Matthijs de Ligt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Matthijs de Ligt
Matthijs de Ligt 2018.jpg
De Ligt in riscaldamento prepartita all'Ajax nel 2018
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 189 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Juventus
Carriera
Giovanili
2006-2009600px Rosso e Blu Strisce-Flag.svg Abcoude
2009-2016Ajax
Squadre di club1
2016-2017Jong Ajax17 (1)
2016-2019Ajax77 (8)
2019-Juventus87 (8)
Nazionale
2014Paesi Bassi Paesi Bassi U-155 (0)
2014-2015Paesi Bassi Paesi Bassi U-168 (0)
2015-2016Paesi Bassi Paesi Bassi U-1714 (1)
2016-2017Paesi Bassi Paesi Bassi U-196 (0)
2017-Paesi Bassi Paesi Bassi38 (2)
Transparent.png UEFA Nations League
Argento Portogallo 2019
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 giugno 2022

Matthijs de Ligt (IPA: [mɑˈtɛi̯s də ˈlɪxt]; Leiderdorp, 12 agosto 1999) è un calciatore olandese, difensore della Juventus e della nazionale olandese.

Considerato fin dagli esordi tra i più promettenti difensori della sua generazione,[1] si impone ancora minorenne nell'Ajax, club in cui è cresciuto; eletto capitano ad appena 18 anni,[2] con la maglia biancorossa si consacra a livello internazionale nella stagione 2018-2019 in cui vince Eredivisie e Coppa dei Paesi Bassi, ricevendo inoltre a livello personale il Trofeo Kopa.[3] Dal 2019 milita nella Juventus con cui si conferma ad alti livelli vincendo un campionato di Serie A (2019-2020), una Coppa Italia (2020-2021) e una Supercoppa italiana (2020).

È stato finalista della UEFA Europa League 2016-2017 con la squadra ajacide e della UEFA Nations League 2018-2019 con la nazionale olandese.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un difensore centrale completo e forte fisicamente, bravo a calciare con entrambi i piedi,[4] che vede negli anticipi difensivi e nell'abilità nel gioco aereo i suoi punti di forza.[5] Pur non essendo molto veloce, è capace nell'impostazione del gioco, risultando di fatto un regista aggiunto.[2] Fa della marcatura il proprio punto di forza, grazie alla sua fisicità;[4] inoltre dimostra una certa propensione al gol, soprattutto di testa.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi, l'Ajax[modifica | modifica wikitesto]

Lo Jong Ajax, l'arrivo in prima squadra[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera inizia in patria, nelle giovanili del piccolo club dell'Abcoude dove De Ligt rimane fino al 2009, anno in cui approda nel vivaio del più blasonato Ajax.[5] Alla fine della stagione 2015-2016 è nominato "Talento del futuro".[6]

De Ligt in allenamento nel 2016, agli esordi da professionista nello Jong Ajax e con la prima squadra ajacide

Nella stagione 2016-2017 è nei ranghi dello Jong Ajax, la squadra riserve del club, militante in Eerste Divisie, e occasionalmente aggregato alla prima squadra partecipante alla Eredivisie. Debutta con la formazione giovanile l'8 agosto 2016, in occasione del pareggio interno contro l'Emmen (1-1); il successivo 21 settembre arriva l'esordio con la prima squadra, nella vittoriosa partita di Coppa d'Olanda contro il Willem II (5-0), dove De Ligt mette a segno anche il momentaneo raddoppio. Del 24 novembre 2016 è il debutto in campo internazionale, in occasione della partita di Europa League vinta contro i greci del Panathīnaïkos (2-0); con la formazione ajacide raggiunge il 24 maggio 2017 la finale del torneo, persa contro il Manchester Utd (0-2): giocando tale partita diventa il più giovane calciatore a essere sceso in campo in una finale di una competizione europea (all'età di 17 anni e 285 giorni).[7] Conclude la sua prima stagione tra i professionisti con un bilancio di 23 presenze e 3 reti messe a segno.

L'affermazione[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 luglio 2017, in occasione dell'andata del terzo turno preliminare contro i francesi del Nizza (1-1), disputa la sua prima partita di Champions League. Il 18 novembre successivo, in occasione della goleada in Eredivisie sul campo del NAC Breda (0-8), mette a segno la sua prima doppietta da professionista. L'11 marzo 2018 indossa per la prima volta la fascia da capitano dell'Ajax, al posto di Joël Veltman, nella vittoriosa gara contro l'Heerenveen (4-1), realizzando nell'occasione anche il primo gol dei lancieri.[2] Conclude la stagione con 39 presenze e 3 reti.

Nella stagione 2018-2019, per via di un grave infortunio occorso a Veltman, ottiene definitivamente i gradi di capitano della squadra. Il 14 agosto 2018, nel ritorno del terzo turno preliminare di Champions League vinto contro i belgi dello Standard Liegi (3-0), mette a segno la sua prima rete in campo internazionale. Nel corso dell'annata De Ligt emerge tra i protagonisti del cammino europeo di una compagine ricca di giovani talenti: in particolare il difensore, oltre a inanellare i record di più giovane capitano in una gara a eliminazione diretta di Champions, in Ajax-Real Madrid (1-2) del 13 febbraio 2019,[8] e poi in una semifinale della stessa competizione, Tottenham-Ajax (0-1) del successivo 30 aprile,[9] decide con un gol Juventus-Ajax (1-2) del 16 aprile, permettendo ai lancieri di superare il turno;[10] si ripete sottorete nella semifinale di ritorno contro il Tottenham, seppur inutilmente, stavolta, ai fini della qualificazione, data la sconfitta che pone fine al cammino olandese (2-3).[11] Contribuendo a fine stagione alla vittoria del campionato e della Coppa d'Olanda, viene premiato da De Telegraaf come migliore giocatore olandese dell'anno,[12] classificandosi inoltre al 15º posto nella graduatoria del Pallone d'oro.[13]

Juventus[modifica | modifica wikitesto]

De Ligt in azione con la maglia della Juventus nel 2019

Il 18 luglio 2019 si trasferisce in Italia, acquistato a titolo definitivo dalla Juventus per 75 milioni di euro.[14] Il successivo 31 agosto debutta con i bianconeri, nella vittoriosa sfida interna di Serie A contro il Napoli (4-3):[15] arrivato a Torino, nei piani iniziali, per crescere gradualmente all'ombra dei più esperti compagni di reparto, l'infortunio occorso pochi giorni prima al capitano Giorgio Chiellini lo lancia immediatamente titolare, andando a fare coppia con Leonardo Bonucci al centro della retroguardia bianconera.[16] Dopo avere superato iniziali difficoltà di adattamento al calcio italiano,[17] il suo primo gol in maglia juventina, che decide la stracittadina contro il Torino del 2 novembre 2019 (0-1),[18] segna un cambio di passo che lo porterà a imporsi tra i migliori elementi stagionali della squadra;[19] in un campionato dilatatosi fino all'estate, per via dello stop primaverile dettato dalla sopraggiunta pandemia di COVID-19, il 26 luglio 2020 il difensore vince il suo primo scudetto.[19]

La squadra non riesce a difendere il tricolore nel campionato seguente, cadendo in un cammino altalenante a cui non giova, tra le altre, la defezione a più riprese di De Ligt,[20] dapprima rimasto fuori per tre mesi in avvio di stagione a causa di un intervento alla spalla destra[21] e poi, in gennaio, colpito dal COVID-19:[22] nonostante ciò, nel 2021 partecipa alle vittorie bianconere in Supercoppa italiana contro il Napoli e in Coppa Italia contro l'Atalanta.[23]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

A marzo 2017 viene selezionato dal commissario tecnico Danny Blind per unirsi alla nazionale olandese per la partita contro la Bulgaria, valida per la qualificazione al campionato del mondo 2018, e per l'amichevole contro l'Italia.[24] A 17 anni, 7 mesi e 10 giorni, per via delle assenze dei vari Ron Vlaar, Stefan de Vrij, Jeffrey Bruma e Virgil van Dijk, si ritrova titolare nella sfida contro i bulgari divenendo, così, il più giovane calciatore a vestire la maglia Orange dal 1931[25] — il primato assoluto spetta a Mauk Weber, sceso in campo a 17 anni, 3 mesi e 19 giorni.[26] L'esordio non è dei migliori poiché la Bulgaria s'impone per 2-0 e la doppietta di Spas Delev è il frutto di due errori commessi dal giovane difensore;[26] tale scelta tecnica verrà molto discussa e criticata nei giorni successivi, fino a portare l'esonero di Blind dalla panchina della nazionale.[25][27]

Ciò nonostante con l'arrivo di Ronald Koeman quale nuovo selezionatore, datato 2018, De Ligt diviene, al fianco del capitano Van Dijk, un punto fermo della difesa olandese.[28][29] Il 24 marzo 2019 segna la sua prima rete in nazionale, nella sconfitta interna per 3-2 contro la Germania, valevole per le qualificazioni al campionato d'Europa 2020.[30] Nel successivo giugno prende parte con gli Oranje alla fase finale della neonata UEFA Nations League: va in gol nella vittoriosa semifinale contro l'Inghilterra (3-1) che porta i Paesi Bassi in finale,[31] dove tuttavia dovranno soccombere dinanzi ai padroni di casa del Portogallo (0-1).[32]

Nel 2021 viene selezionato da Frank de Boer, successore di Koeman, per la fase finale di Euro 2020,[33] posticipata di un anno a causa della pandemia di COVID-19. Non è una rassegna fortunata per De Ligt, dapprima costretto a dare forfait nella vittoriosa gara d'esordio ad Amsterdam contro l'Ucraina (3-2) per un risentimento agli abduttori,[34] e poi, nella sfida di Budapest contro la Rep. Ceca che vede l'eliminazione olandese agli ottavi di finale, è suo malgrado protagonista di un fallo da ultimo uomo che gli costa l'espulsione e dà il la al successo ceco (0-2).[35]

Il 14 giugno 2022 indossa per la prima volta la fascia di capitano degli Oranje nel successo per 3-2 contro il Galles in UEFA Nations League.[36]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 21 maggio 2022.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2016-2017 Paesi Bassi Jong Ajax EE 17 1 - - - - - - - - - 17 1
2016-2017 Paesi Bassi Ajax ED 11 2 CO 3 1 UCL+UEL 0+9 0 - - - 23 3
2017-2018 ED 33 3 CO 2 0 UCL+UEL 2[37]+2[38] 0 - - - 39 3
2018-2019 ED 33 3 CO 5 1 UCL 17[39] 3[40] - - - 55 7
Totale Ajax 77 8 10 2 30 3 - - 117 13
2019-2020 Italia Juventus A 29 4 CI 4 0 UCL 6 0 SI 0 0 39 4
2020-2021 A 27 1 CI 4 0 UCL 5 0 SI 0 0 36 1
2021-2022 A 31 3 CI 4 0 UCL 7 0 SI 0 0 42 3
Totale Juventus 87 8 12 0 18 0 0 0 117 8
Totale carriera 181 17 22 2 48 3 0 0 251 22

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Paesi Bassi
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
25-3-2017 Sofia Bulgaria Bulgaria 2 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 46’ 46’
31-5-2017 Marrakech Marocco Marocco 1 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Red card.svg 73’
14-11-2017 Bucarest Romania Romania 0 – 3 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
23-3-2018 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
26-3-2018 Ginevra Portogallo Portogallo 0 – 3 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 84’ 84’
31-5-2018 Trnava Slovacchia Slovacchia 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
4-6-2018 Torino Italia Italia 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 70’ 70’
6-9-2018 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 1 Perù Perù Amichevole -
9-9-2018 Parigi Francia Francia 2 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
13-10-2018 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 0 Germania Germania UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
16-10-2018 Bruxelles Belgio Belgio 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 46’ 46’
16-11-2018 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Francia Francia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
19-11-2018 Gelsenkirchen Germania Germania 2 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
21-3-2019 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 4 – 0 Bielorussia Bielorussia Qual. Euro 2020 -
24-3-2019 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 3 Germania Germania Qual. Euro 2020 1
6-6-2019 Guimarães Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 1 Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2018-2019 - Semifinale 1 Ammonizione al 30’ 30’
9-6-2019 Porto Portogallo Portogallo 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2018-2019 - Finale -
6-9-2019 Amburgo Germania Germania 2 – 4 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2020 -
9-9-2019 Tallinn Estonia Estonia 0 – 4 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2020 -
10-10-2019 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 1 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Euro 2020 -
13-10-2019 Minsk Bielorussia Bielorussia 1 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2020 -
16-11-2019 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2020 -
19-11-2019 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 5 – 0 Estonia Estonia Qual. Euro 2020 -
24-3-2021 Istanbul Turchia Turchia 4 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2022 -
27-3-2021 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Lettonia Lettonia Qual. Mondiali 2022 -
30-3-2021 Gibilterra Gibilterra Gibilterra 0 – 7 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2022 -
2-6-2021 Faro Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 2 Scozia Scozia Amichevole - Ammonizione al 33’ 33’
17-6-2021 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Austria Austria Euro 2020 - 1º turno -
21-6-2021 Amsterdam Macedonia del Nord Macedonia del Nord 0 – 3 Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 2020 - 1º turno -
27-6-2021 Budapest Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 2 Rep. Ceca Rep. Ceca Euro 2020 - Ottavi di finale - Red card.svg 55’
4-9-2021 Eindhoven Paesi Bassi Paesi Bassi 4 – 0 Montenegro Montenegro Qual. Mondiali 2022 -
13-11-2021 Podgorica Montenegro Montenegro 2 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2022 - Ingresso al 90’ 90’
16-11-2021 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Norvegia Norvegia Qual. Mondiali 2022 - Ammonizione al 80’ 80’
26-3-2022 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 4 – 2 Danimarca Danimarca Amichevole -
29-3-2022 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Germania Germania Amichevole -
3-6-2022 Bruxelles Belgio Belgio 1 – 4 Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - Ingresso al 74’ 74’
8-6-2022 Cardiff Galles Galles 1 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - Uscita al 84’ 84’
14-6-2022 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 2 Galles Galles UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - cap.
Totale Presenze 38 Reti 2

Record[modifica | modifica wikitesto]

  • Più giovane titolare dell'Ajax in una partita internazionale (17 anni e 104 giorni)[4]
  • Più giovane calciatore a disputare una finale di una competizione europea (17 anni e 285 giorni)[7]
  • Più giovane capitano ad aver disputato una fase a eliminazione diretta in Champions League (Ajax, 2018-2019)[8]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Ajax: 2018-2019
Ajax: 2018-2019
Juventus: 2019-2020
Juventus: 2020
Juventus: 2020-2021

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2016-2017
2017
  • Scarpa di bronzo miglior calciatore dell'anno in Eredivisie: 1
2017-2018
  • Miglior talento dell'anno in Eredivisie: 1
2017-2018
2018
2018-2019
  • Calciatore olandese dell'anno: 1
2019
2019
2019
2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Marcus Christenson e Jim Powell, Next Generation 2016: 60 of the best young talents in world football, su theguardian.com, 5 ottobre 2016.
  2. ^ a b c Matthijs de Ligt, capitano dell'Ajax a 18 anni, su ilpost.it, 12 marzo 2018.
  3. ^ Juventus, De Ligt vince il Trofeo Kopa: è il miglior Under 21, su goal.com, 2 dicembre 2019.
  4. ^ a b c Muscoli, eleganza e carisma: Matthijs de Ligt, il predestinato da record, su alfredopedulla.com, 23 agosto 2017. URL consultato il 1º febbraio 2021.
  5. ^ a b c Matthijs De Ligt, su juventus.com. URL consultato il 1º febbraio 2021.
  6. ^ (NL) Matthijs de Ligt verkozen tot Talent van de Toekomst, su ajax.nl, 14 giugno 2016. URL consultato il 29 marzo 2017.
  7. ^ a b Pogba e Mkhitaryan, a Stoccolma è trionfo Man Utd, su it.uefa.com, 24 maggio 2017. URL consultato il 24 maggio 2017.
  8. ^ a b Marco Spadavecchia, Juve, occhi puntati su De Ligt: blitz di Paratici ad Amsterdam, su tuttomercatoweb.com, 14 febbraio 2019.
  9. ^ Michele Pavese, Ajax, De Ligt è il più giovane capitano in una semifinale di Champions, su tuttomercatoweb.com, 1º maggio 2019.
  10. ^ Juve-Ajax 1-2: gol di CR7, ma Van de Beek e De Ligt ribaltano. Juve eliminata, su gazzetta.it, 16 aprile 2019.
  11. ^ Champions League: Ajax beffato al 95º, Tottenham in finale, su tgcom24.mediaset.it, 8 maggio 2019. URL consultato l'8 maggio 2019 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2019).
  12. ^ Matthijs De Ligt giocatore olandese dell'anno, su it.eurosport.com, 3 settembre 2019.
  13. ^ Maria Strada, Pallone d'oro, la classifica completa: vince Messi. 15° De Ligt (ma è il miglior Under 21), 24° Koulibaly, su corriere.it, 2 dicembre 2019.
  14. ^ Matthijs de Ligt è bianconero!, su juventus.com, 18 luglio 2019.
  15. ^ Luca Bianchin, Higuain, serata super. De Ligt stecca la prima, su gazzetta.it, 31 agosto 2019.
  16. ^ Juve, De Ligt: "La mia svolta dopo l'Atletico. Sarri mi ha messo a dieta? Follia", su sport.sky.it, 8 ottobre 2019.
  17. ^ (EN) Tom Williams, How Bad Has Matthijs de Ligt's 1st Season at Juventus Really Been?, su bleacherreport.com, 5 marzo 2020.
  18. ^ Fabiana Della Valle, De Ligt, il primo gol è pesantissimo: battuto un buon Toro, la Juve torna in testa, su gazzetta.it, 2 novembre 2019.
  19. ^ a b De Ligt, "apprendistato" in crescendo: inizio shock, finale da leader per lo scudetto, su sportmediaset.mediaset.it, 26 luglio 2020.
  20. ^ De Ligt: "Alla Juventus sto bene e mi sento apprezzato", su sport.sky.it, 29 maggio 2021.
  21. ^ De Ligt, intervento riuscito, su juventus.com, 12 agosto 2020.
  22. ^ Covid 19 - Guarito Matthijs de Ligt, su juventus.com, 23 gennaio 2021.
  23. ^ RECAP | Supercoppa e Coppa Italia, i due trofei della stagione, su juventus.com, 8 giugno 2021.
  24. ^ (NL) Blind selecteert De Ligt, Tete en Viergever voor Oranje, su nos.nl, 17 marzo 2017. URL consultato il 29 marzo 2017.
  25. ^ a b Francesco Saverio Intorcia, L'Olanda e i talenti spariti, in la Repubblica, 28 marzo 2017, p. 50.
  26. ^ a b Record de Ligt: è il più giovane esordiente dell'Olanda nel Dopoguerra, su goal.com, 25 marzo 2017. URL consultato il 29 marzo 2017.
  27. ^ Il de Ligt, ovvero quando l' 'abuso di giovani' costa la panchina all'allenatore, su calciomercato.com, 27 marzo 2017. URL consultato il 29 marzo 2017.
  28. ^ Di Federico Corona, Bentornata, Olanda dei giovani, su esquire.com, 21 novembre 2018.
  29. ^ (EN) James Dudko, Matthijs de Ligt Talks Up Virgil van Dijk and Possible Liverpool Move, su bleacherreport.com, 9 marzo 2019.
  30. ^ De Ligt segna il suo primo gol con l'Olanda, su juvenews.eu, 24 marzo 2019.
  31. ^ Olanda, rimonta e finale: Inghilterra battuta 3-1, su sport.sky.it, 6 giugno 2019.
  32. ^ John Atkin, Olanda piegata da Guedes, Portogallo campione, su it.uefa.com, 9 giugno 2019.
  33. ^ (NL) Rugnummers Nederlands elftal tijdens EURO 2020 bekend, su onsoranje.nl, 2 giugno 2021.
  34. ^ Luca Stamerra, Europei 2020, Olanda-Ucraina - De Ligt salta il debutto: problema agli adduttori per lo juventino, su eurosport.it, 12 giugno 2021.
  35. ^ Stefano Fonsato, EURO 2020 - Olanda-Repubblica Ceca 0-2: rosso a de Ligt, poi Holes e Schick trovano la Danimarca ai quarti, su eurosport.it, 27 giugno 2021.
  36. ^ (EN) 21:00 De Ligt wins late victory against Orange in Wales after 'non-Dutch long ball', su thenationview.com. URL consultato il 22 giugno 2022.
  37. ^ Nel terzo turno preliminare contro il Nizza.
  38. ^ Nello spareggio contro il Rosenborg.
  39. ^ 6 presenze nei turni preliminari contro Sturm Graz, Standard Liegi e Dinamo Kiev.
  40. ^ 1 rete nel terzo turno preliminare contro lo Standard Liegi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]