Armando Marques

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Armando Marques
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
195?-1980
1971-1980
Campionato Paulista
Série A
Arbitro
Attività internazionale
1960-1980 CONMEBOL e FIFA Arbitro

Armando Nunes Castanheira da Rosa Marques (Rio de Janeiro, 6 febbraio 1930Rio de Janeiro, 16 luglio 2014[1]) è stato un arbitro di calcio brasiliano, internazionale dal 1960 al 1980.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Attivo a livello statale dagli anni 1950, ha successivamente iniziato a dirigere in Série A. È stato affiliato sia alla CBD che alla Federazione Paulista, assommando 215 presenze in prima divisione statale, nonché 109 in massima serie nazionale.[2] Ha arbitrato la finale del campionato di calcio brasiliano 1974, mentre per quanto riguarda i tornei precedenti alla sua creazione ha presenziato nelle fasi finali della Taça Brasil 1963, 1965, 1966, 1967 e 1968, spesso in qualità di direttore di gara per la partita decisiva (la finale di ritorno). Tra i suoi risultati più rilevanti negli incontri internazionali si annoverano la presenza in dieci edizioni della Copa Libertadores, la partecipazione alla Coppa Intercontinentale 1964 e al campionato del mondo 1966, ove arbitrò Germania Ovest-Spagna 2:1. Ha anche svariati gettoni in tornei tra Nazionali della CONMEBOL, avendo arbitrato in quattro edizioni delle qualificazioni mondiali (1966, 1970, 1974, e 1978), per un totale di quattro incontri. Partecipò anche ai Giochi Olimpici 1972 a Monaco di Baviera - dove diresse ben tre gare: Germania Ovest - Malaysia 3:0; Ungheria - Germania Est 2:0 e la finale per il terzo posto tra URSS e Germania Est terminata 2:2 dopo i tempi supplementari con medaglia di bronzo assegnata ad entrambe le nazionali - e al campionato del mondo 1974 dove arbitrò una gara del girone di semifinale, e cioè Germania Ovest - Yugoslavia 2:0, terminando la carriera nelle fasi finali dei tornei internazionali con la direzione di Paraguay-Ecuador alla Copa América 1975.[2]

Nel 1985 la FIFA gli conferì inoltre il prestigioso FIFA Special Award.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]