Associazione Calcio Reggiana 1995-1996

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Associazione Calcio Reggiana
Stagione 1995-1996
AllenatoreItalia Giorgio Ciaschini e Carlo Ancelotti
PresidenteItalia Loris Fantinel
Serie B3º posto (promossa in A)
Coppa ItaliaOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Ballotta (38)
Miglior marcatoreCampionato: Simutenkov, Strada (8)
Abbonati4.961

In questa pagina sono raccolti i dati relativi alle competizioni ufficiali della Associazione Calcio Reggiana nella stagione 1995-1996.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Per cercare la pronta risalita in Serie A, la società si affida a un giovane allenatore reggiano, Carlo Ancelotti coadiuvato da Giorgio Ciaschini. L'ex-giocatore del Milan è all'esordio assoluto come allenatore di una squadra di club, avendo ricoperto in passato solamente il ruolo di vice di Arrigo Sacchi per la Nazionale italiana.

Il calciomercato apporta diversi cambiamenti alla squadra: la porta granata viene affidata all'esperto portiere Marco Ballotta, proveniente dal Brescia, in sostituzione di Francesco Antonioli, passato al Bologna. In difesa c'è l'addio al calcio dell'ex-Juventus Luigi De Agostini, oltre alle partenze di Zanutta e Parlato, ma il reparto viene rinforzato dagli acquisti di Giordano Caini, Roberto Cevoli, Massimiliano Tangorra e Paolo Ziliani. I cambiamenti più significativi sono però nel reparto di centrocampo: ceduto Oliseh al Colonia e Esposito (autore del gol-salvezza di due stagioni prima a San Siro contro il Milan) alla Lazio, la società ingaggia Pietro Strada, che sarà il vero uomo in più della stagione, insieme a Leonardo Colucci e Marco Schenardi, che saranno anch'essi protagonisti di una buonissima annata. In attacco, oltre al confermato Igor Simutenkov, le novità principali sono il giovane Michele Pietranera e Roberto Paci (poi ceduto alla Lucchese dopo sole 10 partite).

L'obiettivo dichiarato è la promozione, ma i primi risultati sono disastrosi: nelle prime sette partite la Reggiana non coglie nessun successo, anzi viene sconfitta perfino dalla modesta Pistoiese (che poi concluderà il campionato in ultima posizione). La serie negativa culmina, alla settima giornata, con un umiliante 4-1 subito dal Pescara. L'avventura di Ancelotti sulla panchina granata sembra essere già al capolinea, ma la società continua a concedergli fiducia e, a partire dall'ottava giornata, la squadra inizia ad ingranare: dopo aver battuto per 3-0 il Venezia dell'ex-allenatore Giuseppe Marchioro, ottenendo così la prima vittoria stagionale, i granata prendono fiducia e iniziano a rimontare: battute in casa le dirette concorrenti Salernitana, Bologna e Verona, la Reggiana vince anche ad Avellino e a Brescia, portandosi in testa alla classifica al termine del girone di andata nonostante qualche sconfitta patita fuori casa. Pietro Strada si rivela il vero trascinatore della squadra, con gol e assist pesanti, ma la Reggiana riesce a trovare la via della rete con molti giocatori diversi, anche con i più improbabili. È il caso, ad esempio, del difensore Paolo Ziliani, che segna solo un gol, ma un gol importantissimo in quanto consente alla Reggiana di battere la Salernitana in rimonta per 2-1 al Giglio.

All'inizio del girone di ritorno la Reggiana ha un netto calo di prestazioni: vince a stento contro il fanalino di coda Pistoiese, è sconfitta dal Perugia e manca la vittoria in due importanti match casalinghi contro Genoa e Cosenza, dove ottiene solo due pareggi. La partita della svolta è quella della 25ª giornata: la Reggiana non gioca benissimo a Lucca, ma grazie alle parate di Ballotta e ad un pizzico di fortuna riesce ad espugnare il Porta Elisa per 0-2 e conquistare tre punti molto importanti per la corsa alla promozione. A questo punto la Reggiana torna a fornire delle buone prestazioni e mette insieme sei vittorie consecutive in casa, alternandole con pareggi importanti lontano dal Giglio, tra i quali spicca lo 0-0 strappato al Dall'Ara nel derby contro il Bologna, poi vincitore del campionato.

Durante questo ottimo periodo la Reggiana è sconfitta soltanto a Salerno, per altro a causa di un gol realizzato in una dubbia posizione di fuorigioco, e arriva alla penultima giornata di campionato con 4 punti di vantaggio proprio sulla Salernitana quinta in classifica. I granata sono di scena a Verona, con i padroni di casa ormai già in Serie A, e basta un successo per ottenere la certezza matematica della promozione. Il gol che vale la Serie A lo realizza Pietro Strada, che trafigge la porta dei veneti con una bella conclusione da fuori area a dieci minuti dal termine. La Reggiana vince 1-0 e centra così la sua seconda promozione in tre anni ritornando nella massima serie dopo un solo anno di cadetteria.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Prima divisa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Marco Ballotta
Italia D Giordano Caini
Italia D Roberto Cevoli
Italia C Leonardo Colucci
Italia C Fernando De Napoli
Italia A Marco Di Costanzo
Italia C Fabrizio Di Mauro
Italia D Angelo Gregucci
Italia C Carmelo La Spada
Italia C Alessandro Mazzola
Italia D Giovanni Orfei
N. Ruolo Giocatore
Italia A Roberto Paci
Italia A Michele Pietranera
Italia A Antonio Rizzolo
Italia C Marco Schenardi
Italia D Eugenio Sgarbossa
Russia A Igor' Simutenkov
Italia C Pietro Strada
Italia D Massimiliano Tangorra
Italia A Adriano Alex Taribello
Italia D Max Tonetto
Italia D Paolo Ziliani

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie B 1995-1996.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Reggio Emilia
27 agosto 1995
1ª giornata
Reggiana0 – 0PalermoStadio Giglio

Pistoia
3 settembre 1995
2ª giornata
Pistoiese2 – 0ReggianaStadio Marcello Melani

Reggio Emilia
10 settembre 1995
3ª giornata
Reggiana0 – 0PerugiaStadio Giglio

Cosenza
17 settembre 1995
4ª giornata
Cosenza3 – 1ReggianaStadio San Vito

Genova
24 settembre 1995
5ª giornata
Genoa1 – 1ReggianaStadio Luigi Ferraris

Reggio Emilia
1 ottobre 1995
6ª giornata
Reggiana1 – 1LuccheseStadio Giglio

Pescara
8 ottobre 1995
7ª giornata
Pescara4 – 1ReggianaStadio Adriatico

Reggio Emilia
15 ottobre 1995
8ª giornata
Reggiana3 – 0VeneziaStadio Giglio

Cesena
22 ottobre 1995
9ª giornata
Cesena1 – 1ReggianaStadio Dino Manuzzi

Reggio Emilia
29 ottobre 1995
10ª giornata
Reggiana2 – 1SalernitanaStadio Giglio

Avellino
5 novembre 1995
11ª giornata
Avellino0 – 3ReggianaStadio Partenio

Reggio Emilia
12 novembre 1995
12ª giornata
Reggiana1 – 0BolognaStadio Giglio

Foggia
26 novembre 1995
13ª giornata
Foggia3 – 0ReggianaStadio Pino Zaccheria

Reggio Emilia
3 dicembre 1995
14ª giornata
Reggiana1 – 0ChievoStadio Giglio

Brescia
10 dicembre 1995
15ª giornata
Brescia0 – 1ReggianaStadio Mario Rigamonti

Reggio Emilia
17 dicembre 1995
16ª giornata
Reggiana0 – 0Fidelis AndriaStadio Giglio

Ancona
23 dicembre 1995
17ª giornata
Ancona1 – 0ReggianaStadio Del Conero

Reggio Emilia
7 gennaio 1996
18ª giornata
Reggiana2 – 0VeronaStadio Giglio

Reggio Calabria
14 gennaio 1996
19ª giornata
Reggina2 – 0ReggianaStadio Oreste Granillo

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

21 gennaio 1996
20ª giornata
Palermo0 – 0Reggiana

Reggio Emilia
28 gennaio 1996
21ª giornata
Reggiana2 – 0PistoieseStadio Giglio

4 febbraio 1996
22ª giornata
Perugia2 – 1Reggiana

Reggio Emilia
18 febbraio 1996
23ª giornata
Reggiana1 – 1CosenzaStadio Giglio

Reggio Emilia
25 febbraio 1996
24ª giornata
Reggiana0 – 0GenoaStadio Giglio

3 marzo 1996
25ª giornata
Lucchese0 – 2Reggiana

Reggio Emilia
10 marzo 1996
26ª giornata
Reggiana3 – 1PescaraStadio Giglio

24 marzo 1996
27ª giornata
Venezia0 – 0Reggiana

Reggio Emilia
31 marzo 1996
28ª giornata
Reggiana1 – 0CesenaStadio Giglio

6 aprile 1996
29ª giornata
Salernitana1 – 0Reggiana

Reggio Emilia
14 aprile 1996
30ª giornata
Reggiana1 – 0AvellinoStadio Giglio

20 aprile 1996
31ª giornata
Bologna0 – 0Reggiana

Reggio Emilia
28 aprile 1996
32ª giornata
Reggiana5 – 1FoggiaStadio Giglio

5 maggio 1996
33ª giornata
Chievo0 – 0Reggiana

Reggio Emilia
12 maggio 1996
34ª giornata
Reggiana3 – 2BresciaStadio Giglio

19 maggio 1996
35ª giornata
Fidelis Andria1 – 1Reggiana

Reggio Emilia
26 maggio 1996
36ª giornata
Reggiana2 – 1AnconaStadio Giglio

2 giugno 1996
37ª giornata
Verona0 – 1Reggiana

Reggio Emilia
9 giugno 1996
38ª giornata
Reggiana1 – 3RegginaStadio Giglio

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1995-1996.
20 agosto 1995
Primo turno
Trapani1 – 1
(d.t.s.)
Reggiana

Reggio Emilia
30 agosto 1995
Secondo turno
Reggiana2 – 0BariStadio Giglio

26 ottobre 1995
Ottavi di finale
Bologna3 – 0Reggiana

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Calcio, Edizioni Panini, 1997, p. 277.
  • Carlo Fontanelli, Alfredo Ferraraccio, 1919-2003 - La favola granata - La storia dell'A.C. Reggiana, Empoli (FI), Geo Edizioni S.r.l. - stampa: Tipografia Palagini, San Miniato (PI), pp. 271-274.
  • Mauro Del Bue, Una storia Reggiana, le partite, i personaggi, le vicende dagli anni settanta a oggi (3º volume), Montecchio Emilia (RE), Graficstamp, 2008, pp. 421-436.
  • Tutto Reggiana. Fatti e personaggi della promozione in A, 1996, numero unico a cura dell'Olma editrice, 1994.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio