Coppa Duca degli Abruzzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa Duca degli Abruzzi o Challenge Cup, o Coppa d'Onore
Coppa Duca degli Abruzzi.svg
Trofeo Coppa Duca degli Abruzzi
Nome originaleCoppa Duca degli Abruzzi
SportFootball pictogram.svg Calcio
Conferito daFederazione Italiana del Football
Dedicato aLuigi Amedeo di Savoia-Aosta
Fondazione1898
Soppressione1900
Assegnato aSquadra vincitrice del campionato italiano di football
FrequenzaAnnuale
Numero edizioni3
DetentoreGenoa
Ultimo vincitoreGenoa
Maggiori vittorieGenoa (3)

La Coppa Duca degli Abruzzi, anche detta Challenge Cup o Coppa d'Onore, fu il trofeo assegnato alla squadra campione d'Italia di calcio tra il 1898 e il 1900.

Il Genoa vincitore del campionato 1898 al Velodromo Umberto I

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La coppa, realizzata dall'orefice torinese Domenico Cravero, fu donata alla Federazione Italiana del Football (FIF) da Luigi Amedeo di Savoia-Aosta, Duca degli Abruzzi e dagli "sportsmen torinesi" in occasione del primo campionato italiano di calcio, che si disputò in Torino, presso il Velodromo Umberto I il giorno 8 maggio 1898.[1]

Secondo il regolamento, la squadra vincitrice del torneo guadagnava il diritto di trattenere il trofeo fino alla disputa della finale successiva; qualora un club avesse vinto la coppa per tre annate, anche non consecutive, se la sarebbe aggiudicata definitivamente.

Il Genoa (all'epoca in bianco-blu) che si aggiudicò il campionato 1899
Il Genoa campione - per la terza volta consecutiva - nel 1900

La squadra ad aggiudicarsi la coppa fu il Genoa, campione d'Italia nel 1898, che vincendo anche i due successivi campionati del 1899 e 1900, trattenne definitivamente il trofeo.

A partire dal 1901, venne posto in palio un nuovo riconoscimento: la Coppa Fawcus.

Nel 1909 la coppa fu data in pegno dal Genoa al proprio ex giocatore e dirigente Henri Dapples, a garanzia di un debito. L'ultima notizia riguardo all'esistenza della coppa a Genova è del 1910, dopo di che della stessa si persero le tracce.

Il cimelio venne ritrovato ed acquisito solo nel marzo del 2018 dalla Fondazione Genoa 1893[2], che, dopo averla restaurata, l'ha presentata al pubblico il 3 maggio seguente presso il Museo della storia del Genoa.[3], ove è custodita ed esposta.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Il trofeo è stato vinto complessivamente tre volte da parte del Genoa.

Vincitori della Coppa Duca degli Abruzzi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dapples, un altro mistero avvolge la Challenge Cup, su Ilsecoloxix.it.
  2. ^ Comunicato stampa | Genoa, in Genoa, 12 marzo 2018. URL consultato il 12 marzo 2018.
  3. ^ LA FONDAZIONE PRESENTA LA COPPA CHALLENGE [collegamento interrotto], su genoacfc.it. URL consultato il 4 maggio 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aldo Padovano, Accadde domani... un anno con il Genoa, Genova, De Ferrari, 2005, ISBN 88-7172-689-8.
  • Enrico Brizzi, Il meraviglioso giuoco: Pionieri ed eroi del calcio italiano 1887-1926, Laterza, 2010, ISBN 9788858113158.
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio