Vladimir Jugović

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vladimir Jugović
Vladimir Jugović - UC Sampdoria 1994-95.jpg
Jugović in azione alla Sampdoria nel 1994-1995
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
Jugoslavia Jugoslavia (dal 1992)
Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro (dal 2003)
Altezza 179 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2005
Carriera
Giovanili
1989-1990Stella Rossa
Squadre di club1
1990Rad Belgrado 16 (7)
1990-1992Stella Rossa 60 (10)
1992-1995Sampdoria 81 (18)
1995-1997Juventus 56 (8)
1997-1998Lazio 27 (2)
1998-1999Atlético Madrid 17 (3)
1999-2001Inter 38 (3)
2001-2003Monaco 19 (0)
2003-2004Admira Wacker Mödling 25 (3)
2004-2005LR Ahlen 19 (2)
Nazionale
1991-1992 Jugoslavia Jugoslavia 4 (1)
1994-2002 Jugoslavia Jugoslavia 37 (2)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Vladimir Jugović (in cir. Владимир Југовић) (Trstenik, 30 agosto 1969) è un ex calciatore serbo, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Jugović (al centro) alla Stella Rossa nel 1991, pressato dai marsigliesi Di Meco e Abedi Pelé nella vittoriosa finale di Coppa dei Campioni.

Cresciuto nella Stella Rossa di Belgrado con cui tra il 1991 e il 1992 vince due campionati, una Coppa dei Campioni e una Coppa Intercontinentale (venendo nominato miglior giocatore di quest'ultima manifestazione, dopo aver segnato una decisiva doppietta contro i cileni del Colo-Colo[1]), arriva in Italia nel 1992, acquistato dalla Sampdoria del tecnico svedese Sven-Göran Eriksson. Nella prima stagione il centrocampista jugoslavo mette a segno 9 reti in campionato rivelandosi uno dei migliori stranieri approdati in Serie A in quegli anni.

Dopo tre stagioni in maglia blucerchiata, con la quale vince la Coppa Italia 1993-1994, si trasferisce alla Juventus per 8 miliardi di lire,[2] conquistando uno scudetto, una Supercoppa italiana, la seconda Champions League della carriera (nella finale di Roma contro l'Ajax è suo il tiro decisivo nell'epilogo ai rigori), un'altra Intercontinentale e una Supercoppa UEFA.

Jugović (a destra) e Bokšić al raduno della Juventus in vista della stagione 1996-1997

Nel 1997 viene acquistato dalla Lazio, dove rimane una sola stagione; a Roma vince la sua seconda Coppa Italia nella doppia finale contro il Milan, segnando anche una rete nel 3-1 della gara di ritorno, e raggiunge la finale di Coppa UEFA persa a Parigi contro l'Inter. L'anno successivo passa in Spagna nelle file dell'Atlético Madrid. Ha militato successivamente anche nell'Inter e, nel campionato francese, nel Monaco.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha debuttato con la nazionale jugoslava l'8 agosto 1991, nella partita contro la Cecoslovacchia. In seguito, con la Jugoslavia (solo Serbia-Montenegro), ha partecipato al campionato del mondo 1998 in Francia e al campionato d'Europa 2000 in Belgio e Paesi Bassi, totalizzando 4 presenze in ciascun torneo.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Lavora come opinionista sportivo per alcune televisioni, anche del suo paese. Si occupa inoltre di scouting per giovani leve serbe, oltre a intraprendere la carriera di procuratore sportivo.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

RSF Jugoslavia[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Jugoslavia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
8-8-1991 Aosta Cecoslovacchia Cecoslovacchia 0 – 1 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
16-10-1991 Landskrona Fær Øer Fær Øer 0 – 2 Jugoslavia Jugoslavia Qual. Euro 1992 1
30-10-1991 Varginha Brasile Brasile 3 – 1 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
25-3-1992 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
Totale Presenze 4 Reti 1

RF Jugoslavia[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Jugoslavia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
23-12-1994 Porto Alegre Brasile Brasile 2 – 0 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
27-12-1994 Buenos Aires Argentina Argentina 1 – 0 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
27-3-1996 Belgrado Jugoslavia Jugoslavia 1 – 0 Romania Romania Amichevole -
24-4-1996 Belgrado Jugoslavia Jugoslavia 3 – 1 Fær Øer Fær Øer Qual. Mondiali 1998 -
26-5-1996 Tokyo Giappone Giappone 1 – 0 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole - Ammonizione
2-6-1996 Belgrado Jugoslavia Jugoslavia 6 – 0 Malta Malta Qual. Mondiali 1998 - Uscita al 51’ 51’
6-10-1996 Toftir Fær Øer Fær Øer 1 – 8 Jugoslavia Jugoslavia Qual. Mondiali 1998 1
10-11-1996 Belgrado Jugoslavia Jugoslavia 1 – 0 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Mondiali 1998 - Ammonizione al 36’ 36’
14-12-1996 Valencia Spagna Spagna 2 – 0 Jugoslavia Jugoslavia Qual. Mondiali 1998 -
12-3-1997 Belgrado Jugoslavia Jugoslavia 0 – 0 Russia Russia Amichevole -
2-4-1997 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 1 – 2 Jugoslavia Jugoslavia Qual. Mondiali 1998 - Ammonizione al 32’ 32’
8-6-1997 Belgrado Jugoslavia Jugoslavia 2 – 0 Slovacchia Slovacchia Qual. Mondiali 1998 -
20-8-1997 San Pietroburgo Russia Russia 0 – 1 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
10-9-1997 Bratislava Slovacchia Slovacchia 1 – 1 Jugoslavia Jugoslavia Qual. Mondiali 1998 -
11-10-1997 Ta' Qali Malta Malta 0 – 5 Jugoslavia Jugoslavia Qual. Mondiali 1998 1
29-10-1997 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 7 Jugoslavia Jugoslavia Qual. Mondiali 1998 -
28-1-1998 Tunisi Tunisia Tunisia 0 – 3 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole - Uscita al 80’ 80’
22-4-1998 Belgrado Jugoslavia Jugoslavia 3 – 1 Corea del Sud Corea del Sud Amichevole - Uscita al 46’ 46’
29-5-1998 Belgrado Jugoslavia Jugoslavia 3 – 0 Nigeria Nigeria Amichevole -
3-6-1998 Losanna Jugoslavia Jugoslavia 1 – 0 Giappone Giappone Amichevole - Uscita al 61’ 61’
6-6-1998 Basilea Svizzera Svizzera 1 – 1 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
14-6-1998 Saint-Étienne Jugoslavia Jugoslavia 1 – 0 Iran Iran Mondiali 1998 - 1º turno -
21-6-1998 Lens Germania Germania 2 – 2 Jugoslavia Jugoslavia Mondiali 1998 - 1º turno -
25-6-1998 Nantes Stati Uniti Stati Uniti 0 – 1 Jugoslavia Jugoslavia Mondiali 1998 - 1º turno -
29-6-1998 Tolosa Jugoslavia Jugoslavia 1 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1998 - Ottavi di finale -
2-9-1998 Niš Jugoslavia Jugoslavia 1 – 1 Svizzera Svizzera Amichevole -
18-11-1998 Belgrado Jugoslavia Jugoslavia 1 – 0 Irlanda Irlanda Qual. Euro 2000 - Uscita al 84’ 84’
23-2-2000 Skopje Macedonia Macedonia 1 – 2 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
28-3-2000 Belgrado Jugoslavia Jugoslavia 1 – 0 Cina Cina Amichevole - Uscita al 58’ 58’
28-5-2000 Seul Corea del Sud Corea del Sud 0 – 0 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
30-5-2000 Seongnam Corea del Sud Corea del Sud 0 – 0 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
13-6-2000 Charleroi Jugoslavia Jugoslavia 3 – 3 Slovenia Slovenia Euro 2000 - 1º turno -
18-6-2000 Liegi Jugoslavia Jugoslavia 1 – 0 Norvegia Norvegia Euro 2000 - 1º turno - Ammonizione al 72’ 72’
21-6-2000 Bruges Spagna Spagna 4 – 3 Jugoslavia Jugoslavia Euro 2000 - 1º turno - Uscita al 46’ 46’
25-6-2000 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 6 – 1 Jugoslavia Jugoslavia Euro 2000 - Quarti di finale -
24-3-2001 Belgrado Jugoslavia Jugoslavia 1 – 1 Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2002 - Ammonizione al 76’ 76’
13-2-2002 Phoenix Messico Messico 1 – 2 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
Totale Presenze 37 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Stella Rossa: 1990-1991, 1991-1992
Sampdoria: 1993-1994
Lazio: 1997-1998
Juventus: 1995
Juventus: 1996-1997

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Jugović (primo da destra) festeggia con i compagni di squadra della Juventus il trionfo nella finale di Champions League 1995-1996
Stella Rossa: 1990-1991
Juventus: 1995-1996
Stella Rossa: 1991
Juventus: 1996
Juventus: 1996

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1991[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carlo F. Chiesa, Regine del mondo - La storia della Coppa Intercontinentale, in Calcio 2000, nº 27, febbraio 1999, p. 77.
  2. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, vol. 12 (1995-1996), Modena, Panini, 2012, p. 10.
  3. ^ (EN) Toyota Cup - Most Valuable Player of the Match Award, rsssf.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]