Roberto Goretti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roberto Goretti
Roberto Goretti - AC Perugia 1996-97.jpg
Goretti in azione al Perugia nel 1996
Nazionalità Italia Italia
Altezza 184 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 11 giugno 2011
Carriera
Giovanili
19??-19?? Perugia
Squadre di club1
1995-1997 Perugia 61 (4)
1997-2000 Napoli 34 (1)
2000 Bologna 8 (0)
2000-2001 Perugia 6 (0)
2001-2003 Bologna 3 (0)
2003-2004 Reggiana 31 (3)
2004 Ancona 13 (0)
2004-2006 Bari 52 (4)
2006-2008 Arezzo 49 (0)
2008-2009 Como 26 (1)[1]
2009-2010 Foggia 16 (1)
2010 Como 11 (0)
2010-2011 Perugia 14 (2)
Nazionale
1995-1997 Italia Italia U-21 9 (2)
1997 Italia Italia U-23 0 (0)
Palmarès
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Oro Bari 1997
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Roberto Goretti (Perugia, 28 maggio 1976) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, responsabile dell'area tecnica del Perugia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nelle giovanili della squadra della sua città, il Perugia, con cui esordisce in Serie A l'8 settembre 1996 in Perugia-Sampdoria (1-0). Dopo due stagioni con la maglia dei grifoni, la prima in Serie B e la seconda nella massima serie, passa al Napoli. Qui gioca un'annata da titolare in A, l'ultima con un buon numero di gare (26 al termine del campionato). Seguono cinque stagioni tra Napoli, Bologna, ancora Perugia e poi nuovamente Bologna, in cui non riesce a scendere in campo con continuità. Deve aspettare il 2003-2004 per tornare a giocare assiduamente, con le maglie di Reggiana in Serie C1 e Ancona in Serie A.

L'annata successiva approda al Bari, in serie cadetta, dove rimane per due stagioni giocando da titolare nel centrocampo dei galletti. Passa poi nel 2006 all'Arezzo, sempre in B, ma retrocede al termine del torneo in C1. Alla conclusione del campionato 2007-2008 rimane svincolato.[2] Nel settembre del 2008 viene ingaggiato con un contratto annuale dal Como, in Seconda Divisione. Nel 2009 veste la maglia del Foggia, mentre nel 2010 ritorna a Como.[3]

Ritrovatosi di nuovo svincolato, e dopo una lunga carriera trascorsa in giro per l'Italia, nell'estate del 2010 Goretti sceglie di fare ritorno al Perugia, scivolato nel frattempo nei dilettanti, dove all'ultima sua annata da calciatore contribuisce alla vittoria del campionato e al conseguente ritorno del club tra i professionisti,[4] nonché al trionfo nella Coppa Italia di Serie D.[5] A fine stagione decide quindi di lasciare il calcio giocato, per mancanza di ulteriori stimoli, all'età di trentacinque anni.[6]

Ha totalizzato complessivamente 78 presenze e 3 reti in Serie A, e 121 presenze e 6 reti in Serie B.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Conta 9 presenze e 2 gol nella Nazionale Under-21 del biennio 1995-1997, agli ordini del commissario tecnico Marco Tardelli. È tra i convocati della Nazionale Under-23 vittoriosa ai XIII Giochi del Mediterraneo di Bari del 1997, senza però aver disputato nessuna gara del torneo calcistico.

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo del 2012 intraprende la carriera dirigenziale, venendo nominato responsabile del settore giovanile del Perugia.[6] L'anno successivo assume la carica di direttore sportivo del club umbro, divenendo poi dal 2015 responsabile dell'area tecnica dei grifoni.[7]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Perugia: 2010-2011 (girone E)
Perugia: 2010-2011

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Bari 1997

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 27 (1) se si considerano i play-off.
  2. ^ Stefano Sica, Arezzo, Goretti: "Per ora sono disoccupato...", su tuttomercatoweb.com, 22 maggio 2008.
  3. ^ Mercato: 3 colpi del Como, su calciocomo1907.it, 1º febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 24 febbraio 2010).
  4. ^ Biagio Angrisani, Perugia promosso in Seconda Divisione, su corrieredellosport.it, 11 aprile 2011 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2014).
  5. ^ Il Perugia vince la Coppa Italia, su corrieredellosport.it, 14 aprile 2011 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2014).
  6. ^ a b Claudio Sottile, Perugia, Goretti: "Costruisco la cantera del Grifo", su tuttomercatoweb.com, 29 aprile 2012.
  7. ^ AC Perugia Calcio 2015/2016, su acperugiacalcio.com, 2 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 2 luglio 2015).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]