Alessio Cragno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessio Cragno
Fenerbahçe - Cagliari Calcio 20170807 (221) (cropped).jpg
Cragno con la maglia del Cagliari nel 2017
Nazionalità Italia Italia
Altezza 184 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Squadra Cagliari
Carriera
Giovanili
2003-2006600px Giallo e Rosso Strisce-Flag.svg Polisportiva Sieci
2006-2008600px Giallo e Rosso Strisce-Flag.svg Cattolica Virtus
2009-2012Brescia
Squadre di club1
2012-2014Brescia32 (-44)
2014-2016Cagliari14 (-26)
2016Virtus Lanciano18 (-24)[1]
2016-2017Benevento33 (-30)[2]
2017-Cagliari112 (-172)
Nazionale
2009-2010Italia Italia U-176 (-7)
2010-2011Italia Italia U-189 (-8)
2011-2012Italia Italia U-1911 (-14)
2012-2013Italia Italia U-209 (-2)
2014-2017Italia Italia U-2112 (-2)
2020-Italia Italia1 (0)
Palmarès
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Bronzo Polonia 2017
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'8 aprile 2021

Alessio Cragno (Fiesole, 28 giugno 1994) è un calciatore italiano, portiere del Cagliari e della nazionale italiana.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Portiere affidabile,[3] compensa l'altezza poco elevata per il ruolo che ricopre (184 cm) con una grande esplosività di gambe,[4][5] reattività[3] e capacità di leggere le situazioni.[3][5] Abile sia tra i pali sia nelle uscite aeree[6] – fondamentale, quest'ultimo, che ha affinato negli anni[7] –, si distingue per l'ottima scelta di tempo negli interventi,[6] il coraggio[8] e la personalità.[6] Nonostante una discreta padronanza nel gioco con i piedi, caratteristica andata anch'essa migliorando nel tempo,[9] preferisce spesso affidarsi al lancio lungo piuttosto che ai passaggi corti,[5] sebbene sia in grado di interpretare il ruolo anche nella sua versione più moderna, impostando l'inizio della manovra dalle retrovie.[10] A questo va aggiunta una certa propensione a parare i calci di rigore.[5]

Per via del ruolo ricoperto è soprannominato L'Uomo Cragno, con una crasi tra il suo cognome e quello del supereroe Marvel.[11]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi e le giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Muove i primi passi nella Polisportiva Sieci, squadra dilettantistica della piccola frazione de Le Sieci, in provincia di Firenze. All'età di 13 anni passa al San Michele Cattolica Virtus, società nella quale in passato mossero i primi passi i calciatori Paolo Rossi e Andrea Barzagli[12].

Brescia[modifica | modifica wikitesto]

Scoperto da alcuni osservatori del Brescia,[12] si trasferisce nel club lombardo per la stagione 2009-10, disputando da titolare il campionato negli Allievi Nazionali. Debutta in Serie B con la maglia delle Rondinelle il 25 settembre 2012, a 18 anni, in Brescia-Modena (2-1); totalizza 2 presenze. Nella stagione successiva diventa il portiere titolare e disputa 30 partite in campionato.[13]

Cagliari[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 luglio 2014 il Cagliari acquista il giocatore a titolo definitivo.[14] Il 23 agosto 2014 Cragno fa il suo esordio da titolare nella partita contro il Catania, valida per il terzo turno di Coppa Italia, riuscendo a mantenere la porta inviolata.[15] Il 21 settembre 2014, a 20 anni, esordisce in Serie A in occasione della partita Roma-Cagliari (2-0) disputata allo Stadio Olimpico[16]. Dopo aver vinto il ballottaggio iniziale con Simone Colombi, disputa da titolare la prima parte della stagione, finisce tuttavia in panchina dopo l'arrivo di Brkić a gennaio, e la stagione si conclude con la retrocessione del club.[17]

L'anno seguente rimane al Cagliari in Serie B, come secondo portiere dietro Marco Storari. Disputa la sua prima partita il 3 dicembre 2015, nella gara del quarto turno di Coppa Italia vinta 1-0 in trasferta contro il Sassuolo.[18]

I prestiti al Lanciano e al Benevento[modifica | modifica wikitesto]

Durante il mercato invernale 2016 viene ceduto in prestito alla Virtus Lanciano in Serie B per giocare come titolare.[19] Esordisce il 30 gennaio 2016, nella sconfitta 3-0 contro il Trapani.[20] Ottiene 18 presenze in campionato, ma nonostante le sue ottime prestazioni la squadra abruzzese retrocede in Lega Pro dopo aver perso entrambi gli scontri play-out contro la Salernitana.

Tornato al Cagliari, il 15 luglio 2016 il portiere fiesolano viene girato in prestito al Benevento, club neo-promosso in Serie B. Esordisce il 7 agosto nella partita del 2º turno di Coppa Italia persa ai rigori contro la Salernitana allo stadio Vigorito. A fine stagione ottiene 39 presenze complessive con 32 gol subiti, e contribuisce alla vittoria dei play-off tramite i quali il Benevento viene promosso in Serie A.[17]

Il ritorno in Sardegna[modifica | modifica wikitesto]

Nelle stagione 2017-2018 ritorna al Cagliari,[17] imponendosi come portiere titolare della formazione rossoblù. Disputa 29 partite in Serie A - oltre a una presenza in Coppa Italia - mantenendo la porta inviolata in 7 occasioni. La squadra, allenata prima da Rastelli e successivamente da Lopez, resta nella massima serie grazie al 16º posto finale.

Nella stagione 2018-2019 Cragno si impone come uno dei migliori portieri del campionato: vince il Premio Apport come Miglior portiere della Serie A, venendo votato dall'Associazione Italiana dei Preparatori dei Portieri;[21] viene inoltre inserito dal sito WhoScored nella top-11 europea della stagione, risultando il miglior estremo difensore del continente per media voto.[22] A fine stagione risulta il calciatore con il maggior numero di minuti disputati in campionato (3686) e il portiere con il maggior numero di parate effettuate (152).[23]

Dopo avere rinnovato il proprio contratto con il club isolano sino al 2024,[24] il 7 agosto 2019, durante l'amichevole giocata a Istanbul contro il Fenerbahçe, si infortuna nel finale di gara a causa di una parata compiuta in occasione di un calcio di punizione per la squadra turca. La diagnosi ha richiesto l'intervento alla spalla destra, eseguito il 7 settembre.[25] Dopo un mese di terapie a Roma, il giocatore rientra a Cagliari dove prosegue nel recupero. Torna in campo il 26 gennaio 2020 nella gara pareggiata 1-1 contro l'Inter.[26] Termina il campionato 2019/2020 - sospeso alcuni mesi a causa del Coronavirus - al 14º posto, risultando ancora uno dei migliori portieri della lega. A fine anno solare risulta il portiere con più parate effettuate nel 2020 nei top-5 campionati europei.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha vestito le maglie di tutte le nazionali giovanili italiane a partire dall'Under-17.

Ha esordito in nazionale Under-21 il 4 giugno 2014, subentrando a Francesco Bardi nel secondo tempo della partita amichevole Italia-Montenegro (4-0) disputata a Castel di Sangro. Entra quindi stabilmente nel giro degli Azzurrini ma non viene convocato per l'Europeo Under-21 2015.

All'inizio del biennio successivo viene scelto come portiere titolare; nel 2016, tuttavia, viene superato nella gerarchia da Gianluigi Donnarumma, che passa poi in nazionale maggiore ad agosto dello stesso anno. Viene convocato per l'Europeo Under-21 2017 in Polonia come secondo portiere, proprio dietro a Donnarumma.[17]

Il 1º settembre 2018 riceve la sua prima convocazione in nazionale, dal CT Roberto Mancini che lo inserisce tra i convocati per le due sfide inaugurali della Nations League 2018-2019.[27] Il debutto in nazionale arriva il 7 ottobre 2020, a 26 anni, quando sostituisce Salvatore Sirigu nel secondo tempo della partita amichevole vinta 6-0 contro la Moldavia a Firenze.[28]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 8 aprile 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2012-2013 Italia Brescia B 2 -3 CI 0 0 - - - - 2 -3
2013-2014 B 30 -41 CI 1 -1 - - - - 31 -42
Totale Brescia 32 -44 1 -1 - - - - 33 -45
2014-2015 Italia Cagliari A 14 -26 CI 2 -4 - - - - 16 -30
2015-gen. 2016 B 0 0 CI 2 -3 - - - - 2 -3
gen.-giu. 2016 Italia Lanciano B 18+2[29] -24 + -5[29] CI - - - - - - 20 -29
Totale Lanciano 18+2 -24 + -5 - - - - - - 20 -29
2016-2017 Italia Benevento B 33+5[30] -30 + -2[30] CI 1 0 - - - - 39 -32
Totale Benevento 33+5 -30 + -2 1 0 - - - - 39 -32
2017-2018 Italia Cagliari A 29 -47 CI 1 -1 - - - - 30 -48
2018-2019 A 38 -54 CI 2 -3 - - - - 40 -57
2019-2020 A 16 -21 CI 0 0 - - - - 16 -21
2020-2021 A 29 -50 CI 0 0 - - - - 29 -50
Totale Cagliari 126 -198 7 -11 - - - - 133 -209
Totale carriera 216 -303 9 -12 - - - - 225 -315

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
7-10-2020 Firenze Italia Italia 6 – 0 Moldavia Moldavia Amichevole - Ingresso al 67’ 67’
Totale Presenze 1 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
4-6-2014 Castel di Sangro Italia Under-21 Italia 4 – 0 Montenegro Montenegro Under-21 Amichevole - Ingresso al 67’ 67’
12-8-2015 Telki Ungheria Under-21 Ungheria 0 – 0 Italia Italia Under-21 Amichevole - Uscita al 46’ 46’
8-9-2015 Reggio Emilia Italia Under-21 Italia 1 – 0 Slovenia Slovenia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 -
8-10-2015 Capodistria Slovenia Under-21 Slovenia 0 – 3 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 -
13-10-2015 Vicenza Italia Under-21 Italia 1 – 0 Irlanda Irlanda Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 -
13-11-2015 Novi Sad Serbia Under-21 Serbia 1 – 1 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 -1
17-11-2015 Castel di Sangro Italia Under-21 Italia 2 – 0 Lituania Lituania Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 -
10-8-2016 San Benedetto del Tronto Italia Under-21 Italia 0 – 0 Albania Albania Under-21 Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
2-9-2016 Vicenza Italia Under-21 Italia 1 – 1 Serbia Serbia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 -1
6-9-2016 La Spezia Italia Under-21 Italia 3 – 0 Andorra Andorra Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 -
11-10-2016 Kaunas Lituania Under-21 Lituania 0 – 0 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2017 -
14-11-2016 Bergamo Italia Under-21 Italia 0 – 0 Danimarca Danimarca Under-21 Amichevole -
Totale Presenze 12 Reti -2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Miglior giovane della Serie B: 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 20 (-29) se si comprendono le presenze nei play-out della Serie B 2015-2016.
  2. ^ 38 (-32) se si comprendono le presenze nei play-off della Serie B 2016-2017.
  3. ^ a b c Chimenti su Donnarumma e Cragno: "Portieri di grande affidabilità", su tuttomercatoweb.com, 15 settembre 2018. URL consultato il 4 agosto 2019.
  4. ^ Silvana Palazzo, Marchegiani: «Cragno esplosivo, ma deve migliorare», su cagliarinews24.com, 31 ottobre 2014. URL consultato il 31 ottobre 2014.
  5. ^ a b c d La continua evoluzione del ruolo del portiere, su numerosette.eu, 8 febbraio 2019. URL consultato il 4 agosto 2019.
  6. ^ a b c Alessio Pediglieri, Piccoli Buffon crescono: Alessio Cragno, il portiere con le ali scoperto da Zeman, su calcio.fanpage.it, 7 settembre 2016. URL consultato il 5 agosto 2019.
  7. ^ Cragno-Sirigu: compagni in azzurro, presto rivali alla Sardegna Arena, su cagliarinews24.com, 17 novembre 2018. URL consultato il 5 agosto 2019.
  8. ^ Cagliari, Cragno: "Io tra i pali per caso. Buffon e Casillas i miei idoli. Portieri pazzi? No, basta essere coraggiosi", su gianlucadimarzio.com. URL consultato il 5 agosto 2019.
  9. ^ Benevento, Baroni: "Cragno? E' migliorato con i piedi. Gli chiedo le cose che Sarri chiede a Reina", su tuttonapoli.net, 9 giugno 2017. URL consultato il 5 agosto 2019.
  10. ^ Claudio Savelli, Le mani dei giovani, su rivistaundici.com, 17 ottobre 2018. URL consultato il 5 agosto 2019.
  11. ^ Serie A 2017-2018, le migliori parate della stagione, su sport.sky.it, 25 marzo 2018.
  12. ^ a b Ghisoni, Nava.
  13. ^ Tutto su Cragno [collegamento interrotto], su cagliaricalcio.net, 12 luglio 2014. URL consultato il 28 novembre 2014.
  14. ^ Cragno al Cagliari, su cagliaricalcio.net, 12 luglio 2014. URL consultato il 28 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2014).
  15. ^ Il Cagliari passa il turno, su cagliaricalcio.net, 23 agosto 2014. URL consultato il 28 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 10 novembre 2014).
  16. ^ Serie A, Roma – Cagliari. All'Olimpico torna Zeman e viene sconfitto 2-0, su ilfattoquotidiano.it, 21 settembre 2014. URL consultato il 22 settembre 2014.
  17. ^ a b c d Cagliari, c'è il ritorno in porta di Cragno. Protagonista nella cavalcata Benevento, su gazzetta.it. URL consultato il 7 agosto 2020.
  18. ^ Sassuolo-Cagliari, Cragno al 90': «Vittoria dedicata a Dessena», su cagliarinews24.com, 3 dicembre 2015. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  19. ^ Cagliari, Cragno in prestito al Lanciano, su gazzetta.it, 26 gennaio 2016. URL consultato il 7 agosto 2020.
  20. ^ Virtus Lanciano-Trapani 0-3: esonerato D'Aversa, su abruzzonews.eu, 30 gennaio 2016. URL consultato il 7 agosto 2020.
  21. ^ Cragno vince il Premio Apport come miglior portiere della Serie A 2018/2019, su blogcagliaricalcio1920.net.
  22. ^ Cragno miglior portiere d'Europa secondo WhoScored, su cagliarinews24.com.
  23. ^ Serie A 2018/2019, tutte le statistiche dei portieri, su calciodangolo.com.
  24. ^ Cragno col Cagliari sino al 2024, su cagliaricalcio.com, 27 maggio 2019. URL consultato il 7 agosto 2020.
  25. ^ Cragno, il report medico: infortunio alla spalla, su cagliaricalcio.com.
  26. ^ Le pagelle di Inter-Cagliari 1-1: subito ottimo l'impatto di Young, su eurosport.it, 26 gennaio 2020. URL consultato il 27 gennaio 2020.
  27. ^ Nazionale, Mancini convoca Pellegri. Cinque le novità in Nations League, su corriere.it. URL consultato il 1º settembre 2018.
  28. ^ E’ un’Italia straripante: 6-0 alla Moldova, gli Azzurri danno spettacolo a Firenze, su figc.it. URL consultato l'8 ottobre 2020.
  29. ^ a b Play-out.
  30. ^ a b Play-off.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Ghisoni e Stefano Nava, La Giovane Italia 2012. Gli Under 19 in cui crediamo, con Guido Maconi, Milano, Indiscreto – Stefano Olivari Editore, 2012, ISBN 978-88-905062-7-7.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]