Associazione Calcio Reggiana 1964-1965

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Associazione Calcio Reggiana
AllenatoreItalia Dino Ballacci
PresidenteItalia Carlo Visconti, Gino Lari e Giorgio Degola
Serie B11º posto
Maggiori presenzeCampionato: Giagnoni, Grevi (38)
Miglior marcatoreCampionato: Calloni (12)
Abbonati2.011
Maggior numero di spettatorivs Lecco, 21 febbraio 1965, 11.999
Minor numero di spettatorivs Venezia, 23 maggio 1965, 4.000
Media spettatori8.500

Questa pagina raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Reggiana nelle competizioni ufficiali della stagione 1964-1965.

La stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1964-1965 la Reggiana disputa il campionato di Serie B, con 36 punti si piazza in dodicesima posizione della classifica. Salgono in Serie A il Brescia con 49 punti, il Napoli con 48 punti e la Spal con 47 punti. Scendono in Serie C il Bari con 33 punti, la Triestina con 28 punti ed il Parma con 23 punti.

Se ne va dopo un alterco con un dirigente granata l'allenatore Giancarlo Cadè uno dei protagonisti della promozione e il nuovo mister è l'ex bolognese Dino Ballacci. Per ragioni di bilancio Luigi Del Grosso si priva di due terzi dell'implacabile attacco granata.

Claudio Correnti va al Mantova che gira alla Reggiana Gustavo Giagnoni ed Ettore Recagni, Carlo Facchin e Renzo Fantazzi passano al Catania che in cambio cede alla Reggiana Domenico De Dominicis, Agostino De Nardi è ceduto al Bari. Dal Palermo arriva l'ala destra Franco Deasti, poi un altro doppio innesto, dal Verona viene prelevato il centravanti Giampiero Calloni e dall'Arezzo l'ala destra Marco Tartari.

La Reggiana inizia vincendo in casa e perdendo fuori. Poi il pari di Livorno e la vittoria di Trieste aprono nuovi scenari. Le vittorie sull'Alessandria, sul Verona, sul Lecco, proiettano i granata nella zona alta della classifica, poi la sconfitta interna con la Pro Patria preclude sogni di gloria. Il Mirabello si riempie per la sfida col Napoli, proiettato verso la serie A e seguito da settemila tifosi, il 6 giugno 1965 (la gara finisce 1 a 1). Alla fine è solo salvezza ottenuta nella penultima, nonostante la sconfitta di Verona. Uomo stagione è Giampiero Calloni autore di 12 reti in campionato, beniamino del pubblico e denominato Calimero, come quello di Carosello. In doppia cifra con 10 centri anche Ettore Recagni. Fugace apparizione in Coppa Italia, con i granata eliminati nel primo turno dal Genoa (0-2).

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Prima divisa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Seconda divisa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia D Giorgio Baricchi
Italia P Giancarlo Bertini
Italia D Orlando Bertini
Italia A Giampiero Calloni
Italia D Rino Ceccardi
Italia P Sauro Cinelli
Italia A Franco Deasti
Italia C Domenico De Dominicis
Italia D Romano Donzelli
Italia A Gianfranco Gagliardi
N. Ruolo Giocatore
Italia C Giovanni Gavazzi
Italia D Gustavo Giagnoni
Italia D Giampiero Grevi
Italia A Claudio Longo
Italia A Corrado Nastasio
Italia A Ettore Recagni
Italia C Marco Tartari
Italia A Mario Tomy
Italia D Mario Villa

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1964-1965.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Bari
13 settembre 1964
1ª giornata
Bari1 – 0ReggianaStadio della Vittoria
Arbitro:  Frullini (Firenze)

Reggio Emilia
20 settembre 1964
2ª giornata
Reggiana2 – 0SPALStadio Mirabello
Arbitro:  Sebastio (Taranto)

Lecco
27 settembre 1964
3ª giornata
Lecco1 – 0ReggianaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Vitullo (Roma)

Reggio Emilia
4 ottobre 1964
4ª giornata
Reggiana4 – 0CatanzaroStadio Mirabello
Arbitro:  Motta (Monza)

Reggio Emilia
11 ottobre 1964
5ª giornata
Reggiana3 – 1PotenzaStadio Mirabello
Arbitro:  Bigi (Padova)

Busto Arsizio
18 ottobre 1964
6ª giornata
Pro Patria1 – 0ReggianaStadio Comunale
Arbitro:  Fogliamanzillo (Torre Annunziata)

Reggio Emilia
25 ottobre 1964
7ª giornata
Reggiana0 – 0ModenaStadio Mirabello
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Livorno
1º novembre 1964
8ª giornata
Livorno0 – 0ReggianaStadio Comunale
Arbitro:  Motta (Monza)

Trieste
15 novembre 1964
9ª giornata
Triestina0 – 1ReggianaStadio Giuseppe Grezar
Arbitro:  Barolo (Bassano del Grappa)

Reggio Emilia
22 novembre 1964
10ª giornata
Reggiana5 – 0TraniStadio Mirabello
Arbitro:  Cirone (Palermo)

Parma
29 novembre 1964
11ª giornata
Parma3 – 0ReggianaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Politano (Cuneo)

Reggio Emilia
6 dicembre 1964
12ª giornata
Reggiana0 – 0PadovaStadio Mirabello
Arbitro:  Orlando (Bergamo)

Reggio Emilia
13 dicembre 1964
13ª giornata
Reggiana1 – 0MonzaStadio Mirabello
Arbitro:  Bigi (Padova)

Palerno
20 dicembre 1964
14ª giornata
Palermo0 – 0ReggianaStadio La Favorita
Arbitro:  Marengo (Chiavari)

Venezia
27 dicembre 1964
15ª giornata
Venezia1 – 0ReggianaStadio Pierluigi Penzo
Arbitro:  Palazzo (Palermo)

Reggio Emilia
10 gennaio 1965
16ª giornata[1]
Reggiana3 – 0AlessandriaStadio Mirabello
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Napoli
17 gennaio 1965
17ª giornata
Napoli0 – 0ReggianaStadio San Paolo
Arbitro:  Nobilia (Roma)

Reggio Emilia
24 gennaio 1965
18ª giornata
Reggiana4 – 0VeronaStadio Mirabello
Arbitro:  Gonella (Torino)

Brescia
31 gennaio 1965
19ª giornata
Brescia1 – 0ReggianaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Bernardis (Trieste)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Reggio Emilia
7 febbraio 1965
20ª giornata
Reggiana2 – 0BariStadio Mirabello
Arbitro:  Barolo (Bassano del Grappa)

Ferrara
14 febbraio 1965
21ª giornata
SPAL2 – 1ReggianaStadio Comunale
Arbitro:  Acernese (Roma)

Reggio Emilia
21 febbraio 1965
22ª giornata
Reggiana1 – 0LeccoStadio Mirabello
Arbitro:  Pieroni (Roma)

Catanzaro
28 febbraio 1965
23ª giornata
Catanzaro1 – 0ReggianaStadio Militare
Arbitro:  Rancher (Roma)

7 marzo 1965
24ª giornata
Potenza1 – 1ReggianaStadio Alfredo Viviani
Arbitro:  Schinetti (Brescia)

Reggio Emilia
14 marzo 1965
25ª giornata
Reggiana1 – 2Pro PatriaStadio Mirabello
Arbitro:  Di Tonno (Lecce)

Modena
21 marzo 1965
26ª giornata
Modena1 – 1ReggianaStadio Alberto Braglia
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Reggio Emilia
28 marzo 1965
27ª giornata
Reggiana0 – 0LivornoStadio Mirabello
Arbitro:  Piantoni (Terni)

Reggio Emilia
11 aprile 1965
28ª giornata
Reggiana1 – 1TriestinaStadio Mirabello
Arbitro:  Figuccia (Marsala)

Trani
18 aprile 1965
29ª giornata
Trani1 – 0ReggianaStadio Comunale
Arbitro:  Schinetti (Brescia)

Reggio Emilia
25 aprile 1965
30ª giornata
Reggiana0 – 0ParmaStadio Mirabello
Arbitro:  Motta (Monza)

Padova
2 maggio 1965
31ª giornata
Padova2 – 0ReggianaStadio Silvio Appiani
Arbitro:  Carminati (Milano)

Monza
9 maggio 1965
32ª giornata
Monza0 – 0ReggianaStadio Città di Monza
Arbitro:  Monti (Ancona)

Reggio Emilia
16 maggio 1965
33ª giornata
Reggiana0 – 0PalermoStadio Mirabello
Arbitro:  Marchiori (Padova)

Reggio Emilia
23 maggio 1965
34ª giornata
Reggiana1 – 1VeneziaStadio Mirabello
Arbitro:  Nobilia (Roma)

Alessandria
30 maggio 1965
35ª giornata
Alessandria2 – 0ReggianaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Schinetti (Brescia)

Reggio Emilia
6 giugno 1965
36ª giornata
Reggiana1 – 1NapoliStadio Mirabello
Arbitro:  D'Agostini (Roma)

Verona
13 giugno 1965
37ª giornata
Verona3 – 0ReggianaStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Righetti (Torino)

Reggio Emilia
20 giugno 1965
38ª giornata
Reggiana1 – 0BresciaStadio Mirabello
Arbitro:  Marchiori (Padova)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1964-1965.
Reggio Emilia
6 settembre 1964
1º turno eliminatorio
Reggiana0 – 2
(d.t.s.)
GenoaStadio Mirabello
Arbitro:  Ferrari (Milano)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Partita sospesa per nebbia all'inizio della ripresa sul punteggio (0-0) e recuperata il 21 gennaio 1965.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Calcio, Carcano Edizioni, 1966, p. 151.
  • Ezio Fanticini, Andrea Ligabue, La storia della Reggiana, Reggio Emilia, Il Resto del Carlino, edizione Reggio, 1993, pp. 63-65.
  • Carlo Fontanelli, Alfredo Ferraraccio, 1919-2003 - La favola granata - La storia dell'A.C. Reggiana, Empoli (FI), Geo Edizioni S.r.l. - stampa: Tipografia Palagini, San Miniato (PI), pp. 169-171.
  • Mauro Del Bue, Una storia Reggiana, le partite, i personaggi, le vicende negli anni del triunvirato, 1945-1969 (2º volume), Montecchio Emilia (RE), Aliberti Editore, 2004, pp. 319-337.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio