Tackle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un doppio tackle (assist) eseguito dai giocatori in maglia bianca durante una gara di football.

Il tackle («contrasto» in inglese) è un'azione tipica degli sport di squadra in cui è previsto il contatto fisico.[1]

Football americano[modifica | modifica wikitesto]

Nel football americano e nel rugby, consiste in un placcaggio che un giocatore effettua sull'avversario in possesso di palla.[1] Se eseguito da un singolo atleta è chiamato «solo», mentre viene definito «assist» un placcaggio collettivo.[2]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

Nel calcio viene così chiamato l'intervento, in scivolata, con cui il calciatore tenta di sottrarre il pallone all'avversario che ne è in possesso.[1][3] L'invenzione dei tackle è attribuita all’Italiano Schiaffino.[4]

Si tratta di un intervento particolarmente rischioso poiché se il giocatore, nell'eseguire la scivolata, colpisce un avversario anziché il pallone commette un fallo da ammonizione.[1] Il tackle da dietro viene invece sanzionato con il cartellino rosso.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Claudio Ferretti e Augusto Frasca, Enciclopedia dello Sport, Garzanti Libri, 2008, p. 1670, ISBN 9788811505228.
  2. ^ (EN) Tackle Assists, su sportingcharts.com.
  3. ^ Mauro Casaccia, Gli uomini del tackle (compresa la cabezona), su ilsecoloxix.it, 21 luglio 2010.
  4. ^ Fabio Bianchi, Gaetano Imparato e Alberto Cerruti, «Aveva il senso della squadra», in La Gazzetta dello Sport, 14 novembre 2002.
  5. ^ Fulvio Bianchi, Attenti al tackle da dietro a lezione dal prof. Collina, su repubblica.it, 10 giugno 1998.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85131860
Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport