Leonardo Bonucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leonardo Bonucci
20150616 - Portugal - Italie - Genève - Leonardo Bonucci.jpg
Bonucci con la nazionale italiana nel 2015
Nazionalità Italia Italia
Altezza 190[1] cm
Peso 85[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Juventus
Carriera
Giovanili
1993-2000 non conosciuta Pianoscarano
2000-2002 Viterbese
2002-2004 non conosciuta Nuova Bagnaia
2004-2005 Viterbese
2005-2007 Inter
Squadre di club1
2005-2007 Inter 1 (0)
2007-2009 Treviso 40 (4)
2009 Pisa 18 (1)
2009-2010 Bari 38 (1)
2010- Juventus 209 (13)
Nazionale
2010- Italia Italia 67 (4)
Palmarès
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Argento Polonia-Ucraina 2012
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Brasile 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 novembre 2016

Leonardo Bonucci (Viterbo, 1º maggio 1987) è un calciatore italiano, difensore della Juventus e della nazionale italiana.

Nella sua carriera ha vinto sei campionati di Serie A, di cui uno con l'Inter (2005-2006) e cinque consecutivi con la Juventus (2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015 e 2015-2016), club questo ultimo con cui ha conquistato anche due Coppe Italia (2014-2015 e 2015-2016) e tre Supercoppe di Lega (2012, 2013 e 2015); con la squadra nerazzurra aveva invece conquistato in precedenza, a livello giovanile, un Campionato Primavera (2006-2007) e una Coppa Italia Primavera (2005-2006).

Con la nazionale è stato finalista all'Europeo di Polonia-Ucraina 2012 e terzo classificato alla Confederations Cup di Brasile 2013; ha inoltre preso parte ai Mondiali di Sudafrica 2010 e Brasile 2014, e all'Europeo di Francia 2016.

Considerato tra i migliori difensori della sua generazione,[2][3] a livello individuale è stato inserito nel 2013-2014 nella squadra della stagione della UEFA Europa League,[4] e nel 2015 nella squadra dell'anno AIC.[5]

Assieme ad Andrea Barzagli e Giorgio Chiellini, compagni di squadra sia nella Juventus sia in nazionale, Bonucci forma dal 2011 un affiatato tridente difensivo, ribattezzato «BBC» dalla stampa specializzata;[6][7] la solidità del trio ha portato al paragone con la linea difensiva composta da dai terzini Virginio Rosetta e Umberto Caligaris nonché dal centromediano Luis Monti, alla base dei successi di Juventus e nazionale negli anni 1930.[8]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo di due figli, cresce a Viterbo nel quartiere Pianoscarano, uno dei rioni medioevali della città. Nel giugno 2011 sposa Martina,[9] da cui ha due figli nati rispettivamente nel 2012[10] e nel 2014.[11] Suo fratello Riccardo, maggiore di cinque anni,[12] è stato giocatore in Serie C1 con la Viterbese, e a livello dilettantistico in squadre della provincia di Viterbo.

Il 26 luglio 2012 Bonucci viene deferito dalla Procura Federale della FIGC nell'ambito dell'inchiesta sul calcioscommesse, con l'accusa di illecito sportivo per Udinese-Bari (3-3).[13] Il successivo 3 agosto il procuratore federale Stefano Palazzi richiede per lui una squalifica di 3 anni e 6 mesi:[14] sette giorni dopo Bonucci viene assolto.[15] Il 13 agosto Palazzi presenta ricorso contro l'assoluzione,[16][17] ciò nonostante il 22 dello stesso mese, in secondo grado, il giocatore viene nuovamente prosciolto.[18] Il 30 novembre la procura di Cremona chiede una proroga di sei mesi per lui e altri indagati per calcioscommesse iscritti nel registro,[19] e nel luglio del 2013 il PM Roberto Di Martino manda un avviso agli indagati, tra cui Bonucci, per notificare il maxi incidente probatorio sulle apparecchiature poste sotto sequestro durante le indagini.[20] Il 9 febbraio 2015 il caso è archiviato dalla procura di Cremona.[21]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Nato come centrocampista centrale, in seguito è stato arretrato con successo da Carlo Perrone, suo tecnico nel settore giovanile della Viterbese,[22] a difensore centrale.[23] Nonostante l'iniziale ubicazione alla destra del blocco difensivo denominato «BBC», di cui fa parte sia nella Juventus che nella rappresentativa azzurra dal 2011, compie funzioni che in passato erano riservate al libero della squadra – ruolo ribattezzato negli anni 2010 in «regista difensivo» –,[24] principalmente nella difesa a tre nonostante abbia disponibilità a giocare anche in un reparto arretrato composto da quattro elementi.[25]

Calciatore di grande personalità – caratteristica che porta estimatori e detrattori a dividersi nettamente circa il giudizio nei suoi confronti[22][26] – nonché avvezzo ad assumersi responsabilità e ruoli da leader in campo,[22] in fase difensiva è abile nei contrasti e nel gioco aereo per poter superare gli avversari nei colpi di testa, mentre in fase offensiva è capace di impostare l'azione, effettuare lanci lunghi per i compagni e, in seconda battuta, attaccare gli spazi delle retroguardie rivali.[25][27] Dopo alcune difficoltà tecnico-tattiche cui incappò nei primi anni di carriera in Serie A[25] – che fecero nascere tra la stampa specializzata il neologismo di «bonucciate» per definire alcuni grossolani svarioni palla al piede, dettati spesso da troppa sicurezza e scarsa concentrazione[22] –, il suo rendimento è migliorato considerevolmente agli ordini di Antonio Conte prima e Massimiliano Allegri poi,[25] ponendolo tra i pilastri della rosa juventina degli anni 2010[28] nonché tra i migliori difensori della sua generazione:[29] tra gli altri, Giovanni Galli ha proposto il paragone con il campione del mondo 1982 Gaetano Scirea,[30] mentre Josep Guardiola ne ha parlato come di uno dei suoi giocatori preferiti di sempre.[25][31]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi: Viterbese e Inter[modifica | modifica wikitesto]

Tira i primi calci nel Pianoscarano,[22] formazione del quartiere Carmine della natìa Viterbo; qui compie tutta la trafila delle categorie "Primi Calci", "Pulcini", "Esordienti" e "Giovanissimi". Nel 2000 passa alla Viterbese disputando prima il campionato "Giovanissimi Sperimentali", e l'anno successivo quello "Giovanissimi Nazionali". Nel 2002 si trasferisce temporaneamente alla Nuova Bagnaia per giocare il campionato "Allievi", poi nel 2004 torna alla Viterbese, negli "Allievi Nazionali" allenati da Carlo Perrone. Durante la stagione 2004-2005 colleziona qualche panchina con la prima squadra gialloblù, in Serie C2, e sostiene un provino con l'Inter; con le giovanili nerazzurre disputa in prova due tornei, ad Abu Dhabi e a Parma, al termine dei quali la società lombarda, l'11 luglio 2005, lo ingaggia per 40 000 euro[32] inserendolo nella propria squadra "Primavera".

Il 14 maggio 2006, a 19 anni, Roberto Mancini lo fa esordire in Serie A all'ultima giornata di campionato, a San Siro in Cagliari-Inter (2-2), subentrando al 90' a Solari:[33] tale presenza gli permetterà, formalmente, di fregiarsi della vittoria dello scudetto 2005-2006 (assegnato nelle settimane seguenti ai nerazzurri dalla Federcalcio dopo le sentenze del caso Calciopoli).[34] Nella stagione 2006-2007, in cui rimane nei ranghi delle giovanili, vince il Campionato Primavera giocando al centro della difesa interista;[35] Mancini gli concede inoltre 3 nuove presenze in prima squadra nella Coppa Italia, tra cui la semifinale di ritorno giocata da titolare contro la Sampdoria (0-0).[22][36]

Le esperienze a Treviso, Pisa e Bari[modifica | modifica wikitesto]

Bonucci in azione al Bari nel 2009

Nell'estate del 2007, a 20 anni, è ceduto in prestito al Treviso, in Serie B, con cui rimane un anno e mezzo totalizzando 40 gare e 4 reti. La prima stagione, 2007-2008, in Veneto, agli ordini di Giuseppe Pillon, è molto positiva per Bonucci il quale gioca metà campionato da titolare e trova i suoi primi gol da professionista; negativo è invece l'ultimo semestre dell'annata 2008-2009 in maglia biancoceleste, poiché il nuovo tecnico Luca Gotti gli preferisce nel ruolo elementi come Scurto e Šmit.[22] Il 15 gennaio 2009 passa quindi in prestito ai pari categoria del Pisa allenati da Giampiero Ventura, dove nella seconda parte della stagione colleziona da titolare 18 presenze e 1 gol. Nonostante la retrocessione del club toscano, il difensore inizia a emergere tra i più validi prospetti italiani nel ruolo; ciò anche grazie allo stile di gioco di Ventura, volto a favorire la costruzione dell'azione fin dalle retrovie, e che ben si addice a un calciatore quale Bonucci, un «difensore che pensa come un centrocampista».[22]

Tornato all'Inter al termine di questo biennio di prestiti, il 29 giugno 2009 è acquistato definitivamente dal Genoa nell'ambito della trattativa che porta Diego Milito e Thiago Motta a Milano, venendo valutato 4 milioni di euro.[32][37] Non ha tuttavia modo di vestire la maglia rossoblù, poiché il successivo 9 luglio è prelevato in compartecipazione dal Bari,[38] neopromosso in Serie A e sulla cui panchina è nel frattempo arrivato proprio Ventura, il quale sollecita la società biancorossa a puntare sul giocatore.[22][39]

In Puglia è titolare sin dalla prima giornata della stagione 2009-2010, una trasferta contro la sua ex squadra dell'Inter, e dov'è suo malgrado autore di un fallo da rigore su Milito;[22] ciò nonostante, nel prosieguo dell'annata è protagonista di prestazioni di livello,[22] giocando tutte le 38 partite di un campionato in cui il 30 gennaio 2010 trova il suo primo gol in massima categoria, in semirovesciata nella vittoria interna 4-2 sul Palermo,[40] e che a fine stagione lo portano a vestire per la prima volta la maglia azzurra.[22] A Bari fa coppia al centro della retroguardia dei galletti con un altro giovane prospetto, Andrea Ranocchia, formando un solido e affiatato duo difensivo che presto emerge tra i migliori del campionato[41][42] – seppur all'epoca, è proprio il compagno di reparto ad attirare su di se le maggiori attenzioni degli addetti ai lavori.[22][43] Al termine dell'unico suo anno in biancorosso, nel giugno del 2010 la comproprietà tra Bari e Genoa è risolta prima di arrivare alle buste: il giocatore è riscattato dai pugliesi con la complicità della Juventus, che ne acquisterà successivamente il cartellino.[44]

Juventus[modifica | modifica wikitesto]

Dalla crisi all'affermazione[modifica | modifica wikitesto]
Bonucci (a sinistra) alla Juventus nel 2010, mentre contrasta Rudņevs nella trasferta di Europa League contro il Lech Poznań

Il 1º luglio 2010 il difensore è acquistato dalla Juventus per 15,5 milioni di euro.[45] Esordisce in competizioni ufficiali il 29 luglio, nella gara d'andata del terzo turno preliminare di Europa League, giocata in Irlanda contro lo Shamrock Rovers e vinta 2-0 dai bianconeri.[46] Il 19 agosto realizza il suo primo gol in maglia juventina, portando la squadra in vantaggio nella partita di andata dei play-off di Europa League vinta 2-1 contro gli austriaci dello Sturm Graz.[47] L'esordio in campionato arriva nella trasferta persa contro il Bari (1-0) del 29 agosto.[48] In bianconero va ad agire ancora come difensore centrale, formando la coppia titolare assieme a Giorgio Chiellini,[22] tuttavia nella sua prima stagione a Torino incontra varie difficoltà:[42] da un parte per l'impostazione difensiva adottata dall'allenatore Luigi Delneri, inquadrato in un rigido 4-4-2 che finisce per svilirne le qualità in fase di costruzione del gioco, e dall'altra per «un misto di supponenza e poca concentrazione» che lo porta a cadere in vari errori tecnici, le cosiddette «bonucciate».[22] Tutto ciò ne fa, in questi mesi, uno dei calciatori più contestati della rosa juventina 2010-2011.[42][43]

Una situazione che si ribalta nella stagione 2011-2012, quando alla guida dei piemontesi arriva Antonio Conte. Seppur relegato in panchina durante le prime settimane della nuova gestione tecnica, a favore della coppia Barzagli-Chiellini,[22] sul finire del 2011 Bonucci ritrova la titolarità grazie alla nuova retroguardia a tre elementi studiata da Conte, che lo vede centrale di difesa con i due succitati compagni di squadra ai lati:[22][26][42] è la nascita della cosiddetta «BBC», il blocco difensivo alla base dei successi juventini negli anni seguenti.[22] Il 7 aprile 2012 segna un gol nella vittoriosa trasferta al Barbera col Palermo (2-0),[49] contribuendo al sorpasso in testa alla classifica dei bianconeri ai danni del Milan, culminato il 6 maggio seguente nella conquista lo scudetto, il primo in maglia juventina per Bonucci, arrivato con una giornata d'anticipo nella partita giocata in campo neutro a Trieste e vinta 2-0 sul Cagliari.[50]

I successi[modifica | modifica wikitesto]
Bonucci in bianconero nel 2014, nell'amichevole a Singapore contro una selezione locale

Artefice in questo periodo di una costante crescita sul piano tecnico e soprattutto mentale,[22][26][42] la stagione 2012-2013 inizia con la vittoria della Supercoppa di Lega a Pechino, grazie al 4-2 sul Napoli maturato ai supplementari.[51] Il 2 ottobre 2012 Bonucci realizza la sua prima rete in Champions League, nel match terminato 1-1 contro gli ucraini dello Šachtar.[52] Il 5 maggio 2013, grazie alla vittoria casalinga per 1-0 sul Palermo, vince con tre giornate d'anticipo il secondo scudetto consecutivo, terzo personale.[53] Chiude la stagione da bianconero con più presenze in assoluto (48), alla pari con il collega di reparto Barzagli.[54] Apre la stagione 2013-2014 con la conquista, il 18 agosto, della sua seconda Supercoppa di Lega, battendo a Roma per 4-0 la Lazio.[55] Il 3 aprile 2014 va a segno per la prima volta in Europa League, decidendo la sfida di andata dei quarti di finale sul campo dei francesi dell'O. Lione (0-1).[56] Il 4 maggio, a seguito della sconfitta per 4-1 della Roma a Catania, senza scendere in campo vince il suo terzo scudetto consecutivo con la Juventus.[57]

Con la squadra torinese passata nell'annata 2014-2015 agli ordini di Massimiliano Allegri, il 5 ottobre decide la sfida con la Roma, principale avversaria della Juventus nella corsa allo scudetto, segnando il gol del definitivo 3-2 bianconero.[58] Il 25 gennaio 2015, nella partita vinta 2-0 col Chievo, raggiunge le 200 presenze in maglia juventina.[59] La stagione culmina con il double composto dalla vittoria del quarto scudetto consecutivo in bianconero – successo arrivato il 2 maggio, con quattro giornate d'anticipo, dopo la vittoria 1-0 sul campo della Sampdoria[60] – assieme alla Coppa Italia, vinta il 20 maggio con un 2-1 ai supplementari sulla Lazio;[61] il 6 giugno gioca inoltre la sua prima finale di Champions League, persa 1-3 a Berlino contro gli spagnoli del Barcellona.[62]

Ormai divenuto tra i leader dello spogliatoio juventino,[22][26][42] l'8 agosto apre la nuova annata 2015-2016 con la conquista della terza Supercoppa nazionale della carriera, superando per 2-0 la Lazio sul campo di Shanghai;[63] inoltre il 23 settembre, in occasione della sfida casalinga di campionato pareggiata 1-1 con il Frosinone,[64] per la prima volta scende in campo dal 1' con la fascia di capitano della squadra.[65] Il 3 marzo 2016, nonostante la sconfitta 0-3 rimediata a Milano contro l'Inter, ai tiri di rigore realizza il decisivo penalty che porta i bianconeri alla seconda finale consecutiva di Coppa Italia,[66] poi vinta il 21 maggio a Roma contro un Milan superato 1-0 al termine dei supplementari.[67] Il 25 aprile, a corollario di una rimonta-record,[68] si aggiudica matematicamente lo scudetto[69] – il sesto per Bonucci nonché quinto di fila della Juventus – contribuendo così a far bissare al club sia il double dell'anno precedente[70] sia il suo Quinquennio d'oro, ottantuno anni dopo.[71]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 febbraio 2010, mentre militava nel Bari, ha ricevuto la prima convocazione in nazionale, a opera del commissario tecnico Marcello Lippi.[72] Esordisce il successivo 3 marzo, a 22 anni, giocando titolare nella partita amichevole contro il Camerun (0-0) disputata allo Stade Louis II del Principato di Monaco.[73] Alla sua seconda presenza, il 3 giugno, realizza il suo primo gol in azzurro nella partita amichevole disputata a Bruxelles e persa 1-2 contro il Messico.[74] Inserito nella lista dei 23 convocati al campionato del mondo 2010 in Sudafrica,[75] non viene mai impiegato. Il nuovo CT Cesare Prandelli lo schiera inizialmente difensore centrale titolare, in coppia con il compagno di squadra in maglia juventina Giorgio Chiellini. Realizza il suo secondo gol il 3 settembre 2010 nella partita Estonia-Italia (1-2) valida per le qualificazioni a Euro 2012.[76]

Bonucci e Fàbregas inseguono il pallone nella finale del campionato d'Europa 2012 tra Italia e Spagna

Convocato per il campionato d'Europa 2012 in Polonia e Ucraina, esordisce a Danzica, il 10 giugno nella gara con la Spagna (1-1).[77] La nazionale arriva sino alla finale del 1º luglio, dove si ritrova contrapposta ancora alle Furie Rosse che stavolta vincono nettamente 4-0.[78] Il 3 giugno 2013 è confermato da Prandelli nella rosa per la Confederations Cup in Brasile.[79] Il 27 dello stesso mese, nella semifinale con la Spagna disputata a Fortaleza, risulta fatale il suo errore ai tiri di rigore che estromette gli azzurri dalla finale;[80] con l'Italia conquista il terzo posto nella manifestazione, arrivato dopo aver superato l'Uruguay nella finale di consolazione, risoltasi anch'essa ai rigori.[81] Ormai tra i punti fermi (assieme ai colleghi di reparto Buffon, Barzagli e Chiellini, e agli altri compagni di squadra Marchisio e Pirlo) della cosiddetta Ital-Juve dei primi anni 2010,[82][83] è convocato al campionato del mondo 2014 in Brasile.[84] Qui è tuttavia schierato unicamente nella terza partita del girone, persa 0-1 con l'Uruguay, che determina l'eliminazione della nazionale.[85]

Sotto la nuova gestione tecnica di Antonio Conte,[86] il 4 settembre 2014, nell'amichevole Italia-Paesi Bassi (2-0), indossa la fascia di capitano dopo l'uscita dal campo di De Rossi.[87] Cinque giorni dopo, nell'ambito delle qualificazioni all'Europeo 2016, sigla alla Norvegia il suo terzo gol in azzurro,[88] mentre il 18 novembre seguente, nell'amichevole Italia-Albania (1-0) disputata a Genova,[89] per la prima volta scende in campo dal 1' come capitano della nazionale.[90] Il 31 maggio 2016 è inserito nella rosa dei 23 convocati per il campionato d'Europa 2016 in Francia.[91] Nell'esordio azzurro nella competizione, il 13 giugno, serve l'assist a Giaccherini per la rete d'apertura nel successo 2-0 sul Belgio.[92] Il 27 dello stesso mese, è nominato uomo-partita dall'UEFA[93] in occasione della sfida degli ottavi vinta dall'Italia 2-0 sulla Spagna campione continentale in carica.[94] Nel match dei quarti di finale contro la Germania realizza dal dischetto il gol dell'1-1, tuttavia nell'epilogo ai tiri di rigore è tra gli azzurri che non riescono a mettere a segno il proprio tentativo, sancendo l'eliminazione italiana.[95]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 27 novembre 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005-2006 Italia Inter A 1 0 CI 0 0 UCL 0 0 SI 0 0 1 0
2006-2007 A 0 0 CI 3 0 UCL 0 0 SI 0 0 3 0
Totale Inter 1 0 3 0 0 0 0 0 4 0
2007-2008 Italia Treviso B 27 2 CI 0 0 - - - - - - 27 2
2008-gen. 2009 B 13 2 CI 1 0 - - - - - - 14 2
Totale Treviso 40 4 1 0 - - - - 41 4
gen.-giu. 2009 Italia Pisa B 18 1 CI 0 0 - - - - - - 18 1
2009-2010 Italia Bari A 38 1 CI 1 0 - - - - - - 39 1
2010-2011 Italia Juventus A 34 2 CI 2 0 UEL 8[96] 1[97] - - - 44 3
2011-2012 A 32 2 CI 5 0 - - - - - - 37 2
2012-2013 A 33 0 CI 4 0 UCL 10 1 SI 1 0 48 1
2013-2014 A 29 2 CI 1 0 UCL+UEL 6+7 0+1 SI 1 0 44 3
2014-2015 A 34 3 CI 4 1 UCL 13 0 SI 1 0 52 4
2015-2016 A 36 3 CI 4 0 UCL 8 0 SI 1 0 49 3
2016-2017 A 12 1 CI 0 0 UCL 5 1 SI 0 0 17 2
Totale Juventus 209 13 20 1 57 4 4 0 290 18
Totale carriera 306 19 25 1 57 4 4 0 392 24

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
3-3-2010 Monaco Italia Italia 0 – 0 Camerun Camerun Amichevole - Ammonizione al 88’ 88’
3-6-2010 Bruxelles Italia Italia 1 – 2 Messico Messico Amichevole 1 Ammonizione al 16’ 16’
10-8-2010 Londra Italia Italia 0 – 1 Costa d'Avorio Costa d'Avorio Amichevole - Ammonizione al 83’ 83’
3-9-2010 Tallinn Estonia Estonia 1 – 2 Italia Italia Qual. Euro 2012 1
7-9-2010 Firenze Italia Italia 5 – 0 Fær Øer Fær Øer Qual. Euro 2012 -
8-10-2010 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 0 Italia Italia Qual. Euro 2012 -
12-10-2010 Genova Italia Italia 3 – 0 tav Serbia Serbia Qual. Euro 2012 -
17-11-2010 Klagenfurt am Wörthersee Romania Romania 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
9-2-2011 Dortmund Germania Germania 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
25-3-2011 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2012 -
29-3-2011 Kiev Ucraina Ucraina 0 – 2 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 76’ 76’
10-8-2011 Bari Italia Italia 2 – 1 Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 77’ 77’
7-10-2011 Belgrado Serbia Serbia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2012 -
1-6-2012 Zurigo Italia Italia 0 – 3 Russia Russia Amichevole -
10-6-2012 Danzica Spagna Spagna 1 – 1 Italia Italia Euro 2012 - 1º turno - Ammonizione al 66’ 66’
14-6-2012 Poznań Italia Italia 1 – 1 Croazia Croazia Euro 2012 - 1º turno -
18-6-2012 Poznań Italia Italia 2 – 0 Irlanda Irlanda Euro 2012 - 1º turno - Ingresso al 57’ 57’
24-6-2012 Kiev Inghilterra Inghilterra 0 – 0 dts
(2 - 4 dcr)
Italia Italia Euro 2012 - Quarti di finale -
28-6-2012 Varsavia Germania Germania 1 – 2 Italia Italia Euro 2012 - Semifinale - Ammonizione al 60’ 60’
1-7-2012 Kiev Spagna Spagna 4 – 0 Italia Italia Euro 2012 - Finale -
7-9-2012 Sofia Bulgaria Bulgaria 2 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
11-9-2012 Modena Italia Italia 2 – 0 Malta Malta Qual. Mondiali 2014 -
12-10-2012 Erevan Armenia Armenia 1 – 3 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 14’ 14’
14-11-2012 Parma Italia Italia 1 – 2 Francia Francia Amichevole - Ingresso al 47’ 47’
21-3-2013 Ginevra Italia Italia 2 – 2 Brasile Brasile Amichevole -
26-3-2013 Ta' Qali Malta Malta 0 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
7-6-2013 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 0 – 0 Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
11-6-2013 Rio de Janeiro Italia Italia 2 – 2 Haiti Haiti Amichevole -
22-6-2013 Salvador Italia Italia 2 – 4 Brasile Brasile Conf. Cup 2013 - 1º turno -
27-6-2013 Fortaleza Spagna Spagna 0 – 0 dts
(7 - 6 dcr)
Italia Italia Conf. Cup 2013 - Semifinale -
30-6-2013 Salvador Uruguay Uruguay 2 – 2 dts
(2 - 3 dcr)
Italia Italia Conf. Cup 2013 - Finale 3º posto - Ingresso al 96’ 96’
6-9-2013 Palermo Italia Italia 1 – 0 Bulgaria Bulgaria Qual. Mondiali 2014 -
10-9-2013 Torino Italia Italia 2 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Mondiali 2014 -
15-10-2013 Napoli Italia Italia 2 – 2 Armenia Armenia Qual. Mondiali 2014 -
15-11-2013 Milano Italia Italia 1 – 1 Germania Germania Amichevole -
31-5-2014 Londra Italia Italia 0 – 0 Irlanda Irlanda Amichevole -
4-6-2014 Perugia Italia Italia 1 – 1 Lussemburgo Lussemburgo Amichevole - Uscita al 79’ 79’
24-6-2014 Natal Italia Italia 0 – 1 Uruguay Uruguay Mondiali 2014 - 1º turno -
4-9-2014 Bari Italia Italia 2 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
9-9-2014 Oslo Norvegia Norvegia 0 – 2 Italia Italia Qual. Euro 2016 1
10-10-2014 Palermo Italia Italia 2 – 1 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Euro 2016 -
13-10-2014 Ta' Qali Malta Malta 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2016 - Red card.svg 73’
18-11-2014 Genova Italia Italia 1 – 0 Albania Albania Amichevole - Cap. Uscita al 81’ 81’
28-3-2015 Sofia Bulgaria Bulgaria 2 – 2 Italia Italia Qual. Euro 2016 -
31-3-2015 Torino Italia Italia 1 – 1 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
12-6-2015 Spalato Croazia Croazia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2016 -
16-6-2015 Ginevra Italia Italia 0 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole -
3-9-2015 Firenze Italia Italia 1 – 0 Malta Malta Qual. Euro 2016 -
6-9-2015 Palermo Italia Italia 1 – 0 Bulgaria Bulgaria Qual. Euro 2016 -
10-10-2015 Baku Azerbaigian Azerbaigian 1 – 3 Italia Italia Qual. Euro 2016 -
13-10-2015 Roma Italia Italia 2 – 1 Norvegia Norvegia Qual. Euro 2016 -
13-11-2015 Bruxelles Belgio Belgio 3 – 1 Italia Italia Amichevole - Uscita al 90+2’ 90+2’
17-11-2015 Bologna Italia Italia 2 – 2 Romania Romania Amichevole -
24-3-2016 Udine Italia Italia 1 – 1 Spagna Spagna Amichevole -
29-3-2016 Monaco di Baviera Germania Germania 4 – 1 Italia Italia Amichevole - Uscita al 64’ 64’
29-5-2016 Ta' Qali Italia Italia 1 – 0 Scozia Scozia Amichevole -
6-6-2016 Verona Italia Italia 2 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole -
13-6-2016 Lione Belgio Belgio 0 – 2 Italia Italia Euro 2016 - 1º turno - Ammonizione al 78’ 78’
18-6-2016 Tolosa Italia Italia 1 – 0 Svezia Svezia Euro 2016 - 1º turno -
22-6-2016 Lille Italia Italia 0 – 1 Irlanda Irlanda Euro 2016 - 1º turno - Cap.
27-6-2016 Saint-Denis Italia Italia 2 – 0 Spagna Spagna Euro 2016 - Ottavi di finale -
2-7-2016 Bordeaux Germania Germania 1 – 1 dts
(6 - 5 dcr)
Italia Italia Euro 2016 - Quarti di finale 1
5-9-2016 Haifa Israele Israele 1 – 3 Italia Italia Qual. Mondiali 2018 -
6-10-2016 Torino Italia Italia 1 – 1 Spagna Spagna Qual. Mondiali 2018 - Ammonizione al 86’ 86’
9-10-2016 Skopje Macedonia Macedonia 2 – 3 Italia Italia Qual. Mondiali 2018 -
12-11-2016 Vaduz Liechtenstein Liechtenstein 0 – 4 Italia Italia Qual. Mondiali 2018 -
15-11-2016 Milano Italia Italia 0 – 0 Germania Germania Amichevole -
Totale Presenze (22º posto) 67 Reti 4

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Leonardo Bonucci, su juventus.com. URL consultato il 4 novembre 2016.
  2. ^ Stefano Dolci, Buffon miglior italiano nella Top 100 del Guardian, c'è spazio anche per Totti, Pirlo e Giovinco, su it.eurosport.com, 24 dicembre 2015.
  3. ^ (EN) Mark Doyle, No wonder Guardiola loves him! Bonucci is now the best defender in the world, su goal.com, 16 giugno 2016.
  4. ^ a b La squadra della stagione di UEFA Europa League, su it.uefa.com, 30 maggio 2014.
  5. ^ a b La Signora fa incetta di premi al Gran Galà del Calcio, su juventus.com, 14 dicembre 2015.
  6. ^ Anche noto come «BBBC» includendo il portiere Gianluigi Buffon, cfr. Fabio Balaudo, Juve: con Benatia si punta all'Europa?, su it.uefa.com, 15 luglio 2016.
  7. ^ Paolo Menicucci, Chiellini e Bonucci sul trio BBC made in Italy, su it.uefa.com, 8 giugno 2016.
  8. ^ I due quinquenni, Juventus Football Club.
  9. ^ Simona Granieri, Altro matrimonio in casa Juve: Bonucci sposa la sua Martina, su ilpallonaro.com, 19 giugno 2011.
  10. ^ Massimo Galanto, Leonardo Bonucci e Martina Maccari genitori: è nato Lorenzo, su starlettime.com, 8 luglio 2012.
  11. ^ Ilaria Zanchetta, Leonardo Bonucci figlio: è nato il piccolo Matteo, l'annuncio su twitter, su sport.leonardo.it, 14 maggio 2014.
  12. ^ Marco Gobattoni, Calcio, Riccardo Bonucci racconta Leo: «Giocavo meglio io, ma guai a dirglielo», su ilmessaggero.it, 16 gennaio 2014.
  13. ^ Deferiti 13 club e 45 tesserati, in La Gazzetta dello Sport, 27 luglio 2012, p. 32.
  14. ^ "Tre anni e sei mesi a Bonucci", su sportmediaset.it, 3 agosto 2012.
  15. ^ Andrea Prete, Dieci mesi a Conte, assolti Pepe e Bonucci, su eurosport.yahoo.com, 10 agosto 2012. (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2013).
  16. ^ Scommesse: nuova inchiesta a Bari, su sportmediaset.it, 18 agosto 2012.
  17. ^ Riunione lunedì 21 agosto 2012 (PDF), su figc.it, Federazione Italiana Giuoco Calcio, 21 agosto 2012.
  18. ^ Scommesse: Conte, nessuno sconto, su sportmediaset.it, 22 agosto 2012.
  19. ^ Conte, il PM chiede la proroga, su sportmediaset.it, 30 novembre 2012.
  20. ^ Francesco Ceniti, Caccia alle combine, in La Gazzetta dello Sport, 20 luglio 2013, p. 15.
  21. ^ Marco Mensurati e Giuliano Foschini, Calcioscommesse: pm Cremona chiude indagini. Verso il rinvio a giudizio per 130, su repubblica.it, 9 febbraio 2015.
  22. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t Fabio Barcellona, Avanguardia Bonucci, su ultimouomo.com, 21 giugno 2016.
  23. ^ Bonucci e Martinez bianconeri. Spesi 27,5 milioni!, su tuttomercatoweb.com, 1º luglio 2010.
  24. ^ (EN) Jonathan Wilson, Serie A: Pass and press is secret of Juve's success, su betting.betfair.com, 3 gennaio 2013.
  25. ^ a b c d e (EN) Blair Newman, Leonardo Bonucci: the man who handles attacks at Juventus and in Ferrari garages, su theguardian.com, 16 marzo 2016.
  26. ^ a b c d Marco D'Ottavi, Perché Bonucci è uno dei calciatori più odiati d'Italia?, su vice.com, 30 marzo 2016.
  27. ^ Baluardo in difesa e assist-man in partita, Bonucci è implacabile anche nel post-gara: "Lazio? Abbiamo dimostrato di essere più forti", su goal.com, 31 agosto 2013.
  28. ^ Bonucci, carisma, fedeltà, (bei) gol. Ecco l'uomo-Juve, su gazzetta.it, 24 novembre 2016.
  29. ^ Jacopo Gerna, Siviglia-Juve, Bonucci segna e trascina: chi è meglio di lui?, su gazzetta.it, 23 novembre 2016.
  30. ^ Galli: «Bonucci ha le qualità per essere il nuovo Scirea», su tuttosport.com, 6 settembre 2010.
  31. ^ Guardiola dopo Juventus-Bayern Monaco: "Bonucci è uno dei miei giocatori preferiti da sempre", su it.eurosport.com, 25 febbraio 2016.
  32. ^ a b Matteo Dalla Vite, Inter, ecco chi ti da Ausilio, in La Gazzetta dello Sport, 11 marzo 2014, p. 14.
  33. ^ Luca Pessina, Bonucci: "Ricordo il mio esordio all'Inter. Era...", su fcinternews.it, 10 gennaio 2014.
  34. ^ Lo scudetto 2006 è dell'Inter, su gazzetta.it, 26 luglio 2006.
  35. ^ Francesco Oddi, Campionato Primavera 2006-07, su campionatoprimavera.com, 19 maggio 2007.
  36. ^ Riccardo Pratesi, Pari Inter, ancora Roma all'orizzonte, su gazzetta.it, 1º febbraio 2007.
  37. ^ Mercato: Thiago Motta all'Inter sino al 2013, su inter.it, 1º luglio 2009.
  38. ^ Mercato, preso il portiere Padelli, su asbari.it, 2 luglio 2009. (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2012).
  39. ^ Si scomodano paragoni illustri per i baby del Bari: "Ranocchia-Bonucci come Baresi-Costacurta", su goal.com, 27 ottobre 2009.
  40. ^ Alessandro Ruta, Il Bari torna a sorridere. Palermo, quante ingenuità, su gazzetta.it, 30 gennaio 2010.
  41. ^ Enzo Tamborra, Il 2009 l'anno d'oro per il Bari, gol, punti e qualità del gioco, su bari.repubblica.it, 27 dicembre 2009.
  42. ^ a b c d e f (EN) Sam Lopresti, Leonardo Bonucci's Evolution as a Leader Key for Italy in Euro 2016, su bleacherreport.com, 2 giugno 2016.
  43. ^ a b Bonucci e Ranocchia, quanto tempo è passato, su blog.betclic.it, 7 maggio 2016.
  44. ^ Gessi Adamoli, Criscito resta al Genoa, Bonucci alla Juventus, su genova.repubblica.it, 24 giugno 2010.
  45. ^ Accordo con l'A.S. Bari per l'acquisto a titolo definitivo del calciatore Leonardo Bonucci (PDF), su juventus.com, Juventus Footbal Club, 1º luglio 2010.
  46. ^ Shamrock-Juventus 0-2: La Vecchia Signora parte col piede giusto... quello di Amauri, su goal.com, 29 luglio 2010.
  47. ^ Bonucci-Amauri, la Juve soffre e vince 2-1 a Graz, su tuttosport.com, 19 agosto 2010.
  48. ^ Riccardo Pratesi, Juve, che brutta partenza!. Un grande Bari la castiga, su gazzetta.it, 29 agosto 2010.
  49. ^ Riccardo Pratesi, La Juve sfrutta l'occasione, vince 2-0 a Palermo: è prima!, su gazzetta.it, 7 aprile 2012.
  50. ^ Riccardo Pratesi, Vucinic e autogol, delirio Juve Per i bianconeri è il 28° scudetto, su gazzetta.it, 6 maggio 2012.
  51. ^ Riccardo Pratesi, La Supercoppa è della Juve. 4-2 al Napoli dopo 120', su gazzetta.it, 11 agosto 2012.
  52. ^ Bonucci: "L'assenza del tifo ci ha condizionato", su eurosport.yahoo.com, 2 ottobre 2012. (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2013).
  53. ^ Riccardo Pratesi, Juventus, scudetto bis: 1-0 sul Palermo, su gazzetta.it, 5 maggio 2013.
  54. ^ Statistiche Stagione 2012/13 - Presenze, su myjuve.it.
  55. ^ Maurizio Nicita, Supercoppa, Juventus super: 4-0 alla Lazio con gol di Pogba, Chiellini, Lichtsteiner e Tevez, su gazzetta.it, 18 agosto 2013.
  56. ^ Riccardo Pratesi, Europa League: Lione-Juventus 0-1: risolve Bonucci nel finale, infortunio a Tevez, su gazzetta.it, 3 aprile 2014.
  57. ^ Andrea Pugliese, Catania-Roma 4-1. Doppietta di Izco, gol di Totti, Bergessio e Barrientos. È scudetto Juve, su gazzetta.it, 4 maggio 2014.
  58. ^ Jacopo Manfredi, Juventus-Roma 3-2, Bonucci piega i giallorossi, su repubblica.it, 5 ottobre 2014.
  59. ^ Camillo Demichelis, Bonucci: "Orgoglioso delle 200 presenze in bianconero. Ora si guarda avanti con fame di altri successi", su tuttojuve.com, 26 gennaio 2014.
  60. ^ Stefano Cantalupi, Sampdoria-Juventus 0-1: Vidal, è festa scudetto, su gazzetta.it, 2 maggio 2015.
  61. ^ Jacopo Gerna, Juve infinita, vince la 10ª Coppa Italia: Matri piega la Lazio ai supplementari, su gazzetta.it, 20 maggio 2015.
  62. ^ Paolo Menicucci, Tris Barcellona, la Juve deve inchinarsi, su uefa.com, 6 giugno 2015.
  63. ^ Stefano Cieri, Juventus-Lazio 2-0: Mandzukic-Dybala, Allegri fa festa con i nuovi, su gazzetta.it, 8 agosto 2015.
  64. ^ Francesco Bramardo, Juventus-Frosinone 1-1: Blanchard nel recupero risponde al gol di Zaza, su gazzetta.it, 23 settembre 2015.
  65. ^ Juve, Bonucci amaro: «Peccato, volevo vincere da capitano», su tuttosport.com, 24 settembre 2015.
  66. ^ Jacopo Manfredi, Coppa Italia, Inter a un soffio dall'impresa: Juventus in finale solo ai rigori, su repubblica.it, 3 marzo 2016.
  67. ^ Jacopo Gerna, Milan-Juve 0-1, Morata-gol: Coppa Italia ad Allegri, trionfo ai supplementari, su gazzetta.it, 21 maggio 2016.
  68. ^ Alberto Mauro, Juventus, uno scudetto thrilling: dalla crisi iniziale al record di vittorie, su gazzetta.it, 25 aprile 2016.
  69. ^ Timothy Ormezzano, Juventus campione d'Italia: a Vinovo esplode la festa. Allegri: "Sono ancora più orgoglioso", su repubblica.it, 25 aprile 2016.
  70. ^ Juventus storica: secondo "double" di fila, nessuno vi era mai riuscito, su goal.com, 21 maggio 2016.
  71. ^ Andrea Tundo, Juventus campione d'Italia per la quinta volta consecutiva. Solo due precedenti: sempre la Signora e il Grande Torino, su ilfattoquotidiano.it, 25 aprile 2016.
  72. ^ Amichevole Italia-Camerun. Tre le novità di Lippi: Sirigu, Bonucci e Cossu, su figc.it, 28 febbraio 2010.
  73. ^ Riccardo Pratesi, L'Italia sbatte sul Camerun. Tante prove, zero emozioni, su gazzetta.it, 3 marzo 2010.
  74. ^ Maurizio Nicita, Non è ancora un'Italia Mondiale, il Messico ci dà due schiaffi, su gazzetta.it, 3 giugno 2010.
  75. ^ Favola Bonucci, da ripiego a Mondiale, su ansa.it, 1º giugno 2010.
  76. ^ Riccardo Pratesi, Cassano spegne l'Estonia, rimonta Italia con orgoglio, su gazzetta.it, 3 novembre 2010.
  77. ^ Luca Gelmini, Italia-Spagna: azzurri col cuore, finisce 1-1, su corriere.it, 10 giugno 2012.
  78. ^ Alvaro Moretti, L'Italia crolla in finale. Spagna campione d'Europa, su tuttosport.com, 1º luglio 2012.
  79. ^ Inviata alla FIFA la lista per la Confederations Cup: c'è anche Barzagli, su figc.it, 3 giugno 2013.
  80. ^ Riccardo Pratesi, Confederations, Spagna-Italia 7-6: i rigori beffano gli azzurri, su gazzetta.it, 27 giugno 2013.
  81. ^ Riccardo Pratesi, Confederations, Italia-Uruguay 5-4 dopo i rigori, Buffon ne para tre, azzurri terzi, su gazzetta.it, 30 giugno 2013.
  82. ^ (EN) Mark Doyle, Juventus have won the Azzurri three World Cups, now ItalJuve set their sights on the Euros, su goal.com, 8 giugno 2012.
  83. ^ Ital-Juve alla Confederation Cup, su juventus.com, 4 giugno 2013.
  84. ^ Mondiali 2014 Italia, ecco la lista dei convocati. C'è Insigne, Rossi out, su corrieredellosport.it, 1º giugno 2014.
  85. ^ Stefano Cantalupi, Mondiali addio: Italia-Uruguay 0-1, gol decisivo di Godin, espulso Marchisio, su gazzetta.it, 24 giugno 2014.
  86. ^ Conte è il nuovo c.t. della Nazionale. Tavecchio: "Un condottiero", su gazzetta.it, 14 agosto 2014.
  87. ^ Angelo Proietti, Amichevole Italia–Olanda, fascia di capitano per Leonardo Bonucci, su tusciaweb.eu, 5 settembre 2014.
  88. ^ Valerio Clari, Euro 2016, qualificazioni. Norvegia-Italia 0-2. Gol di Zaza e Bonucci, su gazzetta.it, 9 settembre 2014.
  89. ^ Stefano Cantalupi, Italia-Albania 1-0, gol di Okaka. Emozione per Acerbi, su gazzetta.it, 18 novembre 2014.
  90. ^ Alessandro De Padova, Italia-Albania, sarà Bonucci il capitano azzurro, su calcioweb.eu, 18 novembre 2014.
  91. ^ Inizia il "Sogno Azzurro": su Rai 1 ufficializzata la lista dei convocati per l'Europeo, su figc.it, 31 maggio 2016.
  92. ^ Paolo Menicucci, L'Italia parte forte contro il Belgio, su it.uefa.com, 13 giugno 2016.
  93. ^ Tutti i Man of the Match a EURO 2016, su uefa.com, 27 giugno 2016.
  94. ^ Stefano Cantalupi, Italia-Spagna 2-0, Chiellini-Pellè, festa azzurra: siamo ai quarti di Euro 2016, su gazzetta.it, 27 giugno 2016.
  95. ^ Mattia Fontana, Euro 2016, Darmian tradisce l'Italia ai rigori: Germania in semifinale grazie a Neuer, su it.eurosport.com, 2 luglio 2016.
  96. ^ 4 presenze nei preliminari.
  97. ^ Gol segnato nei preliminari
  98. ^ Assegnato a tavolino dopo le sentenze del processo di Calciopoli.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]