Lega Pro Prima Divisione 2013-2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lega Pro Prima Divisione 2013-2014
Competizione Lega Pro Prima Divisione
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 36ª
Organizzatore Lega Italiana Calcio Professionistico
Date dal 1º settembre 2013
al 7 giugno 2014
Luogo Italia Italia
Partecipanti 33
Formula 2 gironi all'italiana A/R, play-off
Risultati
Vincitore Virtus Entella (1º titolo)
Perugia (2º titolo)
Promozioni Virtus Entella
Pro Vercelli
Vicenza
Perugia
Frosinone
Retrocessioni Nocerina (per condanna)
Statistiche
Miglior marcatore Gir. A:
Italia Francesco Virdis (18)
Gir. B:
Italia Daniel Ciofani (17)
Incontri disputati 532
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2012-2013 2014-2015 Right arrow.svg

La Prima Divisione 2013-2014 della Lega Pro è stata la 36ª edizione del campionato italiano di calcio della ex Serie C1. Come nella precedente edizione, hanno partecipato 33 squadre, divise in due gironi.[1] Il campionato è iniziato il 1º settembre 2013 e si è concluso il 4 maggio 2014. Per la prima volta, le prime due giornate sono state giocate in notturna.[2]

La sosta natalizia venne prevista per domenica 29 dicembre 2013, quella di Pasqua per il 20 aprile 2014. I gironi sono stati compilati, come nell'annata precedente, con criteri geografici e sono stati resi noti il 5 agosto. Rispetto all'annata precedente, stavolta è il girone B, ossia quello meridionale, ad avere 17 squadre, mentre il girone A ne ha 16. Quest'ultimo avrà ulteriori quattro soste perché ha quattro giornate in meno nel calendario. Il girone B, invece, avendo un numero dispari di squadre, vedrà due turni di riposo per tutte le compagini, uno all'andata ed uno al ritorno. I calendari sono stati stilati, insieme a quelli della Seconda Divisione, in una cerimonia ufficiale presso Palazzo Vecchio, a Firenze, venerdì 9 agosto 2013, trasmessa in diretta televisiva su Rai Sport 1.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La riforma della Lega Pro[modifica | modifica wikitesto]

È stato l'ultimo campionato prima della riforma deliberata dalla Lega Italiana Calcio Professionistico che ha ricreato la formula a tre gironi in essere negli anni sessanta e settanta. Fra le partecipanti vi furono le quattro retrocesse dalla Serie B e le sei neopromosse dalla Seconda Divisione. Al posto della Tritium, esclusa per inadempienze amministrative ad iscritta nella Promozione lombarda, è stata ripescata la retrocessa Carrarese, che venne inserita nel girone A. Invece il Lecce, dopo l'annata trascorsa nel girone settentrionale a causa della sua retrocessione per illecito sportivo, viene inserito regolarmente nel girone B. Per consentire la riforma non vi sono retrocessioni né play-out.

Per garantire la regolarità del torneo i play-off furono allargati da quattro ad otto squadre per girone inserendo anche delle novità regolamentari, come i quarti di finale in gara unica, la possibilità dei tempi supplementari anche nei quarti di finale e nelle semifinali e non più solo nella finale e la possibilità dei calci di rigore in tutti e tre i turni. Pertanto a parità di gol complessivi non è più applicata la regola che promuove automaticamente la squadra meglio classificata nella stagione regolare la quale mantiene il solo vantaggio del fattore campo. Confermata, invece, la non adozione della regola dei gol in trasferta.

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Promozioni[modifica | modifica wikitesto]

Le squadre classificate al primo posto dei rispettivi gironi sono state promosse in Serie B. Per determinare le altre squadre promosse si sono disputati, in ciascuno dei due gironi, play-off tra le squadre che si sono classificate dal secondo al nono posto.

Retrocessioni[modifica | modifica wikitesto]

Nessuna società è stata retrocessa.

Formula dei play-off[modifica | modifica wikitesto]

Il logo dei play-off 2013-2014.

I play-off si svolgono ad eliminazione diretta, articolati in tre turni: quarti di finale, semifinali e finale. Gli accoppiamenti sono determinati da un tabellone di tipo tennistico in base ai piazzamenti in classifica. I quarti di finale si svolgono in gara unica, in casa della squadra meglio classificata. Le semifinali e la finale si svolgono invece con gare di andata e ritorno, con la squadra meglio classificata che ha diritto a giocare in casa la gara di ritorno. In tutti e tre i turni sono previsti tempi supplementari e calci di rigore a parità del computo dei gol complessivi: il miglior piazzamento in classifica e i goal segnati in trasferta non favoriscono una squadra rispetto ad un'altra. Questo il tabellone dei quarti di finale:

  • seconda classificata contro nona classificata;
  • terza classificata contro ottava classificata;
  • quarta classificata contro settima classificata;
  • quinta classificata contro sesta classificata.

Le vincitrici dei quattro incontri accedono alle semifinali, con i seguenti accoppiamenti:

  • vincente tra seconda e nona contro vincente tra quinta e sesta;
  • vincente tra quarta e settima contro vincente tra terza ed ottava.

Le vincitrici delle semifinali si affrontano nella finale e la vincente di quest'ultima è promossa in Serie B.

In questa edizione del campionato di Prima Divisione, il turno di play-off promozione ha assunto, per ragioni di sponsorizzazione, la denominazione ufficiale di Play-off UnipolSai.

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Il girone A viene vinto dalla Virtus Entella che conquistò la prima storica promozione in B: i liguri staccarono il biglietto per i cadetti il 4 maggio in rimonta contro la Cremonese vincendo per 2-1 allo Zini di Cremona, i play-off verranno vinti invece dai diretti rivali dell'Entella: la Pro Vercelli che ritorna dopo solo un anno in B: i piemontesi sconfissero in ordine Feralpisalò (3-0), Savona (2-1; 2-1) e il Südtirol in finale (1-0; 1-1), alla fine della stagione il Vicenza verrà ripescato in B a seguito del fallimento del Siena nella serie cadetta, tutte le altre squadre sono ammesse alla nuova Lega Pro.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
AlbinoLeffe dettagli Albino e Leffe (BG) Stadio Atleti Azzurri d'Italia (Bergamo) 6º posto in Lega Pro Prima Divisione/A
Carrarese dettagli Carrara Stadio dei Marmi 16º posto in Lega Pro Prima Divisione/B, ripescata
Como dettagli Como Stadio Giuseppe Sinigaglia 12º posto in Lega Pro Prima Divisione/A
Cremonese dettagli Cremona Stadio Giovanni Zini 7º posto in Lega Pro Prima Divisione/A
Feralpisalò dettagli Salò e Lonato del Garda (BS) Stadio Lino Turina 9º posto in Lega Pro Prima Divisione/A
Lumezzane dettagli Lumezzane (BS) Stadio Tullio Saleri 8º posto in Lega Pro Prima Divisione/A
Pavia dettagli Pavia Stadio Pietro Fortunati 11º posto in Lega Pro Prima Divisione/A
Pro Patria dettagli Busto Arsizio (VA) Stadio Carlo Speroni 1º in Lega Pro Seconda Divisione A, promossa
Pro Vercelli dettagli Vercelli Stadio Silvio Piola 21º posto in Serie B, retrocessa
Reggiana dettagli Reggio Emilia Mapei Stadium-Città del Tricolore 15º posto in Lega Pro Prima Divisione/A
San Marino dettagli Serravalle (RSM) Stadio Olimpico 10º posto in Lega Pro Prima Divisione/A
Savona dettagli Savona Stadio Valerio Bacigalupo 2º posto in Lega Pro Seconda Divisione/A, promossa
Südtirol dettagli Bolzano Stadio Druso 4º posto in Lega Pro Prima Divisione/A
Unione Venezia dettagli Venezia Stadio Pierluigi Penzo 3º posto in Lega Pro Seconda Divisione/A, promossa dopo i play-off
Vicenza dettagli Vicenza Stadio Romeo Menti 19º posto in Serie B, retrocessa
Virtus Entella dettagli Chiavari (GE) Stadio Comunale 5º posto in Lega Pro Prima Divisione/A

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Squadra Allenatore
Albinoleffe Italia Armando Madonna (1ª-15ª)
Italia Elio Gustinetti (16ª-30ª e play-off)
Pro Vercelli Italia Cristiano Scazzola
Carrarese Italia Maurizio Braghin (1ª-9ª)
Italia Gian Marco Remondina (10ª-30ª)
Reggiana Italia Pier Francesco Battistini (1ª-21ª)
Italia Marcello Montanari (22ª-30ª)
Como Italia Giovanni Colella San Marino Spagna Fernando José de Argila Irurita (1ª-14ª)
Italia Agatino Cuttone (15ª-30ª)
Cremonese Italia Vincenzo Torrente (1ª-24ª)
Italia Davide Dionigi (25ª-30ª e play-off)
Savona Italia Ninni Corda
Feralpisalò Italia Giuseppe Scienza Sudtirol Italia Lorenzo D'Anna (1ª-5ª)
Italia Claudio Rastelli (6ª-30ª e play-off)
Lumezzane Italia Michele Marcolini Unione Venezia Italia Alessandro Dal Canto
Pavia Italia Alessio Pala (1ª-12ª)
Italia Marco Veronese[3] (13ª-16ª)
Italia Patrizio Bensi (17ª-30ª)
Vicenza Italia Giovanni Lopez
Pro Patria Italia Alberto Colombo Virtus Entella Italia Luca Prina

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Virtus Entella 58 30 16 10 4 42 24 +18
Noatunloopsong (nuvola).svg 2. Pro Vercelli 57 30 14 15 1 34 16 +18
Noatunloopsong (nuvola).svg 3. Südtirol 49 30 14 7 9 45 38 +7
Noatunloopsong (nuvola).svg 4. Cremonese 47 30 13 8 9 37 29 +8
Noatunloopsong (nuvola).svg 5. Vicenza (-4) 47 30 14 9 7 44 31 +13
Noatunloopsong (nuvola).svg 6. Savona 44 30 12 8 10 43 41 +2
Noatunloopsong (nuvola).svg 7. AlbinoLeffe 43 30 12 7 11 42 40 +2
Noatunloopsong (nuvola).svg 8. Como 42 30 10 12 8 37 32 +5
Noatunloopsong (nuvola).svg 9. Feralpisalò 41 30 11 8 11 41 42 -1
10. Unione Venezia 41 30 12 5 13 40 38 +2
11. Carrarese 36 30 9 9 12 35 41 -6
12. Reggiana 32 30 9 5 16 30 36 -6
13. Pro Patria (-1) 32 30 8 9 13 25 33 -8
14. Lumezzane 29 30 7 8 15 31 42 -11
15. San Marino 24 30 5 9 16 22 47 -25
16. Pavia 23 30 4 11 15 23 41 -20

Legenda:

      Promossa in Serie B 2014-2015.
Noatunloopsong (nuvola).svg Qualificate ai play-off.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri :
  • Punti negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Differenza reti generale
  • Reti realizzate in generale
  • Sorteggio

Note:

Il Vicenza ha poi scontato 4 punti di penalizzazione.[4]
Il Pro Patria ha poi scontato 1 punto di penalizzazione.[5]
Il Vicenza è stato poi Rripescato in Serie B 2014-2015 a completamento di organici.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Alb Car Com Cre Fer Lum Pav PPa PVe Reg SMa Sav Sud UVe Vic VEn
AlbinoLeffe –––– 0-1 1-4 0-3 2-3 2-0 1-0 2-1 2-2 1-0 0-0 2-3 3-1 2-1 0-1 3-1
Carrarese 1-3 –––– 3-0 1-0 2-0 0-0 0-0 1-0 3-3 0-2 4-4 1-4 2-1 0-1 2-4 0-1
Como 2-2 1-1 –––– 3-3 1-0 3-0 0-1 0-0 0-0 1-1 0-0 4-2 3-2 2-0 2-0 0-0
Cremonese 1-1 2-2 0-1 –––– 3-1 2-1 1-0 1-0 0-1 2-0 2-0 1-2 1-1 1-3 2-1 1-2
FeralpiSalò 2-2 0-0 1-0 0-2 –––– 0-3 4-2 1-1 1-0 2-0 3-1 4-2 1-3 2-0 1-1 1-2
Lumezzane 0-0 3-0 0-1 0-1 1-0 –––– 0-2 1-2 1-2 0-1 1-0 2-1 0-0 1-2 0-1 1-1
Pavia 0-3 1-1 1-1 1-1 1-1 2-2 –––– 1-3 0-0 0-1 0-1 2-1 0-0 0-1 0-1 0-2
Pro Patria 0-1 0-2 1-1 1-2 1-0 0-0 2-3 –––– 0-0 0-1 2-1 3-2 1-2 1-0 1-1 1-1
Pro Vercelli 1-1 2-0 1-1 1-0 2-2 1-0 1-0 1-0 –––– 1-0 4-0 1-0 2-0 1-0 1-1 0-0
Reggiana 2-3 1-0 2-0 1-2 0-1 2-2 2-2 0-1 1-2 –––– 2-0 0-1 1-2 1-0 2-0 0-2
San Marino 1-0 0-5 2-0 0-1 0-3 0-1 0-0 1-2 0-0 2-2 –––– 1-1 0-3 2-1 2-2 2-1
Savona 2-3 1-1 1-0 1-1 1-1 4-1 1-0 1-0 1-1 2-1 0-0 –––– 3-1 2-1 1-0 2-2
Südtirol 2-0 1-0 4-3 3-1 3-2 1-1 4-0 2-0 0-0 1-1 2-1 1-0 –––– 1-4 1-0 1-2
Unione Venezia 1-0 1-2 2-2 1-0 0-1 5-3 2-2 3-0 1-1 2-1 2-1 1-1 1-1 –––– 2-1 0-2
Vicenza 3-2 2-0 0-1 0-0 4-1 2-1 2-1 1-1 1-1 3-2 1-0 4-0 3-1 2-1 –––– 1-1
Virtus Entella 1-0 3-0 1-0 0-0 2-2 4-5 2-1 0-0 0-1 1-0 2-0 1-0 2-0 2-1 1-1 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (16ª)
1º set. 2-0 FeralpiSalò-Unione Venezia 1-0 5 gen.
1-2 Lumezzane-Pro Vercelli 0-1
1-1 Südtirol-Reggiana 2-1
1-2 Pro Patria-Cremonese 0-1
2-3 Savona-AlbinoLeffe 3-2
0-5 San Marino-Carrarese 4-4
1-0 Virtus Entella-Como 0-0
2-1 Vicenza-Pavia 1-0
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (17ª)
8 set. 3-1 AlbinoLeffe-Südtirol 0-2 12 gen.
0-1 Carrarese-Virtus Entella 0-3
1-0 Pro Vercelli-Pro Patria 0-0
2-0 Como-Vicenza 1-0
2-1 Pavia-Savona 0-1
3-1 Cremonese-FeralpiSalò 2-0
2-0 Reggiana-San Marino 2-2
5-3 Unione Venezia-Lumezzane 2-1


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (18ª)
15 set. 0-3 [6] AlbinoLeffe-Cremonese 1-1 19 gen.
0-3 FeralpiSalò-Lumezzane 0-1
1-2 Reggiana-Pro Vercelli 0-1
2-0 San Marino-Como 0-0
1-0 Savona-Pro Patria 2-3
4-0 Südtirol-Pavia 0-0
2-1 Virtus Entella-Unione Venezia 2-0 17 gen.
2-0 Vicenza-Carrarese 4-2 19 gen.
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (19ª)
22 set. 0-2 Carrarese-Reggiana 0-1 26 gen.
3-2 Como-Südtirol 3-4
1-2 Cremonese-Savona 1-1
1-1 Lumezzane-Virtus Entella 5-4
0-1 Pavia-San Marino 0-0
0-1 Pro Patria-AlbinoLeffe 1-2
2-2 Pro Vercelli-FeralpiSalò 0-1
21 set. 2-1 Unione Venezia-Vicenza 1-2


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (20ª)
6 ott. 2-2 AlbinoLeffe-Pro Vercelli 1-1 31 gen.
0-0 FeralpiSalò-Carrarese 0-2 2 feb.
0-1 Pavia-Unione Venezia 2-2
1-2 Reggiana-Cremonese 0-2
1-2 San Marino-Pro Patria 1-2
1-0 Savona-Como 2-4
1-1 Südtirol-Lumezzane 0-0
1-1 Vicenza-Virtus Entella 1-1
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (21ª)
13 ott. 0-0 Carrarese-Pavia 1-1 9 feb.
0-1 Cremonese-Como 3-3 7 feb.
1-1 FeralpiSalò-Vicenza[7] 1-4 16 feb.
1-0 Lumezzane-San Marino 1-0 9 feb.
0-1 Pro Patria-Reggiana 1-0
1-0 Pro Vercelli-Savona 1-1
1-1 Unione Venezia-Südtirol 4-1
1-0 Virtus Entella-AlbinoLeffe 1-3


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (22ª)
20 ott. 0-1 Carrarese-Unione Venezia 2-1 23 feb.
0-0 Como-Pro Vercelli 1-1
2-1 Cremonese-Lumezzane 1-0
1-1 Pavia-FeralpiSalò 2-4
21 ott. 2-3 Reggiana-AlbinoLeffe 0-1
20 ott. 1-1 San Marino-Savona 0-0
1-2 Südtirol-Virtus Entella 0-2
1-1 Vicenza-Pro Patria 1-1
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (23ª)
27 ott. 0-1 AlbinoLeffe-Vicenza 2-3 2 mar.
1-0 FeralpiSalò-Como 0-1
3-0 Lumezzane-Carrarese 0-0
1-0 Pro Patria-Unione Venezia 0-3
4-0 Pro Vercelli-San Marino 0-0
2-1 Savona-Reggiana 1-0 3 mar.
3-1 Südtirol-Cremonese 1-1 2 mar.
2-1 Virtus Entella-Pavia 2-0


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (24ª)
3 nov. 1-4 Carrarese-Savona 1-1 9 mar.
0-0 Como-Pro Patria 1-1
0-1 Cremonese-Pro Vercelli 0-1
2-2 Pavia-Lumezzane 2-0
2-1 Unione Venezia-Reggiana 0-1
1-0 San Marino-AlbinoLeffe 0-0
2-2 Virtus Entella-FeralpiSalò 2-1
3-1 Vicenza-Südtirol 0-1
Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (25ª)
16 nov. 1-4 AlbinoLeffe-Como 2-2 16 mar.
0-1 Lumezzane-Vicenza 1-2
0-2 Pro Patria-Carrarese 0-1
1-0 Pro Vercelli-Pavia 0-0
0-2 Reggiana-Virtus Entella 0-1 14 mar.
0-1 San Marino-Cremonese 0-2 16 mar.
2-1 Savona-Unione Venezia 1-1
3-2 Südtirol-FeralpiSalò 3-1


Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (26ª)
24 nov. 2-1 Carrarese-Südtirol 0-1 23 mar.
1-1 Como-Reggiana 0-2
2-2 FeralpiSalò-AlbinoLeffe 3-2
1-2 Lumezzane-Pro Patria 0-0
1-1 Pavia-Cremonese 0-1
1-1 Unione Venezia-Pro Vercelli 0-1
2-0 Virtus Entella-San Marino 1-2
4-0 Vicenza-Savona 0-1
Andata (12ª) Dodicesima giornata Ritorno (27ª)
2 dic. 1-0 AlbinoLeffe-Pavia 3-0 6 apr.
1º dic. 2-0 Como-Unione Venezia 2-2
2-2 Cremonese-Carrarese 0-1
1-1 Pro Patria-Virtus Entella 0-0
1-1 Pro Vercelli-Vicenza 1-1
2-2 Reggiana-Lumezzane 1-0
0-3 San Marino-FeralpiSalò 1-3
3-1 Savona-Südtirol 0-1


Andata (13ª) Tredicesima giornata Ritorno (28ª)
8 dic. 1-3 Carrarese-AlbinoLeffe 1-0 13 apr.
1-1 FeralpiSalò-Pro Patria 0-1
0-1 Lumezzane-Como 0-3
0-1 Pavia-Reggiana 2-2
0-0 Südtirol-Pro Vercelli 0-2
2-1 Unione Venezia-San Marino 1-2
1-0 Virtus Entella-Savona 2-2
6 dic. 0-0 Vicenza-Cremonese 1-2
Andata (14ª) Quattordicesima giornata Ritorno (29ª)
15 dic. 2-0 AlbinoLeffe-Lumezzane 0-0 27 apr.
1-1 Como-Carrarese 0-3
1-3 Cremonese-Unione Venezia 0-1
2-3 Pro Patria-Pavia 3-1
0-0 Pro Vercelli-Virtus Entella 1-0
2-0 Reggiana-Vicenza 2-3
0-3 San Marino-Südtirol 1-2
1-1 Savona-FeralpiSalò 2-4


Andata (15ª) Quindicesima giornata Ritorno (30ª)
22 dic. 3-3 Carrarese-Pro Vercelli 0-2 4 mag.
2-0 FeralpiSalò-Reggiana 1-0
21 dic. 2-1 Lumezzane-Savona 1-4
22 dic. 1-1 Pavia-Como 1-0
2-0 Südtirol-Pro Patria 2-1
20 dic. 1-0 Unione Venezia-AlbinoLeffe 1-2
22 dic. 0-0 Virtus Entella-Cremonese 2-1
1-0 Vicenza-San Marino 2-2

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Turno preliminare[modifica | modifica wikitesto]
Risultati Luogo e data
Pro Vercelli 3-0 Feralpisalò Vercelli, 11 maggio 2014
Vicenza 1-1 (2-3 dcr) Savona Vicenza, 11 maggio 2014
Cremonese 2-2 (6-5 dcr) AlbinoLeffe Cremonese, 11 maggio 2014
Südtirol 0-0 (4-3 dcr) Como Bolzano, 11 maggio 2014
Tabellone (dalle semifinali)[modifica | modifica wikitesto]

Le semifinali sono state disputate il 18 e il 25 maggio, mentre le finali il 1º e il 7 giugno.

Semifinali Finale
            
Savona 1 1 2
Pro Vercelli 2 2 4
Südtirol 0 1 1
Pro Vercelli 1 1 2
Cremonese 1 1 2
Südtirol 1 2 3
Semifinali[modifica | modifica wikitesto]
Risultati Luogo e data
Savona 1-2 Pro Vercelli Savona, 18 maggio 2014
Pro Vercelli 2-1 Savona Vercelli, 25 maggio 2014
Cremonese 1-1 Südtirol Cremonese, 18 maggio 2014
Südtirol 2-1 Cremonese Bolzano, 25 maggio 2014
Finali[modifica | modifica wikitesto]
Risultati Luogo e data
Südtirol 0-1 Pro Vercelli Bolzano, 1º giugno 2014
Pro Vercelli 1-1 Südtirol Vercelli, 7 giugno 2014

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Squadre

  • Maggior numero di vittorie: Virtus Entella (16)
  • Minor numero di vittorie: Pavia (4)
  • Maggior numero di pareggi: Pro Vercelli (15)
  • Minor numero di pareggi: Reggiana e Venezia (5)
  • Maggior numero di sconfitte: Reggiana e San Marino (16)
  • Minor numero di sconfitte: Pro Vercelli (1)
  • Miglior attacco: Sudtirol (45 gol fatti)
  • Peggior attacco: San Marino (22 gol fatti)
  • Miglior difesa: Pro Vercelli (16 gol subiti)
  • Peggior difesa: San Marino (47 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Virtus Entella (+18)
  • Peggior differenza reti: San Marino (-25)
  • Miglior serie positiva: Pro Vercelli e Virtus Entella (18)

Partite

  • Partita con più reti (9): Virtus Entella-Lumezzane 4-5
  • Partita con maggiore scarto di gol (5): San Marino-Carrarese 0-5 (1ª giornata)
  • Giornata con maggior numero di gol: 26 (19ª giornata)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Fonte:[8]

Gol Rigori Giocatore Squadra
18 6 Italia Francesco Virdis Savona
16 3 Italia Riccardo Bocalon Unione Venezia
15 1 Italia Ettore Marchi Pro Vercelli
14 0 Italia Andrea Brighenti Cremonese
13 0 Italia Luca Miracoli Feralpisalò
13 3 Italia Ernesto Torregrossa Lumezzane
13 5 Italia Giuseppe Le Noci Como
12 3 Italia Massimiliano Pesenti Albinoleffe
11 2 Italia Alessandro Cesarini Savona
11 0 Italia Simone Corazza Sudtirol

Media spettatori[modifica | modifica wikitesto]

Media spettatori della Lega Pro Prima Divisione 2013-2014 girone A: 1 474. [9]

Club Pos. Media Totale Abbonamenti
Vicenza 1 5 106 76 596 4 026
Cremonese 2 3 284 49 257 2 366
Reggiana 3 2 354 35 317 1 217
Pro Vercelli 4 1 680 25 196 870
Como 5 1 525 22 868 969
Virtus Entella 6 1 468 22 013 472
Savona 7 1 445 21 681 354
Unione Venezia 8 1 162 17 431 480
Albinoleffe 9 1 124 16 858 792
Sudtirol 10 866 12 984 226
Carrarese 11 830 12 455 309
Pro Patria 12 800 12 007 480
Pavia 13 599 8 991
Feralpisalò 14 583 8 750
Lumezzane 15 443 6 650
San Marino 16 317 4 750

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Il derby Salernitana-Nocerina dell'11ª giornata nel girone B venne sospeso al 21', come da regolamento, dato che la squadra ospite era rimasta in campo con soli sei giocatori, numero insufficiente. La trasferta era stata vietata ai tifosi della Nocerina per motivi di ordine pubblico, ma alcuni ultras avevano manifestato da giorni, tramite striscioni esposti a Nocera Inferiore, l'intenzione di recarsi comunque a Salerno, e successivamente alcuni di loro si erano presentati in ritiro, invitando la squadra a non giocare l'incontro per solidarietà nei loro confronti. Di fronte alla minaccia, la Nocerina aveva raggiunto lo stadio Arechi dichiarando inizialmente di non volere scendere in campo, intenzione ritirata in seguito all'intervento del questore. Iniziata la gara, la formazione rossonera effettuò le tre sostituzioni di cui disponeva nei primi secondi della partita, e cinque calciatori, uno dopo l'altro, abbandonarono il terreno di gioco, ufficialmente per infortunio, da cui la sospensione da parte dell'arbitro per mancanza del numero minimo di giocatori necessari per ciascuna squadra.[10][11][12]

Il 27 gennaio 2014, la Nocerina venne esclusa dal girone B della Prima Divisione per illecito sportivo ed assegnata ad altra serie inferiore dal Consiglio federale. Per la prima volta, l'esclusione dal campionato venne decisa per "responsabilità oggettiva" del club molosso per la condotta dei suoi dirigenti. La Commissione Disciplinare della FIGC condannò a 3 anni e 6 mesi di inibizione il presidente della Nocerina Luigi Benevento, il direttore generale Luigi Pavarese e il medico della società Giovanni Rosati. Invece furono condannati a 3 anni e 6 mesi di squalifica l'allenatore Gaetano Fontana e l'allenatore in seconda Salvatore Fusco. I calciatori Domenico Danti, Edmunde Etse Hottor, Iuzvisen Petar Kostadinovic, Franco Lepore e Lorenzo Remedi furono condannati ad 1 anno di squalifica, invece, vennero prosciolti Davide Evacuo, Luca Ficarrotta, Davide Polichetti, Carlo Cremaschi, Celso Daniel Jara Martinez e Giancarlo Malcore.[13]

La condanna venne confermata anche in appello nella sentenza emessa dalla Corte di Giustizia Federale, il 13 febbraio 2014.[14]

Il 25 giugno 2014, la squalifica viene ridotta ad otto mesi per i calciatori molossi: Remedi, Kostadinovic e Danti.[15]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Ascoli dettagli Ascoli Piceno Stadio Cino e Lillo Del Duca 20º posto in Serie B, retrocesso
Barletta dettagli Barletta Stadio Cosimo Puttilli 14º posto in Lega Pro Prima Divisione/B
Benevento dettagli Benevento Stadio Ciro Vigorito 6º posto in Lega Pro Prima Divisione/B
Catanzaro dettagli Catanzaro Stadio Nicola Ceravolo 10º posto in Lega Pro Prima Divisione/B
Frosinone dettagli Frosinone Stadio Comunale "Matusa" 7º posto in Lega Pro Prima Divisione/B
Grosseto dettagli Grosseto Stadio Carlo Zecchini 22º posto in Serie B, retrocesso
Gubbio dettagli Gubbio (PG) Stadio Pietro Barbetti 8º posto in Lega Pro Prima Divisione/B
L'Aquila dettagli L'Aquila Stadio Tommaso Fattori 5º posto in Lega Pro Seconda Divisione/B, promosso dopo i play-off
Lecce dettagli Lecce Stadio Via del Mare 2º posto in Lega Pro Prima Divisione/A
Nocerina dettagli Nocera Inferiore (SA) Stadio San Francesco d'Assisi 4º posto in Lega Pro Prima Divisione/B
Paganese dettagli Pagani (SA) Stadio Marcello Torre 9º posto in Lega Pro Prima Divisione/B
Perugia dettagli Perugia Stadio Renato Curi 2º posto in Lega Pro Prima Divisione/B
Pisa dettagli Pisa Stadio Arena Garibaldi - Romeo Anconetani 5º posto in Lega Pro Prima Divisione/B
Pontedera dettagli Pontedera (PI) Stadio Ettore Mannucci 2º posto in Lega Pro Seconda Divisione/B, promosso
Prato dettagli Prato Stadio Lungobisenzio 12º posto in Lega Pro Prima Divisione/B
Salernitana dettagli Salerno Stadio Arechi 1º posto in Lega Pro Seconda Divisione/B, promossa
Viareggio dettagli Viareggio (LU) Stadio Torquato Bresciani 11º posto in Lega Pro Prima Divisione/B

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Squadra Allenatore
Ascoli Italia Rosario Pergolizzi (1ª-8ª)
Italia Bruno Giordano (9ª-24ª)
Italia Flavio Destro (25ª-34ª)
Nocerina Italia Gaetano Fontana
Barletta Italia Nevio Orlandi (1ª-30ª)
Italia Marco Carrara (31ª-34ª)
Paganese Italia Agenore Maurizi (1ª-17ª)
Italia Vittorio Belotti e Italia Luca Fusco (18ª-34ª)
Benevento Italia Guido Carboni (1ª-20ª)
Italia Fabio Brini (21ª-34ª e play-off)
Perugia Italia Andrea Camplone
Catanzaro Italia Oscar Brevi Pisa Italia Dino Pagliari (1ª-17ª)
Italia Francesco Cozza (18ª-30ª)
Italia Leonardo Menichini (31ª-34ª e play-off)
Frosinone Italia Roberto Stellone Pontedera Italia Paolo Indiani
Grosseto Italia Francesco Statuto (1ª)
Italia Stefano Cuoghi (2ª-11ª)
Italia Antonello Cuccureddu (12ª-21ª)
Italia Leonardo Acori (22ª-34ª)
Prato Italia Vincenzo Esposito
Gubbio Italia Christian Bucchi (1ª-19ª)
Italia Giorgio Roselli (20ª-34ª)
Salernitana[16] Italia Stefano Sanderra (1ª-8ª)
Italia Carlo Perrone (9ª-21ª)
Italia Angelo Gregucci (22ª-34ª e play-off)
L'Aquila Italia Giovanni Pagliari Viareggio Italia Roberto Miggiano (1ª-9ª)
Italia Cristiano Lucarelli (10ª-34ª)
Lecce Italia Francesco Moriero (1ª-4ª)
Italia Franco Lerda (5ª-34ª e play-off)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Perugia 66 32 19 9 4 52 28 +24
Noatunloopsong (nuvola).svg 2. Frosinone 62 32 18 8 6 53 26 +27
Noatunloopsong (nuvola).svg 3. Lecce 61 32 19 4 9 51 30 +21
Noatunloopsong (nuvola).svg 4. Catanzaro 55 32 13 16 3 34 17 +17
Noatunloopsong (nuvola).svg 5. L'Aquila 53 32 15 8 9 43 28 +15
Noatunloopsong (nuvola).svg 6. Pisa 52 32 14 10 8 41 27 +14
Noatunloopsong (nuvola).svg 7. Benevento 51 32 13 12 7 58 36 +22
Noatunloopsong (nuvola).svg 8. Pontedera 49 32 13 10 9 53 46 +7
Noatunloopsong (nuvola).svg 9. Salernitana 46 32 12 10 10 44 33 +11
10. Prato 43 32 10 13 9 38 40 -2
11. Grosseto 42 32 11 9 12 34 36 -2
12. Gubbio 40 32 10 10 12 36 44 -8
13. Viareggio 28 32 6 10 16 28 47 -19
14. Barletta 25 32 5 10 17 22 51 -29
15. Ascoli (-7) 24 32 8 7 17 32 45 -13
16. Paganese 20 32 5 5 22 26 53 -27
Nuvola actions cancel.png 17 Nocerina (-2) 12 32 3 5 24 18 76 -58

Legenda:

      Promossa in Serie B 2014-2015.
Noatunloopsong (nuvola).svg Qualificate ai play-off.
      Escluso dal campionato.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri :
  • Punti negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Differenza reti generale
  • Reti realizzate in generale
  • Sorteggio

Note:

L'Ascoli ha poi scontato 7 punti di penalizzazione.[17]
La Nocerina ha poi scontato 2 punti di penalizzazione.[18]
La Nocerina è stata esclusa dal campionato alla 22ª giornata e retrocessa a tavolino in Eccellenza Campania 2014-2015[19]. Per le partite ancora da disputare la federazione ha deciso di assegnare lo 0-3 a tavolino.[20]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Asc Bar Ben Cat Fro Gro Gub LAq Lec Noc Pag Per Pis Pon Pra Sal Via
Ascoli –––– 0-0 0-3 0-1 0-1 0-1 0-0 1-3 2-5 3-0 3-2 0-1 2-1 2-0 1-1 1-1 2-0
Barletta 1-0 –––– 1-6 0-3 2-1 1-1 0-2 2-2 1-2 0-0 3-2 0-0 0-1 2-2 0-2 0-2 0-2
Benevento 2-0 4-2 –––– 0-0 1-1 3-2 3-0 0-1 4-1 1-0 2-1 1-1 1-1 3-0 3-0 1-2 3-2
Catanzaro 1-1 1-1 1-0 –––– 1-0 1-0 1-1 0-2 0-0 3-0 3-0 1-0 0-0 1-0 0-0 2-2 1-1
Frosinone 2-1 1-0 0-0 3-0 –––– 3-0 2-0 3-0 3-1 3-0 2-1 1-1 1-0 5-0 2-0 2-2 2-1
Grosseto 0-1 0-0 1-1 0-1 1-1 –––– 1-2 1-0 0-1 2-1 1-1 2-0 3-1 2-2 1-3 2-1 2-1
Gubbio 1-0 0-1 2-2 1-1 2-3 0-1 –––– 0-4 1-2 3-0 2-0 0-5 1-0 2-2 1-0 1-1 2-0
L'Aquila 2-1 2-0 2-2 0-0 0-1 1-0 1-2 –––– 0-1 3-0 2-0 0-0 0-1 0-2 0-0 1-1 4-1
Lecce 2-1 0-0 2-0 1-2 2-0 1-0 1-1 1-2 –––– 3-0 2-0 3-4 2-0 3-0 2-0 2-1 3-0
Nocerina 2-2 0-3 0-3 0-4 1-3 1-1 1-2 1-0 0-3 –––– 0-3 2-2 0-2 0-3 0-3 0-3 1-0
Paganese 0-1 2-0 1-1 1-3 1-2 0-2 2-2 0-1 0-1 1-2 –––– 1-4 0-1 1-2 0-1 1-0 0-3
Perugia 3-2 3-0 0-0 2-1 1-0 3-2 2-1 2-1 2-0 2-1 2-1 –––– 0-1 1-0 0-0 1-0 2-1
Pisa 2-1 2-0 2-2 0-0 1-1 0-0 1-0 2-2 1-0 5-2 3-0 2-1 –––– 1-2 5-0 0-0 0-1
Pontedera 5-0 3-1 3-1 0-0 2-1 5-2 3-1 2-3 0-0 2-1 1-1 0-1 2-2 –––– 2-2 2-0 2-2
Prato 0-3 0-0 3-3 0-0 3-3 0-2 0-0 0-0 1-3 4-1 0-1 2-2 1-1 4-2 –––– 3-2 1-0
Salernitana 2-1 3-0 2-1 0-0 1-0 0-1 2-1 0-1 2-1 3-0 1-1 2-2 1-0 1-2 0-2 –––– 1-1
Viareggio 0-0 2-1 2-1 1-1 0-0 0-0 2-2 1-3 2-0 1-1 0-1 0-2 1-2 0-0 0-2 0-5 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (18ª)
1º set. 0-1 Barletta-Pisa 0-2 5 gen.
2-1 Benevento-Paganese 1-1
1-1 Catanzaro-Viareggio 1-1
2-1 Frosinone-Ascoli 1-0
0-0 L'Aquila-Prato 0-0
30 ago. 2-2 Nocerina-Perugia 1-2
1º set. 5-2 Pontedera-Grosseto 2-2
2-1 Salernitana-Lecce 1-2 4 gen.
Riposa: Gubbio
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (19ª)
8 set. 0-0 Ascoli-Barletta 0-1 12 gen.
1-1 Grosseto-Benevento 2-3
1-2 Lecce-L'Aquila 1-0
1-2 Paganese-Pontedera 1-1
2-1 Perugia-Gubbio 5-0
7 set. 1-1 Pisa-Frosinone 0-1 11 gen.
8 set. 0-0 Prato-Catanzaro 0-0 12 gen.
1-1 Viareggio-Nocerina 0-1
Riposa: Salernitana


Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (20ª)
15 set. 0-2 Barletta-Prato 0-0 19 gen.
4-1 Benevento-Lecce 0-2
1-0 Catanzaro-Frosinone 0-3
1-1 Gubbio-Salernitana 1-2
0-1 L'Aquila-Pisa 2-2
1-1 Nocerina-Grosseto 1-2
0-1 Paganese-Ascoli 2-3
2-2 Pontedera-Viareggio 0-0 30 gen.
Riposa: Perugia
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (21ª)
22 set. 1-3 Ascoli-L'Aquila 1-2 26 gen.
1-0 Frosinone-Barletta 1-2
2-0 Grosseto-Perugia 2-3 25 gen.
1-2 Lecce-Catanzaro 0-0 26 gen.
5-2 Pisa-Nocerina 2-0
0-0 Prato-Gubbio 0-1
1-2 Salernitana-Pontedera 0-2
0-1 Viareggio-Paganese 3-0
Riposa: Benevento


Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (22ª)
29 set. 0-2 Barletta-Salernitana 0-3 2 feb.
0-0 Catanzaro-Pisa 0-0
16 ott. 0-1 Gubbio-Grosseto 2-1
29 set. 4-1 L'Aquila-Viareggio 3-1
27 set. 1-3 [20] Nocerina-Frosinone[20] 0-3
29 set. 0-1 Paganese-Prato 1-0
2-0 Perugia-Lecce 4-3
3-1 Pontedera-Benevento 0-3
Riposa: Ascoli
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (23ª)
6 ott. 1-0 Benevento-Nocerina[20] 3-0 9 feb.
2-1 Frosinone-Paganese 2-1
0-1 Grosseto-Ascoli 1-0
0-0 Lecce-Barletta 2-1
1-2 Pisa-Pontedera 2-2
2-2 Prato-Perugia 0-0
0-1 Salernitana-L'Aquila 1-1 8 feb.
2-2 Viareggio-Gubbio 0-2 9 feb.
Riposa: Catanzaro


Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (24ª)
13 ott. 1-1 Ascoli-Salernitana 1-2 16 feb.
2-2 Gubbio-Benevento 0-3
1-0 L'Aquila-Grosseto 0-1
0-4 Nocerina-Catanzaro[20] 0-3
0-1 Paganese-Lecce 0-2
0-1 Perugia-Pisa 1-2
2-2 Pontedera-Prato 2-4
0-0 Viareggio-Frosinone 1-2
Riposa: Barletta
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (25ª)
20 ott. 2-2 Barletta-L'Aquila 0-2 23 feb.
1-1 Benevento-Perugia 0-0 21 feb.
18 ott. 1-1 Catanzaro-Ascoli 1-0 23 feb.
20 ott. 5-0 Frosinone-Pontedera 1-2
1-1 Lecce-Gubbio 2-1
3-0 Pisa-Paganese 1-0
4-1 Prato-Nocerina[20] 3-0
1-1 Salernitana-Viareggio 5-0 22 feb.
Riposa: Grosseto


Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (26ª)
27 ott. 2-5 Ascoli-Lecce 1-2 28 feb.
1-2 Benevento-Salernitana 1-2 2 mar.
1-1 Grosseto-Frosinone 0-3
1-0 Gubbio-Pisa 0-1
2-0 Paganese-Barletta 2-3
2-1 Perugia-Catanzaro 0-1
28 ott. 2-1 Pontedera-Nocerina[20] 3-0
27 ott. 0-2 Viareggio-Prato 0-1
Riposa: L'Aquila
Andata (10ª) Decima giornata Ritorno (27ª)
3 nov. 0-0 Barletta-Perugia 0-3 9 mar.
1-0 Catanzaro-Pontedera 0-0
0-0 Frosinone-Benevento 1-1
2-0 L'Aquila-Paganese 1-0
3-0 Lecce-Viareggio 0-2 7 mar.
1-2 Nocerina-Gubbio[20] 0-3 9 mar.
2-1 Pisa-Ascoli 1-2
1º nov. 0-1 Salernitana-Grosseto 1-2
Riposa: Prato


Andata (11ª) Undicesima giornata Ritorno (28ª)
8 nov. 1-1 Benevento-Pisa 2-2 16 mar.
10 nov. 0-1 Grosseto-Catanzaro 0-1
0-1 Gubbio-Barletta 2-0
2-1 Perugia-L'Aquila 0-0
0-0 Pontedera-Lecce 0-3
3-3 Prato-Frosinone 0-2
3-0 [20] Salernitana-Nocerina[20] 3-0
0-0 Viareggio-Ascoli 0-2
Riposa: Paganese
Andata (12ª) Dodicesima giornata Ritorno (29ª)
16 nov. 2-0 Ascoli-Pontedera 0-5 23 mar.
0-2 Barletta-Viareggio 1-2
2-2 Catanzaro-Salernitana 0-0
2-0 Frosinone-Gubbio 3-2
2-2 L'Aquila-Benevento 1-0
2-0 Lecce-Prato 3-1
1-4 Paganese-Perugia 1-2
0-0 Pisa-Grosseto 1-3 21 mar.
Riposa: Nocerina


Andata (13ª) Tredicesima giornata Ritorno (30ª)
24 nov. 4-2 Benevento-Barletta 6-1 30 mar.
1-1 Grosseto-Paganese 2-0
1-1 Gubbio-Catanzaro 1-1
18 dic. 0-3 Nocerina-Lecce[20] 0-3
24 nov. 3-2 Perugia-Ascoli 1-0
2-3 Pontedera-L'Aquila 2-0
1-1 Prato-Pisa 0-5
1-0 Salernitana-Frosinone 2-2
Riposa: Viareggio
Andata (14ª) Quattordicesima giornata Ritorno (31ª)
1º  dic. 1-1 Ascoli-Prato 3-0 6 apr.
18 dic. 2-2 Barletta-Pontedera 1-3
11 dic. 1-0 Catanzaro-Benevento 0-0
29 nov. 1-2 L'Aquila-Gubbio 4-0
1º  dic. 1-0 Lecce-Grosseto 1-0
30 nov. 1-2 [21] Paganese-Nocerina[20] 3-0
1º  dic. 0-0 Pisa-Salernitana 0-1
0-2 Viareggio-Perugia 1-2
Riposa: Frosinone


Andata (15ª) Quindicesima giornata Ritorno (32ª)
8 dic. 2-0 Benevento-Ascoli 3-0 13 apr.
1-1 Catanzaro-Barletta 3-0
3-1 Frosinone-Lecce 0-2
2-1 Grosseto-Viareggio 0-0
2-0 Gubbio-Paganese 2-2
1-0 Nocerina-L'Aquila[20] 0-3
0-1 Pontedera-Perugia 0-1
0-2 Salernitana-Prato 2-3
Riposa: Pisa
Andata (16ª) Sedicesima giornata Ritorno (33ª)
15 dic. 0-0 Ascoli-Gubbio 0-1 27 apr.
0-0 Barletta-Nocerina[20] 3-0
0-1 L'Aquila-Frosinone 0-3
2-0 Lecce-Pisa 0-1
1-3 Paganese-Catanzaro 0-3
13 dic. 1-0 Perugia-Salernitana 2-2
15 dic. 0-2 Prato-Grosseto 3-1
2-1 Viareggio-Benevento 2-3
Riposa: Pontedera


Andata (17ª) Diciassettesima giornata Ritorno (34ª)
22 dic. 3-0 Benevento-Prato 3-3 4 mag.
0-2 Catanzaro-L'Aquila 0-0
1-1 Frosinone-Perugia 0-1
0-0 Grosseto-Barletta 1-1
2-2 Gubbio-Pontedera 1-3
2-2 Nocerina-Ascoli[20] 0-3
0-1 Pisa-Viareggio 2-1
1-1 Salernitana-Paganese 0-1
Riposa: Lecce

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Preliminari[modifica | modifica wikitesto]
Risultati Luogo e data
Frosinone 2-0 Salernitana Frosinone, 11 maggio 2014
L'Aquila 0-1 Pisa L'Aquila, 11 maggio 2014
Catanzaro 1-2 Benevento Catanzaro, 11 maggio 2014
Lecce 0-0 (8-7 dcr) Pontedera Lecce, 11 maggio 2014
Tabellone (dalle semifinali)[modifica | modifica wikitesto]

Le semifinali sono state disputate il 18 e il 25 maggio, mentre le finali il 1º e il 7 giugno.

Semifinali Finale
            
Pisa 0 1 1
Frosinone 0 2 2
Lecce 1 1 2
Frosinone 1 3 (dts) 4
Benevento 1 0 1
Lecce 1 2 3
Semifinali[modifica | modifica wikitesto]
Risultati Luogo e data
Pisa 0-0 Frosinone Pisa, 18 maggio 2014
Frosinone 2-1 Pisa Frosinone, 25 maggio 2014
Benevento 1-1 Lecce Benevento, 18 maggio 2014
Lecce 2-0 Benevento Lecce, 25 maggio 2014
Finali[modifica | modifica wikitesto]
Risultati Luogo e data
Lecce 1-1 Frosinone Lecce, 1º giugno 2014
Frosinone 3-1 (d.t.s) Lecce Frosinone, 7 giugno 2014

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]
  • Maggior numero di vittorie: Perugia e Lecce (19)
  • Minor numero di vittorie: Nocerina (3)
  • Maggior numero di pareggi: Catanzaro (16)
  • Minor numero di pareggi: Lecce (4)
  • Maggior numero di sconfitte: Nocerina (24)
  • Minor numero di sconfitte: Catanzaro (3)
  • Miglior attacco: Benevento (58 gol fatti)
  • Peggior attacco: Nocerina (18 gol fatti)
  • Miglior difesa: Catanzaro (17 gol subiti)
  • Peggior difesa: Nocerina (76 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Frosinone (+27)
  • Peggior differenza reti: Nocerina (-58)
  • Miglior serie positiva: Perugia (15, dalla 8ª alla 23ª giornata)

Partite

  • Partita con più reti (7):
Pontedera-Grosseto 5-2 (1ª giornata),
Pisa-Nocerina 5-2 (4ª giornata),
Ascoli-Lecce 2-5 (9ª giornata),
Lecce-Perugia 3-4 (22ª giornata),
Benevento-Barletta 6-1 (30ª giornata)
  • Partita con maggiore scarto di gol (5):
Frosinone-Pontedera 5-0 (8ª giornata),
Gubbio-Perugia 0-5 (19ª giornata),
Viareggio-Salernitana 0-5 (25ª giornata),
Pontedera-Ascoli 5-0 (29ª giornata)
Benevento-Barletta 6-1 (30ª giornata),
Pisa-Prato 5-0 (30ª giornata)
  • Giornata con maggior numero di gol: 25 (8ª giornata)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Fonte:[22]

Gol Rigori Giocatore Squadra
17 3 Italia Daniel Ciofani Frosinone
16 2 Italia Felice Evacuo Benevento
15 6 Marocco Rachid Arma Pisa
15 1 Italia Andrea Arrighini Pontedera
15 9 Italia Luigi Grassi Pontedera
14 1 Italia Fabrizio Miccoli Lecce
13 1 Italia Fabio Mazzeo Perugia
13 5 Italia Umberto Eusepi Perugia
12 3 Italia Giordano Fioretti Catanzaro
12 2 Italia Davis Curiale Frosinone

Media spettatori[modifica | modifica wikitesto]

Media spettatori della Lega Pro Prima Divisione 2013-2014 girone B: 2 952 [23]

Club Pos. Media Totale Abbonamenti
Salernitana 1 8 515 136 247 4 736
Perugia 2 7 660 122 552 3 115
Lecce 3 4 654 69 803 2 219
Pisa 4 4 464 71 421 2 172
Benevento 5 3 996 63 942 2 514
Catanzaro 6 3 694 55 407 1 822
Frosinone 7 2 935 44 018 1 449
Ascoli 8 2 598 38 976 281
L'Aquila 9 2 235 33 522 320
Gubbio 10 1 840 27 599 1 104
Barletta 11 1 535 24 557 1 059
Nocerina[24] 12 1 261 11 350 -
Grosseto 13 992 15 872 429
Pontedera 14 951 15 220 125
Viareggio 15 689 11 018 476
Prato 16 665 10 647 112
Paganese 17 633 9 496 200

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ecco come sarà la nuova Lega Pro, in corrieredellosport.it, 03 luglio 2013. URL consultato il 30 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 7 settembre 2013).
  2. ^ LEGA PRO: IL 9 AGOSTO LA PRESENTAZIONE DEI CALENDARI, su lega-pro.com. URL consultato il 30 luglio 2013.
  3. ^ Ad interim.
  4. ^ 4 punti di penalizzazione per violazioni al regolamento CO.VI.SO.C, tuttolegapro.com.
  5. ^ 1 punto di penalizzazione per violazioni al regolamento CO.VI.SO.C, tuttolegapro.com.
  6. ^ A tavolino per delibera del giudice sportivo.
  7. ^ Spostamento dovuto alla coincidente partita in casa del Real Vicenza.
  8. ^ Classifica assist Lega Pro 1 Girone A, lega-pro.com. URL consultato il 19 febbraio 2014.
  9. ^ Statistiche Spettatori Lega Pro 1ª Divisione A 2013-2014, su stadiapostcards.com.
  10. ^ Salernitana-Nocerina choc. Sospesa dopo 20 minuti Archiviato il 13 agosto 2016 in Internet Archive. Corrieredellosport.it
  11. ^ SALERNITANA – NOCERINA 0 – 0 (SOSPESA AL 21′ PT): IL TABELLINO Ussalernitana1919.it
  12. ^ Lega Pro: il derby Salernitana-Nocerina dura solo 20 minuti per gli infortuni e le minacce dei tifosi ospiti sportmediaset.mediaset.it
  13. ^ Nocerina, Lega Pro addio; dieci tesserati squalificati - La Gazzetta dello Sport
  14. ^ Nocerina, respinto l'appello: confermata l'esclusione dal campionato - La Gazzetta dello Sport
  15. ^ Nocerina, il TNAS squalifica per otto mesi Remedi, Kostadinovic e Danti - TMW
  16. ^ Lotito a Granatissimi: “Sanderra persona vera, ha scelto per il bene di Salerno. Mercato aperto in entrata ed in uscita”, granatissimi.com. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  17. ^ 7 punti di penalizzazione: 1 punto per violazione del regolamento CO.VI.SO.C., figc.it. 2 punti per il mancato deposito entro i termini previsti dell'avvenuto pagamento dei contributi Inps e delle ritenute Irpef, su tuttolegapro.com. 1 punto per violazione del regolamento CO.VI.SO.C., figc.it. (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2014). 3 punti per non aver documentato agli Organi federali competenti l'avvenuto pagamento degli emolumenti dovuti ai propri tesserati per le mensilità di Settembre e Ottobre 2013, nei termini stabiliti dalla normativa federale, su picenotime.it.
  18. ^ 2 punti di penalizzazione per violazioni al regolamento CO.VI.SO.C, tuttolegapro.com.
  19. ^ Esclusa dal campionato e retrocessa d'ufficio per illecito sportivo: Nocerina, Lega Pro addio; dieci tesserati squalificati, La Gazzetta dello Sport.
  20. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Decisione della Commissione Disciplinare Nazionale (PDF), figc.it.
  21. ^ Giocata in campo neutro a Pontedera e a porte chiuse.
  22. ^ Classifica assist Lega Pro 1 Girone B, lega-pro.com. URL consultato il 19 febbraio 2014.
  23. ^ Statistiche Spettatori Lega Pro 1ª Divisione B 2013-2014, su stadiapostcards.com.
  24. ^ Dati riferiti alle sole 9 gare giocate dalla squadra

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]