Francesco Pedone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Pedone
Francesco Pedone - AS Bari 1993-94.jpg
Pedone al Bari nella stagione 1993-1994
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Juventus (Under-17)
Ritirato 2004 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1987-1988 Como 0 (0)
1988-1989 Centese 34 (6)
1989-1990 Barletta 34 (1)
1990-1993 Como 84 (6)
1993-1996 Bari 102 (10)
1996 Reggiana 14 (0)
1997-2001 Venezia 147 (10)
2001-2002 Como 33 (3)
2002-2004 Sampdoria 33 (2)
Carriera da allenatore
2004-2007 Sampdoria Coll. tecnico
2007-2008 Torino Coll. tecnico
2008-2009 Torino Coll. tecnico
2009 Reggina Vice
2010-2011 Sampdoria Coll. tecnico
2011-2013 Sampdoria Giovanili
2013 Sampdoria Allievi Naz.
2013 Sampdoria Interim
2013-2015 Sampdoria Allievi Naz.
2015 Sampdoria Primavera
2015 Sampdoria Vice
2015-2017 Sampdoria Primavera
2017- Juventus Under-17
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Francesco Pedone (Milano, 6 giugno 1968) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, tecnico della formazione Under-17 della Juventus.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili del Como, ha esordito in Serie A con la maglia del Bari nella stagione 1993-1994, in occasione di una sconfitta interna contro la Lazio (0-1). La sua carriera di calciatore professionista, durata diciassette anni, lo ha visto militare in diverse squadre del panorama italiano con quasi 500 partite al suo attivo; ha raggiunto i suoi livelli più alti in massima serie, dove ha vestito le maglie di Reggiana, Venezia, Bari e Sampdoria.

Complessivamente vanta oltre 140 presenze in Serie A e più di 200 in Serie B, riuscendo a ottenere cinque promozioni in massima categoria con le squadre di Bari, Venezia, Como e Sampdoria.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2004 ha iniziato come collaboratore tecnico di Walter Novellino alla Sampdoria. Nell'estate 2007 passa al Torino, nelle stesse vesti, e sempre al fianco di Novellino;[1] segue il tecnico anche alla Reggina nel campionato 2009-2010, stavolta come allenatore in seconda, per poi tornare alla Sampdoria nella stagione 2010-2011 come collaboratore tecnico di Domenico Di Carlo. Rimane nei blucerchiati anche dopo l'esonero di Di Carlo e l'arrivo di Alberto Cavasin.

Nelle due stagioni successive (2011-2012 e 2012-2013) entra a far parte del settore giovanile della società doriana, con il ruolo di coordinatore tecnico delle squadre Primavera, Allievi Nazionali A-B e Allievi Nazionali Lega Pro, vincendo il titolo di campione d'Italia con la categoria Allievi Nazionali A-B nell'annata 2011-2012. Nel campionato 2013-2014 assume la conduzione della formazione Allievi Nazionali A-B.

Tra l'11 e il 20 novembre 2013 assume ad interim la conduzione tecnica della prima squadra, in seguito all'esonero di Delio Rossi,[2] fino all'arrivo del nuovo allenatore Siniša Mihajlović. Nell'estate 2015 gli viene inizialmente affidata la formazione Primavera della società blucerchiata; incarico che lascia il successivo 2 settembre per andare a ricoprire il ruolo di vice nello staff della prima squadra guidata da Walter Zenga, lasciato vacante da Luigi Cagni.[3] Il 15 novembre seguente, con l'arrivo sulla panchina doriana di Vincenzo Montella al posto di Zenga, ritorna alla guida della Primavera.

Nella stagione 2016-2017, alla guida della squadra Primavera blucerchiata raggiunge le final eight per l'assegnazione dello scudetto, uscendo ai quarti di finale contro la Juventus (0-1). Proprio quest'ultimo è il club al quale si lega nell'estate seguente, passando alla guida della formazione Under-17 bianconera,[4] con cui raggiunge la final four scudetto dov'è eliminato in semifinale dall'Atalanta.[5]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Como: 2001-2002

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Novellino, prime parole granata: Torno a casa, su toronews.net, 8 giugno 2007.
  2. ^ Filippo Grimaldi, Sampdoria, Pedone dirige l'allenamento, su gazzetta.it, 12 novembre 2013.
  3. ^ Sampdoria, silurato Cagni: in prima squadra arriva Pedone, su ilsecoloxix.it, 2 settembre 2015.
  4. ^ Giovanili, si riparte!, su juventus.com, 29 luglio 2017.
  5. ^ Anche la Primavera Femminile è in Finale Scudetto!, su juventus.com, 17 giugno 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Francesco Pedone, su transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG. Modifica su Wikidata