Parma Associazione Calcio 1996-1997

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Parma Calcio 1913.

Parma Associazione Calcio
Parma Associazione Calcio 1996-97.jpg
I ducali al loro miglior piazzamento in massima serie
Stagione 1996-1997
AllenatoreItalia Carlo Ancelotti
All. in secondaItalia Giorgio Ciaschini
PresidenteItalia Stefano Tanzi
Serie A2º posto (in Champions League)
Coppa ItaliaSecondo turno
Coppa UEFATrentaduesimi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Thuram (34)
Totale: Thuram (37)
Miglior marcatoreCampionato: Chiesa (14)
Totale: Chiesa (16)
StadioEnnio Tardini
Abbonati19 137[1]
Maggior numero di spettatori26 124 vs Juventus (5 gennaio 1997)[1]
Minor numero di spettatori20 386 vs Piacenza (2 febbraio 1997)[1]
Media spettatori22 587[1]¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 1º giugno 1997

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Parma Associazione Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1996-1997.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Parte del rinnovato Parma, ora sotto la gestione diretta dei Tanzi, nell'estate 1996; da sinistra: il presidente Stefano Tanzi, il dirigente Sogliano, l'allenatore Ancelotti e il patron Calisto Tanzi.

L'estate 1996 segnò una svolta nella storia parmense, con l'ingresso diretto della famiglia Tanzi, fin lì solo sponsor e azionista di maggioranza, nella gestione della società:[2] sul piano dirigenziale furono denefestrati senza troppi complimenti i due maggiori artefici dell'escalation ducale d'inizio decennio, il presidente Giorgio Pedraneschi e il direttore generale Giambattista Pastorello, sostituiti dal neo numero uno Stefano Tanzi e da un nuovo organigramma che vide, tra gli altri, l'arrivo del diggì Riccardo Sogliano e del direttore esecutivo Michele Uva.[2]

Un simile repulisti si riverberò anche sul versante tecnico, con l'emergente Carlo Ancelotti chiamato a raccogliere l'eredità in panchina di un altro protagonista delle precedenti e vittoriose stagioni gialloblù, Nevio Scala;[3] per quanto riguarda invece il calciomercato, l'organico ducale venne rinforzato dagli acquisti delle punte Chiesa e Crespo.[4][5]

In campionato, pur presentandosi ai nastri di partenza con un promettente 3-0 ai danni del Napoli,[6] la formazione patì un rendimento deficitario soprattutto in trasferta.[7] Particolarmente pesanti furono le sconfitte rimediate contro Inter e Udinese, con i gialloblu che in entrambi i casi subirono tre gol dopo essere passati in vantaggio.[8][9] Sul finire del girone di andata, il Parma risollevò tuttavia le proprie sorti con una striscia di quattro vittorie consecutive — delle quali fecero le spese, tra le altre, Milan e Juventus[10][11] — svoltando al giro di boa in quarta posizione.[12]

Spinti dai gol di Crespo,[13] gli emiliani recuperarono terreno nella fase di ritorno.[14] Raggiunto il secondo posto, inciamparono però contro l'Udinese,[15] sicché le speranze di uno storico scudetto confluirono nel decisivo scontro diretto sul campo della Juventus,[16] in programmata a due giornate dal termine:[17] il pareggio di Torino favorì i bianconeri,[18] che si aggiudicarono il tricolore nel turno successivo.[19]

La squadra parmense concluse il campionato al secondo posto, suo miglior piazzamento di sempre nella massima categoria, qualificandosi per la Champions League.[20]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Fabio Cannavaro in azione nella sfida-scudetto di Torino del 18 maggio 1997, con la seconda divisa gialloblù, alle prese con lo juventino Zidane.

Lo sponsor tecnico per la stagione 1996-1997 fu Puma, mentre lo sponsor ufficiale fu Parmalat.[21]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[21]

Area direttiva

  • Presidente: Stefano Tanzi
  • Direttore esecutivo: Michele Uva
  • Direttore sportivo: Riccardo Sogliano
  • Team Manager: Giorgio Bottaro
  • Accompagnatori: Claudio Anzaloni, Franco Gorreri e Gianfranco Migliazzi
  • Segretario: Renzo Ongaro

Area sanitaria

  • Medici sociali: Massimo Manara, Luca Montagna e Quirino Zanichelli
  • Massaggiatori: Claudio Bozzetti e Corrado Gatti
  • Fisioterapista: Giorgio Balotta

Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Il neoacquisto Enrico Chiesa, migliore marcatore stagionale della squadra con 16 reti.

[22]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Luca Bucci
2 Italia D Luigi Apolloni
3 Italia D Antonio Benarrivo
4 Italia D Enrico Morello
5 Italia D Luca Pinton
6 Francia C Daniel Bravo
7 Argentina D Roberto Sensini
8 Italia C Dino Baggio
9 Italia C Massimo Crippa
10 Italia A Gianfranco Zola
11 Argentina A Hernán Crespo
12 Italia P Gianluigi Buffon
13 Brasile C Amaral
14 Italia D Roberto Mussi
N. Ruolo Giocatore
15 Italia C Massimo Brambilla
16 Italia A Gianluca Triuzzi
17 Italia D Fabio Cannavaro (I)
18 Italia C Pietro Strada
19 Italia A Alessandro Melli
20 Italia A Enrico Chiesa
21 Francia D Lilian Thuram
22 Brasile D Zé Maria
23 Italia P Alessandro Nista
25 Italia C Simone Barone
26 Croazia C Mario Stanić
31 Francia C Reynald Pedros
33 Svezia C Tomas Brolin

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1996-1997.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Parma
7 settembre 1996
Parma3 – 0NapoliStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Piacenza
15 settembre 1996
Piacenza0 – 0ParmaStadio Galleana
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Parma
21 settembre 1996
Parma3 – 2ReggianaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Roma
29 settembre 1996
Lazio2 – 1ParmaStadio Olimpico
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Cagliari
13 ottobre 1996
Cagliari0 – 1ParmaStadio Sant'Elia
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Parma
20 ottobre 1996
Parma1 – 2PerugiaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Milano
27 ottobre 1996
Inter3 – 1ParmaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Parma
3 novembre 1996
Parma0 – 0FiorentinaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Genova
17 novembre 1996
Sampdoria1 – 1ParmaStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Parma
24 novembre 1996
Parma0 – 0RomaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Udine
1º dicembre 1996
Udinese3 – 1ParmaStadio Friuli
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Parma
8 dicembre 1996
Parma0 – 0AtalantaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  De Santis (Tivoli)

Vicenza
15 dicembre 1996
Vicenza1 – 1ParmaStadio Romeo Menti
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Milano
22 dicembre 1996
Milan0 – 1ParmaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Parma
5 gennaio 1997
Parma1 – 0JuventusStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Bologna
12 gennaio 1997
Bologna0 – 1ParmaStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Parma
19 gennaio 1997
Parma1 – 0VeronaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Lanese (Messina)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
26 gennaio 1997
Napoli2 – 1ParmaStadio San Paolo
Arbitro:  Braschi (Prato)

Parma
2 febbraio 1997
Parma1 – 0PiacenzaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Cesari (Genova)

Reggio Emilia
16 febbraio 1997
Reggiana0 – 0ParmaStadio Giglio
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Parma
23 febbraio 1997
Parma2 – 0LazioStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Parma
2 marzo 1997
Parma3 – 2CagliariStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Bettin (Padova)

Perugia
9 marzo 1997
Perugia1 – 2ParmaStadio Renato Curi
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Parma
15 marzo 1997
Parma1 – 0InterStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Firenze
23 marzo 1997
Fiorentina1 – 0ParmaStadio Artemio Franchi
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Parma
6 aprile 1997
Parma3 – 0SampdoriaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Roma
13 aprile 1997
Roma0 – 1ParmaStadio Olimpico
Arbitro:  Braschi (Prato)

Parma
20 aprile 1997
Parma0 – 2UdineseStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Bolognino (Milano)

Bergamo
4 maggio 1997
Atalanta1 – 2ParmaStadio Atleti Azzurri d'Italia
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Parma
11 maggio 1997
Parma3 – 0VicenzaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Parma
15 maggio 1997
Parma1 – 1MilanStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Torino
18 maggio 1997
Juventus1 – 1ParmaStadio delle Alpi
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Parma
25 maggio 1997
Parma1 – 0BolognaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Verona
1º giugno 1997
Verona1 – 2ParmaStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1996-1997.

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Pescara
28 agosto 1996
Pescara3 – 1ParmaStadio Adriatico
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1996-1997.

Trentaduesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Parma
10 settembre 1996
Parma2 – 1Vitória GuimarãesStadio Ennio Tardini
Arbitro: Grecia Bikas

Guimarães
24 settembre 1996
Vitória Guimarães2 – 0ParmaEstádio D. Afonso Henriques
Arbitro: Francia Batta

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[23] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 63 17 11 4 2 24 9 17 7 5 5 17 17 34 18 9 7 41 26 +15
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - - - - - - 1 0 0 1 1 3 1 0 0 1 1 3 -2
Coppauefa.png Coppa UEFA 1 1 0 0 2 1 1 0 0 1 0 2 2 1 0 1 2 3 -1
Totale 18 12 4 2 26 10 19 7 5 7 18 22 37 19 9 9 44 32 +12

Statistiche dei giocatori[24][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa UEFA Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Amaral, Amaral 40??----20??600+0+
Apolloni, L. L. Apolloni 80??10??10??100??
Baggio, D. D. Baggio 312??10??20??342??
Barone, S. S. Barone 20??--------200+0+
Benarrivo, A. A. Benarrivo 221??10??10??241??
Brambilla, M. M. Brambilla 90??10??----1000+0+
Bravo, D. D. Bravo 240??10??20??270??
Brolin, T. T. Brolin 110??--------1100+0+
Bucci, L. L. Bucci 7-9??1-3??1-1??9-13??
Buffon, G. G. Buffon 27-17??----1-2??28-190+0+
Cannavaro (I), F. F. Cannavaro (I) 270??10??20??300??
Chiesa, E. E. Chiesa 2914??----22??31160+0+
Crespo, H. H. Crespo 2712??10??----28120+0+
Crippa, M. M. Crippa 281??10??20??311??
Melli, A. A. Melli 180??11??20??211??
Morello, E. E. Morello 10??--------100+0+
Mussi, R. R. Mussi 280??10??20??310??
Pedros, R. R. Pedros 40??--------400+0+
Pinton, L. L. Pinton 10??--------100+0+
Sensini, N. N. Sensini 311??----20??3310+0+
Stanić, M. M. Stanić 133??--------1330+0+
Thuram, L. L. Thuram 341??10??20??371??
Triuzzi, G. G. Triuzzi 20??--------200+0+
Ze Maria Zé Maria 251??--------2510+0+
Zola, G. G. Zola 82??10??20??112??

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Statistiche Spettatori Serie A 1996-1997, su stadiapostcards.com.
  2. ^ a b Parma Letale: la fine del sogno, su storiedicalcio.altervista.org.
  3. ^ Giulio Di Palma, Impresa Ancelotti "Vinco e vado via", in la Repubblica, 3 giugno 1996, p. 39.
  4. ^ S.G., Zola cede i rigori a Chiesa, in la Repubblica, 19 luglio 1996, p. 44.
  5. ^ Emilio Marrese, Poco Parma, giallo Ravanelli, in la Repubblica, 4 agosto 1996, p. 46.
  6. ^ Emilio Marrese, Chiesa & Zola, la garanzia di Ancelotti, in la Repubblica, 8 settembre 1996, p. 39.
  7. ^ Gianni Mura, E lo chiamano turnover, in la Repubblica, 8 settembre 1996, p. 37.
  8. ^ Gianni Piva, Triste Ancelotti, espulso e smarrito, in la Repubblica, 28 ottobre 1996, p. 35.
  9. ^ Gianni Mura, Ma sarà la mossa giusta?, in la Repubblica, 2 dicembre 1996, p. 35.
  10. ^ Gianni Mura, Il Milan è vuoto, vince Ancelotti, in la Repubblica, 23 dicembre 1996, p. 32.
  11. ^ Gianni Mura, Calcio color rosso ma il Parma ride, in la Repubblica, 6 gennaio 1997, p. 32.
  12. ^ Luca Calamai e Andrea Schianchi, Parma 1-0: è un dolce ritornello, in La Gazzetta dello Sport, 20 gennaio 1997.
  13. ^ Enrico Currò, Parma, la rincorsa continua, in la Repubblica, 3 marzo 1997, p. 43.
  14. ^ Stefano Zaino, Crespo, la fantasia è Parma, in la Repubblica, 7 aprile 1997, p. 38.
  15. ^ Gianni Mura, Lo scudetto torna alla Juve, in la Repubblica, 21 aprile 1997, p. 35.
  16. ^ Paolo Condò e Andrea Schianchi, Crespo e il Parma volano insieme, in La Gazzetta dello Sport, 12 maggio 1997.
  17. ^ Andrea Schianchi e Andrea Masala, Ancelotti non smonta i sogni, in La Gazzetta dello Sport, 16 maggio 1997.
  18. ^ Andrea Schianchi, Il Parma rilegge il suo campionato Da Udine a Torino tra incubi e sogni, in La Gazzetta dello Sport, 20 maggio 1997.
  19. ^ Emilio Marrese, Chiesa, un gol da venti miliardi, in la Repubblica, 26 maggio 1997, p. 37.
  20. ^ Emilio Marrese, Ancelotti, un posto tra i campioni, in la Repubblica, 2 giugno 1997, p. 37.
  21. ^ a b Beltrami, 1996, p. 235.
  22. ^ Beltrami, 1996, p. 236.
  23. ^ Beltrami, 1997, 155, 310, 689-690.
  24. ^ Beltrami, 1997, 197, 310, 689-690.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1997. Modena, Panini, 1996.
  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1998. Modena, Panini, 1997.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio