 2017. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  6. ^ Verona, c'è Kean in prestito dalla Juve. Niente scambio con Matri, Pazzini resta, su gazzetta.it, 31 agosto 2017. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  7. ^ Fabrizio Turco, Torino-Verona 2-2, Kean e Pazzini gelano Mihajlovic, su repubblica.it, 1º ottobre 2017. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  8. ^ Benedetto Ferrara, Fiorentina-Verona 1-4: i viola si arrendono tra i fischi, su repubblica.it, 28 gennaio 2018.
  9. ^ Nazionale Under 19, Scamacca e Kean allontanati dal ritiro, su sport.sky.it, 3 settembre 2017.
  10. ^ L'Italia pareggia con Kean si prende le semifinali e la qualificazione al Mondiale Under 20, su figc.it, 22 luglio 2018.
  11. ^ Una grande Italia conquista la finale. Domenica in campo contro il Portogallo, su figc.it, 26 luglio 2018.
  12. ^ Italia straordinaria, ma non basta. Azzurrini battuti ai supplementari dal Portogallo, su figc.it, 29 luglio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]