Associazione Calcio Reggiana 1998-1999

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Associazione Calcio Reggiana
AllenatoreItalia Franco Varrella (1ª-10ª)
Italia Attilio Perotti (11ª-24ª)
Italia Franco Varrella (25ª-30ª)
Italia Fabiano Speggiorin &
Italia Angelo Gregucci (31ª-38ª)
PresidenteItalia Luciano Ferrarini
Serie B17º posto. Retrocessa in Serie C1
Maggiori presenzeCampionato: Cappellacci (32)
Miglior marcatoreCampionato: Margiotta (10)
Abbonati3.000

Questa pagina raccoglie le informazioni riguardanti della Associazione Calcio Reggiana nelle competizioni ufficiali della stagione 1998-1999.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 1998-1999 viene indicata come quella del rilancio dalla società granata che, per riscattare il mancato obiettivo della promozione l'anno prima, apporta una vera e propria rivoluzione all'organico della squadra. Con il ritorno di Pantanelli dal prestito alla Fidelis Andria, il portiere Gianluca Berti viene ceduto al Ravenna, in difesa si punta principalmente sui giovani: vengono ingaggiati Alessandro Parisi e Jero Shakpoke, mentre sono confermati il ventenne Danilo Zini Giovanni Orfei. Sul fronte cessioni, tra gli altri salutano la squadra gli esperti Filippo Galli, Gabriele Grossi e Giordano Caini. A centrocampo gli arrivi principali sono gli esperti Roberto Cappellacci (dalla Fidelis Andria) e Edvard Lasota (ceco proveniente dallo Slavia Praga), che fanno fronte alle principali partenze di Pietro Parente (al Torino) e Antonio Marasco (al Verona). Grande rivoluzione anche in attacco: ceduti il russo Igor Simutenkov al Bologna e il miglior marcatore della stagione precedente Giacomo Banchelli all'Atalanta, la società si affida all'esperienza di Maurizio Neri (acquistato dal Brescia) e di Stefano Guidoni (proveniente dal Perugia), completando il reparto con gli acquisti di Mario Lemme e Dario Morello. La panchina granata è affidata di nuovo a Franco Varrella.

La Reggiana parte con l'obiettivo della promozione in Serie A, ma le prime due partite di campionato contro Ternana e Cremonese, due neopromosse, finiscono con dei deludenti pareggi. I tifosi già mugugnano, ma alla terza giornata la Reggiana, per il quarto anno consecutivo, va ad espugnare il Bentegodi, battendo con un roboante 5-2 il Verona (poi vincitore del campionato) grazie principalmente all'ottima vena di Guidoni, autore di una tripletta. La vittoria secca, contro una squadra ritenuta concorrente per la promozione, sembra confermare la bontà dell'organico, ma già dalla giornata successiva per i granata iniziano i problemi: sconfitta al Giglio dal Napoli e poi fuori casa dal Pescara, arriva il successo casalingo contro un'altra potenziale diretta concorrente, il Lecce (2-1 il risultato), ma la vittoria si rivela essere una acuto isolato. Nelle successive quattro partite la Reggiana ottiene solo due pareggi interni contro Monza e Chievo, avversari ritenuti inferiori, e incappa anche in una pesante sconfitta per 3-0 contro la Reggina. La società a questo punto decide di sollevare dall'incarico Franco Varrella (10 punti in 10 giornate il suo bottino) e chiama al suo posto il bresciano Attilio Perotti.

La situazione di classifica della squadra però peggiora progressivamente con il prosieguo del campionato: nelle successive 9 partite, che portano alla conclusione del girone di andata, la Reggiana ottiene solo una vittoria (un 3-0 alla Fidelis Andria con tripletta di Mario Lemme), e chiude la prima metà di stagione, fatta di soli 16 punti, con quattro sconfitte consecutive (tra le quali due scontri diretti per la salvezza contro Cosenza e Lucchese), che la fanno precipitare al penultimo posto in classifica davanti alla sola Cremonese.

Per cercare di raddrizzare la stagione, la società decide di apportare l'ennesima rivoluzione di organico. Viene perfezionato uno scambio di prestiti tra portieri con il Perugia, Pantanelli passa in Umbria e Angelo Pagotto arriva a Reggio Emilia. Per il centrocampo arrivano Nemsadze, Carbone, Maspero e il giovane Allegretti. Per quanto riguarda l'attacco, con Stefano Guidoni che era già stato ceduto al Verona in autunno, parte anche Mario Lemme (destinazione Monza), vengono invece ingaggiati Massimo Margiotta (che sarà il miglior marcatore granata a fine anno), Pierpaolo Bresciani e, infine, l'ex-capocannoniere di Serie A Igor Protti. I continui cambiamenti della rosa impedirono ai giocatori di trovare un affiatamento tra di loro e agli allenatori di trovare le giuste tattiche da mettere in pratica, contribuendo in maniera determinante ad aumentare le difficoltà della squadra, che seguitarono a palesarsi nonostante la presenza di diversi calciatori di buon livello. Alla fine della stagione i giocatori impiegati almeno per una partita saranno addirittura 38.

L'inizio del girone di ritorno mette la Reggiana di fronte a due sfide-salvezza importanti con Ternana e Cremonese, ma i granata non riusciranno ad andare oltre due pareggi (particolarmente acceso il 2-2 di Cremona, con l'arbitro duramente contestato dai padroni di casa). La Reggiana non riesce a riprendersi così la società decide di esonerare Perotti e di richiamare Franco Varrella dopo lo 0-2 subito in casa dal Pescara alla 24ª giornata. La seconda avventura del tecnico riminese vede il successo per 3-0 contro il Ravenna in casa, ma la giornata dopo a Monza, in una partita potenzialmente decisiva, una papera del portiere Pagotto consente ai brianzoli di vincere 1-0 inguaiando non poco i granata. Dopo sei partite in panchina e la sconfitta per 2-0 contro il Torino, Varrella viene esonerato di nuovo, e la società affida la panchina all'esordiente Angelo Gregucci, coadiuvato da Fabiano Speggiorin.

È la mossa della disperazione, in quanto la Reggiana ha ormai accumulato un distacco quasi incolmabile nelle sole 8 partite che restano da giocare. I granata mancano la vittoria nella sfortunata sfida diretta contro il Cesena al Giglio (finisce 1-1), ma sette giorni dopo vincono ad Andria per 2-3 un altro scontro diretto per la salvezza. La botta forse decisiva alle speranze granata la dà il Genoa, che espugna il Giglio per 1-3 la settimana successiva, una sconfitta che compromette non poco la rincorsa alla 16ª posizione; segue poi uno 0-0 contro l'Atalanta. Ormai la retrocessione sembra solo questione di tempo: quando mancano solo 4 partite la Reggiana è penultima con 29 punti e ne ha 5 di distacco dalla Lucchese, 7 dal Cosenza, 9 dalla Fidelis Andria e dalla Ternana e addirittura 11 dal Cesena. Le ultime quattro partite sono un assalto disperato, la squadra sembra non voler accettare un verdetto che pare ormai scritto e batte nell'ordine Cosenza, Treviso e Brescia, rinviando la sentenza di retrocessione fino all'ultima giornata dove però non può più sottrarsi al suo destino: la Reggiana vince la sua quarta partita consecutiva, superando in casa la Lucchese, ma la contemporanea vittoria del Cosenza contro il già salvo Cesena sancisce la retrocessione dei granata in Serie C1 a soli tre anni dalla promozione in Serie A.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Prima divisa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Beniamino Abate
Italia A Elvis Abbruscato
Italia C Riccardo Allegretti
Gabon A Catilina Aubameyang
Italia A Pierpaolo Bresciani
Italia C Roberto Cappellacci
Italia C Angelo Carbone
Italia D Roberto Cevoli
Italia C Gianluca Cherubini
Italia C Christian Cimarelli
Italia C Stefano Citterio
Italia D Marino D'Aloisio
Italia A Giovanni Di Somma
Italia C Giuliano Gentilini
Italia A Stefano Guidoni
Nigeria A Lucky Isibor
Cecoslovacchia C Edvard Lasota
Italia A Mario Lemme
Italia C Antonio Marasco
N. Ruolo Giocatore
Italia A Massimo Margiotta
Italia C Riccardo Maspero
Italia C Gianni Migliorini
Italia A Dario Morello
Italia D Paolo Mozzini
Georgia C Georgi Nemsadze
Italia A Maurizio Neri
Italia D Giovanni Orfei
Italia D Christian Ottofaro
Italia P Angelo Pagotto
Italia A Giacomo Paniccia
Italia P Armando Pantanelli
Italia C Paolo Ponzo
Italia D Alessandro Parisi
Italia A Igor Protti
Italia C Alessandro Scarponi
Nigeria D Jero Shakpoke
Italia C Salvatore Sullo
Italia D Danilo Zini

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Armando Pantanelli Fidelis Andria Fine prestito
D Stefano Citterio Varese Definitivo
D Marino D'Aloisio Ravenna Definitivo
D Giuliano Gentilini Bologna Definitivo
D Jero Shakpoke Zagłębie Lubin Definitivo
D Alessandro Scarponi Torino Prestito
D Paolo Mozzini Cremonese Fine prestito
D Christian Ottofaro Cittadella Prestito
D Alessandro Parisi Palermo Definitivo
C Roberto Cappellacci Fidelis Andria Definitivo
C Christian Cimarelli Montevarchi Definitivo
C Edvard Lasota Slavia Praga Definitivo
C Gianni Migliorini Robur Siena Definitivo
C Francesco Tudisco Fidelis Andria Fine prestito
C Franz Carr Bolton Fine prestito
A Stefano Guidoni Perugia Definitivo
A Giovanni Di Somma Palermo Prestito
A Mario Lemme Fidelis Andria Definitivo
A Dario Morello Genoa Definitivo
A Maurizio Neri Brescia Definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Gianluca Berti Ravenna Definitivo
D Filippo Galli Brescia Definitivo
D Ciro Caruso Pescara Definitivo
D Gabriele Grossi Perugia Definitivo
D Giordano Caini Piacenza Definitivo
D Fabio Caselli Cremapergo Prestito
D Claudio Grimaudo Atletico Catania Definitivo
C Franz Carr West Bromwich Definitivo
C Antonio Marasco Verona Definitivo
C Sebastiano Vecchiola Ravenna Definitivo
C Nicolò Sciacca Ravenna Definitivo
C Cristiano Zanetti Fiorentina Fine prestito
C Francesco Tudisco Fidelis Andria Definitivo
C Ivano Della Morte Fidelis Andria Definitivo
C Paolo Coppola Cremapergo Definitivo
C Luca Ariatti Ascoli Prestito
C Pietro Parente Torino Definitivo
C Alessio Pirri Genoa Definitivo
A Johan Ragnell Ljungskile Definitivo
A Igor Simutenkov Bologna Definitivo
A Andrea Silenzi Ravenna Definitivo
A Christian Araboni Cremapergo Definitivo
A Giacomo Banchelli Atalanta Definitivo

Sessioni autunnale e invernale[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Angelo Pagotto Perugia Prestito
C Riccardo Maspero Perugia Prestito
C Riccardo Allegretti Empoli Prestito
C Angelo Carbone Atalanta Definitivo
C Georgi Nemsadze Grasshoppers Definitivo
C Lucky Isibor Dinamo Mosca Prestito
A Pierpaolo Bresciani Venezia Definitivo
A Massimo Margiotta Lecce Definitivo
A Igor Protti Lazio Definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Armando Pantanelli Perugia Prestito
D Giuliano Gentilini Livorno Definitivo
D Marino D'Aloisio Padova Prestito
D Christian Ottofaro Cittadella Fine prestito
C Salvatore Sullo Pescara Definitivo
C Christian Cimarelli Lecce Definitivo
A Stefano Guidoni Verona Definitivo
A Giovanni Di Somma Cittadella Definitivo
A Mario Lemme Monza Definitivo
A Massimo Minetti Brescello Prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1998-1999.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

6 settembre 1998
1ª giornata
Ternana 0 – 0 Reggiana

13 settembre 1998
2ª giornata
Reggiana 1 – 1 Cremonese

19 settembre 1998
3ª giornata
Verona 2 – 5 Reggiana

27 settembre 1998
4ª giornata
Reggiana 0 – 1 Napoli

4 ottobre 1998
5ª giornata
Pescara 1 – 0 Reggiana

11 ottobre 1998
6ª giornata
Reggiana 2 – 1 Lecce

18 ottobre 1998
7ª giornata
Ravenna 1 – 0 Reggiana

1 novembre 1998
8ª giornata
Reggiana 1 – 1 Monza

8 novembre 1998
9ª giornata
Reggina 3 – 0 Reggiana

15 novembre 1998
10ª giornata
Reggiana 1 – 1 Chievo

22 novembre 1998
11ª giornata
Reggiana 1 – 1 Torino

29 novembre 1998
12ª giornata
Cesena 2 – 0 Reggiana

6 dicembre 1998
13ª giornata
Reggiana 3 – 0 Fidelis Andria

13 dicembre 1998
14ª giornata
Genoa 1 – 1 Reggiana

20 dicembre 1998
15ª giornata
Reggiana 0 – 0 Atalanta

6 gennaio 1999
16ª giornata
Cosenza 2 – 0 Reggiana

10 gennaio 1999
17ª giornata
Treviso 3 – 2 Reggiana

17 gennaio 1999
18ª giornata
Reggiana 1 – 2 Brescia

24 gennaio 1999
19ª giornata
Lucchese 2 – 0 Reggiana

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

31 gennaio 1999
20ª giornata
Reggiana 1 – 1 Ternana

7 febbraio 1999
21ª giornata
Cremonese 2 – 2 Reggiana

14 febbraio 1999
22ª giornata
Reggiana 1 – 1 Verona

21 febbraio 1999
23ª giornata
Napoli 2 – 0 Reggiana

28 febbraio 1999
24ª giornata
Reggiana 0 – 2 Pescara

6 marzo 1999
25ª giornata
Lecce 1 – 0 Reggiana

14 marzo 1999
26ª giornata
Reggiana 3 – 0 Ravenna

27 marzo 1999
27ª giornata
Monza 1 – 0 Reggiana

3 aprile 1999
28ª giornata
Reggiana 1 – 1 Reggina

11 aprile 1999
29ª giornata
Chievo 0 – 0 Reggiana

18 aprile 1999
30ª giornata
Torino 2 – 0 Reggiana

25 aprile 1999
31ª giornata
Reggiana 1 – 1 Cesena

2 maggio 1999
32ª giornata
Fidelis Andria 2 – 3 Reggiana

9 maggio 1999
33ª giornata
Reggiana 1 – 3 Genoa

16 maggio 1999
34ª giornata
Atalanta 0 – 0 Reggiana

23 maggio 1999
35ª giornata
Reggiana 3 – 2 Cosenza

30 maggio 1999
36ª giornata
Reggiana 2 – 1 Treviso

6 giugno 1999
37ª giornata
Brescia 0 – 1 Reggiana

13 giugno 1999
38ª giornata
Reggiana 3 – 2 Lucchese

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1998-1999.
23 agosto 1998
Primo turno - andata
Padova 2 – 1 Reggiana

30 agosto 1998
Primo turno - ritorno
Reggiana 2 – 1
(d.t.s.)
Padova

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Calcio, Edizioni Panini, 2000, p. 299.
  • Carlo Fontanelli, Alfredo Ferraraccio, 1919-2003 - La favola granata - La storia dell'A.C. Reggiana, Empoli (FI), Geo Edizioni S.r.l. - stampa: Tipografia Palagini, San Miniato (PI), pp. 281-283.
  • Mauro Del Bue, Una storia Reggiana, le partite, i personaggi, le vicende dagli anni settanta a oggi (3º volume), Montecchio Emilia (RE), Graficstamp, 2008, pp. 441.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

{{Navbox |name=Calcio Reggiana storico |titlestyle=background:#AA0000; color:white; border:1px solid #1F4169; |title=Reggio Audace F.C. – Archivio delle stagioni |groupstyle = background:#AA0000; color:white; border:1px solid #1F4169; |group1 = Associazione Calcio Reggiana |list1= 1919-20  · 1920-21  · 1921-22  · 1922-23  · 1923-24  · 1924-25  · 1925-26  · 1926-27  · 1927-28  · 1928-29  · 1929-30  · 1930-31  · 1931-32  · 1932-33  · 1933-34  · 1934-35  · 1935-36  · 1936-37  · 1937-38  · 1938-39  · 1939-40  · 1940-41  · 1941-42  · 1942-43  · 1943-44  · 1944-45 · 1945-46  · 1946-47  · 1947-48  · 1948-49  · 1949-50  · 1950-51  · 1951-52  · 1952-53  · 1953-54  · 1954-55  · 1955-56  · 1956-57  · 1957-58  · 1958-59  · 1959-60  · 1960-61  · 1961-62  · 1962-63  · 1963-64  · 1964-65  · 1965-66  · 1966-67  · 1967-68  · 1968-69  · 1969-70  · 1970-71  · 1971-72  · 1972-73  · 1973-74  · 1974-75  · 1975-76  · 1976-77  · 1977-78  · 1978-79  · 1979-80  · 1980-81  · 1981-82  · 1982-83  · 1983-84  · 1984-85  · 1985-86  · 1986-87  · 1987-88  · 1988-89  · 1989-90  · 1990-91  · 1991-92  · 1992-93  · 1993-94  · 1994-95  · 1995-96  · 1996-97  · 1997-98  · 1998-99  · 1999-00  · 2000-01  · 2001-02  · 2002-03  · 2003-04  · 2004-05 |group2 = Associazione Calcio Reggiana 1919 |list2= 2005-06  · 2006-07  · 2007-08  · 2008-09  · 2009-10  · 2010-11  · 2011-12  · 2012-13  · 2013-14  · 2014-15  · 2015-16  · 2016-17  · 2017-18

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio