Serie A 1964-1965

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie A 1964-1965
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 63ª (33ª di Serie A)
Organizzatore Lega Nazionale Professionisti
Date dal 13 settembre 1964
al 6 giugno 1965
Luogo Italia Italia
Partecipanti 18
Risultati
Vincitore Inter
(9º titolo)
Retrocessioni Genoa
Messina
Mantova
Statistiche
Miglior marcatore Italia Sandro Mazzola
Italia Alberto Orlando
(17 ex aequo)
Incontri disputati 306
Gol segnati 640 (2,09 per incontro)
Formazione dell'Inter 1964-1965.jpg
L'Inter campione d'Italia, d'Europa e del Mondo.
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1963-1964 1965-1966 Right arrow.svg

La Serie A 1964-1965 fu il massimo livello della sessantatreesima edizione del campionato italiano di calcio, la trentatreesima disputata con la formula del girone unico. Il torneo si disputò tra il 13 settembre 1964 e il 6 giugno 1965 e si concluse con la vittoria dell'Inter, al suo nono titolo.

Capocannoniere del torneo furono Sandro Mazzola (Inter) e Alberto Orlando (Fiorentina) con 17 reti a testa.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nel campionato 1964-65 si circoscrisse a Milano la lotta per lo scudetto: alla fine vinse l'Inter, sconfitta allo spareggio l'anno prima. I nerazzurri ebbero il merito di non accontentarsi delle vittorie in Coppa dei Campioni e Coppa Intercontinentale e di recuperare il Milan che, nel corso del campionato, aveva raggiunto cospicui vantaggi.

L'interista Sandro Mazzola e il viola Alberto Orlando, i due capicannonieri del torneo con 17 reti a testa.

Durante la prima giornata (il 13 settembre 1964) le "grandi" si ritrovarono in difficoltà: Milan e Juventus furono bloccate sull'1-1 dalle siciliane Catania e Messina, il Bologna campione perse a Bergamo e l'Inter non andò oltre il pareggio nel derby contro l'outsider Varese, una delle tre esordienti del campionato. Alla fine dalla fase iniziale si ritrovò in testa il Milan, che il 15 novembre vinse il derby per 3-0; il girone d'andata venne terminato al primo posto con ben 5 punti di vantaggio sui "cugini". Il 31 gennaio 1965, dopo la vittoria contro un Mantova ultimo, i punti diventarono ben sette.

Dalla settimana successiva iniziò la serie positiva dell'Inter: otto vittorie consecutive (tra cui un 5-2 nel derby di ritorno) che le permisero l'aggancio in vetta. Il Milan inizialmente reagì ritornando in testa, dopo il pareggio dei nerazzurri a Vicenza, ma il 16 maggio la sconfitta interna contro la Roma costò ai rossoneri lo scudetto, che l'Inter si aggiudicò aritmeticamente all'ultima giornata. La società nerazzurra, confermandosi anche a livello internazionale, concluse così la migliore stagione della sua storia, ottenendo sia il titolo nazionale, sia quello europeo, sia quello mondiale. La lotta per il titolo di capocannoniere si chiuse anch'essa con il trentaquattresimo turno: a Genova, Alberto Orlando segnò nel finale il gol della bandiera per la Fiorentina, che perse 4-1. Sandro Mazzola rispose segnando un calcio di rigore al 90'. I due risultarono essere entrambi primi con 17 reti.

Le tre matricole del campionato si salvarono: il Cagliari del promettente Gigi Riva, in particolare, fu un'autentica rivelazione, ma fecero bene anche il Foggia & Incedit, che guidato da Oronzo Pugliese riuscì nell'impresa di battere 3-2 in casa l'Inter di Helenio Herrera, e il Varese. Retrocedettero Mantova e Messina, mentre la Sampdoria ottenne ancora una volta la salvezza, questa volta avendo la meglio sui "cugini" del Genoa benché questi ultimi si fossero aggiudicati entrambi i derby.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Italia
Torino
Torino
Milano
Milano
Genova
Genova
Roma
Roma
Squadre di Torino
Red pog.svg Juventus
Red pog.svg Torino
Squadre di Milano
Red pog.svg Inter
Red pog.svg Milan
Squadre di Genova
Red pog.svg Genoa
Red pog.svg Sampdoria
Squadre di Roma
Red pog.svg Lazio
Red pog.svg Roma
Ubicazione delle squadre della Serie A 1964-1965
Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Atalanta dettagli Bergamo Stadio Comunale 8º posto in Serie A
Bologna dettagli Bologna Stadio Comunale 1º posto in Serie A
Cagliari dettagli Cagliari Stadio Amsicora 2º posto in Serie B. Promosso
Catania dettagli Catania Stadio Cibali 8º posto in Serie A
Fiorentina dettagli Firenze Stadio Comunale 4º posto in Serie A
Foggia & Incedit dettagli Foggia Stadio Pino Zaccheria 3º posto in Serie B. Promosso
Genoa dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 8º posto in Serie A
Inter dettagli Milano Stadio San Siro 2º posto in Serie A
Juventus dettagli Torino Stadio Comunale 4º posto in Serie A
Lanerossi Vicenza dettagli Vicenza Stadio Romeo Menti 6º posto in Serie A
Lazio dettagli Roma Stadio Olimpico 8º posto in Serie A
Mantova dettagli Mantova Stadio Danilo Martelli 12º posto in Serie A
Messina dettagli Messina Stadio Giovanni Celeste 14º posto in Serie A
Milan dettagli Milano Stadio San Siro 3º posto in Serie A
Roma dettagli Roma Stadio Olimpico 12º posto in Serie A
Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 15º posto in Serie A
Torino dettagli Torino Stadio Comunale 7º posto in Serie A
Varese dettagli Varese Stadio Franco Ossola 1º posto in Serie B. Promosso

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Calciatore più presente[1] Cannoniere[1]
Atalanta Italia Ferruccio Valcareggi Italia Pier Luigi Pizzaballa (34) Italia Bruno Petroni (7)
Bologna Italia Fulvio Bernardini Italia Carlo Furlanis (33) Danimarca Harald Nielsen (13)
Cagliari Italia Arturo Silvestri Italia Pierluigi Cera (34) Italia Gigi Riva (9)
Catania Italia Carmelo Di Bella Italia Giuseppe Vavassori (34) Italia Carlo Facchin (13)
Fiorentina Italia Giuseppe Chiappella Italia Enrico Albertosi,
Svezia Kurt Hamrin (34)
Italia Alberto Orlando (17)
Foggia & Incedit Italia Oronzo Pugliese Italia Cosimo Nocera (34) Italia Cosimo Nocera (10)
Genoa[2] Brasile Paulo Amaral (1ª-8ª)
Italia Roberto Lerici (9ª-34ª)
Italia Antonio Colombo (32) Italia Gianfranco Zigoni (8)
Inter Argentina Francia Helenio Herrera Italia Sandro Mazzola (33) Italia Sandro Mazzola (17)
Juventus Paraguay Spagna Heriberto Herrera Italia Adolfo Gori,
Italia Benito Sarti (34)
Italia Giampaolo Menichelli (11)
Lanerossi Vicenza Italia Manlio Scopigno Italia Giovanni Vastola (34) Brasile Luís Vinício (12)
Lazio Italia Umberto Mannocci Italia Pierluigi Pagni (33) Italia Nello Governato,
Italia Antonio Renna (4)
Mantova[3][4] Argentina Oscar Montez (1ª-5ª)
Italia Giovanni Bonanno (6ª-7ª)
Italia Giacomo Mari (8ª-34ª)
Svezia Torbjörn Jonsson (33) Italia Nicola Ciccolo (9)
Messina Italia Antonio Colomban Italia Romano Bagatti,
Italia Gianfranco Garbuglia (34)
Italia Romano Bagatti (10)
Milan Svezia Nils Liedholm e Italia Giuseppe Viani (D.T.) Italia Giovanni Lodetti,
Italia Cesare Maldini (34)
Brasile Amarildo (15)
Roma Argentina Juan Carlos Lorenzo Italia Giacomo Losi (34) Argentina Italia Antonio Angelillo,
Italia Fulvio Francesconi (7)
Sampdoria[5] Austria Ernst Ocwirk (1ª-18ª)
Italia Giuseppe Baldini (19ª-34ª)
Italia Paolo Barison,
Italia Franco Sattolo (33)
Brasile José Ricardo da Silva (8)
Torino Italia Nereo Rocco Italia Luigi Meroni (34) Italia Giorgio Ferrini,
Italia Luigi Simoni (10)
Varese Uruguay Italia Héctor Puricelli e Italia Antonio Busini (D.T.) Italia Carlo Soldo,
Italia Vincenzo Traspedini (34)
Italia Vincenzo Traspedini (8)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Inter 54 34 22 10 2 68 29 +39
2. Milan 51 34 21 9 4 52 23 +29
3. Torino 44 34 16 12 6 48 27 +21
[6] 4. Juventus 41 34 15 11 8 43 24 +19
4. Fiorentina 41 34 16 9 9 52 37 +15
6. Bologna 34 34 11 12 11 43 42 +1
6. Cagliari 34 34 13 8 13 33 35 -2
8. Catania 32 34 12 8 14 46 51 -5
9. Foggia 31 34 10 11 13 26 30 -4
9. Roma 31 34 8 15 11 29 35 -6
11. Varese 30 34 8 14 12 28 37 -9
11. Lanerossi Vicenza 30 34 10 10 14 33 44 -11
11. Atalanta 30 34 7 16 11 19 28 -9
14. Lazio 29 34 8 13 13 25 38 -13
14. Sampdoria 29 34 9 11 14 19 30 -11
1downarrow red.svg 16. Genoa 28 34 8 12 14 30 46 -16
1downarrow red.svg 17. Messina 22 34 7 8 19 26 44 -18
1downarrow red.svg 18. Mantova 21 34 7 7 20 20 40 -20

Legenda:

      Campione d'Italia e qualificata in Coppa dei Campioni 1965-1966.
      Ammesse alla Coppa delle Fiere 1965-1966.
      Qualificata in Coppa delle Coppe 1965-1966.
      Retrocesse in Serie B 1965-1966.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
In questa stagione a parità di punteggio non era prevista alcuna discriminante: le squadre a pari punti erano classificate a pari merito.
In caso di assegnazione di un titolo sportivo (sia per il titolo che per la retrocessione) era previsto uno spareggio in campo neutro.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Football Club Internazionale Milano 1964-1965.
Formazione tipo Giocatori (presenze)
Italia Giuliano Sarti (25)
Italia Tarcisio Burgnich (31)
Italia Giacinto Facchetti (32)
Italia Carlo Tagnin (16)
Italia Aristide Guarneri (31)
Italia Armando Picchi (28)
Brasile Jair (19)
Italia Sandro Mazzola (33)
Italia Angelo Domenghini (26)
Spagna Luis Suárez (29)
Italia Mario Corso (30)
Altri giocatori: Saul Malatrasi (15), Joaquín Peiró (15), Gianfranco Bedin (14), Aurelio Milani (11), Ottavio Bugatti (6), Sergio Gori (4), Francesco Canella (3), Rosario Di Vincenzo (3), Spartaco Landini (2), Giorgio Della Giovanna (1).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

ATA BOL CAG CAT FIO FOG GEN INT JUV L.R LAZ MAN MES MIL ROM SAM TOR VAR
Atalanta –––– 2-0 0-1 0-0 2-1 1-0 0-2 1-3 0-0 1-0 1-1 2-1 0-1 1-1 1-0 0-0 0-0 0-0
Bologna 1-1 –––– 1-3 3-0 3-1 4-2 2-1 0-0 1-1 3-0 2-0 4-1 3-0 0-2 1-2 0-1 1-0 3-0
Cagliari 0-1 0-0 –––– 2-0 1-1 0-1 2-1 0-2 1-0 2-1 3-0 2-1 2-1 2-1 1-0 1-1 0-1 1-1
Catania 4-1 4-0 2-1 –––– 0-2 1-0 3-2 2-3 3-1 2-0 3-0 1-1 4-2 1-1 4-0 1-0 1-1 0-0
Fiorentina 1-0 2-1 2-0 5-0 –––– 3-1 5-0 2-2 1-0 4-1 1-0 2-0 1-1 0-0 2-0 0-1 2-0 1-0
Foggia & Incedit 1-1 2-2 1-2 1-0 0-0 –––– 0-0 3-2 1-0 1-0 1-0 1-0 1-0 1-2 0-0 1-1 1-2 3-0
Genoa 0-0 0-0 1-1 1-1 4-1 1-0 –––– 1-2 0-1 3-1 1-0 0-0 2-0 0-0 0-0 2-1 1-2 0-1
Inter 1-0 2-0 3-0 5-1 6-2 2-0 4-1 –––– 1-1 3-2 3-0 1-0 3-1 0-3 0-0 3-2 2-2 0-0
Juventus 0-0 1-0 0-0 4-1 1-0 1-0 7-0 0-2 –––– 3-1 0-0 1-0 1-0 2-2 1-0 2-0 1-1 3-2
L.R. Vicenza 2-2 1-1 1-0 2-0 1-1 0-1 0-0 1-1 1-3 –––– 2-1 1-0 2-1 2-3 1-0 0-0 0-0 3-2
Lazio 0-0 1-1 1-0 2-2 0-1 2-1 1-1 1-1 0-2 0-0 –––– 2-0 2-1 0-0 0-0 2-0 1-1 3-1
Mantova 2-0 0-1 2-2 1-0 0-0 0-0 2-0 0-1 1-0 0-1 1-3 –––– 2-0 0-4 0-0 1-0 1-2 3-1
Messina 1-0 3-3 0-0 2-1 0-3 0-0 1-0 0-1 1-1 0-0 4-0 2-0 –––– 0-2 1-2 2-2 0-1 0-1
Milan 2-0 3-1 1-0 1-1 2-0 1-0 1-0 3-0 1-0 0-1 2-1 2-0 2-0 –––– 0-2 3-0 1-1 1-0
Roma 0-0 1-1 2-1 2-1 3-3 1-0 1-1 1-3 1-1 0-0 0-0 0-0 0-1 1-2 –––– 1-0 2-2 5-2
Sampdoria 1-0 0-0 1-0 0-1 3-0 1-1 0-1 0-1 1-0 0-3 0-0 1-0 0-0 0-2 1-0 –––– 0-0 0-0
Torino 1-1 5-0 4-0 2-1 3-1 0-0 4-1 0-0 0-3 3-0 2-0 2-0 1-0 1-2 3-1 0-1 –––– 1-0
Varese 0-0 0-0 0-2 3-0 1-1 0-0 2-2 0-0 1-1 3-2 0-1 1-0 1-0 0-0 1-1 2-0 2-0 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

andata (1ª) 1ª giornata ritorno (18ª)
13 set. 2-0 Atalanta-Bologna 1-1 24 gen.
3-1 Fiorentina-Foggia & Incedit 0-0
1-0 Genoa-Lazio 1-1
0-0 Lanerossi Vicenza-Sampdoria 3-0
1-1 Messina-Juventus 0-1
1-1 Milan-Catania 1-1
2-1 Roma-Cagliari 0-1
2-0 Torino-Mantova 2-1
0-0 Varese-Inter 0-0
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (19ª)
20 set. 1-0 Atalanta-Roma 0-0 31 gen.
3-0 Bologna-Lanerossi Vicenza 1-1
2-0 Inter-Foggia & Incedit 2-3
0-0 Juventus-Cagliari 0-1
2-2 Lazio-Catania 0-3
0-4 Mantova-Milan 0-2
1-0 Messina-Genoa 0-2
3-0 Sampdoria-Fiorentina 1-0
2-0 Varese-Torino 0-1


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (20ª)
27 set. 1-1 Cagliari-Sampdoria 0-1 7 feb.
3-1 Catania-Juventus 1-4
1-0 Fiorentina-Lazio 1-0
1-0 Foggia & Incedit-Mantova 0-0
0-0 Genoa-Bologna 1-2
3-1 Inter-Messina 1-0
2-3 Lanerossi Vicenza-Milan 1-0
5-2 Roma-Varese 1-1
1-1 Torino-Atalanta 0-0
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (21ª)
4 ott. 3-0 Bologna-Messina 3-3 14 feb.
2-1 Cagliari-Lanerossi Vicenza 0-1
3-2 Catania-Genoa 1-1
1-1 Foggia & Incedit-Atalanta 0-1
1-0 Juventus-Mantova 0-1
1-1 Lazio-Inter 0-3
1-1 Milan-Torino 2-1
1-0 Sampdoria-Roma 0-1
1-1 Varese-Fiorentina 0-1


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (22ª)
11 ott. 0-0 Atalanta-Juventus 0-0 21 feb.
0-1 Bologna-Sampdoria 0-0
1-2 Genoa-Inter 1-4
3-2 Lanerossi Vicenza-Varese 2-3
2-2 Mantova-Cagliari 1-2
2-1 Messina-Catania 2-4
2-1 Milan-Lazio 0-0
3-3 Roma-Fiorentina 0-2
0-0 Torino-Foggia & Incedit 2-1
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (23ª)
18 ott. 2-1 Catania-Cagliari 0-2 28 feb.
1-0 Fiorentina-Atalanta 1-2
0-0 Foggia & Incedit-Genoa 0-1
0-0 Inter-Roma 3-1
1-0 Juventus-Bologna 1-1
0-0 Lanerossi Vicenza-Torino 0-3
3-1 Lazio-Varese 1-0
0-2 Messina-Milan 0-2
1-0 Sampdoria-Mantova 0-1


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (24ª)
25 ott. 2-0 Bologna-Lazio 1-1 7 mar.
0-2 Cagliari-Inter 0-3
1-0 Foggia & Incedit-Messina 0-0
0-1 Genoa-Juventus 0-7
0-1 Mantova-Lanerossi Vicenza 0-1
2-0 Milan-Atalanta 1-1
2-1 Roma-Catania 0-4
3-1 Torino-Fiorentina 0-2
2-0 Varese-Sampdoria 0-0
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (25ª)
8 nov. 0-0 Atalanta-Varese 0-0 21 mar.
1-0 Catania-Foggia & Incedit 0-1
1-0 Fiorentina-Juventus 0-1
1-0 Inter-Mantova 1-0
2-1 Lanerossi Vicenza-Lazio 0-0
0-0 Messina-Cagliari 1-2
1-1 Roma-Bologna 2-1
0-2 Sampdoria-Milan 0-3
4-1 Torino-Genoa 2-1


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (26ª)
15 nov. 0-1 Cagliari-Atalanta 1-0 28 mar.
2-1 Fiorentina-Bologna 1-3
0-0 Genoa-Mantova 0-2
3-0 Milan-Inter 2-5
2-0 Juventus-Sampdoria 0-1
2-0 Lanerossi Vicenza-Catania 0-2
0-0 Lazio-Roma 0-0
0-1 Messina-Torino 0-1
0-0 Varese-Foggia & Incedit 0-3
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (27ª)
22 nov. 0-0 Atalanta-Catania 1-4 4 apr.
0-0 Bologna-Inter 0-2
1-0 Foggia & Incedit-Lanerossi Vicenza 1-0
2-1 Genoa-Sampdoria 1-0
1-0 Lazio-Cagliari 0-3
0-0 Mantova-Roma 0-0
2-0 Milan-Fiorentina 0-0
0-3 Torino-Juventus 1-1
1-0 Varese-Messina 1-0


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (28ª)
29 nov. 0-1 Atalanta-Messina 0-1 11 apr.
0-0 Catania-Varese 0-3
2-0 Fiorentina-Cagliari 1-1
1-2 Foggia & Incedit-Milan 0-1
3-2 Inter-Lanerossi Vicenza 1-1
0-0 Juventus-Lazio 2-0
0-1 Mantova-Bologna 1-4
1-1 Roma-Genoa 0-0
0-0 Sampdoria-Torino 1-0
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (29ª)
13 dic. 4-2 Bologna-Foggia & Incedit 2-2 25 apr.
1-1 Cagliari-Varese 2-0
1-1 Catania-Mantova 0-1
0-0 Genoa-Atalanta 2-0
3-2 Inter-Sampdoria 1-0
2-2 Juventus-Milan 0-1
1-1 Lanerossi Vicenza-Fiorentina 1-4
1-1 Lazio-Torino 0-2
1-2 Messina-Roma 1-0


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (30ª)
20 dic. 1-0 Atalanta-Lanerossi Vicenza 2-2 9 mag.
0-1 Cagliari-Foggia & Incedit 2-1
2-2 Fiorentina-Inter 2-6
2-0 Mantova-Messina 0-2
3-1 Milan-Bologna 2-0
1-1 Roma-Juventus 0-1
0-0 Sampdoria-Lazio 0-2
2-1 Torino-Catania 1-1
2-2 Varese-Genoa 1-0
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (31ª)
27 dic. 3-0 Bologna-Varese 0-0 16 mag.
1-1 Fiorentina-Messina 3-0
1-0 Foggia & Incedit-Lazio 1-2
1-1 Inter-Juventus 2-0
0-0 Lanerossi Vicenza-Genoa 1-3
2-0 Mantova-Atalanta 1-2
1-2 Roma-Milan 2-0
0-1 Sampdoria-Catania 0-1
4-0 Torino-Cagliari 1-0


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (32ª)
3 gen. 1-0 Bologna-Torino 0-5 23 mag.
0-2 Catania-Fiorentina 0-5
1-1 Genoa-Cagliari 1-2
1-0 Inter-Atalanta 3-1
1-0 Juventus-Foggia & Incedit 0-1
1-0 Lanerossi Vicenza-Roma 0-0
2-0 Lazio-Mantova 3-1
2-2 Messina-Sampdoria 0-0
0-0 Varese-Milan 0-1
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (33ª)
10 gen. 1-1 Atalanta-Lazio 0-0 30 mag.
0-0 Cagliari-Bologna 3-1
2-3 Catania-Inter 1-5
3-2 Juventus-Varese 1-1
0-0 Mantova-Fiorentina 0-2
0-0 Messina-Lanerossi Vicenza 1-2
1-0 Milan-Genoa 0-0
2-2 Roma-Torino 1-3
1-1 Sampdoria-Foggia & Incedit 1-1


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (34ª)
17 gen. 3-0 Bologna-Catania 0-4 6 giu.
5-0 Fiorentina-Genoa 1-4
0-0 Foggia & Incedit-Roma 0-1
1-3 Lanerossi Vicenza-Juventus 1-3
2-1 Lazio-Messina 0-4
1-0 Milan-Cagliari 1-2
1-0 Sampdoria-Atalanta 0-0
0-0 Torino-Inter 2-2
1-0 Varese-Mantova 1-3

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————————————
AtaMilanMilanInter
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di partite vinte: 22 (Inter)
  • Minor numero di partite perse: 2 (Inter)
  • Massimo dei pareggi: 16 (Atalanta)
  • Minor numero di partite vinte: 7 (Atalanta, Mantova, Messina)
  • Maggior numero di partite perse: 20 (Mantova)
  • Minimo dei pareggi: 7 (Mantova)
  • Miglior attacco: 68 (Inter)
  • Miglior difesa: 23 (Milan)
  • Miglior differenza reti: 39 (Inter)
  • Peggior attacco: 19 (Atalanta, Sampdoria)
  • Peggior difesa: 51 (Catania)
  • Peggior differenza reti: −20 (Mantova)
  • Partita con più reti segnate: Inter-Fiorentina 6-2 (8)
  • Partita con il maggior scarto di reti: Juventus-Genoa 7-0 (7)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
17 2 Italia Sandro Mazzola Inter
17 4 Italia Alberto Orlando Fiorentina
15 - Brasile Amarildo Milan
13 1 Italia Carlo Facchin Catania
13 - Danimarca Harald Nielsen Bologna
12 - Italia Giancarlo Danova Catania
12 - Italia Paolo Ferrario Milan
12 - Brasile Luís Vinício Lanerossi Vicenza
11 3 Germania Ovest Helmut Haller Bologna
11 2 Italia Giampaolo Menichelli Juventus

Marcature multiple[modifica | modifica wikitesto]

[7].

Reti Calciatore Incontro Giornata
3 ArgentinaItalia Antonio Valentín Angelillo Roma-Fiorentina 3-3 5
3 Italia Alberto Orlando Fiorentina-Genoa 5-0 17
3 Italia Giampaolo Menichelli Juventus-Catania 4-1 20

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Melegari, 499
  2. ^ Lerici già al lavoro, Il Corriere dello Sport, n. 263, 12 novembre 1964, p. 1.
  3. ^ Montez licenziato, Il Corriere dello Sport, n. 238, 14 ottobre 1964, p. 9.
  4. ^ Mari allenatore del Mantova, Il Corriere dello Sport, n. 252, 30 ottobre 1964, p. 6.
  5. ^ Ocwirk esonerato dalla Sampdoria, L'Unità, 27 gennaio 1965, p. 9 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  6. ^ Vincitrice della Coppa Italia.
  7. ^ Serie A 1964-1965 Rsssf.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]