Coppa Intercontinentale 1964

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa Intercontinentale 1964
Competizione Coppa Intercontinentale
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore UEFA e CONMEBOL
Date 9, 23 e 26 settembre 1964
Partecipanti 2
Risultati
Vincitore Inter
(1º titolo)
Inter - Coppa Intercontinentale 1964 - Linate.jpg
I nerazzurri Guarneri, Tagnin, Malatrasi e Corso di ritorno a Milano con il trofeo
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1963 1965 Right arrow.svg

La Coppa Intercontinentale 1964 è stata la quinta edizione del trofeo riservato alle squadre vincitrici della Coppa dei Campioni e della Coppa Libertadores.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nell'andata ad Avellaneda le due squadre si affrontano alla pari, fino al grave infortunio del terzino Rolan, che al 33' del primo tempo subisce una frattura del perone. Non sono previste sostituzioni, in suo luogo retrocede Savoy. Dopo 12' della ripresa, il gol dell'Independiente: su una deviazione di testa di Rodriguez, Sarti manca la facile presa e si fa rotolare alle spalle il pallone. Gli uomini di Herrera subiscono il contraccolpo e da quel momento accade ben poco. La difesa nerazzurra regge senza patemi l'urto avversario, ma i rilanci non sono mai molto efficaci.

La festa dei sudamericani dopo la vittoria della gara d'andata di Avellaneda

Il ritorno a Milano è di tutt'altro tenore. Dopo 7', Mazzola con un tiro dai sedici metri porta in vantaggio i nerazzurri, che raddoppiano dopo la mezz'ora grazie a una bella azione di Malatrasi, il cui cross viene deviato in rete di testa da Corso. Poi i nerazzurri si limitano a gestire il risultato, fallendo con Milani e Jair alcune clamorose conclusioni, contro una squadra impostata per non subire gol e dunque in difficoltà nel creare gioco offensivo. Una prodezza di Sarti devia di piede un tiro potente dell'attaccante Suarez e l'espulsione del difensore Ferreiro fanno rimandare tutto allo spareggio.

L'alternanza quest'anno prevede l'incontro in Europa, a Madrid. Inoltre il regolamento prevede, in caso di parità, i supplementari, al termine dei quali una ulteriore parità favorirebbe l'Inter che ha segnato un gol in più, il che impone agli argentini uno schieramento più offensivo. Sono passati tre giorni, Herrera deve rinunciare a Mazzola, in precarie condizioni fisiche, che sostituisce con Peiró; fuori anche l'infortunato Burgnich, con Malatrasi terzino e ritorno di Tagnin in mediana.

L'argentino Mura e l'italiano Malatrasi in azione nel corso della finale di ritorno di Milano

L'Inter è protagonista di una grande prestazione, sotto la pioggia e contro un avversario superiore sul piano fisico. Il pubblico parteggia per gli argentini, che vanno all'attacco ma con poco giudizio, lasciando anzi spesso l'iniziativa ai nerazzurri. Nel secondo tempo è assalto a pieno organico, che costringe Suárez ad arretrare il proprio raggio d'azione, mentre il solo Corso riesce a tratti a tenere in piedi la squadra. A 5' dalla fine Bernao fa centro, ma l'arbitro annulla per fuorigioco. Finisce in parità e si va ai supplementari, dove l'azione del gol premia la superiorità nerazzurra: una centrata lunga di Milani viene tenuta in campo da Peiró che offre a Corso il pallone per la rete del definitivo 1-0 che consegna la coppa ai nerazzurri.

Tabellini[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Avellaneda
9 settembre 1964
Independiente Flag of Argentina.svg 1 – 0
referto
Flag of Italy.svg Inter Estadio La Doble Visera (65.000 spett.)
Arbitro Brasile Marques

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
23 settembre 1964
Inter Flag of Italy.svg 2 – 0
referto
Flag of Argentina.svg Independiente Stadio San Siro (50.164 spett.)
Arbitro Ungheria Gere

Spareggio[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
26 settembre 1964
Inter Flag of Italy.svg 1 – 0
(d.t.s.)
referto
Flag of Argentina.svg Independiente Stadio Santiago Bernabéu (45.000 spett.)
Arbitro Spagna Ortiz de Mendibil

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo Perrone (a cura di), Il libro del calcio italiano 1999/2000, Roma, Il Corriere dello Sport, 1999, pp. 710-711.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio