Giovanni Vastola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Vastola
Nazionalità Italia Italia
Altezza 172 cm
Peso 67 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Ala
Ritirato 1974 - calciatore
Carriera
Giovanili
Palmese
Squadre di club1
1959-1961 Amaranto e Blu.svg Fiamme Oro Roma 59 (22)
1961-1965 L.R. Vicenza 98 (23)
1965-1967 Bologna 28 (13)
1967-1968 Varese 27 (7)
1968-1970 Inter 15 (7)
1970-1971 Bologna 6 (2)
1971-1972 Sorrento 14 (1)
1972-1973 Piacenza 26 (8)
1973-1974 Derthona 9 (1)
Carriera da allenatore
1984-1985 Cesenatico
1986-1987 Cesenatico
1989-1990 Adelaide Nicastro
???? Corigliano
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 gennaio 2017

Giovanni Vastola (San Valentino Torio, 20 aprile 1938Ravenna, 19 gennaio 2017[1]) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo ala.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nella Palmese[2], passò nel 1959 alle Fiamme Oro Roma, squadra militante nel campionato di Serie D, con cui mise a segno 22 reti in due stagioni giocando prevalentemente come ala sinistra[2].

Nel 1961, a 23 anni, fu acquistato dal Lanerossi Vicenza, in Serie A[2]. Debuttò in massima divisione il 22 ottobre in SPAL-L.R. Vicenza 1-0[3], rimanendo in forza ai veneti per quattro stagioni consecutive, di cui solo l'ultima da titolare, anche a causa di un grave infortunio nell'estate 1962[4]. Incrementa ogni anno il numero di reti segnate fino ad un massimo di 8, nel campionato di Serie A 1964-1965.

Dopo l'exploit in maglia vicentina, nel 1965 passò al Bologna. Pur in concorrenza con Marino Perani per il ruolo di ala destra titolare[5], mise a segno 9 reti in 18 partite nella sua prima stagione con i rossoblu, mentre nell'annata successiva trovò meno spazio, disputando 10 partite con 4 reti.

Per ritrovare il posto da titolare si trasferì al Varese, sempre in Serie A. In coppia con il giovane Pietro Anastasi giocò 27 partite realizzando 7 reti, tra cui la quinta rete nella partita Varese-Juventus 5-0 del 4 febbraio 1968, realizzata con un pallonetto sull'uscita di Roberto Anzolin[6]. Le prestazioni con la maglia del Varese gli valgono la chiamata dell'Inter, dove rimase fino al 1970: nella prima stagione, impiegato come riserva, collezionò 15 presenze con 7 reti, mentre nel campionato 1969-1970 scese in campo in un'unica occasione, in Coppa Italia[7].

Nel 1970 ritornò al Bologna, ancora come rincalzo (6 presenze e due reti), prima di concludere la carriera nelle serie inferiori: nel campionato 1971-1972 militò nel Sorrento[8], in Serie B, senza poter evitare la retrocessione dei campani. In seguito disputò altre due stagioni con le maglie di Piacenza (realizzando 8 reti in 26 gare nel campionato di Serie C 1972-1973[9]) e Derthona, con cui chiuse la carriera nel 1974.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro intraprese l'attività di allenatore, guidando tra gli altri Cesenatico[10] (con cui conquista la promozione in Serie C2[6]), l'Adelaide Nicastro nel suo unico campionato di Serie C2[11] e Corigliano[6].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bologna: 1970

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ravenna, è scomparso Vastola, fu rossoblù negli anni Sessanta Bologna.repubblica.it
  2. ^ a b c Marco Sappino, Dizionario biografico enciclopedico di un secolo del calcio italiano - Vol. 2, Milano, Baldini&Castoldi, 2000, p. 541, ISBN 88-8089-862-0.
  3. ^ Profilo su Museovicenzacalcio1902.net
  4. ^ Vastola all'ospedale, frattura del perone, Il Corriere dello Sport, 1º settembre 1962, pag.5
  5. ^ Giovanni Vastola gianfrancoronchi.net
  6. ^ a b c Varese-Juve 5-0: il "miracolo di Masnago" compie quarant'anni varesenews.it
  7. ^ Statistiche su Interfc.it
  8. ^ Rosa 1971-1972 sorrentocalcio.net
  9. ^ Rosa 1972-1973 storiapiacenza.it
  10. ^ Almanacco Illustrato del calcio , edizioni Panini, 1988, pag.318
  11. ^ Almanacco illustrato del Calcio, Panini edizioni, 1991, p. 322.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Giovanni Vastola, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.