John Hansen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo calciatore faroese, vedi John Hansen (1974).
John Hansen
JohnHansen.jpg
Dati biografici
Nome John Angelo Valdemar Østergaard Hansen
Nazionalità Danimarca Danimarca
Altezza 183 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Carriera
Squadre di club1
1943-1948 Frem Frem 86 (81)
1948-1954 Juventus Juventus 187 (124)
1954-1955 Lazio Lazio 27 (15)
1958-1960 Frem Frem 28 (32)
Nazionale
1947
1948
Danimarca Danimarca U-21
Danimarca Danimarca
1 (1)
8 (10)
Carriera da allenatore
1956 Frem Frem
1969 Danimarca Danimarca
Palmarès
Bandiera olimpica  Olimpiadi
Bronzo Londra 1948
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

John Hansen (Copenaghen, 27 luglio 1924Copenaghen, 12 gennaio 1990) è stato un allenatore di calcio e calciatore danese, di ruolo attaccante.

Nel 1952 ha ricevuto l'onorificenza di Cavaliere della Repubblica Italiana.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizia la sua carriera agonistica nel BK Frem Copenaghen, dove nel 1943-1944 conquista il titolo di campione nazionale e un titolo di capocannoniere nel 1947-1948.

Dopo i Giochi olimpici del 1948 c'è subito un contatto con i dirigenti del Torino per portare Hansen in maglia granata, ma il giocatore passa ai rivali cittadini della Juventus il 18 novembre 1948 firmando un contratto triennale. Il 21 novembre esordisce in maglia bianconera a Torino contro il Bari.

Rimane alla Juventus per sei stagioni, fino al 1954, giocando 189 partite (187 in Serie A e 2 in Coppa Latina), segnando 124 reti e vincendo 2 scudetti, di cui uno come capocannoniere. Gioca poi una stagione nella Lazio per poi ritornare in Danimarca nelle file del BK Frem Copenaghen come giocatore-allenatore e dove chiude la sua carriera agonistica nel 1960.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Il 5 agosto 1948, in occasione dell'incontro alle Olimpiadi di Londra fra la Nazionale azzurra di Vittorio Pozzo e quella danese, Hansen firma 4 dei 5 gol (ai minuti 31, 55, 75 e 81) con cui la Danimarca (che poi arriverà a vincere la medaglia di bronzo) batte l'Italia per il 5-3 finale. Con 7 reti è capocannoniere di quel torneo a pari merito con lo svedese Gunnar Nordahl.

Nel 1969 diventerà anche CT.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club italiani[modifica | modifica sorgente]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1948-1949 Juventus Juventus[2] A 24 15 - - - - - - - - - 24 15
1949-1950 A 37 28 - - - - - - - - - 37 28
1950-1951 A 33 20 - - - - - - - - - 33 20
1951-1952 A 36 30 - - - - - - Coppa Latina 2 - 38 30
1952-1953 A 29 22 - - - - - - - - - 29 22
1953-1954 A 28 9 - - - - - - - - - 28 9
Totale Juventus 187 124 - - - - 2 - 189 124
1954-1955 Lazio Lazio A 27 15 - - - - - - - - - 27 15
Totale 214 139 - - - - 2 - 216 139

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Individuale[modifica | modifica sorgente]

1951-1952 (30 gol)
1947-1948 (20 gol)
1948 (7 gol)

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— 1952. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Onorificenze Quirinale.it
  2. ^ Myjuve.it

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Vladimiro Caminiti, Juventus Juventus. Dizionario storico romantico dei bianconeri, Milano, Edizioni Elle, 1977, p. 137.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]