Guglielmo Vicario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Guglielmo Vicario
Nazionalità Italia Italia
Altezza 194 cm
Peso 83 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Squadra Empoli
Carriera
Giovanili
2012-2013Ancona Udine
2013-2014Udinese
Squadre di club1
2014-2015Fontanafredda30 (-46)
2015-2019Venezia77 (-72)[1]
2019-2020Perugia35 (-45)[2]
2020-2021Cagliari4 (-6)
2021-Empoli59 (-96)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 4 febbraio 2023

Guglielmo Vicario (Udine, 7 ottobre 1996) è un calciatore italiano, portiere dell'Empoli.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto tra Donatello, Bearzi, Cormor Calcio e Ancona Udine,[3][4] nel 2013 passa al settore giovanile dell'Udinese, squadra della sua città, venendo inserito nella rosa della Primavera, ma è chiuso da Alex Meret e da Simone Scuffet, indi per cui totalizza solo 4 presenze.[4] La stagione successiva viene pertanto mandato in prestito al Fontanafredda, in Serie D, la sua prima esperienza negli adulti.[4][5]

Nella stagione 2015-2016 si trasferisce in prestito al rinato Venezia di Joe Tacopina, che ripartiva sempre dalla Serie D, vincendo da titolare il campionato e conquistando la promozione in Lega Pro.[4] A fine stagione passa a titolo definitivo al Venezia. Nel 2016-2017, in terza serie, perde il ruolo di numero 1 a favore di Davide Facchin, ma disputa da titolare la vittoriosa Coppa Italia di Lega Pro dal secondo turno in poi fino alla finale contro il Matera, conquistando così il suo primo titolo. I lagunari vincono anche il campionato e ritornano in Serie B dopo 11 stagioni. Il terzo titolo stagionale fallisce con la sconfitta contro il Foggia nella partita decisiva della Supercoppa di Lega Pro, ove scende in campo da titolare.

In Serie B, nel 2017-2018, è ancora il portiere di riserva, questa volta alle spalle di Emil Audero e raccoglie 7 presenze in una stagione culminata al quinto posto in regular season e con l'eliminazione subita dal Palermo in semifinale play-off.[4] Nella stagione successiva, sempre nel campionato cadetto, diventa dalla quarta giornata il portiere titolare degli arancioneroverdi in una stagione positiva per lui ma non per i veneti. Il Venezia si piazza 15º in classifica ed è costretto al play-out contro la Salernitana, perso ai rigori nella sfida casalinga di ritorno. La retrocessione viene poi successivamente evitata con il ripescaggio in cadetteria successivamente all'esclusione del Palermo.[6]

Nonostante l'epilogo negativo con i lagunari, il 17 luglio 2019 viene acquistato a titolo definitivo dal Cagliari, società di Serie A,[7] che la settimana successiva lo cede in prestito secco per una stagione in Serie B al Perugia.[8][9] Titolare nel corso della stagione, a fine anno il club perugino retrocede in C ai rigori contro il Pescara ai play-out.

Terminato il prestito a Perugia fa ritorno a Cagliari per ricoprire il ruolo di vice-Cragno.[10] Debutta con i sardi il 28 ottobre 2020 in Coppa Italia contro la Cremonese.[11] Gioca la sua prima partita in Serie A l'11 aprile 2021 contro l'Inter, fornendo una buona prestazione ma senza evitare la sconfitta (1-0) dei sardi.[4][12]

Il 9 luglio dello stesso anno viene ceduto all'Empoli, neo promosso in Serie A con la formula del prestito con diritto di riscatto per 10 milioni di euro.[13][14][15] Durante la stagione 2021-2022, con la maglia degli azzurri, colleziona complessivamente 38 presenze, rendendosi utile per la permanenza della squadra in massima serie, segnalandosi per avere parato 5 rigori su 10 in stagione.[16] A fine campionato viene riscattato dal club toscano.[17][18]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 febbraio 2019 viene convocato con la B Italia, la rappresentativa Under-23 della Lega Serie B, per un incontro amichevole contro la Nazionale italiana Under-20 allo Stadio Benito Stirpe di Frosinone,[19] dove disputa i primi 45' della partita, terminata poi 2-2.[20]

Nel settembre del 2022, riceve la sua prima convocazione in nazionale maggiore dal CT Roberto Mancini, in vista delle partite della UEFA Nations League 2022-2023 contro Inghilterra e Ungheria.[21]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 12 novembre 2022.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2014-2015 Italia Fontanafredda D 30 -46 CI-D - - - - - - - - 30 -46
2015-2016 Italia Venezia D 36+2[22] -25 + -9[22] CI-D 0 0 - - - - - - 38 -34
2016-2017 LP 2 -1 CI-LP 7 -6 - - - S-LP 1 -4 10 -11
2017-2018 B 7 -5 CI 0 0 - - - - - - 7 -5
2018-2019 B 32+2[23] -40 + -2[23] CI 0 0 - - - - - - 34 -42
Totale Venezia 77+4 -71 + -11 7 -6 - - 1 -4 89 -92
2019-2020 Italia Perugia B 35+2[23] -45 + -3[23] CI 2 -1 - - - - - - 39 -49
2020-2021 Italia Cagliari A 4 -6 CI 3 -4 - - - - - - 7 -10
2021-2022 Italia Empoli A 38 -70 CI 1 -2 - - - - - - 39 -72
2022-2023 A 18 -22 CI 1 -2 - - - - - - 19 -24
Totale Empoli 56 -92 2 -4 - - 1 -4 58 -96
Totale carriera 198 -256 14 -15 - - 1 -4 212 -292

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Venezia: 2016-2017
Venezia: 2016-2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 81 (-82) se si comprendono Poule Scudetto di Serie D 2015-2016 e i play-out di Serie B 2018-2019.
  2. ^ 37 (-48) se si comprendono i play-out di Serie B 2019-2020.
  3. ^ Roberto Zanitti, IL PERSONAGGIO - Vicario: "Ho pianto con Buffon", in friuligol.it. URL consultato il 17 luglio 2019.
  4. ^ a b c d e f Cagliari, esordio in Serie A per il portiere Guglielmo Vicario contro l'Inter: la storia, su sport.sky.it. URL consultato l'11 aprile 2021.
  5. ^ Francesco Gottardi, Vicario, dai 'Fab Four' di Udine a Zenga: "Vi racconto il mio Venezia", in gianlucadimarzio.com, 22 novembre 2018. URL consultato il 17 luglio 2019.
  6. ^ Ufficiale, Palermo escluso dalla Serie B. Ripescato il Venezia, in La Gazzetta dello Sport, 12 luglio 2019. URL consultato il 17 luglio 2019.
  7. ^ Vicario al Cagliari, su cagliaricalcio.com, 17 luglio 2019. URL consultato il 17 luglio 2019.
  8. ^ Vicario al Perugia, su cagliaricalcio.com, 25 luglio 2019. URL consultato il 25 luglio 2019.
  9. ^ Guglielmo Vicario è biancorosso, su acperugiacalcio.com, 25 luglio 2019. URL consultato il 13 aprile 2021.
  10. ^ Cragno Azzurro, Dei: “Punto di partenza, Alessio vale almeno 20 milioni”, su centotrentuno.com, 7 ottobre 2020. URL consultato il 25 novembre 2020.
  11. ^ Cagliari qualificato, su cagliaricalcio.com, 28 ottobre 2020. URL consultato il 25 novembre 2020.
  12. ^ Serie A le pagelle Di Inter-Cagliari 1-0. Hakimi entra e spacca la partita, su eurosport.it, 11 aprile 2021. URL consultato l'11 aprile 2021.
  13. ^ Vicario all'Empoli, su cagliaricalcio.com, 9 luglio 2021. URL consultato il 9 luglio 2021.
  14. ^ Guglielmo Vicario è un nuovo calciatore azzurro!, su empolifc.com, 9 luglio 2021. URL consultato il 9 luglio 2021.
  15. ^ Fabio Ornano, Vicario, riscatto dell'Empoli a una cifra inferiore, su Calcio Casteddu, 8 giugno 2022. URL consultato il 19 giugno 2022.
  16. ^ Simone Cioni, Vicario, il para-rigori: così è diventato un big, su lanazione.it, 15 maggio 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  17. ^ Vicario all'Empoli, su cagliaricalcio.com, 18 giugno 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  18. ^ Guglielmo Vicario è dell’Empoli, su empolifc.com, 18 giugno 2022. URL consultato il 18 giugno 2022.
  19. ^ B Italia, 20 convocati per l’amichevole con l’Under 20, in legab.it. URL consultato il 17 luglio 2019.
  20. ^ B Italia-Under 20 finisce 2-2: spettacolo e gol a Frosinone, in legab.it. URL consultato il 17 luglio 2019.
  21. ^ Ventinove convocati per le gare con Inghilterra e Ungheria, prima chiamata per Provedel, Vicario e Mazzocchi, su Federazione Italiana Giuoco Calcio, 16 settembre 2022. URL consultato il 17 settembre 2022.
  22. ^ a b Poule scudetto.
  23. ^ a b c d Play-out.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]