Fabrizio Di Mauro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fabrizio Di Mauro
Fabrizio Di Mauro - US Arezzo.jpg
Di Mauro all'Arezzo a metà anni 1980
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175[1] cm
Peso 70[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1996
Carriera
Giovanili
1983-1984 Roma
Squadre di club1
1984-1987 Arezzo 72 (6)
1987-1988 Avellino 18 (2)
1988-1992 Roma 95 (5)
1992-1993 Fiorentina 29 (6)
1993-1994 Lazio 21 (2)
1994-1995 Fiorentina 28 (3)
1995-1996 Reggiana 16 (0)
Nazionale
1991-1993 Italia Italia 3 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Fabrizio Di Mauro (Roma, 18 giugno 1965) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, direttore sportivo e responsabile del settore giovanile della Lupa Frascati.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Di Mauro alla Fiorentina nella stagione 1992-1993

Cresciuto nel vivaio della Roma, va a giocare a metà degli anni 1980 con l'Avellino e con l'Arezzo.

Torna alla Roma nel 1988 e vi rimane per quattro campionati. Nella stagione 1990-1991 disputa due finali, in Coppa UEFA contro l'Inter e in Coppa Italia contro la Sampdoria, di cui si aggiudica solo la seconda. Nel 1991-1992, sempre contro i blucerchiati, perde inoltre la finale di Supercoppa italiana.

Viene ceduto per 7 miliardi di lire[2] alla Fiorentina nel 1992, poi in prestito alla Lazio nel 1993, per tornare di nuovo a Firenze l'anno successivo. Con i biancocelesti firma il gol dell'ex nel Derby del Campidoglio del 24 ottobre 1993: dopo il vantaggio dei giallorossi segnato da Giovanni Piacentini, Di Mauro pareggia a pochi minuti dal termine della stracittadina.

Chiude la sua carriera nella Reggiana.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Conta tre presenze in azzurro quando vestiva la maglia della Fiorentina, anche se la prima convocazione risaliva ai tempi della Roma.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

I primi incarichi sono con la Lodigiani nel 1999 come direttore sportivo. L'anno seguente diventa responsabile del settore giovanile nella stessa squadra, mentre nel 2001 ne diventa direttore tecnico.

Nel 2006 entra nello staff dirigenziale del settore giovanile della Roma dove rimane fino al 2008, quando passa alla Lupa Frascati come direttore sportivo e responsabile del settore giovanile.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20-1-1993 Firenze Italia Italia 2 – 0 Messico Messico Amichevole -
14-4-1993 Trieste Italia Italia 2 – 0 Estonia Estonia Qual. Mondiali 1994 - Ingresso al 68’ 68’
1-5-1993 Berna Svizzera Svizzera 1 – 0 Italia Italia Qual. Mondiali 1994 - Ingresso al 46’ 46’
Totale Presenze 3 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Roma: 1983-1984
Roma: 1983

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Roma: 1990-1991

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 4 (1987-1988), Modena, Panini, 2012, p. 27.
  2. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 9 (1992-1993), Modena, Panini, 2012, p. 10.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]