Serie A 1955-1956

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie A 1955-1956
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 54ª
Organizzatore Lega Nazionale
Date dal 18 settembre 1955
al 3 giugno 1956
Luogo Italia Italia
Partecipanti 18
Risultati
Vincitore Fiorentina
(1º titolo)
Retrocessioni Novara
Pro Patria
Statistiche
Miglior marcatore Italia Gino Pivatelli (29)
Incontri disputati 306
Gol segnati 838 (2,74 per incontro)
AC Fiorentina Serie A 1955-56.jpg
La Fiorentina per la prima volta campione d'Italia
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1954-1955 1956-1957 Right arrow.svg

La Serie A 1955-56 fu il 54º campionato italiano di calcio di prima divisione, il 24º a girone unico. Si svolse tra il 18 settembre 1955 e il 3 giugno 1956 e fu vinto dalla Fiorentina, al suo primo titolo di campione d'Italia.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

L'estate del 1955 rappresentò una tappa importante per due società: l'Inter, alla cui presidenza arrivò il petroliere Angelo Moratti[1] e la Fiorentina, che vincendo il suo primo Scudetto spezzò il dominio delle squadre settentrionali, in vigore già da prima della guerra.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il bolognese Gino Pivatelli, miglior marcatore del torneo.

La stagione iniziò il 18 settembre, con l'Inter che dominò rimanendo al vertice nelle prime 6 giornate.[2] Quando i nerazzurri persero 2 gare di fila, i viola ne approfittarono andando in testa.[3] In breve tempo accumularono un buon margine sulle inseguitrici, tra cui spiccava il Lanerossi Vicenza (che soltanto l'anno prima giocava in cadetteria). L'Inter cedette, perdendo tra novembre e gennaio 5 incontri di fila: il 29 gennaio 1956, a conclusione del girone di andata, i toscani potevano vantare 5 punti in più del Milan, secondo in classifica.[4]

Nel corso del girone di ritorno, la FIGC decise di far dirigere le gare più importanti da arbitri austriaci per evitare polemiche: decisione che si rivelò inutile, in quanto il largo dominio dei viola non lasciò spazio a sfide determinanti per il titolo. A +9 sui rossoneri dopo 22 giornate, la squadra incamerò matematicamente il tricolore già il 6 maggio, con 5 turni di anticipo.[5] L'unica partita persa fu quella contro il Genoa, all'ultimo turno, la prima in Campionato dal 17 aprile 1955: il Milan arrivò secondo, staccato di 12 lunghezze.

Si salvarono le due venete appena approdate in Serie A, il Lanerossi Vicenza e il Padova. La prima vittoria della Juventus arrivò all'ottava giornata; per riaggiustare la situazione intervenne ancora una volta la famiglia Agnelli, questa volta nella persona del giovane Umberto. Retrocessero la Pro Patria e, dopo sei stagioni in Serie A, il Novara. Capocannoniere fu Gino Pivatelli del rinato Bologna, con 29 reti.

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Italia
Genova
Genova
Milano
Milano
Torino
Torino
Roma
Roma
Squadre di Milano
Red pog.svg Inter
Red pog.svg Milan
Squadre di Torino
Red pog.svg Juventus
Red pog.svg Torino
Squadre di Roma
Red pog.svg Lazio
Red pog.svg Roma
Squadre di Genova
Red pog.svg Genoa
Red pog.svg Sampdoria
Ubicazione delle squadre della Serie A 1955-1956

Profili[modifica | modifica wikitesto]

Club partecipanti Città Stadio Stagione 1954-1955
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Atalanta dettagli Bergamo Stadio Comunale 15ª in Serie A
Soccer Jersey Red-Blue (quarters).png Bologna dettagli Bologna Stadio Comunale 4º in Serie A
Jersey violet.svg Fiorentina dettagli Firenze Stadio Comunale 5ª in Serie A
Soccer Jersey Red-Blue (half).png Genoa dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 11º in Serie A
Soccer Jersey Azure-Black (stripes).png Inter dettagli Milano Stadio San Siro 8ª in Serie A
Soccer Jersey White-Black (stripes).png Juventus dettagli Torino Stadio Comunale 7ª in Serie A
Soccer Jersey Red-White (stripes).png L.R. Vicenza dettagli Vicenza Stadio Romeo Menti 1º in Serie B, promosso
Soccer Jersey Sky-White (borders).png Lazio dettagli Roma Stadio Olimpico 12ª in Serie A
Soccer Jersey Red-Black (stripes).png Milan dettagli Milano Stadio San Siro Campione d'Italia
Soccer Jersey Azure.png Napoli dettagli Napoli Stadio della Liberazione 6º in Serie A
Soccer Jersey Azure.png Novara dettagli Novara Stadio Comunale 15º in Serie A
Soccer Jersey White-Red (borders).png Padova dettagli Padova Stadio Silvio Appiani 2º in Serie B, promosso
Soccer Jersey Blue-White (horizontal stripes).png Pro Patria dettagli Busto Arsizio Stadio Comunale 18ª in Serie A
Soccer Jersey Roma Red-Yellow (borders).png Roma dettagli Roma Stadio Olimpico 3ª in Serie A
Soccer Jersey Sampdoria Blue (horizontal stripe).png Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 9ª in Serie A
Soccer Jersey Azure-White (arms).png SPAL dettagli Ferrara Stadio Comunale 17ª in Serie A
Soccer Jersey Maroon.png Torino dettagli Torino Stadio Filadelfia 9º in Serie A
Soccer Jersey Red-White (borders).png Triestina dettagli Trieste Stadio Comunale 12ª in Serie A

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Associazione Calcio Fiorentina 1955-1956.

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente[6] Cannoniere[6]
Atalanta Italia Luigi Bonizzoni Italia Carlo Annovazzi (34) Italia Adriano Bassetto (18)
Bologna[7] Italia Giuseppe Viani[8] (1ª-17ª)
Italia Aldo Campatelli (18ª-34ª)
Italia Anselmo Giorcelli,
Italia Fedele Greco (34)
Italia Gino Pivatelli (29)
Fiorentina Italia Fulvio Bernardini Italia Guido Gratton,
Italia Armando Segato (34)
Italia Giuseppe Virgili (21)
Genoa Italia Renzo Magli Italia Ennio Cardoni (34) Italia Attilio Frizzi (14)
Inter[9] Italia Aldo Campatelli (1ª-12ª)
Italia Giuseppe Meazza (13ª-34ª)
Italia Giorgio Ghezzi (33) Italia Benito Lorenzi,
Svezia Lennart Skoglund (10)
Juventus Italia Sandro Puppo Italia Giuseppe Viola (33) Brasile Leonardo Colella (7)
L.R. Vicenza[10] Ungheria Béla Guttmann (1ª-26ª)
Italia Umberto Menti (I) (27ª-34ª)
Italia Remo Lancioni (32) Brasile Américo Murolo (10)
Lazio[11][12] Italia Luigi Ferrero & Italia Roberto Copernico (D.T.) (1ª-13ª)
Italia Luigi Ferrero & Inghilterra Jesse Carver (D.T.) (14ª)
Inghilterra Jesse Carver (15ª-34ª)
Svezia Arne Selmosson (34) Italia Lorenzo Bettini (12)
Milan[13] Uruguay Italia Héctor Puricelli[14] Italia Lorenzo Buffon (33) Svezia Gunnar Nordahl (III) (23)
Napoli[15] Italia Eraldo Monzeglio (1ª-16ª)
Italia Amedeo Amadei (17ª-34ª)
Argentina Bruno Pesaola (33) Brasile Luís Vinício (16)
Novara[16] Italia Giuseppe Ottina (1ª-13ª)
Italia Severino Feruglio (14ª-34ª)
Italia Ambrogio Baira,
Italia Enzo De Giovanni,
Italia Piero Pombia (33)
Danimarca Helge Bronée (10)
Padova Italia Nereo Rocco Italia Giorgio Stivanello (33) Italia Amedeo Bonistalli (12)
Pro Patria[17] Ungheria Imre Senkey (1ª-12ª)
Italia Carlo Reguzzoni (13ª-34ª)
Italia Sergio Frascoli,
Italia Guglielmo Toros (31)
Italia Guglielmo Toros (7)
Roma Ungheria György Sárosi (I) Brasile Dino da Costa,
Italia Luigi Giuliano (34)
Brasile Dino da Costa (12)
Sampdoria Italia Paolo Tabanelli & Ungheria Lajos Czeizler (D.T.) Italia Alfredo Arrigoni,
Italia Pietro Chiappin,
Italia Giuseppe Farina (34)
Sudafrica Italia Eddie Firmani (17)
SPAL Italia Fioravante Baldi Italia Giovanni Ferraro (33) Italia Guido Macor (9)
Torino Italia Annibale Frossi[18] Germania Ovest Horst Buhtz,
Italia Vincenzo Rigamonti (33)
Germania Ovest Horst Buhtz (10)
Triestina[19] Italia Severino Feruglio (1ª-9ª)
Italia Piero Pasinati (10ª-34ª)
Italia Giorgio Bernardin (33) Italia Sergio Brighenti (8)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svgCoppacampioni.png 1. Fiorentina 53 34 20 13 1 59 20 +39
2. Milan 41 34 16 9 9 70 48 +22
3. Inter 39 34 16 7 11 57 36 +21
3. Lazio 39 34 14 11 9 54 46 +8
5. Bologna 37 34 15 7 12 68 52 +16
6. Roma 35 34 11 13 10 43 40 +3
6. Sampdoria 35 34 12 11 11 51 54 -3
8. Padova 34 34 14 6 14 41 43 -2
9. SPAL 33 34 10 13 11 40 39 +1
9. Genoa 33 34 12 9 13 50 52 -2
9. Torino 33 34 12 9 13 43 45 -2
9. Juventus 33 34 8 17 9 32 37 -5
9. L.R. Vicenza 33 34 10 13 11 31 40 -9
14. Napoli 32 34 10 12 12 46 49 -3
15. Atalanta 31 34 11 9 14 50 55 -5
16. Triestina 30 34 10 10 14 27 44 -17
1downarrow red.svg 17. Novara 26 34 8 10 16 45 51 -6
1downarrow red.svg 18. Pro Patria 15 34 3 9 22 31 87 -56

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Legenda:

         Campione d'Italia 1956 (primo titolo) e qualificata in Coppa dei Campioni 1956-1957
         Invitata in Coppa Latina 1956 per rinuncia della Fiorentina
         Invitata in Pequeña Copa del Mundo1956
         Retrocesse in Serie B 1956-1957

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Era in vigore il pari merito ed in caso di parità venivano effettuati i necessari spareggi.La stampa del periodo usava, inoltre, un ordinamento grafico per quoziente reti: la differenza reti non era stata ancora inventata.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Ata Bol Fio Gen Int Juv LRV Laz Mil Nap Nov Pad PPa Rom Sam SPA Tor Tri
Atalanta –––– 1-0 0-0 2-2 1-1 1-1 3-0 1-1 4-3 1-2 2-1 0-2 4-1 1-1 4-1 4-3 1-2 2-0
Bologna 1-0 –––– 0-2 4-1 2-3 0-1 1-1 0-2 2-1 3-1 3-2 3-1 6-1 1-0 5-2 2-2 6-1 3-1
Fiorentina 4-1 0-0 –––– 3-1 0-0 2-0 2-0 4-1 3-0 0-0 4-2 1-0 4-1 2-0 0-0 0-0 2-0 1-0
Genoa 2-1 2-1 3-1 –––– 4-3 0-0 2-2 3-3 3-1 3-1 2-0 0-0 3-0 3-3 2-1 1-1 3-1 1-0
Inter 1-2 0-3 1-3 3-0 –––– 0-2 1-0 2-3 2-1 3-0 2-0 0-1 4-0 1-1 7-1 3-1 1-0 0-0
Juventus 2-1 2-2 0-4 1-0 1-0 –––– 0-0 1-0 0-0 0-1 2-2 3-0 3-1 0-0 2-2 2-2 0-2 0-1
L.R. Vicenza 1-0 2-3 1-1 2-1 0-2 3-2 –––– 0-1 1-3 0-0 0-0 0-0 1-1 2-0 0-0 2-0 1-0 1-1
Lazio 2-2 2-2 2-2 2-0 2-2 2-0 1-3 –––– 2-3 1-1 2-0 3-1 2-0 1-0 1-2 3-0 0-1 1-1
Milan 4-1 3-0 0-2 3-2 1-2 3-1 0-0 1-3 –––– 0-0 4-2 4-1 3-3 4-1 6-1 2-0 3-1 1-0
Napoli 0-3 3-3 2-4 2-1 0-2 1-1 0-0 1-2 2-0 –––– 0-2 1-0 8-1 1-1 3-1 2-2 2-2 3-2
Novara 2-1 2-0 1-1 1-2 2-2 0-0 2-0 6-2 3-4 1-0 –––– 3-0 2-1 2-2 1-2 1-1 1-2 0-1
Padova 5-1 3-1 0-1 2-1 1-0 1-1 3-1 1-2 1-5 1-1 2-1 –––– 2-1 2-0 1-3 0-0 2-0 4-0
Pro Patria 2-0 2-2 2-2 1-0 0-4 2-2 0-1 1-2 1-1 0-0 0-0 0-2 –––– 3-5 2-0 1-2 1-1 1-4
Roma 3-2 2-0 1-1 2-0 1-0 1-1 4-1 0-0 0-0 2-1 2-1 1-1 1-0 –––– 1-2 1-1 2-1 4-1
Sampdoria 4-0 2-5 0-0 0-0 3-2 2-0 1-3 1-1 2-2 3-0 1-1 0-1 7-0 1-0 –––– 3-1 0-0 1-0
SPAL 0-0 2-1 0-1 1-0 0-1 0-0 5-0 1-0 0-0 1-2 2-0 2-0 2-1 1-0 1-1 –––– 1-2 4-0
Torino 1-3 1-0 0-1 2-2 0-2 0-0 0-0 2-2 1-1 1-4 2-1 2-0 6-0 2-1 2-1 0-0 –––– 5-0
Triestina 0-0 1-3 1-1 2-0 0-0 1-1 0-2 1-0 1-3 2-1 0-0 1-0 1-0 0-0 0-0 3-1 1-0 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (18ª)
18 set. 4-3 Atalanta-Milan 1-4 5 feb.
4-1 Bologna-Genoa 1-2
2-0 Inter-Novara 2-2
2-2 Juventus-SPAL 0-0
2-2 Napoli-Torino 4-1
1-2 Padova-Lazio 1-3
2-2 Pro Patria-Fiorentina 1-4
4-1 Roma-L.R. Vicenza 0-2
1-0 Sampdoria-Triestina 0-0
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (19ª)
25 set. 1-0 Fiorentina-Padova 1-0 29 feb.
3-3 Genoa-Roma 0-2 19 feb.
0-2 L.R. Vicenza-Inter 0-1 29 feb.
2-2 Lazio-Atalanta 1-1
6-1 Milan-Sampdoria 2-2
1-0 Novara-Napoli 2-0 19 feb.
2-1 SPAL-Pro Patria 2-1 18 feb.
1-0 Torino-Bologna 1-6 7 mar.
1-1 Triestina-Juventus 1-0 19 feb.


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (20ª)
2 ott. 1-2 Atalanta-Torino 3-1 26 feb.
3-2 Bologna-Novara 0-2
4-0 Inter-Pro Patria 4-0
0-4 Juventus-Fiorentina 0-2
2-1 Napoli-Genoa 1-3
1-5 Padova-Milan 1-4
1-1 Roma-SPAL 0-1
1-3 Sampdoria-L.R. Vicenza 0-0
1-0 Triestina-Lazio 1-1
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (21ª)
9 ott. 0-0 Fiorentina-Inter 3-1 4 mar.
2-1 Genoa-Atalanta 2-2
0-0 L.R. Vicenza-Padova 1-3
1-2 Lazio-Sampdoria 1-1
0-0 Milan-Napoli 0-2
2-2 Novara-Roma 1-2
2-2 Pro Patria-Bologna 1-6
4-0 SPAL-Triestina 1-3
0-0 Torino-Juventus 2-0


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (22ª)
15 ott. 2-0 Atalanta-Triestina 0-0 11 mar.
16 ott. 0-2 Bologna-Fiorentina 0-0
1-2 Milan-Inter 1-2
8-1 Napoli-Pro Patria 0-0
1-1 Novara-SPAL 0-2
2-1 Padova-Genoa 0-0
0-0 Roma-Lazio 0-1 4 apr.
2-0 Sampdoria-Juventus 2-2 10 mar.
0-0 Torino-L.R. Vicenza 0-1 11 mar.
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (23ª)
23 ott. 4-1 Fiorentina-Atalanta 0-0 18 mar.
2-1 Genoa-Sampdoria 0-0
1-0 Inter-Torino 2-0
22 ott. 2-2 Juventus-Novara 0-0 19 mar.
23 ott. 1-3 Lazio-L.R. Vicenza 1-0 18 mar.
1-1 Napoli-Roma 1-2
2-1 Padova-Pro Patria 2-0
2-1 SPAL-Bologna 2-2
1-3 Triestina-Milan 0-1


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (24ª)
30 ott. 1-2 Atalanta-Napoli 3-0 25 mar.
0-2 Bologna-Lazio 2-2
1-1 L.R. Vicenza-Fiorentina 0-2
2-0 Milan-SPAL 0-0
3-0 Novara-Padova 1-2
1-0 Pro Patria-Genoa 0-3
1-1 Roma-Juventus 0-0 24 mar.
3-2 Sampdoria-Inter 1-7 25 mar.
5-0 Torino-Triestina 0-1
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (25ª)
6 nov. 2-0 Fiorentina-Torino 1-0 1º apr.
3-1 Genoa-Milan 2-3
2-3 Inter-Lazio 2-2
2-1 Juventus-Atalanta 1-1
0-0 L.R. Vicenza-Novara 0-2 31 mar.
3-3 Napoli-Bologna 1-3 1º apr.
1-1 Roma-Padova 0-2
1-1 SPAL-Sampdoria 1-3
1-0 Triestina-Pro Patria 4-1


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (26ª)
13 nov. 4-3 Atalanta-SPAL 0-0 8 apr.
2-3 Bologna-Inter 3-0
1-0 Juventus-Genoa 0-0
0-1 Lazio-Torino 2-2
0-0 Milan-L.R. Vicenza 3-1
1-1 Novara-Fiorentina 2-4
4-0 Padova-Triestina 0-1
12 nov. 3-5 Pro Patria-Roma 0-1
13 nov. 3-0 Sampdoria-Napoli 1-3
Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (27ª)
21 dic. 1-0 Atalanta-Bologna 0-1 17 apr.
3 dic. 2-1 L.R. Vicenza-Genoa 2-2
4 dic. 0-2 Milan-Fiorentina 0-3
1-1[20] Napoli-Juventus 1-0
1-0 Roma-Inter 1-1
0-1 Sampdoria-Padova 3-1
1-0 SPAL-Lazio 0-3
6-0 Torino-Pro Patria 1-1
0-0 Triestina-Novara 1-0


Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (28ª)
8 dic. 3-1 Bologna-Triestina 3-1 29 apr.
2-0 Fiorentina-Roma 1-1
3-1 Genoa-Torino 2-2
11 dic. 1-2 Inter-Atalanta 1-1
29 dic. 3-0 Juventus-Padova 1-1
8 dic. 2-0 L.R. Vicenza-SPAL 0-5
1-1 Lazio-Napoli 2-1
21 dic. 1-2 Novara-Sampdoria 1-1
11 dic. 1-1 Pro Patria-Milan 3-3 28 apr.
Andata (12ª) Dodicesima giornata Ritorno (29ª)
26 dic. 4-1 Atalanta-Sampdoria 0-4 6 mag.
25 dic. 1-0 Fiorentina-Triestina 1-1
4-3 Genoa-Inter 0-3
24 dic. 2-0 Lazio-Novara 2-6
26 dic. 3-1 Milan-Juventus 0-0
25 dic. 3-1 Padova-Bologna 1-3
26 dic. 0-1 Pro Patria-L.R. Vicenza 1-1
25 dic. 1-2 SPAL-Napoli 2-2[21]
2-1 Torino-Roma 1-2


Andata (13ª) Tredicesima giornata Ritorno (30ª)
1º gen. 0-1 Inter-Padova 0-1 10 mag.
1-0 Juventus-Lazio 0-2
2-3 L.R. Vicenza-Bologna 1-1
31 dic. 2-4[22] Napoli-Fiorentina 0-0
1º gen. 3-4 Novara-Milan 2-4
31 dic. 3-2 Roma-Atalanta 1-1
1º gen. 7-0 Sampdoria-Pro Patria 0-2
1-2 SPAL-Torino 0-0
2-0 Triestina-Genoa 0-1
Andata (14ª) Quattordicesima giornata Ritorno (31ª)
6 gen. 3-0 Atalanta-L.R. Vicenza 0-1 13 mag.
8 gen. 5-2 Bologna-Sampdoria 5-2
0-0 Fiorentina-SPAL 1-0
2-0 Genoa-Novara 2-1
1-0 Juventus-Inter 2-0
2-0 Lazio-Pro Patria 2-1
4-1 Milan-Roma 0-0
2-0 Padova-Torino 0-2
2-1 Triestina-Napoli 2-3[23]


Andata (15ª) Quindicesima giornata Ritorno (32ª)
15 gen. 0-0 Fiorentina-Sampdoria 0-0 20 mag.
3-3 Genoa-Lazio 0-2
0-0 Inter-Triestina 0-0
0-0 L.R. Vicenza-Napoli 0-0[24]
2-1 Novara-Atalanta 1-2
2-2 Pro Patria-Juventus 1-3
2-0 Roma-Bologna 0-1
2-0 SPAL-Padova 0-0
1-1 Torino-Milan 1-3
Andata (16ª) Sedicesima giornata Ritorno (33ª)
22 gen. 0-0 Juventus-L.R. Vicenza 2-3 27 mag.
2-2 Lazio-Fiorentina 1-4
3-0 Milan-Bologna 1-2
0-2 Napoli-Inter 0-3
5-1 Padova-Atalanta 2-0
0-0 Pro Patria-Novara 1-2
0-0 Sampdoria-Torino 1-2
1-0 SPAL-Genoa 1-1
0-0 Triestina-Roma 1-4


Andata (17ª) Diciassettesima giornata Ritorno (34ª)
29 gen. 4-1 Atalanta-Pro Patria 0-2 3 giu.
0-1 Bologna-Juventus 2-2
3-1 Fiorentina-Genoa 1-3
28 gen. 3-1 Inter-SPAL 1-0
29 gen. 1-1 L.R. Vicenza-Triestina 2-0
2-3 Lazio-Milan 3-1
1-0[25] Napoli-Padova 1-1
1-0 Sampdoria-Roma 2-1
2-1 Torino-Novara 2-1

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

[26]  
10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª
Atalanta 2 3 3 3 5 5 5 5 7 9 11 13 13 15 15 15 17 17 18 20 21 22 23 25 26 27 27 28 28 29 29 31 31 31
Bologna 2 2 4 5 5 5 5 6 6 6 8 8 10 12 12 12 12 12 14 14 16 17 18 19 21 23 25 27 29 30 32 34 36 37
Fiorentina 1 3 5 6 8 10 11 13 14 16 18 20 22 23 24 25 27 29 31 33 35 36 37 39 41 43 45 46 47 48 50 51 53 53
Genoa 0 1 1 3 3 5 5 7 7 7 9 11 11 13 14 14 14 16 16 18 19 20 21 23 23 24 25 26 26 28 30 30 31 33
Inter 2 4 6 7 9 11 11 11 13 13 13 13 13 13 14 16 18 19 21 23 23 25 27 29 30 30 31 32 34 34 34 35 37 39
Juventus 1 2 2 3 3 4 5 7 9 10 12 12 14 16 17 18 20 21 21 21 21 22 23 24 25 26 26 27 28 28 30 32 32 33
L.R. Vicenza 0 0 2 3 4 6 7 8 9 11 13 15 15 15 16 17 18 20 20 21 21 23 23 23 23 23 24 24 25 26 28 29 31 33
Lazio 2 3 3 3 4 4 6 8 8 8 9 11 11 13 14 15 15 17 18 19 20 22 24 25 26 27 29 31 31 33 35 37 37 39
Milan 0 2 4 5 5 7 9 9 10 10 11 13 15 17 18 20 22 24 25 27 27 27 29 30 32 34 34 35 36 38 39 41 41 41
Napoli 1 1 3 4 6 7 9 10 10 11 12 14 14 14 15 15 17 19 19 19 21 22 22 22 22 24 26 26 27 28 30 31 31 32
Novara 0 2 2 3 4 5 7 8 9 10 10 10 10 10 12 13 13 14 16 18 18 18 19 19 21 21 21 22 24 24 24 24 26 26
Padova 0 0 0 1 3 5 5 6 8 10 10 12 14 16 16 18 18 18 18 18 20 21 23 25 27 27 27 28 28 30 30 31 33 34
Pro Patria 1 1 1 2 2 2 4 4 4 4 5 5 5 5 6 7 7 7 7 7 7 8 8 8 8 8 9 10 11 13 13 13 13 15
Roma 2 3 4 5 6 7 8 9 11 13 13 13 15 15 17 18 18 18 20 20 22 22 24 25 25 27 28 29 31 32 33 33 35 35
Sampdoria 2 2 2 4 6 6 8 9 11 11 13 13 15 15 16 17 19 20 21 22 23 24 25 25 27 27 29 30 32 32 32 33 33 35
SPAL 1 3 4 6 7 9 9 10 10 12 12 12 12 13 15 17 17 18 20 22 22 24 25 26 26 27 27 29 30 31 31 32 33 33
Torino 1 3 5 6 7 7 9 9 11 13 13 15 17 17 18 19 21 21 21 21 23 23 23 23 23 24 25 26 26 27 29 29 31 33
Triestina 0 1 3 3 3 3 3 5 5 6 6 6 8 10 11 12 13 14 16 17 19 20 20 22 24 26 28 28 29 29 29 30 30 30

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Andata Ritorno
Fiorentina 27 Fiorentina 26
Milan 22 Bologna 25
Torino 21 Lazio 24
Juventus 20 Inter 21
Sampdoria 19 Genoa 19
Inter 18 Milan 19
Roma 18 Roma 17
Padova 18 Triestina 17
L.R. Vicenza 18 Padova 16
Napoli 17 Sampdoria 16
Atalanta 17 SPAL 16
SPAL 17 Napoli 15
Lazio 15 L.R. Vicenza 15
Genoa 14 Atalanta 14
Triestina 13 Juventus 13
Novara 13 Novara 13
Bologna 12 Torino 12
Pro Patria 7 Pro Patria 8

Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]

In casa In trasferta
Fiorentina 29 Fiorentina 24
Genoa 28 Inter 19
Roma 26 Lazio 19
Milan 25 Milan 16
Bologna 24 Juventus 14
Padova 23 L.R. Vicenza 14
Sampdoria 22 Napoli 14
SPAL 22 Bologna 13
Atalanta 22 Sampdoria 13
Triestina 21 Torino 13
Inter 20 Padova 11
Lazio 20 SPAL 11
Torino 20 Roma 9
Juventus 19 Atalanta 9
L.R. Vicenza 19 Triestina 9
Novara 19 Novara 7
Napoli 18 Genoa 5
Pro Patria 13 Pro Patria 2

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Record

  • Maggior numero di vittorie: Fiorentina (20)
  • Minor numero di sconfitte: Fiorentina (1)
  • Miglior attacco: Milan (70 reti fatte)
  • Miglior difesa: Fiorentina (20 reti subite)
  • Miglior differenza reti: Fiorentina (+39)
  • Maggior numero di pareggi: Juventus (17)
  • Minor numero di vittorie: Pro Patria (3)
  • Maggior numero di sconfitte: Pro Patria (22)
  • Peggiore attacco: Triestina (27 reti fatte)
  • Peggior difesa: Pro Patria (87 reti subite)
  • Peggior differenza reti: Pro Patria (-56)
  • Partita con più reti: Napoli-Pro Patria 8-1 (5ª giornata)

Capolista solitarie

  • dalla 2ª alla 6ª giornata: Inter
  • dalla 8ª alla 34ª giornata: Fiorentina

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso del campionato furono segnati complessivamente 838 gol (di cui 59 su calcio di rigore e 25 su autorete) da 175 diversi giocatori, per una media di 2,74 gol a partita. Di seguito, la classifica dei marcatori[26].

Gol Rigori Giocatore Squadra
29 4 Italia Gino Pivatelli Bologna
23 Svezia Gunnar Nordahl (III) Milan
21 Italia Giuseppe Virgili Fiorentina
18 2 Italia Adriano Bassetto Atalanta
17 SudafricaItalia Eddie Firmani Sampdoria
16 Brasile Luís Vinício Napoli
16 UruguayItalia Juan Alberto Schiaffino Milan
14 6 Italia Attilio Frizzi Genoa
13 5 Italia Mario Tortul Sampdoria
13 ArgentinaItalia Miguel Montuori Fiorentina

Marcature multiple[modifica | modifica wikitesto]

Reti Calciatore Incontro Giornata[26]
4 Sudafrica Italia Eddie Firmani Sampdoria-Pro Patria 7-0 13

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gli avvenimenti sportivi (PDF), in l'Unità, 29 maggio 1955, p. 6.
  2. ^ Al galoppo le prime tre (PDF), in l'Unità, 24 ottobre 1955, p. 3.
  3. ^ Negli ultimi 6' Montuori (2-0) schioda il catenaccio granata (PDF), in l'Unità, 7 novembre 1955, p. 4.
  4. ^ Su rigore il Napoli fa saltare il "catenaccio" patavino (PDF), in l'Unità, 30 gennaio 1956, p. 4.
  5. ^ Alè: il gioco è fatto! (PDF), in l'Unità, 7 maggio 1956, p. 3.
  6. ^ a b Melegari, 481
  7. ^ Aldo Campatelli alla guida del Bologna, Il Corriere dello Sport, n. 28, 2 febbraio 1956, p. 1.
  8. ^ Alla 10ª giornata a causa di un viaggio in Sudamerica venne temporaneamente sostituito da Raffaele Sansone, come riscontrabile qui
  9. ^ Meazza temporaneamente alla guida dell'Inter, Il Corriere dello Sport, n. 308, 28 dicembre 1955, p. 1.
  10. ^ Menti al timone del Lanerossi, Il Corriere dello Sport, n. 88, 12 aprile 1956, p. 3.
  11. ^ Jesse Carver alla Lazio, Il Corriere dello Sport, n. 3, 4 gennaio 1956, p. 1.
  12. ^ Si profila per Roma e Lazio una settimana densa di novità, Il Corriere dello Sport, n. 8, 10 gennaio 1956, p. 1.
  13. ^ Storia della stagione su magliarossonera.it
  14. ^ Dalla 29ª giornata a causa di un viaggio in Sudamerica venne temporaneamente sostituito da Bruno Arcari (IV), come riscontrabile qui
  15. ^ Ufficialmente Amadei al timone del Napoli, Il Corriere dello Sport, n. 21, 25 gennaio 1956, p. 1.
  16. ^ Feruglio al Novara, Il Corriere dello Sport, n. 3, 4 gennaio 1956, p. 2.
  17. ^ Senkey lascia la Pro Patria, Il Corriere dello Sport, n. 311, 31 dicembre 1955, p. 2.
  18. ^ Dalla 32ª giornata viene sostituito per squalifica da Oberdan Ussello come riscontrabile qui
  19. ^ Piero Pasinati allenatore della Triestina, Il Corriere dello Sport, n. 274, 17 novembre 1955, p. 3.
  20. ^ Disputata in campo neutro allo Stadio della Vittoria di Bari.
  21. ^ Disputata in campo neutro allo Stadio Comunale di Livorno.
  22. ^ Disputata in campo neutro allo Stadio Olimpico di Roma.
  23. ^ Disputata in campo neutro allo Stadio Porta Elisa di Lucca.
  24. ^ Disputata in campo neutro allo Stadio Giuseppe Mancini di Arezzo.
  25. ^ Disputata in campo neutro allo Stadio Adriatico di Pescara.
  26. ^ a b c Campionato 1955-56 su rsssf.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La Stampa, annate 1955 e 1956.
  • Corriere dello Sport, annate 1955 e 1956.
  • Fabrizio Melegari (a cura di), Almanacco illustrato del calcio 2005 - La storia 1898-2004. Modena, Panini, 2004.
  • Carlo F. Chiesa, La grande storia del calcio italiano, 32ª puntata, Bologna, Guerin Sportivo, novembre 2014, ISBN non esistente.