Luigi Apolloni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Luigi Apolloni
Apolloni al Parma nella stagione 1987-1988
Nazionalità Bandiera dell'Italia Italia
Altezza 185 cm
Peso 79 kg
Calcio
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Società Salsomaggiore
Termine carriera 2001 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-19??Lodigiani
Squadre di club1
1983-1984Lodigiani0 (0)
1984-1986Pistoiese35 (0)
1986-1987Reggiana32 (0)
1987-1999Parma304 (8)
1999-2001Verona51 (1)
Nazionale
1994-1996Bandiera dell'Italia Italia15 (1)
Carriera da allenatore
2004-2006ParmaColl. tecnico
2006-2009ModenaVice
2009-2010Modena
2010Grosseto
2012Gubbio
2012-2013Reggiana
2013-2014Gorica
2015Lentigione
2015-2016Parma
2018-2019Modena
2022Felino Felino
2024-Salsomaggiore
Palmarès
 Mondiali di calcio
Argento Stati Uniti 1994
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Luigi Apolloni (Frascati, 2 maggio 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore, tecnico del Salsomaggiore.

Ha giocato per dodici anni con il Parma, con il quale ha vinto numerosi trofei e detiene il record di presenze (385) nelle competizioni ufficiali dei Ducali[1]. Con la nazionale italiana ha preso parte a un Mondiale e a un Europeo; con l'Italia fu vicecampione del mondo al campionato del mondo 1994.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Giocava come difensore centrale[2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la carriera nella Lodigiani nel 1983-1984 in Serie C2, pur senza mai scendere in campo in prima squadra[2], per passare alla Pistoiese[2] nei due anni successivi, dove ha esordito nel calcio professionistico; nel primo anno subisce una retrocessione in Serie C2. Dopo un altro anno in Serie C1 alla Reggiana, è passato nel 1987 al Parma[2] giocando al fianco di Lorenzo Minotti.

Apolloni (a sinistra) in maglia parmense nel campionato 1990-1991, in contrasto sullo juventino Baggio.

Dopo tre stagioni fra i cadetti, nel 1990 ha conquistato la promozione in Serie A. Nel 1991-1992 la vince la Coppa Italia, che permise alla squadra di giocare l'anno successivo in Coppa delle Coppe, arrivando fino alla finale nel 1993-1994. Nel suo palmarès figurano con i ducali un'altra Coppa Italia, una Supercoppa italiana, una Supercoppa europea e due Coppe UEFA nel 1994-1995 e nel 1998-1999[2].

Nel 1996 un infortunio ne compromise la stagione.[senza fonte] Rimase a Parma fino al 1999, senza riconquistare mai il posto da titolare. Passò a ottobre di quell'anno al Verona, con cui chiuse la carriera dopo due stagioni in massima serie, nella seconda delle quali subì 5 espulsioni. In carriera ha totalizzato complessivamente 255 presenze e 7 reti in Serie A.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Apolloni giocò in nazionale sotto la gestione tecnica di Arrigo Sacchi. Ricevette la prima convocazione senza scendere in campo nel settembre 1992 contro i Paesi Bassi ed esordì solamente due anni dopo, il 27 maggio 1994 nell'amichevole Italia-Finlandia (2-0)[3]. Nello stesso anno segnò la sua unica rete in maglia azzurra, durante un'amichevole con la Turchia[4].

Partecipò al Mondiale 1994, dove fu vicecampione del mondo, giocando nelle sfide della fase a gironi contro Norvegia (1-0), entrando al posto dell'infortunato Franco Baresi[5], e Messico (1-1)[6], e nella finale contro il Brasile (0-0) persa per 3-2 dopo i tiri di rigore entrando nel primo tempo al posto di Roberto Mussi[7]. Inoltre fece parte della spedizione azzurra pure all'Europeo 1996. La sua quindicesima e ultima partita in azzurro risale al 1996, una partita amichevole contro la Bosnia ed Erzegovina.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Apolloni rimane all'interno del Parma dapprima come osservatore fino al 2003, e poi come team manager fino al 2004. Il 14 luglio 2005 ritorna a Parma come collaboratore tecnico di Mario Beretta.[8]

Il 6 giugno 2006 viene nominato vice di Daniele Zoratto, suo vecchio compagno di squadra, sulla panchina del Modena.[9] Il 26 gennaio 2009, a seguito del licenziamento di Zoratto, assume l'incarico di responsabile della prima squadra a interim.[10] Raggiunge la salvezza all'ultima giornata di campionato contro la Triestina dopo aver ereditato la squadra ultima in classifica. Il 3 luglio viene annunciata la sua conferma alla guida del Modena per la stagione 2009-2010,[11] in cui conduce i canarini alla salvezza.

Il 23 giugno 2010 diventa tecnico del Grosseto.[12][13] Esordisce in campionato nel pareggio per 0-0 contro l’Ascoli. Il 27 settembre dopo aver raccolto cinque punti nelle prime sei giornate di campionato viene esonerato e sostituito da Francesco Moriero.[14]

Il 2 aprile 2012 diventa l'allenatore del Gubbio in sostituzione dell’esonerato Marco Alessandrini.[15] Al debutto sulla panchina umbra, perde col Cittadella 2-1. Dopo ventisette giorni dal suo insediamento alla guida del club viene annunciato che resterà anche per la successiva stagione.[16] La squadra si classifica al penultimo posto, non riuscendo ad evitare la retrocessione in Lega Pro, sancita con 3 gare d’anticipo. Il 4 giugno le due parti si dividono. Totalizza 1 vittoria 2 pareggi e 6 sconfitte.

Il 28 dicembre 2012 è chiamato a guidare la Reggiana in Lega Pro al posto dell'esonerato Lamberto Zauli.[17] Esordisce nella sconfitta per 2-0 contro la Lumezzane. Il 19 marzo 2013 con la squadra penultimo posto con 22 punti in campionato viene esonerato.[18]

Il 13 giugno nell'ambito della collaborazione tecnica sancita tra Parma e Gorica, diventa allenatore della formazione slovena.[19] Esordisce nella vittoria per 0-1 contro il ND Triglav. Chiude al quarto posto in campionato e vince la Coppa di Slovenia battendo in finale il Maribor per 2-0.[20] Il secondo anno inizia male, viene subito eliminato dal FK Molde al secondo turno dell’Europa League. Il 7 ottobre 2014 dopo aver totalizzato 2 vittorie, 3 pareggi, 7 sconfitte con la squadra all’ottavo posto in campionato, viene esonerato e sostituito da Miran Srebrnič.[21]

Il 20 giugno 2015 diventa allenatore del Lentigione,[22] ma il 3 luglio lascia l'incarico per allenare il nuovo Parma del presidente Nevio Scala, club rifondato, dopo il fallimento decretato dal Tribunale di Parma.[23] Vince il proprio girone con 94 punti con un distacco di 17 punti dalla seconda. Nella poule scudetto esce al triangolare iniziale. Il 22 novembre 2016, a seguito della sconfitta patita in casa per 1-4 contro il Padova e con la squadra al settimo posto in campionato, viene sollevato dall'incarico, così come il responsabile dell'area tecnica Lorenzo Minotti e il direttore sportivo Andrea Galassi.[24][25]

Il 31 maggio 2018 torna sulla panchina del Modena dopo 8 anni.[26] Il 10 gennaio 2019 viene esonerato, pur con la squadra prima in classifica, dopo una serie di prestazioni ritenute al di sotto delle aspettative.[27]

L'8 febbraio 2022 viene ufficializzato come nuovo allenatore del Felino, club emiliano di Eccellenza. Nonostante la retrocessione, il 23 maggio arriva l'annuncio della società di avergli confermato la fiducia per la stagione 2022-23, nella quale il Felino partecipa al campionato di Promozione. Si dimette il 19 dicembre seguente, dopo aver totalizzato 20 punti in 15 partite, con la squadra ferma a sole tre lunghezze dai playout.[28]

Il 13 febbraio 2024 viene nominato nuovo allenatore del Salsomaggiore, squadra che disputa il torneo Emiliano di Eccellenza.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1984-1985 Bandiera dell'Italia Pistoiese C1 2 0 CI+CI-C ? ? - - - - - - 2+ 0+
1985-1986 C2 33 0 CI-C ? ? - - - - - - 33 0
Totale Pistoiese 35 0 ? ? - - - - 35+ 0+
1986-1987 Bandiera dell'Italia Reggiana C1 32 0 CI+CI-C 5+ 0+ - - - - - - 37+ 0+
1987-1988 Bandiera dell'Italia Parma B 36 0 CI 4 0 - - - - - - 40 0
1988-1989 B 31 1 CI 5 0 - - - - - - 36 1
1989-1990 B 34 2 CI 1 0 - - - - - - 35 2
1990-1991 A 32 0 CI 2 0 - - - - - - 34 0
1991-1992 A 32 0 CI 9 0 CU 2 0 - - - 43 0
1992-1993 A 31 0 CI 6 0 CdC 8 0 SI 1 0 46 0
1993-1994 A 30 2 CI 5 0 CdC 8 0 SU 1 0 44 2
1994-1995 A 29 0 CI 7 0 CU 9 0 - - - 45 0
1995-1996 A 26 1 CI 0 0 CdC 5 0 SI 0 0 31 1
1996-1997 A 8 0 CI 1 0 CU 1 0 - - - 10 0
1997-1998 A 14 2 CI 4 0 UCL 1 0 - - - 19 2
1998-1999 A 2 0 CI 0 0 CU 0 0 - - - 2 0
Totale Parma 305 8 44 0 34 0 2 0 385 8
1999-2000 Bandiera dell'Italia Verona A 28 2 CI 1 0 - - - - - - 29 2
2000-2001 A 23 0 CI 2 0 - - - - - - 25 0
Totale Verona 51 2 3 0 - - - - 54 2
Totale carriera 423 10 52+ 0+ 34 0 2 0 511 10+

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
27-5-1994 Parma Italia Bandiera dell'Italia 2 – 0 Bandiera della Finlandia Finlandia Amichevole -
23-6-1994 New York Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera della Norvegia Norvegia Mondiali 1994 - 1º turno - Ingresso al 49’ 49’
28-6-1994 Washington Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera del Messico Messico Mondiali 1994 - 1º turno -
17-7-1994 Los Angeles Brasile Bandiera del Brasile 0 – 0 dts
(3 – 2 dtr)
Bandiera dell'Italia Italia Mondiali 1994 - Finale - Ingresso al 34’ 34’
8-10-1994 Tallinn Estonia Bandiera dell'Estonia 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 1996 - Ingresso al 87’ 87’
21-12-1994 Pescara Italia Bandiera dell'Italia 3 – 1 Bandiera della Turchia Turchia Amichevole 1
29-3-1995 Kiev Ucraina Bandiera dell'Ucraina 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 1996 -
19-6-1995 Losanna Svizzera Bandiera della Svizzera 0 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Centenario Fed.Svizzera - Uscita al 49’ 49’
8-10-1995 Spalato Croazia Bandiera della Croazia 1 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 1996 -
24-1-1996 Terni Italia Bandiera dell'Italia 3 – 0 Bandiera del Galles Galles Amichevole -
29-5-1996 Cremona Italia Bandiera dell'Italia 2 – 2 Bandiera del Belgio Belgio Amichevole -
1-6-1996 Budapest Ungheria Bandiera dell'Ungheria 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
11-6-1996 Liverpool Russia Bandiera della Russia 1 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Euro 1996 - 1º turno -
14-6-1996 Liverpool Rep. Ceca Bandiera della Rep. Ceca 2 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Euro 1996 - 1º turno -  29’
6-11-1996 Sarajevo Bosnia ed Erzegovina Bandiera della Bosnia ed Erzegovina 2 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole - Ingresso al 70’ 70’
Totale Presenze 15 Reti 1

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 19 dicembre 2022. In grassetto le competizioni vinte.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2008-2009 Bandiera dell'Italia Modena B 20 10 5 5 CI - - - - - - - - - - - - - - 20 10 5 5 50,00 subentrato, 15º
2009-2010 B 42 14 12 16 CI 1 0 1 0 - - - - - - - - - - 43 14 13 16 32,56 12º
2010-2011 Bandiera dell'Italia Grosseto B 6 1 2 3 CI 1 1 0 0 - - - - - - - - - - 7 2 2 3 28,57 esonerato
2011-2012 Bandiera dell'Italia Gubbio B 9 1 2 6 CI - - - - - - - - - - - - - - 9 1 2 6 11,11 subentrato, 21º (retr.)
2012-2013 Bandiera dell'Italia Reggiana 1D 9 2 1 6 CI+CI-LP - - - - - - - - - - - - - - 9 2 1 6 22,22 subentrato, esonerato
2013-2014 Bandiera della Slovenia Gorica 1.SNL 36 16 10 10 CS 7 7 0 0 - - - - - - - - - - 43 23 10 10 53,49
2014-2015 1.SNL 12 2 3 7 CS - - - - UEL 2[29] 0 1 1 SS 1 0 0 1 15 2 4 9 13,33 esonerato
Totale Gorica 48 18 13 17 7 7 0 0 2 0 1 1 1 0 0 1 58 25 14 19 43,10
2015-2016 Bandiera dell'Italia Parma D 38 28 10 0 CI-D 2 1 1 0 - - - - - PS[30] 2 0 1 1 42 29 12 1 69,05 (prom.)
2016-2017 LP 14 7 4 3 CI-LP 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 16 8 4 4 50,00 esonerato
Totale Parma 52 35 14 3 4 2 1 1 - - - - 2 0 1 1 58 37 16 5 63,79
2018-2019 Bandiera dell'Italia Modena D 18 11 5 2 CI-D 1 0 0 1 - - - - - - - - - - 19 11 5 3 57,89 esonerato
Totale Modena 80 35 22 23 2 0 1 1 - - - - - - - - 82 35 23 24 42,68
2021-2022 Bandiera dell'Italia Felino Ecc. 11+2[31] 4 3+1 4+1 CI-Dil - - - - - - - - - - - - - - 13 4 4 5 30,77 13º (retr.)
2022-2023 Prom. 15 6 2 7 CI-Dil 1 0 1 0 - - - - - - - - - - 16 6 3 7 37,50 dimiss.
Totale Felino 28 10 6 12 1 0 1 0 - - - - - - - - 29 10 7 12 34,48
Totale carriera 232 102 59 71 15 10 3 2 2 0 1 1 3 0 1 2 252 112 65 75 44,44

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Parma: 1991-1992, 1998-1999
Parma: 1999[32]

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Parma: 1992-1993
Parma: 1993
Parma: 1994-1995, 1998-1999

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Gorica: 2013-2014
Parma: 2015-2016 (girone D)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Buffon, il Parma e quel record da battere, su informazione.it, 15 giugno 2021.
  2. ^ a b c d e Transfermarkt.
  3. ^ (ENRUCS) Italy vs Finland, 27 May 1994, su eu-football.info.
  4. ^ (ENRUCS) Italy vs Turkey, 21 December 1994, su eu-football.info.
  5. ^ (ENRUCS) Italy vs Norway, 23 June 1994, World Cup, su eu-football.info.
  6. ^ (ENRUCS) Mexico vs Italy, 28 June 1994, World Cup, su eu-football.info.
  7. ^ (ENRUCS) Brazil vs Italy, 17 July 1994, World Cup, su eu-football.info.
  8. ^ Melli team manager, torna anche Apolloni, in La Gazzetta dello Sport, 14 luglio 2005.
  9. ^ Ufficiale: Zoratto nuovo allenatore del Modena, su tuttomercatoweb.com, 6 giugno 2006.
  10. ^ Ufficiale: Modena, esonerato Zoratto. Apolloni traghettatore, su tuttomercatoweb.com, 26 gennaio 2009.
  11. ^ Ufficiale: Modena, resta Apolloni in panchina, su tuttomercatoweb.com, 3 luglio 2009.
  12. ^ Esclusiva TMW - Grosseto, Apolloni: "Puntiamo in alto", su tuttomercatoweb.com, 23 giugno 2010.
  13. ^ Esclusiva TMW - Apolloni a Grosseto, domani si firma, su tuttomercatoweb.com, 22 giugno 2010.
  14. ^ Esonerato Luigi Apolloni, su usgrosseto1912.it, 27 settembre 2010. URL consultato il 9 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 13 marzo 2012).
  15. ^ Ufficiale: Gubbio, Luigi Apolloni è il nuovo tecnico, su tuttomercatoweb.com, 2 aprile 2010.
  16. ^ Ufficiale: Gubbio, Apolloni confermato anche la prossima stagione, su tuttomercatoweb.com, 29 aprile 2012.
  17. ^ Reggiana Apolloni nuovo allenatore, su legapro.it, 29 dicembre 2012.
  18. ^ Bosi a Treviso, Reggio svolta, Alessandria: Notaristefano, in La Gazzetta dello Sport, 19 marzo 2013.
  19. ^ Il Parma in Slovenia compra il Nova Gorica e lo affida ad Apolloni, su ilpiccolo.gelocal.it, 12 giugno 2013.
  20. ^ Esclusiva TMW - WyScout, Nova Gorica: tre osservati speciali nella finale di coppa, su tuttomercatoweb.com, 22 maggio 2014.
  21. ^ Ufficiale: Nova Gorica, esonerato Apolloni. Squadra a Srebrnič, su tuttomercatoweb.com, 7 ottobre 2014.
  22. ^ Serie D, Apolloni riparte dal Lentigione, su gianlucadimarzio.com, 20 giugno 2015. URL consultato il 23 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2016).
  23. ^ Apolloni: dopo la maglietta lascia il Lentigione per allenare il Parma, su gazzettadireggio.gelocal.it, 3 luglio 2015.
  24. ^ Sollevati dagli incarichi Minotti, Galassi ed Apolloni. Nevio Scala lascia la presidenza. La prima squadra affidata temporaneamente a Morrone. Domani alle 11 a Collecchio conferenza del Vice Presidente Ferrari, su 2016.parmacalcio1913.com, 22 novembre 2016. URL consultato il 16 febbraio 2021.
  25. ^ Parma, via Apolloni, Minotti, Galassi. Scala lascia. "Amareggiati, altro che calcio diverso", su parma.repubblica.it, 22 novembre 2016. URL consultato il 23 novembre 2016.
  26. ^ Modena riparte da D con Luigi Apolloni, su ansa.it, 31 maggio 2018. URL consultato il 31 maggio 2018.
  27. ^ Modena calcio, esonerato Apolloni. Arriva Bollini, su ilrestodelcarlino.it, 10 gennaio 2019.
  28. ^ Lorenzo Fava, Felino, cambia tutto: si dimette Apolloni. Via anche Maiavacchi - SportParma, su www.sportparma.com, 19 dicembre 2022. URL consultato il 20 dicembre 2022.
  29. ^ Nei turni preliminari.
  30. ^ Poule Scudetto.
  31. ^ Play-out.
  32. ^ In rosa, ma non sceso in campo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]