Serge Gnabry

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serge Gnabry
2019-06-11 Fußball, Männer, Länderspiel, Deutschland-Estland StP 2220 LR10 by Stepro.jpg
Gnabry in azione con la nazionale tedesca nel 2019
Nazionalità Germania Germania
Altezza 170 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Bayern Monaco
Carriera
Giovanili
1999-2003non conosciuta Weissach
2003-2005Ditzingen
2005-2011Stoccarda
2011-2012Arsenal
Squadre di club1
2012-2015Arsenal10 (1)
2015-2016West Bromwich1 (0)
2016-2017Werder Brema27 (11)
2017-2018Hoffenheim22 (10)
2018-Bayern Monaco65 (25)
Nazionale
2010-2011Germania Germania U-165 (1)
2011-2012Germania Germania U-1712 (3)
2013Germania Germania U-182 (3)
2013Germania Germania U-195 (3)
2015-2017Germania Germania U-2115 (4)
2016Germania Germania olimpica6 (6)
2016-Germania Germania15 (14)
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Rio de Janeiro 2016
Transparent.png Europei di calcio Under-21
Bronzo Repubblica Ceca 2015
Oro Polonia 2017
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 ottobre 2020

Serge David Gnabry (Stoccarda, 14 luglio 1995) è un calciatore tedesco, centrocampista o attaccante del Bayern Monaco e della nazionale tedesca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce in Germania a Stoccarda, da padre ivoriano e madre tedesca.[1][2] Sin da piccolo Gnabry era un velocista di talento,[1] ma nonostante ciò, ha scelto alla fine di dedicarsi a giocare a calcio piuttosto che praticare l'atletica leggera.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Gioca prevalentemente come ala sinistra;[3] forte fisicamente, può agire anche da seconda punta,[4] esterno di centrocampo (sia a destra che a sinistra),[4] centravanti[4] e trequartista,[4] ed è dotato di un'ottima tecnica individuale.[3][4] Di piede destro,[4] è molto agile,[4] eccelle nel dribbling[1] e nella velocità[1][3] oltre ad avere un ottimo tiro;[4] è abile nel sapersi inserire in area avversaria sia senza palla che soprattutto palla al piede,[4] riuscendo spesso a finalizzare egli stesso l’azione.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Arsenal[modifica | modifica wikitesto]

Gnabry con la maglia dell'Arsenal nel 2015.

Nel 2010, dopo aver giocato nelle giovanili dello Stoccarda, trova un accordo per trasferirsi per circa 100.000 sterline all'Arsenal, dove deve attendere fino al 2011, quando raggiunge l'età di 16 anni, per poter debuttare nella squadra giovanile inglese.[5] Gnabry debutta ufficialmente nell'Arsenal nella stagione 2011-2012, realizzando delle belle prestazioni e giocando 6 partite, in cui segna 2 gol.

La stagione 2012-2013 inizia bene per lui, perché successivamente viene chiamato in prima squadra per un'amichevole pre-campionato contro i tedeschi del Colonia, in cui scende in campo e gioca 24 minuti per poi essere sostituito da Marouane Chamakh al 69'. Il suo debutto in prima squadra da professionista con l'Arsenal avviene il 26 settembre 2012 contro il Coventry City nella partita di Coppa di Lega, dove è entrato in campo sostituendo al 72' il compagno di squadra Alex Oxlade-Chamberlain, in una partita terminata con la vittoria dell'Arsenal, che è riuscito a passare il turno battendo il Coventry city per 6-1.

Il 25 marzo 2013 Gnabry ha segnato il gol nella vittoria per 1-0 sul CSKA Mosca Under-19 nei quarti di finale della Next Generation Series. Nelle semifinali della Next Generation Series ha segnato il gol del pareggio contro il Chelsea Under-19, portando la squadra sul risultato di 3-3, prima del gol che gli avversari hanno poi segnato per il definitivo 4-3 ai supplementari. Nella giornata seguente segna un gol contro il Liverpool Under-21, il momentaneo 3-2 che però non servì a molto poiché la squadra venne sconfitta in trasferta.

Durante la nuova stagione Gnabry comincia a trovare più spazio anche in prima squadra grazie alle sue buone prestazioni. La prima presenza con la prima squadra la trova il 22 settembre 2013 nella gara vinta per 3-1 contro lo Stoke City. In questa partita parte titolare per poi essere sostituito al minuto 72'. Il 25 settembre 2013 gioca la prima partita stagionale in Football League Cup nella partita pareggiata 1-1 poi vinta ai rigori dall'Arsenal contro il West Brom. Durante la sesta giornata di campionato trova il primo gol con la maglia della prima squadra e il primo gol in Premier League nella partita vinta per 1-2 sul campo dello Swansea. Il 22 ottobre 2013 esordisce nella massima competizione europea, la Champions League, nella sconfitta interna per 1-2 contro il Borussia Dortmund.

Prestito al West Bromwich[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 agosto 2015 viene ceduto in prestito fino a fine stagione al West Bromwich.[6] A fine annata, complice lo scarso impiego (dovuto anche a uno scarso feeling con l'allenatore Tony Pulis, che non lo riteneva pronto per giocare in Premier League),[7] collezionerà solo 3 presenze.

Werder Brema[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 giugno 2016 passa a titolo definitivo al club tedesco per 5 milioni di euro.[8] Segna il suo primo goal nella sconfitta per 4-1 contro il Borussia Mönchengladbach.

Bayern Monaco e prestito all'Hoffenheim[modifica | modifica wikitesto]

Serge Gnabry con la maglia del Bayern Monaco nel 2019.

Il 10 giugno 2017 il Bayern Monaco lo preleva dal Werder Brema per 8 milioni di euro, approfittando di una clausola rescissoria. Viene subito girato in prestito all'Hoffenheim. Terminato il prestito dopo una buona annata con 10 reti in 22 presenze, con cui ha aiutato il club a qualificarsi alla Champions League, l'anno successivo torna al Bayern dove si impone come titolare e con 10 goal in 30 gare che portano i bavaresi a vincere la Bundesliga.

Il 1º ottobre 2019 segna le sue prime reti in Champions League, realizzando addirittura una quaterna nel clamoroso successo per 7-2 in trasferta contro il Tottenham vice-campione in carica.[9][10] È andato a segno anche nella partita di andata degli ottavi di finale, contro il Chelsea, nella semifinale contro il Lione (doppietta in entrambi i casi) e nella partita valevole per i quarti di finale, contro il Barcellona, terminata col punteggio di 2-8 in favore dei bavaresi.

Nel corso della stagione le sue buone prestazioni, unite ai suoi gol decisivi nelle fasi a eliminazione diretta della Champions League, porteranno il Bayern a conquistare il triplete (Bundesliga, DFB Pokal e UEFA Champions League). Con 9 reti si piazza al terzo posto della classifica cannonieri di UEFA Champions League.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Serge Gnabry durante l'olimpiade di Rio con la Nazionale olimpica della Germania nel 2016.

Gnabry ha giocato nelle giovanili della Germania, tra cui l'Under-16, l'Under-17 e l'Under-18. Il 22 marzo 2013 Gnabry ha messo a segno una doppietta nella partita tra Germania Under-18 e la Francia Under-18, il secondo gol tra l'altro con un potente tiro dalla lunga distanza, partita poi terminata col punteggio di 3-2 per i francesi.

Viene convocato per l'Europeo Under-21 in Polonia e all'esordio segna il 2-0 contro la Repubblica Ceca. Partecipa alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016, dove ottiene l'argento con la nazionale olimpica tedesca,[2] vincendo la classifica marcatori del torneo insieme al connazionale Nils Petersen.

Il 4 novembre 2016 viene convocato per la prima volta in nazionale maggiore, dal commissario tecnico Joachim Löw per la partita contro San Marino, valida per le qualificazioni al Mondiale di Russia 2018, nella quale l'11 novembre seguente fa il suo debutto giocando da titolare e siglando una tripletta nella vittoria per 8-0 a favore della Mannschaft.[11] Non convocato per la manifestazione in Russia, dopo di essa si impone come titolare della squadra tedesca, trovando anche la via del goal in alcune occasioni. Il 9 ottobre 2019, dopo sole 11 presenze, stabilisce un record nella storia della Nazionale tedesca: andando a segno nell'amichevole pareggiata per 2-2 contro l'Argentina, raggiunge infatti quota 10 goal in Nazionale, diventando il calciatore ad avere raggiunta più rapidamente il traguardo nella storia della selezione teutonica; il record in precedenza era di Miroslav Klose, che dopo 13 gare aveva realizzato 10 reti.[12][13] Il 19 novembre seguente realizza un'altra tripletta, questa volta nel 6-1 contro l'Irlanda del Nord.[14]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 4 ottobre 2020.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2012-2013 Inghilterra Arsenal PL 1 0 FACup+CdL 0+2 0 UCL 1 0 - - - 4 0
2013-2014 PL 9 1 FACup+CdL 2+1 0 UCL 2 0 - - - 14 1
2014-2015 PL - - FACup+CdL - - UCL - - - - - - -
Totale Arsenal 10 1 5 0 3 0 - - 18 1
2015-2016 Inghilterra West Bromwich PL 1 0 FACup+CdL 0+2 0 - - - - - - 3 0
2016-2017 Germania Werder Brema BL 27 11 CG - - - - - - - - 27 11
2017-2018 Germania Hoffenheim BL 22 10 CG 1 0 UCL+UEL 2+1 0 - - - 26 10
2018-2019 Germania Bayern Monaco BL 30 10 CG 5 3 UCL 7 0 SG 0 0 42 13
2019-2020 BL 31 12 CG 5 2 UCL 10 9 SG 0 0 46 23
2020-2021 BL 4 3 CG - - UCL - - SG+SU+CmC 1+1+0 0 6 3
Totale Bayern Monaco 65 25 10 5 17 9 2 0 94 39
Totale carriera 125 47 18 5 23 9 2 0 168 61

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-11-2016 Serravalle San Marino San Marino 0 – 8 Germania Germania Qual. Mondiali 2018 3
15-11-2016 Milano Italia Italia 0 – 0 Germania Germania Amichevole - Ingresso al 60’ 60’
16-10-2018 Saint-Denis Francia Francia 2 – 1 Germania Germania UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Uscita al 88’ 88’
15-11-2018 Lipsia Germania Germania 3 – 0 Russia Russia Amichevole 1 Uscita al 73’ 73’
19-11-2018 Gelsenkirchen Germania Germania 2 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Uscita al 67’ 67’
24-3-2019 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 3 Germania Germania Qual. Euro 2020 1 Uscita al 88’ 88’
8-6-2019 Barysaŭ Bielorussia Bielorussia 0 – 2 Germania Germania Qual. Euro 2020 - Uscita al 71’ 71’
11-6-2019 Magonza Germania Germania 8 – 0 Estonia Estonia Qual. Euro 2020 2
6-9-2019 Amburgo Germania Germania 2 – 4 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2020 1
9-9-2019 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 2 Germania Germania Qual. Euro 2020 1 Ammonizione al 67’ 67’
9-10-2019 Dortmund Germania Germania 2 – 2 Argentina Argentina Amichevole 1 Uscita al 72’ 72’
16-11-2019 Mönchengladbach Germania Germania 4 – 0 Bielorussia Bielorussia Qual. Euro 2020 - Uscita al 84’ 84’
19-11-2019 Francoforte sul Meno Germania Germania 6 – 1 Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Euro 2020 3 Uscita al 81’ 81’
10-10-2020 Kiev Ucraina Ucraina 1 – 2 Germania Germania UEFA Nations League 2020-2021 - 1° turno - Uscita al 90+3’ 90+3’
13-10-2020 Colonia Germania Germania 3 – 3 Svizzera Svizzera UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno 1
Totale Presenze 15 Reti 14

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Arsenal: 2013-2014
Bayern Monaco: 2018-2019, 2019-2020
Bayern Monaco: 2018-2019, 2019-2020
Bayern Monaco: 2018, 2020

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bayern Monaco: 2019-2020
Bayern Monaco: 2020

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Rio de Janeiro 2016
Polonia 2017

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Rio de Janeiro 2016 (6 gol)
2019-2020

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) 10 things you may not know about Serge Gnabry, su bulinews.com. URL consultato il 28 settembre 2019.
  2. ^ a b Bayern: chi è Gnabry, l'uomo dei 9 gol in Champions, su gazzetta.it. URL consultato il 23 agosto 2020.
  3. ^ a b c Vetrina olimpica | L'Ultimo Uomo - Part 2, su ultimouomo.com, 13 agosto 2016. URL consultato il 28 settembre 2019.
  4. ^ a b c d e f g h i j Top XI: Bundesliga 2017/18, su ultimouomo.com, 7 giugno 2018. URL consultato il 28 settembre 2019.
  5. ^ Arsenal Agree Deal With Stuttgart For Gnabry, younggunsblog.co.uk, 18 agosto 2010. URL consultato il 10 agosto 2014.
  6. ^ UFFICIALE: WBA, dall'Arsenal arriva il prestito annuale di Gnabry - TUTTOmercatoWEB.com. URL consultato il 12 novembre 2016.
  7. ^ (EN) Gnabry not ready to play for WBA - Pulis, su espn.com, 27 ottobre 2015. URL consultato il 23 agosto 2020.
  8. ^ UFFICIALE: Werder Brema, ingaggiato Gnabry dall'Arsenal - TUTTOmercatoWEB.com. URL consultato il 12 novembre 2016.
  9. ^ Il Bayern ne fa 7 al Tottenham! Ok City, Atletico e Stella Rossa, in La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 1º ottobre 2019.
  10. ^ (EN) David Hytner, Serge Gnabry scores four in brutal Bayern’s 7-2 humiliation of Tottenham, in The Guardian, 1º ottobre 2019. URL consultato il 1º ottobre 2019.
  11. ^ (EN) San Marino 0-8 Germany: Serge Gnabry enjoys an international debut to remember with a hat-trick in the world champions' easy victory, su dailymail.co.uk, 11 novembre 2016. URL consultato l'11 novembre 2016.
  12. ^ Serge Gnabry è entrato nella storia della nazionale tedesca, su delinquentidelpallone.it. URL consultato l'11 ottobre 2019.
  13. ^ (EN) Bleacher Report, su mobile.twitter.com. URL consultato l'11 ottobre 2019.
  14. ^ (EN) Germany 6-1 Northern Ireland: Serge Gnabry scores hat-trick, su dailymail.co.uk, 19 novembre 2019. URL consultato il 19 novembre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]