Serie A 1946-1947

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A 1946-1947
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 45ª (15ª di Serie A)
Organizzatore Lega Nazionale
Date dal 22 settembre 1946
al 6 luglio 1947
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Formula Girone all'italiana A/R
Risultati
Vincitore Torino
(4º titolo)
Secondo Juventus
Terzo Modena
Retrocessioni Brescia
Venezia
Statistiche
Miglior marcatore Italia Valentino Mazzola (29)
Incontri disputati 380
Gol segnati 1 046 (2,75 per incontro)
Torino46-47.jpg
Una formazione dei granata campioni
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1945-1946 1947-1948 Right arrow.svg

La Serie A 1946-1947 fu il massimo livello della quarantacinquesima edizione del campionato italiano di calcio, la quindicesima disputata con la formula del girone unico.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

La Sampdoria, nuova formazione di Genova, nata nel 1946 dalla fusione tra Sampierdarenese e Andrea Doria.

In un'Italia ancora sconvolta dalla guerra, la Federcalcio avallò il ritorno al girone unico; le discussioni sulla composizione del campionato durarono mesi, come conseguenza delle rotture provocate dai campionati di guerra e dei verdetti del lungo torneo precedente cui avevano preso parte squadre di Serie A e B.

Si giunse alla formazione di un torneo con 20 partecipanti[1], che inglobò le squadre che avevano acquisito il diritto alla massima serie nel 1942-43 (incluse le promosse Modena e Brescia), il ripescato Bari, la neonata Sampdoria frutto della definitiva fusione tra Sampierdarenese ed Andrea Doria, la vecchia Alessandria vincitrice del campionato giocato tra squadre di Serie B e C del Nord-Italia nel 1946, e il Napoli che, nella stagione precedente, aveva concluso al primo posto il girone centro-meridionale. Risultò escluso lo Spezia, campione nel 1944, che prima della fusione tra Sampierdarenese ed Andrea Doria era stata candidata al ruolo di ventiduesima squadra[2], mentre il progetto di ridurre già l'anno successivo le partecipanti a 18 (mediante cinque retrocessioni), fu cassato il 21 agosto, dopo le obiezioni dell'Atalanta[3].

Valerio Cassani, neoacquisto del Modena: 35 presenze e 6 reti in una stagione storica per i canarini, terzi a fine campionato.

In fase di mercato furono pochi i movimenti di rilievo[1]; il Torino riaccolse Menti[4], mentre le altre squadre approfittarono dell'apertura delle frontiere: l'Inter del rientrante Meazza, in particolare, rivoluzionò la squadra titolare con vari elementi provenienti dal Sud America[5], la Juventus ingaggiò i cecoslovacchi Vycpálek e Korostolev, il Genoa scelse, tra gli altri, l'argentino Verdeal[6].

Il campionato[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato iniziò il 22 settembre 1946; il favorito Torino impiegò alcune settimane ad ingranare, e pareggiò le prime tre partite casalinghe con Triestina, Sampdoria e Juventus. Peraltro fu proprio la situazione dei giuliani a sconvolgere l'equilibrio del torneo; per ragioni di sicurezza, gli Alleati che governavano Trieste vietarono per lungo tempo l'utilizzo dello stadio di Valmaura, e ciò costrinse la squadra a disputare la maggior parte del girone d'andata in trasferta o sul campo neutro di Udine[7].

Valentino Mazzola, stella del Torino, si laureò capocannoniere con 29 reti.

Dopo dieci giornate si ritrovarono appaiate al primo posto Juventus e Bologna, poi gli emiliani si bloccarono, persero tre gare di fila e videro i bianconeri allungare: il 2 febbraio 1947 furono "campioni d'inverno" davanti al Torino e al sorprendente Modena che, come il Livorno di qualche anno prima, era riuscito nell'impresa di ottenere ottimi risultati con giocatori provenienti dalle serie minori schierati dall'allenatore Mazzoni secondo la logica del vecchio Metodo[8]. Sul fondo, languiva la Triestina, mentre l'Alessandria del ritrovato Rava riscattava una partenza negativa ed inguaiava la più quotata Inter, i cui nuovi acquisti fallirono clamorosamente[5].

Fu proprio l'Alessandria a frenare la corsa della Juventus, il 23 febbraio; il Torino scattò in testa, vinse quattro gare consecutive, incluso il derby del 16 marzo, ed allungò, inseguita a distanza dal regolare Modena e dal Milan dell'astro nascente Carapellese[1]. Nel mese di maggio il Torino consolidò il primato e lo scudetto diventò matematico già a tre giornate dalla fine, con il pareggio di Bari; alla fine, i punti di vantaggio su Juventus e Modena, che occuparono le piazze d'onore furono rispettivamente 10 e 12. Fu la stagione in cui il Torino mostrò tutta la prepotenza di un attacco decisamente concreto, che sfondò il muro delle 100 reti realizzate grazie ad un gioco estremamente rapido, ideale per disorientare gli avversari[4]; il commissario tecnico dell'Italia Pozzo arrivò a schierare contemporaneamente tutti i dieci giocatori di movimento granata nell'amichevole dell'11 maggio 1947 contro l'Ungheria[4][9].

Se furono degni di nota i campionati di Vicenza e Bari, l'Inter riuscì ad emergere dalle ultime posizioni alla distanza, lasciando le altre squadre a lottare per una salvezza incerta fino all'ultimo secondo; la Fiorentina ebbe la meglio sul Brescia e sul Venezia, ormai distante dalle glorie di pochi anni prima. La caduta in B fu risparmiata alla derelitta Triestina, ripescata d'ufficio in luglio per motivi patriottici[7], «in considerazione del valore morale e simbolico che la squadra di Trieste ha per tutti gli sportivi italiani»[10]. Il ripescaggio della squadra giuliana portò dunque ad un ulteriore allargamento della Serie A, che fu formata da 21 squadre per il solo campionato 1947-1948.

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Profili[modifica | modifica wikitesto]

Club partecipanti Città Stadio Stagione 1945-1946
Soccer Jersey Grey.png Alessandria dettagli Alessandria Stadio Giuseppe Moccagatta 1ª in Serie B-C Alta Italia, promossa
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Atalanta dettagli Bergamo Stadio Comunale 9ª nel Campionato Alta Italia
Soccer Jersey White-Red (borders).png Bari dettagli Bari Stadio della Vittoria 8º in Divisione Nazionale
Soccer Jersey Red-Blue (quarters).png Bologna dettagli Bologna Stadio Comunale
Stadio Ennio Tardini, Parma (solo 36ª)
6ª nel Campionato Alta Italia
Soccer Jersey Azure-White (V style).png Brescia dettagli Brescia Stadium di Viale Piave
Stadio Comunale, Bergamo (solo 33ª)
5º nel Campionato Alta Italia
Jersey violet.svg Fiorentina dettagli Firenze Stadio Comunale 5ª in Serie A-B Centro-Sud
Soccer Jersey Red-Blue (half).png Genoa dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 12º nel Campionato Alta Italia
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Inter dettagli Milano Arena Civica 4ª in Divisione Nazionale
Soccer Jersey White-Black (stripes).png Juventus dettagli Torino Stadio Comunale 2ª in Divisione Nazionale
Soccer Jersey Sky-White (borders).png Lazio dettagli Roma Stadio Nazionale 7ª in Serie A-B Centro-Sud
Jersey granate.svg Livorno dettagli Livorno Stadio Comunale 7º in Divisione Nazionale
Soccer Jersey Red-Black (stripes).png Milan dettagli Milano Stadio San Siro 3º in Divisione Nazionale
Soccer Jersey Yellow-Blue (borders).png Modena dettagli Modena Stadio Comunale 6º nel Campionato Alta Italia
Soccer Jersey Azure.png Napoli dettagli Napoli Stadio della Liberazione 5º in Divisione Nazionale, promosso
Soccer Jersey Roma Red-Yellow (borders).png Roma dettagli Roma Stadio Nazionale 6ª in Divisione Nazionale
Soccer Jersey Sampdoria Blue (horizontal stripe).png Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris Andrea Doria 9ª nel Campionato Alta Italia
Soccer Jersey Maroon.png Torino dettagli Torino Stadio Filadelfia Campione d'Italia
Soccer Jersey Red-White (borders).png Triestina dettagli Trieste Stadio Comunale
Stadio Moretti, Udine (solo 4ª, 9ª e 12ª)
8ª nel Campionato Alta Italia
Soccer Jersey Green-Black (borders).png Venezia dettagli Venezia Stadio Pierluigi Penzo
Stadio Comunale, Treviso (solo 19ª)
13º nel Campionato Alta Italia
Soccer Jersey Red-White (stripes).png Vicenza dettagli Vicenza Stadio Comunale 11º nel Campionato Alta Italia

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Associazione Calcio Torino 1946-1947.
Formazione tipo[11] Giocatori (presenze)[12]
Italia Valerio Bacigalupo (25)
Italia Aldo Ballarin (38)
Italia Mario Rigamonti (34)
Italia Virgilio Maroso (33)
Italia Giuseppe Grezar (35)
Italia Eusebio Castigliano (27)
Italia Ezio Loik (II) (30)
Italia Valentino Mazzola (38)
Italia Franco Ossola (29)
Italia Pietro Ferraris (34)
Italia Guglielmo Gabetto (35)
Altri giocatori: Dante Piani (13), Francesco Rosetta (13), Danilo Martelli (17), Romeo Menti (II) (14), Guido Tieghi (3).

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente[13] Cannoniere[13]
Alessandria[14][15] Italia Giovanni Battista Rebuffo (1ª)
Italia Felice Borel (II) & Italia Amilcare Savojardo (2ª-9ª)
Italia Umberto Dadone (10ª)
Ungheria Lajos Nems Kovács (11ª-38ª)
Italia Aristide Coscia,
Italia Pietro Rava (38)
Albania Riza Lushta (13)
Atalanta Argentina Italia Luis Monti (1ª-9ª)
Italia Ivo Fiorentini (10ª-38ª)
Italia Alberto Citterio,
Italia Arnaldo Salvi (36)
Italia Arnaldo Salvi (10)
Bari[16][17] Ungheria János Nehadoma (1ª-7ª)
Italia Raffaele Costantino (8ª-14ª)
Ungheria András Kuttik (15ª-38ª)
Italia Francesco Capocasale,
Italia Paolo Giammarco,
Italia Mario Tontodonati (38)
Italia Guido Tavellin (8)
Bologna Ungheria József Viola Italia Bruno Arcari (IV),
Italia Sauro Taiti (36)
Italia Gino Cappello (IV),
Italia Sauro Taiti (9)
Brescia Ungheria József Bánás (1ª-7ª)
Italia Renzo De Vecchi (8ª-38ª)
Italia Ivanoe Sacchetti (38) Italia Romano Penzo (14)
Fiorentina[18][19] Italia Guido Ara (1ª-16ª)
Italia Renzo Magli (17ª-18ª)
Ungheria Imre Senkey (19ª-38ª)
Italia Menotti Avanzolini (38) Italia Otello Badiali (9)
Genoa Inghilterra William Garbutt Italia Vittorio Sardelli (38) Italia Riccardo Dalla Torre (16)
Inter[20] Italia Carlo Carcano (1ª-15ª)
Italia Giuseppe Meazza (16ª-38ª)
Italia Ubaldo Passalacqua (37) Italia Cosimo Muci (16)
Juventus Italia Argentina Renato Cesarini Italia Lucidio Sentimenti (IV) (37) Italia Mario Astorri (17)
Lazio Austria Tony Cargnelli Italia Aldo Puccinelli (38) Italia Aldo Puccinelli (13)
Livorno[21] Italia Ivo Fiorentini (1ª-7ª)
Italia Enrico Carpitelli (8ª-38ª)
Italia Eto Soldani (38) Italia Renato Raccis (17)
Milan[22] Italia Giuseppe Bigogno Italia Omero Tognon (38) Uruguay Italia Héctor Puricelli (21)
Modena Italia Alfredo Mazzoni Italia Renato Braglia (38) Italia Renato Brighenti (10)
Napoli Uruguay Italia Raffaele Sansone Italia Umberto Busani,
Italia Mario Rosi (38)
Italia Umberto Busani (12)
Roma[23] Italia Giovanni Degni Italia Sergio Andreoli (38) Italia Amedeo Amadei (13)
Sampdoria[24] Italia Giuseppe Galluzzi (1ª-29ª)
Italia Giovanni Battista Rebuffo (30ª-38ª)
Italia Giuseppe Baldini (37) Italia Giuseppe Baldini (18)
Torino Italia Luigi Ferrero Italia Aldo Ballarin,
Italia Valentino Mazzola (38)
Italia Valentino Mazzola (29)
Triestina Italia Mario Varglien Italia Licio Rossetti (38) Italia Alberto Milli,
Italia Licio Rossetti (6)
Venezia Italia Nereo Marini Italia Silvio Di Gennaro,
Italia Francesco Pernigo (38)
Italia Valeriano Ottino (13)
Vicenza Italia Pietro Spinato Italia Guerrino Carraro,
Italia Ernesto Sandroni (38)
Italia Bruno Quaresima (13)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS QR DR
Scudetto.svg 1. Torino 63 38 28 7 3 104 35 2,97 +69
2. Juventus 53 38 22 9 7 83 38 2,18 +45
3. Modena 51 38 21 9 8 45 24 1,87 +21
4. Milan 50 38 19 12 7 75 52 1,44 +23
5. Bologna 39 38 15 9 14 42 41 1,02 +1
5. Vicenza 39 38 16 7 15 53 57 0,93 -4
7. Bari 38 38 16 6 16 33 48 0,69 -15
8. Napoli 37 38 14 9 15 50 59 0,85 -9
8. Atalanta 37 38 11 15 12 40 52 0,77 -12
10. Inter 36 38 13 10 15 59 54 1,09 +5
10. Sampdoria 36 38 14 8 16 56 52 1,08 +4
10. Genoa 36 38 13 10 15 53 53 1 0
10. Lazio 36 38 12 12 14 56 56 1 0
14. Alessandria 35 38 13 9 16 59 60 0,98 -1
15. Livorno 33 38 9 15 14 49 55 0,89 -6
15. Roma 33 38 12 9 17 41 56 0,73 -15
17. Fiorentina 32 38 10 12 16 46 69 0,67 -23
1downarrow red.svg 18. Brescia 31 38 10 11 17 45 58 0,78 -13
1downarrow red.svg 19. Venezia 27 38 10 7 21 43 66 0,65 -20
2rightarrow.png 20. Triestina[25] 18 38 5 8 25 32 79 0,41 -47

Legenda:

         Campione d'Italia 1946-1947
         Retrocesse in Serie B 1947-1948

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Era in vigore il pari merito ed in caso di parità venivano effettuati i necessari spareggi. La stampa del periodo usava, inoltre, un ordinamento grafico per quoziente reti: la differenza reti non era stata ancora inventata.
La Triestina fu ripescata in Serie A per motivi patriottici.[7]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Ale Ata Bar Bol Bre Fio Gen Int Juv Laz Liv Mil Mod Nap Rom Sam Tor Tri Ven Vic
Alessandria –––– 1-1 1-0 0-1 2-2 1-1 2-2 1-0 2-0 2-1 4-1 4-1 1-3 5-0 1-0 0-1 2-0 5-0 1-1 0-2
Atalanta 1-0 –––– 3-0 2-1 2-0 1-1 1-0 0-3 1-3 1-1 3-1 1-3 1-1 2-1 0-0 1-1 0-3 1-1 3-2 1-1
Bari 2-2 2-0 –––– 1-0 0-0 1-0 2-0 1-2 0-1 1-3 2-1 0-3 0-0 1-0 2-0 2-1 0-0 2-0 1-0 1-0
Bologna 4-1 2-0 2-1 –––– 0-2 1-1 0-0 2-0 0-0 3-1 1-0 1-2 1-0 3-0 0-2 2-0 1-1 1-0 4-0 0-0
Brescia 0-3 4-1 0-0 0-1 –––– 1-0 5-1 2-2 1-1 2-0 0-1 1-1 0-1 2-1 3-0 2-1 0-1 2-2 0-2 0-2
Fiorentina 2-0 1-0 2-0 0-0 3-1 –––– 2-2 3-3 2-1 4-1 2-2 0-3 1-2 1-0 3-3 2-1 0-4 2-1 1-1 4-1
Genoa 3-1 2-2 1-0 3-0 4-0 5-0 –––– 0-0 1-0 3-0 0-0 0-2 1-1 2-1 3-0 2-3 2-3 3-1 2-1 2-0
Inter 4-2 0-1 3-1 1-1 1-1 4-0 2-1 –––– 0-0 3-0 1-1 1-2 1-0 2-3 0-0 2-1 1-3 5-2 3-1 1-2
Juventus 3-1 4-1 6-0 2-0 1-0 3-1 2-1 4-1 –––– 3-3 2-1 1-2 1-0 1-0 4-0 2-1 0-1 4-0 7-3 1-2
Lazio 3-1 0-0 0-1 3-1 6-3 3-0 1-1 0-1 1-2 –––– 3-0 1-1 1-2 2-1 0-0 4-0 1-2 3-0 3-1 1-1
Livorno 4-2 0-0 0-0 1-1 2-2 2-1 1-1 3-1 2-2 1-1 –––– 2-2 0-1 2-2 4-1 0-0 0-2 3-0 0-0 3-0
Milan 4-0 0-0 0-2 4-2 2-1 2-2 4-1 3-1 3-3 0-0 2-2 –––– 1-1 4-2 3-1 1-0 1-2 3-0 3-2 2-3
Modena 0-0 0-0 0-1 1-0 1-1 3-0 2-1 1-0 1-0 2-1 1-0 2-1 –––– 6-1 1-0 1-0 2-4 0-1 2-0 1-0
Napoli 2-1 3-1 5-1 2-0 2-1 1-1 2-1 1-0 3-3 0-0 4-0 0-0 1-0 –––– 0-3 1-0 2-2 2-0 1-1 2-2
Roma 0-2 3-0 2-0 1-1 2-1 2-0 0-1 2-1 1-5 3-0 0-1 1-1 0-0 0-0 –––– 3-1 1-3 4-1 1-2 0-0
Sampdoria 1-1 1-1 6-1 0-1 2-2 1-0 3-0 1-5 0-3 1-1 2-1 2-1 0-2 0-1 4-0 –––– 3-1 4-1 3-1 2-1
Torino 4-1 5-3 2-1 4-0 4-0 7-2 6-0 5-2 0-0 5-1 3-2 6-2 1-1 2-1 4-0 1-1 –––– 1-1 2-0 6-0
Triestina 1-3 1-3 0-1 3-1 0-1 1-1 0-0 0-0 1-5 2-2 0-3 1-2 0-1 3-0 0-2 1-1 0-1 –––– 2-0 2-0
Venezia 1-1 0-0 1-2 2-0 1-2 3-0 2-1 2-1 0-2 1-2 1-0 1-1 2-1 0-1 2-3 0-2 1-0 4-1 –––– 1-2
Vicenza 4-2 0-1 1-0 0-3 2-0 1-0 1-0 1-1 1-1 1-2 5-2 2-3 0-1 4-1 2-0 1-5 0-3 3-2 5-0 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (20ª)
22 set. 1-3 Alessandria-Modena 0-0 16 feb.
1-3 Atalanta-Juventus 1-4
1-3 Bari-Lazio 1-0
4-0 Bologna-Venezia 0-2
3-3 Fiorentina-Inter 0-4
4-0 Genoa-Brescia 1-5
2-3 Milan-Vicenza 3-2
4-0 Napoli-Livorno 2-2
3-1 Roma-Sampdoria 0-4
1-1 Torino-Triestina 1-0
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (21ª)
29 set. 2-1 Brescia-Napoli 1-2 23 feb.
28 set. 0-1 Inter-Atalanta 3-0
29 set. 3-1 Juventus-Alessandria 0-2
1-2 Lazio-Torino 1-5
4-1 Livorno-Roma 1-0
1º gen. 3-0 Milan-Triestina 2-1 19 mar.
29 set. 0-1 Modena-Bari 0-0 23 feb.
1-0 Sampdoria-Fiorentina 1-2
2-1 Venezia-Genoa 1-2
0-3 Vicenza-Bologna 0-0


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (22ª)
6 ott. 0-1 Alessandria-Bologna 1-4 2 mar.
1-1 Atalanta-Triestina 3-1
0-0 Brescia-Bari 0-0
2-2 Fiorentina-Livorno 1-2
0-0 Genoa-Inter 1-2
3-3 Milan-Juventus 2-1
6-1 Modena-Napoli 0-1
3-0 Roma-Lazio 0-0
1-1 Torino-Sampdoria 1-3
5-0 Vicenza-Venezia 2-1
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (23ª)
13 ott. 1-0 Bari-Vicenza 0-1 9 mar.
0-0 Bologna-Genoa 0-3
1-1 Inter-Brescia 2-2
3-1 Juventus-Fiorentina 1-2
1-2 Lazio-Modena 1-2
0-0 Livorno-Atalanta 1-3
2-1 Napoli-Alessandria 0-5
2-1 Sampdoria-Milan 0-1
0-2 Triestina-Roma 1-4
1-0 Venezia-Torino 0-2


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (24ª)
20 ott. 1-1 Atalanta-Sampdoria 1-1 16 mar.
2-2 Bari-Alessandria 0-1
1-0 Bologna-Triestina 1-3
1-2 Fiorentina-Modena 0-3
0-0 Genoa-Livorno 1-1
6-3 Lazio-Brescia 0-2
3-1 Milan-Inter 2-1
2-2 Napoli-Vicenza 1-4
0-0 Torino-Juventus 1-0
2-3 Venezia-Roma 2-1
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (25ª)
27 ott. 1-1 Alessandria-Atalanta 0-1 23 mar.
1-1 Brescia-Milan 1-2
2-1 Fiorentina-Triestina 1-1
3-0 Inter-Lazio 1-0
1-0 Juventus-Napoli 3-3
0-0 Livorno-Bari 1-2
2-0 Modena-Venezia 1-2
1-3 Roma-Torino 0-4
0-1 Sampdoria-Bologna 0-2
1-0 Vicenza-Genoa 0-2


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (26ª)
3 nov. 0-2 Alessandria-Vicenza 2-4 30 mar.
1-3 Atalanta-Milan 0-0
1-0 Bologna-Modena 0-1
1-3 Inter-Torino 2-5
6-0 Juventus-Bari 1-0
1-1 Livorno-Lazio 0-3
2-0 Napoli-Triestina 0-3
2-1 Roma-Brescia 0-3
3-0 Sampdoria-Genoa 3-2
3-0 Venezia-Fiorentina 1-1
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (27ª)
10 nov. 2-0 Bari-Atalanta 0-3 6 apr.
0-1 Brescia-Livorno 2-2
2-0 Fiorentina-Alessandria 1-1
1-0 Genoa-Juventus 1-2
4-0 Lazio-Sampdoria 1-1
3-1 Milan-Roma 1-1
0-1 Modena-Triestina 1-0
1-1 Napoli-Venezia 1-0
4-0 Torino-Bologna 1-1
1-1 Vicenza-Inter 2-1


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (28ª)
17 nov. 0-1 Alessandria-Sampdoria 1-1 13 apr.
1-0 Bari-Venezia 2-1
3-1 Bologna-Lazio 1-3
4-1 Fiorentina-Vicenza 0-1
1-1 Genoa-Modena 1-2
2-2 Milan-Livorno 2-2
3-1 Napoli-Atalanta 1-2
1-5 Roma-Juventus 0-4
4-0 Torino-Brescia 1-0
0-0 Triestina-Inter 2-5
Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (29ª)
24 nov. 1-0 Atalanta-Genoa 2-2 20 apr.
1-0 Brescia-Fiorentina 1-3
0-0 Inter-Roma 1-2
4-0 Juventus-Triestina 5-1
2-1 Lazio-Napoli 0-0
1-1 Livorno-Bologna 0-1
2-1 Modena-Milan 1-1
6-1 Sampdoria-Bari 1-2
1-1 Venezia-Alessandria 1-1
0-3 Vicenza-Torino 0-6


Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (30ª)
8 dic. 1-0 Alessandria-Inter 2-4 4 mag.
1-0 Bari-Napoli 1-5
0-0 Bologna-Juventus 0-2
2-2 Brescia-Triestina 1-0
1-0 Fiorentina-Atalanta 1-1
3-0 Genoa-Lazio 1-1
3-2 Milan-Venezia 1-1
0-0 Roma-Modena 0-1
3-2 Torino-Livorno 2-0
1-5 Vicenza-Sampdoria 1-2
Andata (12ª) Dodicesima giornata Ritorno (31ª)
15 dic. 4-1 Alessandria-Livorno 2-4 18 mag.
1-0 Bari-Bologna 1-2
4-1 Fiorentina-Lazio 0-3
4-1 Juventus-Inter 0-0
4-1 Milan-Genoa 2-0
1-0 Modena-Vicenza 1-0
2-2 Napoli-Torino 1-2
3-0 Roma-Atalanta 0-0
1-1 Triestina-Sampdoria 1-4 25 apr.
1-2 Venezia-Brescia[26] 2-0 18 mag.


Andata (13ª) Tredicesima giornata Ritorno (32ª)
22 dic. 1-1 Atalanta-Vicenza 1-0 25 mag.
0-3 Brescia-Alessandria 2-2
3-0 Genoa-Roma 1-0
3-1 Inter-Bari 2-1
1-1 Lazio-Milan 0-0
3-0 Livorno-Triestina 3-0
1-0 Modena-Juventus 0-1
2-0 Napoli-Bologna 0-3
7-2 Torino-Fiorentina 4-0
0-2 [26]Venezia-Sampdoria 1-3
Andata (14ª) Quattordicesima giornata Ritorno (33ª)
29 dic. 2-2 Alessandria-Genoa 1-3 1º giu.
0-3 Atalanta-Torino 3-5
1-2 Bologna-Milan 2-4
2-3 Inter-Napoli 0-1
1-0 Juventus-Brescia 1-1
0-0 Livorno-Venezia 0-1
2-0 Roma-Fiorentina 3-3
0-2 Sampdoria-Modena 0-1
26 dic. 0-1 Triestina-Bari 0-2
29 dic. 1-2 Vicenza-Lazio 1-1


Andata (15ª) Quindicesima giornata Ritorno (34ª)
5 gen. 2-0 Bari-Roma 0-2 8 giu.
0-1 Brescia-Bologna[26] 2-0
1-0 Fiorentina-Napoli 1-1
2-3 Genoa-Torino 0-6
2-1 Juventus-Sampdoria 3-0
0-0 Lazio-Atalanta 1-1
4-0 Milan-Alessandria 1-4
1-0 Modena-Livorno 1-0
2-0 Triestina-Vicenza 2-3
2-1 Venezia-Inter 1-3
Andata (16ª) Sedicesima giornata Ritorno (35ª)
12 gen. 5-0 Alessandria-Triestina 3-1 15 giu.
1-1 Atalanta-Modena 0-0
0-2 Bologna-Roma 1-1
0-3 Fiorentina-Milan 2-2
1-1 Inter-Livorno 1-3
3-1 Lazio-Venezia 2-1
2-1 Napoli-Genoa 1-2
2-2 Sampdoria-Brescia 1-2
2-1 Torino-Bari 0-0
1-1 Vicenza-Juventus 2-1


Andata (17ª) Diciassettesima giornata Ritorno (36ª)
19 gen. 2-0 Alessandria-Torino 1-4 22 giu.
2-1 Atalanta-Bologna 0-2
0-2 Brescia-Vicenza 0-2
5-0 Genoa-Fiorentina 2-2
7-3 Juventus-Venezia 2-0
0-0 Livorno-Sampdoria 1-2
0-2 Milan-Bari 3-0
1-0 Modena-Inter 0-1
0-0 Roma-Napoli 3-0
2-2 Triestina-Lazio 0-3
Andata (18ª) Diciottesima giornata Ritorno (37ª)
26 gen. 1-0 Bari-Fiorentina 0-2 29 giu.
9 feb. 2-0 Bologna-Inter 1-1
0-1 Brescia-Modena 1-1
26 gen. 2-1 Juventus-Livorno 2-2
3-1 Lazio-Alessandria 1-2
1-2 Milan-Torino 2-6
0-1 Sampdoria-Napoli 0-1
0-0 Triestina-Genoa 1-3
9 feb. 0-0 Venezia-Atalanta 2-3
2-0 Vicenza-Roma 0-0


Andata (19ª) Diciannovesima giornata Ritorno (38ª)
2 feb. 1-0 Alessandria-Roma 2-0 6 lug.
2-0 Atalanta-Brescia 1-4
0-0 Fiorentina-Bologna 1-1
1-0 Genoa-Bari 0-2
2-1 Inter-Sampdoria 5-1
1-2 Lazio-Juventus 3-3
3-0 Livorno-Vicenza 2-5
0-0 Napoli-Milan 2-4
1-1 Torino-Modena 4-2
4-1 Venezia-Triestina 0-2

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

[27] 10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª 35ª 36ª 37ª 38ª
 
Alessandria 0 0 0 0 1 2 2 2 2 3 5 7 9 10 10 12 14 14 16 17 19 19 21 23 23 23 24 25 26 26 26 27 27 29 31 31 33 35
Atalanta 0 2 3 4 5 6 6 6 6 8 8 8 9 9 10 11 13 14 16 16 16 18 20 21 23 24 26 28 29 30 31 33 33 34 35 35 37 37
Bari 0 2 3 5 6 7 7 9 11 11 13 15 15 17 19 19 21 23 23 25 26 27 27 27 29 29 29 31 33 33 33 33 35 35 36 36 36 38
Bologna 2 4 6 7 9 11 13 13 15 16 17 17 17 17 19 19 19 21 22 22 23 25 25 25 27 27 28 28 30 30 32 34 34 34 35 37 38 39
Brescia 0 2 3 4 4 5 5 5 5 7 8 10 10 10 10 11 11 11 11 13 13 14 15 17 17 19 20 20 20 22 22 23 24 26 28 28 29 31
Fiorentina 1 1 2 2 2 4 4 6 8 8 10 12 12 12 14 14 14 14 15 15 17 17 19 19 20 21 22 22 24 25 25 25 26 27 28 29 31 32
Genoa 2 2 3 4 5 5 5 7 8 8 10 10 12 13 13 13 15 16 18 18 20 20 22 23 25 25 25 25 26 27 27 29 31 31 33 34 36 36
Inter 1 1 2 3 3 5 5 6 7 8 8 8 10 10 10 11 11 11 13 15 17 19 20 20 22 22 22 24 24 26 27 29 29 31 31 33 34 36
Juventus 2 4 5 7 8 10 12 12 14 16 17 19 19 21 23 24 26 28 30 32 32 32 32 32 33 35 37 39 41 43 44 46 47 49 49 51 52 53
Lazio 2 2 2 2 4 4 5 7 7 9 9 9 10 12 13 15 16 18 18 18 18 19 19 19 19 21 22 24 25 26 28 29 30 31 33 35 35 36
Livorno 0 2 3 4 5 6 7 9 10 11 11 11 13 14 14 15 16 16 18 19 21 23 23 24 24 24 25 26 26 26 28 30 30 30 32 32 33 33
Milan 0 2 3 3 5 6 8 10 11 11 13 15 16 18 20 22 22 22 23 25 27 29 31 33 35 36 37 38 39 40 42 43 45 45 46 48 48 50
Modena 2 2 4 6 8 10 10 10 11 13 14 16 18 20 22 23 25 27 28 29 30 30 32 34 34 36 38 40 41 43 45 45 47 49 50 50 51 51
Napoli 2 2 2 4 5 5 7 8 10 10 10 11 13 15 15 17 18 20 21 22 24 26 26 26 27 27 29 29 30 32 32 32 34 35 35 35 37 37
Roma 2 2 4 6 8 8 10 10 10 11 12 14 14 16 16 18 19 19 19 19 19 20 22 22 22 22 23 23 25 25 26 26 27 29 30 32 33 33
Sampdoria 0 2 3 5 6 6 8 8 10 12 14 15 17 17 17 18 19 19 19 21 21 23 23 24 24 26 27 28 28 30 32 34 34 34 34 36 36 36
Torino 1 3 4 4 5 7 9 11 13 15 17 18 20 22 24 26 26 28 29 31 33 33 35 37 39 41 42 44 46 48 50 52 54 56 57 59 61 63
Triestina 1 1 2 2 2 2 2 4 5 5 6 7 7 7 9 9 10 11 11 11 11 11 11 13 14 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 16 18
Venezia 0 2 2 4 4 4 6 7 7 8 8 8 8 9 11 11 11 12 14 16 16 16 16 18 20 21 21 21 22 23 25 25 27 27 27 27 27 27
Vicenza 2 2 4 4 5 7 9 10 10 10 10 10 11 11 11 12 14 16 16 16 17 19 21 23 23 25 27 29 29 29 29 29 30 32 34 36 37 39

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Andata Ritorno
Juventus 30 Torino 34
Torino 29 Milan 27
Modena 28 Inter 23
Bari 23 Juventus 23
Milan 23 Modena 23
Bologna 22 Vicenza 23
Napoli 21 Atalanta 21
Roma 19 Brescia 20
Sampdoria 19 Alessandria 19
Genoa 18 Genoa 18
Lazio 18 Lazio 18
Livorno 18 Bologna 17
Alessandria 16 Fiorentina 17
Atalanta 16 Sampdoria 17
Vicenza 16 Napoli 16
Fiorentina 15 Bari 15
Venezia 14 Livorno 15
Inter 13 Roma 14
Brescia 11 Venezia 13
Triestina 11 Triestina 7

Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]

Casa Trasferta
Torino 34 Torino 29
Juventus 31 Milan 24
Modena 29 Juventus 22
Napoli 29 Modena 22
Genoa 28 Vicenza 17
Bologna 27 Atalanta 14
Bari 26 Inter 13
Fiorentina 26 Lazio 13
Milan 26 Bari 12
Alessandria 25 Bologna 12
Sampdoria 24 Brescia 12
Atalanta 23 Roma 12
Inter 23 Sampdoria 12
Lazio 23 Alessandria 10
Livorno 23 Livorno 10
Vicenza 22 Genoa 8
Roma 21 Napoli 8
Brescia 19 Venezia 8
Venezia 19 Fiorentina 6
Triestina 13 Triestina 5

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Record

  • Maggior numero di vittorie: Torino (28)
  • Minor numero di sconfitte: Torino (3)
  • Miglior attacco: Torino (104 reti fatte)
  • Miglior difesa: Modena (24 reti subite)
  • Miglior differenza reti: Torino (+69)
  • Maggior numero di pareggi: Atalanta e Livorno (15)
  • Minor numero di vittorie: Triestina (5)
  • Maggior numero di sconfitte: Triestina (25)
  • Peggiore attacco: Triestina (32 reti fatte)
  • Peggior difesa: Triestina (79 reti subite)
  • Peggior differenza reti: Triestina (-47)
  • Partita con più reti: Juventus-Venezia 7-3 (17ª giornata)

Capolista solitarie

  • 3ª giornata: Bologna
  • dalla 5ª alla 9ª giornata: Bologna
  • 12ª giornata: Juventus
  • dalla 13ª alla 16ª giornata: Torino
  • 19ª e 20ª giornata: Juventus
  • dalla 21ª alla 34ª giornata: Torino

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del campionato furono segnati complessivamente 1.064 gol (di cui 51 su calcio di rigore, 31 su autorete e 6 assegnati per giudizio sportivo) da 198 diversi giocatori, per una media di 2,8 gol a partita[9]. Le gare per le quali il risultato fu deciso a tavolino, in tutti i casi per invasione di campo, furono Venezia-Sampdoria, Brescia-Venezia e Bologna-Brescia[27]. Di seguito, la classifica dei marcatori[27].

Gol Rigori Giocatore Squadra
29 Italia Valentino Mazzola Torino
21 UruguayItalia Héctor Puricelli Milan
20 Italia Riccardo Carapellese Milan
19 Italia Guglielmo Gabetto Torino
18 1 Italia Giuseppe Baldini Sampdoria
17 Italia Mario Astorri Juventus
17 1 Italia Renato Raccis Livorno
16 Italia Riccardo Dalla Torre Genoa
16 Italia Cosimo Muci Inter
15 5 Italia Enrico Candiani Juventus
15 Cecoslovacchia Július Korostelev Juventus
14 Italia Romano Penzo Brescia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Chiesa, p. 132
  2. ^ Ventidue squadre, compresa la Triestina, al campionato di A, dal Corriere dello Sport, 4 luglio 1946, p. 2
  3. ^ Tre squadre soltanto retrocederanno dalla A alla B, dal Corriere dello Sport, 22 agosto 1946, p. 2
  4. ^ a b c Chiesa, p. 133
  5. ^ a b Chiesa, p. 134
  6. ^ Arriva Verdeal a Genova, da pianetagenoa1893.net
  7. ^ a b c Chiesa, pp. 134-135
  8. ^ Chiesa, pp. 133-134
  9. ^ a b Melegari, 2004, p. 231
  10. ^ Caliceti, p. 59
  11. ^ Chiesa, p. 138
  12. ^ Melegari, 2004, p. 113
  13. ^ a b Melegari, 2002, p. 463
  14. ^ Borel II all'Alessandria, Il Corriere dello Sport, n. 250, 25 settembre 1946, p. 2.
  15. ^ Formicaio, Il Corriere dello Sport, n. 294, 15 novembre 1946, p. 1.
  16. ^ Nekadoma lasciato libero dal Bari "dopo sua richiesta", Il Corriere dello Sport del lunedì, n. 16, 4 novembre 1946, p. 4.
  17. ^ Kutik porta a Bari un centromediano ungherese, Il Corriere dello Sport, n. 3, 4 gennaio 1947, p. 2.
  18. ^ Magli allenatore della Fiorentina, Il Corriere dello Sport, n. 15, 16 gennaio 1947, p. 2.
  19. ^ Molte incertezze nella Fiorentina, Il Corriere dello Sport, n. 28, 31 gennaio 1947, p. 2.
  20. ^ Meazza allenatore dell'Internazionale, Il Corriere dello Sport, n. 12, 13 gennaio 1947, p. 2.
  21. ^ Ivo Fiorentini ha lasciato l'A.S. Livorno, Il Corriere dello Sport, n. 288, 8 novembre 1946, p. 2.
  22. ^ Storia della stagione su magliarossonera.it
  23. ^ Storia della stagione su asrtalenti.altervista.it
  24. ^ Rebuffo allenatore della Sampdotia, Il Corriere dello Sport, n. 111, 22 aprile 1947, p. 1.
  25. ^ Retrocessa ma in seguito riammessa in Serie A per motivi patriottici e benemerenze sportive.
  26. ^ a b c A tavolino per delibera del Lega Nazionale.
  27. ^ a b c Campionato 1946-47 su rsssf.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo F. Chiesa. Il grande romanzo dello scudetto. Settima puntata: Tutto ciò che brilla è Toro, da Calcio 2000, agosto 2002, pp. 131-138.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio - La storia 1898-2004. Modena, Panini, 2004.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 2003, Modena, Panini, 2002.
  • Carlo Caliceti. Lo Stato dell'Unione, da Calcio 2000, gennaio 2003, p. 56-61.
  • Ugo Boccassi, Enrico Dericci, Marcello Marcellini. Alessandria U.S.: 60 anni. Milano, G.E.P., 1973.
  • La Stampa, annate 1946 e 1947.
  • Corriere dello Sport, annata 1946.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]