Tackle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il tackle («contrasto» in inglese) è un'azione tipica degli sport di squadra che prevedono contatto fisico.

Football americano[modifica | modifica wikitesto]

Nel football americano, è un placcaggio effettuato dall'atleta per bloccare un avversario atterrandolo: il tackle eseguito da un unico giocatore è detto «solo», mentre quello compiuto da più elementi viene chiamato «assist».[1]

Un tackle doppio (assist) in una gara di football.

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Nel calcio viene così chiamato il contrasto con cui il calciatore tenta di sottrarre il pallone all'avversario.[2]

Il nome si riferisce anche all'intervento in scivolata, la cui invenzione è attribuita a Schiaffino.[3] Se l'esecutore, nel commettere l'intervento, colpisce prima l'avversario della palla, si rende autore di un fallo.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tom Capozzoli, Football Americano, Roma, Edizioni Mediterranee, 1986, p. 171.
  2. ^ a b Fulvio Bianchi, Attenti al tackle da dietro a lezione dal prof. Collina, su repubblica.it, 10 giugno 1998.
  3. ^ Fabio Bianchi, Gaetano Imparato e Alberto Cerruti, «Aveva il senso della squadra», in La Gazzetta dello Sport (Montevideo), 14 novembre 2002.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport