Coppa Intercontinentale 1962

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa Intercontinentale 1962
Competizione Coppa Intercontinentale
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore UEFA e CONMEBOL
Date 19 settembre
e 11 ottobre 1962
Partecipanti 2
Risultati
Vincitore Santos
(1º titolo)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1961 1963 Right arrow.svg

La Coppa Intercontinentale 1962 è stata la terza edizione del trofeo riservato alle squadre vincitrici della Coppa dei Campioni e della Coppa Libertadores.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il Santos, guidato dalla propria linea d'attacco, dominò entrambe le sfide, trascinato da Pelé.[1] In tutto, con le cinque reti di O Rei, il Santos vince per 8-4 la doppia sfida. Particolarmente spettacolare la gara di ritorno, vinta dalla squadra brasiliana per 5-2 al Da Luz di Lisbona al Benfica[1], incontro a lungo come uno dei più belli giocati fino ad allora[2].

Nel 2017, la FIFA ha equiparato i titoli della Coppa del mondo per club e della Coppa Intercontinentale, riconoscendo a posteriori anche i vincitori dell'Intercontinentale come detentori del titolo ufficiale di "campione del mondo FIFA", inizialmente attribuito soltanto ai vincitori della Coppa del mondo per club.[3][4][5]

Tabellino[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Rio de Janeiro
19 settembre 1962
Santos Flag of Brazil.svg3 – 2
referto
Flag of Portugal.svg BenficaMaracanã (90.000 spett.)
Arbitro: Paraguay Cabrera

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Lisbona
11 ottobre 1962
Benfica Flag of Portugal.svg2 – 5
referto
Flag of Brazil.svg SantosEstádio da Luz (73.000 spett.)
Arbitro: Francia Pierre Schwinte

Squadre del Santos e del Benfica alla Coppa Intercontinentale del 1962.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Toyota Cup 1962 su fifa.com
  2. ^ Carlo F. Chiesa, Regine del mondo - La storia della Coppa Intercontinentale, in Calcio 2000, nº 27, febbraio 2000, pp. 61-62.
  3. ^ Cfr. (EN) FIFA Council approves key organisational elements of the FIFA World Cup, Fédération Internationale de Football Association, 27 ottobre 2017. URL consultato il 16 gennaio 2018.; (EN) FIFA Club World Cup 2017: Statistical Kit (PDF), Fédération Internationale de Football Association, pp. 15, 40-42. URL consultato il 16 gennaio 2018.; Mondiale per club: il Real cerca l'allungo, su it.uefa.com, 13 dicembre 2017.
  4. ^ Sebbene non promuova l'unificazione statistica dei tornei, la FIFA è l'unica organizzazione con giurisdizione mondiale al di sopra delle confederazioni continentali e quindi, l'unica che può conferire un titolo di tale livello, ergo, il titolo assegnato dalla stessa federazione mondiale ai vincitori della Coppa Intercontinentale è formalmente un titolo mondiale FIFA, cfr. (EN) Approval for Refereeing Assistance Programme and upper altitude limit for FIFA competitions, su fifa.com, 15 dicembre 2007.; (EN) FIFA, FIFA Statutes, April 2016 edition (PDF), su resources.fifa.com, aprile 2016, p. 19.
  5. ^ Cfr. (ES) FIFA acepta propuesta de CONMEBOL de reconocer títulos de copa intercontinental como mundiales de clubes, su conmebol.com, 29 ottobre 2017.; (ES) La FIFA reconoció de manera oficial a la Copa Intercontinental, su diariovivo.com, 27 ottobre 2017.; (ES) FIFA reconoce Intercontinentales como Mundiales, su espndeportes.espn.com, 27 ottobre 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo Perrone (a cura di), Il libro del calcio italiano 1999/2000, Roma, Il Corriere dello Sport, 1999, p. 710.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio