Antonio Rüdiger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Rüdiger
20180602 FIFA Friendly Match Austria vs. Germany Antonio Rüdiger 850 0711.jpg
Rüdiger con la nazionale tedesca nel 2018
Nazionalità Germania Germania
Altezza 190 cm
Peso 85 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Chelsea
Carriera
Giovanili
2002-2005Tasmania Berlino
2005-2006non conosciuta Neuköllner Sportfreunde 1907
2006-2008Hertha Zehlendorf
2008-2011Borussia Dortmund
Squadre di club1
2011-2012Stoccarda II22 (3)
2012-2015Stoccarda66 (5)
2015-2017Roma56 (2)
2017-Chelsea109 (7)
Nazionale
2010-2011Germania Germania U-188 (4)
2011-2012Germania Germania U-1914 (1)
2012Germania Germania U-202 (0)
2012-2013Germania Germania U-2110 (1)
2014-Germania Germania49 (2)
Palmarès
Transparent.png Confederations Cup
Oro Russia 2017
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'11 novembre 2021

Antonio Rüdiger (Berlino, 3 marzo 1993) è un calciatore tedesco, di origini sierraleonesi, difensore del Chelsea e della nazionale tedesca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da padre tedesco e madre sierraleonese, è il fratellastro di Sahr Senesie, anch'egli calciatore. È cresciuto con la famiglia nel quartiere multietnico di Neukölln, nella periferia meridionale di Berlino.[1] Quartiere che lo ha formato e che, secondo le sue dichiarazioni, "gli scorre dentro".[1]

Durante la sua carriera agonistica, ha subito in diverse occasioni degli abusi razzisti da parte della propria tifoseria e di quella avversaria.[1]

Nel 2016, quando giocava per la Roma, al termine di un derby è stato vittima di dichiarazioni ingiuriose da parte del bosniaco Senad Lulić il quale venne poi multato e squalificato per 20 giorni.[2] Ha sollecitato gli organi che governano lo sport ad adottare misure per contrastare il razzismo negli stadi.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore duttile, gioca prevalentemente come difensore centrale ma può essere schierato anche come terzino destro e terzino sinistro.[4][5] Rapido nei movimenti,[5] è duro negli interventi[5] e va spesso a contrasto con gli avversari.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver giocato nel settore giovanile dell'Hertha Zehlendorf, nel 2008 passa al Borussia Dortmund, con cui gioca prima nella squadra Under-17 e successivamente nella squadra Under-19.

Stoccarda[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 passa allo Stoccarda, con cui nella prima stagione gioca 17 partite nella squadra riserve, segnando anche un gol, ed una partita in Bundesliga. L'anno seguente viene riconfermato, e, dopo aver giocato 4 partite e segnato 2 gol con la squadra riserve, passa stabilmente in prima squadra, con cui gioca 16 partite di campionato ed anche 4 partite in Europa League. L'anno seguente gioca altre 2 partite nei preliminari di Europa League e 2 partite nella coppa stessa; segna inoltre 2 gol in 30 partite in Bundesliga.

Nella stagione 2014-2015 gioca solo 20 partite tra campionato e coppa tedesca, a causa di alcuni problemi fisici.

Roma[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 agosto 2015 la Roma ufficializza il suo ingaggio in prestito oneroso per la cifra totale 4 milioni di euro con diritto di riscatto a 9 milioni,[6] scegliendo di indossare la maglia numero 2.[7] Il 12 settembre esordisce con la maglia giallorossa, giocando da titolare, nella vittoriosa trasferta contro il Frosinone conclusa per 2 a 0.[8] Il successivo 16 settembre debutta in Champions League nella gara contro il Barcellona.[9]

Dopo un inizio difficile[10][11] il suo rendimento migliora affermandosi come titolare della retroguardia giallorossa,[12] arrivando a segnare il suo primo gol con i capitolini il 9 gennaio 2016 nella partita casalinga contro il Milan (1-1).[13] Si ripete l'8 maggio 2016 nella vittoria per 3-0 interna contro il Chievo, siglando il suo secondo gol in campionato con un colpo di testa che batte il portiere Albano Bizzarri.[14] Il 30 maggio 2016 viene riscattato a fronte del versamento di 9,5 milioni di euro allo Stoccarda.[15][16] Termina la sua prima stagione a Roma con 37 presenze complessive e 2 gol.

Poco prima di giocare gli Europei 2016 con la propria nazionale in allenamento si infortuna al legamento crociato anteriore del ginocchio destro e l'11 giugno viene di conseguenza operato.[17] Il 22 ottobre 2016 torna a giocare una partita con la formazione giovanile Primavera segnando anche un gol.[18] Conclude la sua seconda stagione con 35 presenze all'attivo, di cui molte da terzino destro.

Chelsea[modifica | modifica wikitesto]

Rüdiger con la maglia del Chelsea nel 2017.

Il 9 luglio 2017 viene acquistato per 35 milioni più 4 di bonus dal Chelsea, con cui firma un contratto di cinque anni.[19][20] Debutta con i Blues il 6 agosto successivo, disputando i minuti finali del match di Community Shield disputato contro l'Arsenal.[21] Voluto dall'allenatore Antonio Conte, proprio con il tecnico italiano, il difensore tedesco non riesce a trovare una buona intesa,[22] ma ciò nonostante riesce ad accumulare un elevato minutaggio stagionale, prendendo parte attivamente alla vittoria della FA Cup.[23]

Sotto la gestione del successore di Conte, Maurizio Sarri, Rüdiger trova molta più confidenza tattica.[24] Nella seconda stagione a Londra, Rüdiger diventa titolare nella formazione dei Blues, ed aggiunge al proprio palmarès l'Europa League, vinta a Baku contro l'Arsenal, pur non scendendo in campo durante la finale.[25]

A fine stagione Sarri viene rimpiazzato da Frank Lampard; con Lampard è titolare nella prima stagione (nonostante alcuni infortuni ne abbiano limitato l'utilizzo),[26] tanto che il 1º febbraio 2020, nella partita di campionato contro il Leicester City, realizza la prima doppietta in carriera, segnando entrambe le reti di testa sugli sviluppi di due calci da fermo.[27] Tuttavia al secondo anno viene messo ai margini della rosa da Lampard,[28][29] che dopo Natale torna sui suoi passi.[29] Nel gennaio 2021 Lampard viene esonerato e il suo posto viene preso dal connazionale di Rüdiger Thomas Tuchel;[29] con Tuchel Rüdiger torna a giocare da titolare, contribuendo alla rimonta in classifica dei blues con buone prestazioni e segnando un gol importante nel successo per 2-1 del 18 maggio contro il Leicester City, avversario nella lotta al piazzamento in Champions.[30][31] A livello di Champions invece aiuta la squadra a raggiungere la finale[32]. Il 29 maggio 2021 vince la sua prima Champions League giocando da titolare nella finale.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 2010 ha giocato diverse partite amichevoli con le varie nazionali giovanili tedesche, fino all'Under-21, con cui nel 2012 ha giocato 3 partite amichevoli.

Il 21 maggio 2013 è stato inserito nella lista dei convocati per il campionato europeo Under-21 al posto dell'infortunato Jan Kirchhoff.[33]

Il 13 maggio 2014 ha esordito con la nazionale maggiore, in una partita amichevole contro la Polonia. Convocato per gli Europei 2016 in Francia,[34] non può parteciparvi per infortunio e viene sostituito da Jonathan Tah.[35] Viene convocato per la FIFA Confederations Cup 2017, torneo che vince giocando anche la finale vittoriosa contro il Cile per 1-0.[36] L'8 ottobre 2017 realizza la sua prima rete in nazionale in occasione del successo per 5-1 contro l'Azerbaigian.[37]

Convocato per i Mondiali 2018,[38] gioca soltanto una delle 3 partite dei tedeschi (ovvero quella vinta per 2-1 contro la Svezia)[39] eliminati al primo turno.[40]

Il 19 maggio 2021 invece viene convocato per gli Europei.[41]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 12 novembre 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2011-2012 Germania Stoccarda BL 1 0 CG 0 0 - - - - - - 1 0
2012-2013 BL 16 0 CG 4 0 UEL 4 0 - - - 24 0
2013-2014 BL 30 2 CG 1 0 UEL 4 0 - - - 35 2
2014-2015 BL 19 0 CG 1 0 - - - - - - 20 0
Totale Stoccarda 66 2 6 0 8 0 - - 80 2
2015-2016 Italia Roma A 30 2 CI 1 0 UCL 6 0 - - - 37 2
2016-2017 A 26 0 CI 4 0 UCL+UEL 0+5 0 - - - 35 0
Totale Roma 56 2 5 0 11 0 - - 72 2
2017-2018 Inghilterra Chelsea PL 27 2 FACup+CdL 6+5 0+1 UCL 6 0 CS 1 0 45 3
2018-2019 PL 33 1 FACup+CdL 2+4 0 UEL 4 0 CS 1 0 44 1
2019-2020 PL 20 2 FACup+CdL 4+0 0 UCL 2 0 SU 0 0 26 2
2020-2021 PL 19 1 FACup+CdL 4+0 0 UCL 11 0 - - - 34 1
2021-2022 PL 10 1 FACup+CdL 0 0 UCL 4 0 SU 1 0 15 1
Totale Chelsea 109 7 25 1 27 0 3 0 161 8
Totale carriera 231 11 36 1 46 0 3 0 313 12

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Germania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
13-5-2014 Amburgo Germania Germania 0 – 0 Polonia Polonia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
3-9-2014 Düsseldorf Germania Germania 2 – 4 Argentina Argentina Amichevole - Ingresso al 77’ 77’
11-10-2014 Varsavia Polonia Polonia 2 – 0 Germania Germania Qual. Euro 2016 - Uscita al 83’ 83’
14-10-2014 Gelsenkirchen Germania Germania 1 – 1 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2016 -
18-11-2014 Vigo Spagna Spagna 0 – 1 Germania Germania Amichevole -
10-6-2015 Colonia Germania Germania 1 – 2 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
13-11-2015 Saint-Denis Francia Francia 2 – 0 Germania Germania Amichevole -
26-3-2016 Berlino Germania Germania 2 – 3 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
29-3-2016 Monaco di Baviera Germania Germania 4 – 1 Italia Italia Amichevole -
29-5-2016 Augusta Germania Germania 1 – 3 Slovacchia Slovacchia Amichevole -
4-6-2016 Gelsenkirchen Germania Germania 2 – 0 Ungheria Ungheria Amichevole -
22-3-2017 Dortmund Germania Germania 1 – 0 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
6-6-2017 Brøndby Danimarca Danimarca 1 – 1 Germania Germania Amichevole -
19-6-2017 Soči Australia Australia 2 – 3 Germania Germania Conf. Cup 2017 - 1º turno -
25-6-2017 Soči Germania Germania 3 – 1 Camerun Camerun Conf. Cup 2017 - 1º turno -
29-6-2017 Soči Germania Germania 4 – 1 Messico Messico Conf. Cup 2017 - Semifinale -
2-7-2017 San Pietroburgo Cile Cile 0 – 1 Germania Germania Conf. Cup 2017 - Finale -
1-9-2017 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 1 – 2 Germania Germania Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 61’ 61’
4-9-2017 Berlino Germania Germania 6 – 0 Norvegia Norvegia Qual. Mondiali 2018 -
8-10-2017 Kaiserslautern Germania Germania 5 – 1 Azerbaigian Azerbaigian Qual. Mondiali 2018 1 Ingresso al 22’ 22’
10-11-2017 Londra Inghilterra Inghilterra 0 – 0 Germania Germania Amichevole -
14-11-2017 Colonia Germania Germania 2 – 2 Francia Francia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
27-3-2018 Berlino Germania Germania 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole -
2-6-2018 Klagenfurt Austria Austria 2 – 1 Germania Germania Amichevole -
23-6-2018 Soči Germania Germania 2 – 1 Svezia Svezia Mondiali 2018 - 1º turno -
6-9-2018 Monaco di Baviera Germania Germania 0 – 0 Francia Francia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ammonizione al 88’ 88’
9-9-2018 Sinsheim Germania Germania 2 – 1 Perù Perù Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
15-11-2018 Lipsia Germania Germania 3 – 0 Russia Russia Amichevole - Uscita al 61’ 61’
19-11-2018 Gelsenkirchen Germania Germania 2 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
24-3-2019 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 3 Germania Germania Qual. Euro 2020 -
3-9-2020 Stoccarda Germania Germania 1 – 1 Spagna Spagna UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
6-9-2020 Basilea Svizzera Svizzera 1 – 1 Germania Germania UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
7-10-2020 Colonia Germania Germania 3 – 3 Turchia Turchia Amichevole - Ammonizione al 18’ 18’ Uscita al 59’ 59’
10-10-2020 Kiev Ucraina Ucraina 1 – 2 Germania Germania UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
13-10-2020 Colonia Germania Germania 3 – 3 Svizzera Svizzera UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Ammonizione al 90+5’ 90+5’
11-11-2020 Berlino Germania Germania 1 – 0 Rep. Ceca Rep. Ceca Amichevole -
14-11-2020 Lipsia Germania Germania 3 – 1 Ucraina Ucraina UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Ammonizione al 29’ 29’
25-3-2021 Duisburg Germania Germania 3 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 2022 -
28-3-2021 Bucarest Romania Romania 0 – 1 Germania Germania Qual. Mondiali 2022 -
31-3-2021 Duisburg Germania Germania 1 – 2 Macedonia del Nord Macedonia del Nord Qual. Mondiali 2022 - Ammonizione al 37’ 37’
7-6-2021 Düsseldorf Germania Germania 7 – 1 Lettonia Lettonia Amichevole -
15-6-2021 Monaco di Baviera Francia Francia 1 – 0 Germania Germania Euro 2020 - 1º turno -
19-6-2021 Monaco di Baviera Portogallo Portogallo 2 – 4 Germania Germania Euro 2020 - 1º turno -
23-6-2021 Monaco di Baviera Germania Germania 2 – 2 Ungheria Ungheria Euro 2020 - 1º turno -
29-6-2021 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 0 Germania Germania Euro 2020 - Ottavi di finale -
5-9-2021 Stoccarda Germania Germania 6 – 0 Armenia Armenia Qual. Mondiali 2022 -
8-9-2021 Reykjavík Islanda Islanda 0 – 4 Germania Germania Qual. Mondiali 2022 1
8-10-2021 Amburgo Germania Germania 2 – 1 Romania Romania Qual. Mondiali 2022 -
11-11-2021 Wolfsburg Germania Germania 9 – 0 Liechtenstein Liechtenstein Qual. Mondiali 2022 - Ammonizione al 39’ 39’
Totale Presenze 49 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Chelsea: 2017-2018

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Chelsea: 2018-2019
Chelsea: 2020-2021
Chelsea: 2021

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Russia 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Uomini e leoni, su ultimouomo.com, 25 maggio 2017. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  2. ^ Non fu razzismo: Lulic squalificato per 20 giorni per la frase su Rudiger e i calzini, globalist.it, 22 dicembre 2016
  3. ^ Caso Rudiger, Neville attacca la Premier: “Sia la lega ad agire”, su gazzetta.it. URL consultato il 24 dicembre 2019.
  4. ^ Rudiger, dall'Inter ai milioni di Conte: la Roma blinda il leader della difesa 2.0, su calciomercato.com, 10 febbraio 2017. URL consultato il 5 ottobre 2018.
  5. ^ a b c d Rüdiger: "Ecco le caratteristiche del mio gioco", su asroma.com. URL consultato il 25 gennaio 2020.
  6. ^ L'AS Roma perfeziona l'ingaggio di Antonio Rüdiger, su asroma.it, 19 agosto 2015. URL consultato il 19 agosto 2015.
  7. ^ I nuovi stranieri della Serie A: Antonio Rüdiger (Roma), su spaziocalcio.it, 19 agosto 2015. URL consultato il 15 luglio 2017.
  8. ^ Frosinone-Roma 0-2: Iago Falque e Iturbe in gol, giallorossi per ora in testa, su repubblica.it. URL consultato il 5 ottobre 2015.
  9. ^ Champions, Roma-Barcellona 1-1 A Suarez risponde Florenzi con un gol da 50 metri, su corriere.it, 16 settembre 2015. URL consultato il 19 settembre 2015.
  10. ^ Roma, che flop Rudiger, Dzeko e Iturbe: Garcia senza ali non vola più, su gazzetta.it. URL consultato il 22 maggio 2021.
  11. ^ La flop 11 della fase a gironi di Champions League, su eurosport.it, 10 dicembre 2015. URL consultato il 22 maggio 2021.
  12. ^ Rudiger: “Roma è passione”, su asroma.com, 6 aprile 2016. URL consultato il 22 maggio 2021.
  13. ^ Roma-Milan 1-1: Kucka risponde a Rüdiger. Miha salvo, Garcia trema, su gazzetta.it. URL consultato il 22 maggio 2021.
  14. ^ Roma-Chievo 3-0: i giallorossi tengono viva la corsa al secondo posto, su repubblica.it, 8 maggio 2016. URL consultato il 22 maggio 2021.
  15. ^ La Roma ha esercitato il diritto di opzione per l’acquisizione di Antonio Rudiger, su asroma.com. URL consultato il 22 maggio 2021.
  16. ^ Roma, ufficiale il riscatto di Rüdiger: 9,5 milioni allo Stoccarda per il difensore, su gazzetta.it. URL consultato il 22 maggio 2021.
  17. ^ Roma, Rudiger operato: «Intervento ok», su corrieredellosport.it. URL consultato il 12 giugno 2016.
  18. ^ Roma, Rudiger è tornato: 83' e un gol con la Primavera giallorossa, su gazzetta.it, 22 ottobre 2016. URL consultato il 15 luglio 2017.
  19. ^ Rudiger ceduto a titolo definitivo al Chelsea, su asroma.com, 9 luglio 2017. URL consultato il 22 maggio 2021.
  20. ^ (EN) Rudiger signs, su chelseafc.com, 9 luglio 2017. URL consultato il 15 luglio 2017.
  21. ^ (EN) Tom Rostance, Arsenal 1-1 Chelsea (Arsenal won 4-1 on pens), in BBC Sport, 6 agosto 2017. URL consultato il 19 agosto 2019.
  22. ^ Mai mettersi contro Conte, Rüdiger ne sa qualcosa, su sport.sky.it. URL consultato il 19 agosto 2019.
  23. ^ FA Cup, Chelsea-Manchester United 1-0: video, su Fox Sports, 19 maggio 2018. URL consultato il 19 agosto 2019.
  24. ^ Rudiger: "Sarri ci fa sentire vivi”, su sport.sky.it. URL consultato il 19 agosto 2019.
  25. ^ UEFA Europa League - Chelsea-Arsenal, su it.uefa.com. URL consultato il 19 agosto 2019.
  26. ^ (EN) Rudiger has groin surgery and will miss three more weeks for Chelsea, su thesun.co.uk, 8 novembre 2019. URL consultato il 22 maggio 2021.
  27. ^ Rudiger salva Lampard contro il Leicester, su sport.sky.it. URL consultato il 22 maggio 2021.
  28. ^ (EN) Sami Mokbel, Antonio Rudiger left OUT of Chelsea squad for crucial title clash, su dailymail.co.uk, 20 settembre 2020. URL consultato il 22 maggio 2021.
  29. ^ a b c (EN) Antonio Rudiger: Chelsea defender denies speaking to board about Frank Lampard sacking, su skysports.com. URL consultato il 22 maggio 2021.
  30. ^ Premier League, colpo Champions del Chelsea targato Serie A: Rudiger e Jorginho stendono il Leicester, su sportmediaset.mediaset.it. URL consultato il 22 maggio 2021.
  31. ^ Chelsea-Leicester 2-1, su sport.sky.it. URL consultato il 22 maggio 2021.
  32. ^ Champions League, le pagelle di Chelsea-Real Madrid 2-0: con Kanté i Blues giocano in 12, su eurosport.it, 5 maggio 2021. URL consultato il 22 maggio 2021.
  33. ^ Germania, Rüdiger al posto di Kirchhoff, su it.uefa.com, 24 maggio 2013. URL consultato il 22 maggio 2021.
  34. ^ (DE) Löw streicht Bellarabi, Brandt, Reus und Rudy, su dfb.de, 31 maggio 2016. URL consultato il 31 maggio 2016.
  35. ^ (EN) Tah replaces Rudiger in Germany squad, su BBC Sport, 8 giugno 2016. URL consultato il 22 maggio 2021.
  36. ^ Germania, Rudiger esulta sui social per la Confederations Cup, su tuttomercatoweb.com, 2 luglio 2017. URL consultato il 15 luglio 2017.
  37. ^ (EN) Internationals: Christensen in contention; Rudiger scores, su chelseafc.com, 8 ottobre 2017. URL consultato il 22 maggio 2021.
  38. ^ (EN) Blues bound for World Cup, su chelseafc.com, 4 giugno 2018. URL consultato il 22 maggio 2021.
  39. ^ (EN) Rudiger returns as Germany leave it late, su chelseafc.com, 23 giugno 2018. URL consultato il 22 maggio 2021.
  40. ^ (EN) Germany out, su chelseafc.com, 27 giugno 2018. URL consultato il 22 maggio 2021.
  41. ^ (DE) Team, su dfb.de, 19 maggio 2021. URL consultato il 22 maggio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]