Reggio Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Reggio Football Club
Calcio Football pictogram.svg
Reggio Emilia-Stemma.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Flag maroon HEX-7B1C20.svg Granata
Dati societari
Città Reggio Emilia
Nazione Italia Italia
Confederazione
Federazione Flag of Italy (1861–1946).svg FIGC
Fondazione 1912
Presidente Italia Luigi Cammarosano
Stadio La Badia
( posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Reggio Football Club è stata una società calcistica di Reggio nell'Emilia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Reggio venne fondato l'8 dicembre 1912, come conseguenza della fusione tra le società Associazione calcio Reggio e Ausonia. La sua prima partita venne disputata, in quello stesso mese, in casa dei carpigiani della Jocunditas, incontro che terminò 2 ad 1 a favore dei locali. Nel maggio del 1913 venne organizzato a Reggio nell'Emilia il "torneo emiliano di football". A questo torneo presero parte il Reggio Football Club, la Jocunditas di Carpi, il Bologna e l'Internazionale di Milano. I reggiani se la videro con i carpigiani, ma l'incontro, nonostante il tanto pubblico accorso, terminò 0 a 0. Il giorno dopo, in seguito al ritiro del Bologna, l'Inter giocò sia contro la Jocunditas sia contro il Reggio. Quest'ultimo incontro finì 10 a 0 in favore dei lombardi. In quel periodo i reggiani disputarono altri incontri con la Jocunditas, ormai diventata acerrima nemica. Nell'ottobre del 1913 si inaugurava il nuovo stadio del Reggio, La Badia. Nel 1914 la squadra reggiana si iscriveva al campionato emiliano di Promozione, che, all'ultima giornata perde malamente contro l'Audax di Modena. Il 19 maggio torna a Reggio l'Internazionale con i suoi campioni stranieri. La partita, giocata in una Badia stracolma finisce con la vittoria per 3 ad 1 in favore dei nerazzurri. La squadra fa esaltare gli sportivi reggiani e in una riunione, nel giugno del 1914, vengono eletti il presidente, il suo vice, il segretario, il cassiere ed i consiglieri. Sempre in quel periodo il Reggio perde la supremazia in città, nasce infatti la Juventus di Reggio. Il Reggio si iscrive al campionato emiliano di promozione. Se la dovrà vedere con la Juventus, il Parma, la Jocunditas e l'Audax di Bologna. Il primo derby stracittadino con la Juventus termina per una rete a zero in favore di questi ultimi. Al ritorno, a causa di tafferugli che erano scoppiati alla fine della partita, il derby viene giocato a Modena, l'incontro finirà sempre 1 a 0 in favore della Juventus. La rivalità cresce sempre più e alla fine tra proclami e rinunce viene disputata alla Badia, il 16 maggio 1915, la partita che sancirà il verdetto di campione di Reggio nell'Emilia. Terminerà 3 ad 1 in favore della Juventus. La "guerra" tra le due società cesserà alla fine del campionato di promozione con la loro unione. Il nome rimase quello del Reggio, mentre venne adottata la divisa della Juventus, con la sola aggiunta dello stemma della città sul cuore. Nonostante fosse già scoppiata la Grande Guerra, il Reggio disputa una fantomatica coppa Emilia, che a causa di un reclamo dell'Audax alla penultima giornata e uno spareggio finale con il Bologna giocato malissimo, perse. Alla fine della guerra il Reggio Football Club giocò una delle sue ultime partite contro il Bombardieri Scandiano. In seguito molti degli atleti della squadra reggiana confluivano nell'Unione Sportiva Edera, tra di essi anche quel Severo Taddei fondatore della Reggiana.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Mauro del Bue: Una Storia Reggiana 1919-45

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio