Associazione Calcio Reggiana 1996-1997

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Associazione Calcio Reggiana
Associazione Calcio Reggiana 1996-97.jpg
Stagione 1996-1997
AllenatoreRomania Mircea Lucescu, poi
Italia Francesco Oddo
PresidenteItalia Luciano Ferrarini
Serie A18º posto (retrocessa in B)
Coppa ItaliaOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Ballotta (34)
Miglior marcatoreCampionato: Simutenkov (6)
Abbonati8 900
Maggior numero di spettatori26 224 vs Juventus (8 settembre 1996)
Media spettatori13 617

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Reggiana nelle competizioni ufficiali della stagione 1996-1997.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Risalita in Serie A dopo una sola stagione, la Reggiana si affida al romeno Mircea Lucescu che sostituisce il partente Carlo Ancelotti. Rispetto al campionato precedente i granata si vedono privati dell'estrosa mezzala Pietro Strada che finisce al Parma e di Colucci (ceduto al Verona), ma arrivano i difensori Grun (Parma) assieme ad Hatz e Baiersdorfer, poi l'esterno di centrocampo Sabau (ex Brescia) e i centrocampisti Carbone (Atalanta) e Pedone (Bari). In attacco ecco Tovalieri (già al Bari) e il sudamericano Valencia.

Gli emiliani esordiscono costringendo al pari la Juventus futura campione d'Italia, ma in seguito non riusciranno mai a vincere tra le mura amiche, realizzando il primato negativo nella storia della A. Il 24 novembre 1996 Lucescu è esonerato, a causa della sconfitta per 2-0 sul campo di Vicenza.[1] In sua sostituzione, viene preso l'esordiente Francesco Oddo con cui la Reggiana centra la prima vittoria: il 5 gennaio 1997, a Perugia.

Alessandro Mazzola (a destra) alle prese col parmense Bravo nel derby dell'Enza del 21 settembre 1996

In occasione di Reggiana-Parma del 16 febbraio, terminata 0-0, si verifica una violenta contestazione da parte dei tifosi: il lancio di rubinetti in campo comporterà la squalifica dello stadio.[2] La retrocessione è aritmeticamente certa con quattro turni di anticipo, dopo la sconfitta per 3-1 subita contro il Milan.[3]

Il primato negativo del minor numero di vittorie stagionali, due, è condiviso con Varese (1965-66), Brescia (1994-95), Napoli (1997-98) e Ancona (2003-04).

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 1996-1997 è Asics, mentre lo sponsor ufficiale è Giglio.

La prima divisa è una maglia a sfondo granata con delle sottili righe verticali di colore blu, accompagnata, a seconda delle esigenze, da pantaloncini granata o blu e da calzettoni granata. La divisa di riserva presenta lo stesso disegno della prima maglia ma a colori invertiti (sfondo blu e righe verticali granata), mentre la terza divisa è completamente bianca con bordi granata.

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Ettore Gandini
2 Italia C Gianluca Sordo
3 Italia D Giordano Caini
4 Italia C Alessandro Mazzola
5 Germania D Dietmar Beiersdorfer
6 Italia D Angelo Gregucci
7 Italia C Marco Schenardi [4]
8 Italia C Francesco Pedone [4]
9 Italia C Angelo Carbone [5]
10 Italia A Sandro Tovalieri [4]
11 Russia A Igor' Simutenkov
13 Belgio D Georges Grün
14 Italia C Nicolò Sciacca
15 Italia D Gianluca Cherubini
16 Italia D Giovanni Orfei [4]
17 Italia C Max Tonetto
18 Colombia A Adolfo Valencia
19 Austria D Michael Hatz
20 Romania C Ioan Sabău
N. Ruolo Giocatore
21 Italia D Paolo Mozzini [4]
22 Italia P Marco Ballotta
23 Italia C Fernando De Napoli
24 Italia D Carmelo La Spada [5]
25 Portogallo C António Pacheco
26 Inghilterra C Franz Carr
27 Italia D Filippo Galli
28 Italia A Pietro Parente
29 Italia A Massimo Minetti
30 Italia D Fabio Faso
31 Italia D Gabriele Grossi
33 Italia C Sebastiano Vecchiola [6]
34 Italia A Damiano Longhi [6]
35 Italia C Paolo Coppola
36 Italia C Luca Ariatti
37 Italia A Christian Araboni
39 Italia D Fabio Caselli
40 Italia D Ivano Casanova
Italia D Simone Masi

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Michael Hatz Rapid Vienna Definitivo
D Georges Grün Anderlecht Definitivo
D Dietmar Beiersdorfer Colonia Definitivo
D Gianluca Cherubini Roma Definitivo
C Francesco Pedone Bari Definitivo
C Ioan Sabău Brescia Prestito
C António Pacheco Belenenses Definitivo
C Gianluca Sordo Milan Definitivo
C Angelo Carbone Piacenza Definitivo
C Nicolò Sciacca Foggia Definitivo
C Paolo Coppola Conegliano Definitivo
A Pietro Parente Bari Definitivo
A Adolfo Valencia América de Cali Definitivo
A Sandro Tovalieri Atalanta Definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Eugenio Sgarbossa SPAL Definitivo
D Roberto Cevoli Torino Definitivo
D Massimiliano Tangorra Foggia Definitivo
D Paolo Ziliani Cosenza Definitivo
C Pietro Strada Parma Definitivo (3,5 miliardi di L.[7])
C Leonardo Colucci Verona Definitivo
C Fabrizio Di Mauro Fine carriera
A Marco Di Costanzo Triestina Definitivo
A Antonio Rizzolo Ascoli Definitivo
A Adriano Alex Taribello Solbiatese Definitivo

Sessioni autunnale e invernale[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Gabriele Grossi Roma Definitivo
D Filippo Galli Milan Definitivo
C Damiano Longhi Hércules Definitivo
C Sebastiano Vecchiola Pescara Definitivo
C Franz Carr Aston Villa Definitivo
C Nicolò Sciacca Reggina Fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Paolo Mozzini Como Prestito
D Giovanni Orfei Ascoli Prestito
D Carmelo La Spada Gualdo Definitivo
C Marco Schenardi Vicenza Definitivo
C Francesco Pedone Venezia Definitivo
C Nicolò Sciacca Reggina Prestito
C Angelo Carbone Atalanta Definitivo (2 miliardi di L.)
A Sandro Tovalieri Cagliari Definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Reggio Emilia
8 settembre 1996
1ª giornata
Reggiana1 – 1
referto
JuventusStadio Giglio

Napoli
15 settembre 1996
2ª giornata
Napoli1 – 0
referto
ReggianaStadio San Paolo

Parma
21 settembre 1996
3ª giornata
Parma3 – 2
referto
ReggianaStadio Ennio Tardini

Reggio Emilia
29 settembre 1996
4ª giornata
Reggiana1 – 1
referto
RomaStadio Giglio

Reggio Emilia
13 ottobre 1996
5ª giornata
Reggiana2 – 2
referto
VeronaStadio Giglio

Piacenza
20 ottobre 1996
6ª giornata
Piacenza3 – 0
referto
ReggianaStadio Leonardo Garilli

Reggio Emilia
27 ottobre 1996
7ª giornata
Reggiana1 – 1
referto
SampdoriaStadio Giglio

Udine
3 novembre 1996
8ª giornata
Udinese2 – 1
referto
ReggianaStadio Friuli

Reggio Emilia
17 novembre 1996
9ª giornata
Reggiana1 – 3
referto
BolognaStadio Giglio

Vicenza
24 novembre 1996
10ª giornata
Vicenza2 – 0
referto
ReggianaStadio Romeo Menti

Reggio Emilia
1º dicembre 1996
11ª giornata
Reggiana0 – 2
referto
LazioStadio Giglio

Cagliari
8 dicembre 1996
12ª giornata
Cagliari1 – 1
referto
ReggianaStadio Sant'Elia

Reggio Emilia
15 dicembre 1996
13ª giornata
Reggiana0 – 3
referto
MilanStadio Giglio

Reggio Emilia
22 dicembre 1996
14ª giornata
Reggiana1 – 1
referto
InterStadio Giglio

Perugia
5 gennaio 1997
15ª giornata
Perugia1 – 3
referto
ReggianaStadio Renato Curi

Reggio Emilia
12 gennaio 1997
16ª giornata
Reggiana0 – 0
referto
FiorentinaStadio Giglio

Bergamo
19 gennaio 1997
17ª giornata
Atalanta1 – 0
referto
ReggianaStadio Atleti Azzurri d'Italia

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Torino
26 gennaio 1997
18ª giornata
Juventus3 – 1
referto
ReggianaStadio delle Alpi

Reggio Emilia
2 febbraio 1997
19ª giornata
Reggiana1 – 1
referto
NapoliStadio Giglio

Reggio Emilia
16 febbraio 1997
20ª giornata
Reggiana0 – 0
referto
ParmaStadio Giglio

Roma
23 febbraio 1997
21ª giornata
Roma2 – 2
referto
ReggianaStadio Olimpico (Roma)

Verona
2 marzo 1997
22ª giornata
Verona2 – 4
referto
ReggianaStadio Marcantonio Bentegodi

Bologna
9 marzo 1997
23ª giornata
Reggiana0 – 0
referto
PiacenzaStadio Renato Dall'Ara

Genova
16 marzo 1997
24ª giornata
Sampdoria3 – 0
referto
ReggianaStadio Luigi Ferraris

Reggio Emilia
23 marzo 1997
25ª giornata
Reggiana0 – 0
referto
UdineseStadio Giglio

Bologna
6 aprile 1997
26ª giornata
Bologna3 – 2
referto
ReggianaStadio Dall'Ara

Reggio Emilia
13 aprile 1997
27ª giornata
Reggiana0 – 0
referto
VicenzaStadio Giglio

Roma
20 aprile 1997
28ª giornata
Lazio6 – 1
referto
ReggianaStadio Olimpico (Roma)

Reggio Emilia
4 maggio 1997
29ª giornata
Reggiana0 – 3
referto
CagliariStadio Giglio

Milano
11 maggio 1997
30ª giornata
Milan3 – 1
referto
ReggianaStadio San Siro

Milano
15 maggio 1997
31ª giornata
Inter3 – 1
referto
ReggianaStadio San Siro

Reggio Emilia
22 maggio 1997
32ª giornata
Reggiana1 – 4
referto
PerugiaStadio Giglio

Firenze
25 maggio 1997
33ª giornata
Fiorentina3 – 0
referto
ReggianaStadio Artemio Franchi

Reggio Emilia
1º giugno 1997
34ª giornata
Reggiana0 – 3
referto
AtalantaStadio Giglio

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Ferrara
28 agosto 1996
Secondo turno
SPAL2 – 4ReggianaStadio Paolo Mazza
Arbitro:  De Santis (Tivoli)

Cremona
23 ottobre 1996
Ottavi di finale
Reggiana0 – 2MilanStadio Giovanni Zini[8]
Arbitro:  Braschi (Prato)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Reggiana: esonerato Lucescu, arriva Oddo, in archiviostorico.corriere.it, 22 novembre 1996. URL consultato il 22 maggio 2014 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  2. ^ Il giudice da una mano alla Reggiana, in archiviostorico.corriere.it, 20 febbraio 1997. URL consultato il 22 maggio 2014.
  3. ^ Alberto Costa, Il Milan si fa bello con i più deboli, in archiviostorico.corriere.it, 12 maggio 1997. URL consultato il 22 maggio 2014.
  4. ^ a b c d e Ceduto nella sessione invernale di calciomercato.
  5. ^ a b Ceduto a stagione in corso.
  6. ^ a b Acquistato nella sessione invernale di calciomercato.
  7. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 13 (1996-1997), Panini, 30 luglio 2012, p. 10.
  8. ^ Disputata a Cremona per inagibilità del campo casalingo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Fontanelli, Alfredo Ferraraccio, 1919-2003 - La favola granata - La storia dell'A.C. Reggiana, Empoli (FI), Geo Edizioni S.r.l. - stampa: Tipografia Palagini, San Miniato (PI), pp. 275-277.
  • Mauro Del Bue, Una storia Reggiana, le partite, i personaggi, le vicende dagli anni settanta a oggi (3º volume), Montecchio Emilia (RE), Graficstamp, 2008, pp. 437-440.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio