Luigi Apolloni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luigi Apolloni
Luigi Apolloni.jpg
Apolloni al Parma nella stagione 1987-1988
Nazionalità Italia Italia
Altezza 185 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2001 - giocatore
Carriera
Giovanili
Lodigiani
Squadre di club1
1983-1984Lodigiani0 (0)
1984-1986Pistoiese35 (0)
1986-1987Reggiana32 (0)
1987-1999Parma304 (8)
1999-2001Verona51 (1)
Nazionale
1994-1996 Italia Italia 15 (1)
Carriera da allenatore
2005-2006ParmaColl.Tecnico
2006-2009ModenaVice
2009-2010Modena
2010Grosseto
2012Gubbio
2012-2013Reggiana
2013-2014Gorica
2015Lentigione
2015-2016Parma
2018-2019Modena
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Argento Stati Uniti 1994
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 gennaio 2019

Luigi Apolloni (Frascati, 2 maggio 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Ha giocato per dodici anni con il Parma, con il quale ha vinto numerosi trofei, e con la Nazionale italiana ha preso parte a un Mondiale e a un Europeo. Con l'Italia fu vicecampione del mondo al Mondiale di calcio Usa 1994.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocava come difensore centrale.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la carriera nella Lodigiani nel 1983-1984 in Serie C2, pur senza mai scendere in campo in prima squadra, per passare alla Pistoiese nei due anni successivi, dove ha esordito nel calcio professionistico; nel primo anno subisce una retrocessione in Serie C2. Dopo un altro anno in Serie C1 alla Reggiana, è passato nel 1987 al Parma giocando al fianco di Lorenzo Minotti.

Dopo tre stagioni fra i cadetti, nel 1990 ha conquistato la promozione in Serie A. Nel 1991-1992 la vince la Coppa Italia, che permise alla squadra di giocare l'anno successivo in Coppa delle Coppe, arrivando fino alla finale nel 1993-1994. Nel suo palmarès figurano con i ducali un'altra Coppa Italia, una Supercoppa italiana, una Supercoppa europea e due Coppe UEFA nel 1994-1995 e nel 1998-1999.

Apolloni con i ducali nel 1987, a colloquio con Susic e il tecnico Zeman.

Nel 1996 un infortuniò ne compromise la stagione.[senza fonte] Rimase a Parma fino al 1999, senza riconquistare mai il posto da titolare. Passò a ottobre di quell'anno all'Hellas Verona, con cui chiuse la carriera dopo due stagioni in massima serie, nella seconda delle quali subì 5 espulsioni. In carriera ha totalizzato complessivamente 255 presenze e 7 reti in Serie A.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Apolloni giocò in Nazionale nella gestione Arrigo Sacchi. Ricevette la prima convocazione senza scendere in campo nel settembre 1992 contro i Paesi Bassi ed esordì solamente due anni dopo, il 27 maggio 1994 nell'amichevole Italia-Finlandia (2-0). Nello stesso anno segnò la sua unica rete in maglia azzurra, durante un'amichevole con la Turchia.

Partecipò al Mondiale 1994, dove fu vice-campione del mondo, giocando nella fase a gironi in Italia 1 - Norvegia 0 , Italia 1 - Messico 1 e nella finalissima contro il Brasile ( 0-0 nei 120') persa per 3-2 dopo i calci di rigore. Inoltre fece parte della spedizione azzurra pure all'Europeo 1996. La sua quindicesima e ultima partita in azzurro risale al 1996 (partita amichevole contro la Bosnia ed Erzegovina).

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Apolloni rimane all'interno del Parma come osservatore fino a fine 2003, team manager fino al 2004. Il 14 luglio 2005 ritorna al Parma come collaboratore tecnico di Mario Beretta.[1]

Il 6 giugno 2006 viene nominato vice di Daniele Zoratto, suo vecchio compagno di squadra, sulla panchina del Modena.[2] Il 26 gennaio 2009, a seguito del licenziamento di Zoratto, assume l'incarico di responsabile della prima squadra a interim.[3] Raggiunge la salvezza all'ultima giornata di campionato contro la Triestina dopo aver ereditato la squadra ultima in classifica. Il 3 luglio viene annunciata la sua conferma alla guida del Modena per la stagione 2009-2010,[4] in cui conduce i canarini alla salvezza.

Il 23 giugno 2010 diventa tecnico del Grosseto.[5][6] Esordisce in campionato nel pareggio per 0-0 contro l’Ascoli. Il 27 settembre dopo aver raccolto cinque punti nelle prime sei giornate di campionato viene esonerato e sostituito da Francesco Moriero.[7]

Il 2 aprile 2012 diventa l'allenatore del Gubbio in sostituzione dell’esonerato Marco Alessandrini.[8] Al debutto sulla panchina umbra, perde col Cittadella 2-1. Dopo ventisette giorni dal suo insediamento alla guida del club viene annunciato che resterà anche per la prossima stagione.[9] Si classifica penultimo posto e ottiene la retrocessione in Lega Pro con 3 gare d’anticipo. Il 4 giugno le due parti si dividono. Totalizza 1 vittoria 2 pareggi e 6 sconfitte.

Il 28 dicembre 2012 è chiamato a guidare la Reggiana in Lega Pro al posto dell'esonerato Lamberto Zauli.[10] Esordisce nella sconfitta per 2-0 contro la Lumezzane. Il 19 marzo 2013 con la squadra penultimo posto con 22 punti in campionato viene esonerato.[11]

Il 13 giugno nell'ambito della collaborazione tecnica sancita tra Parma e Gorica, diventa allenatore della formazione slovena.[12] Esordisce nella vittoria per 0-1 contro il ND Triglav. Chiude al quarto posto in campionato e vince la Coppa di Slovenia battendo in finale il Maribor per 2-0.[13] Il secondo anno inizia male, viene subito eliminato dal FK Molde al secondo turno dell’Europa League. Il 7 ottobre 2014 dopo aver totalizzato 2 vittorie, 3 pareggi, 7 sconfitte con la squadra all’ottavo posto in campionato, viene esonerato e sostituito da Miran Srebrnič.[14]

Il 20 giugno 2015 diventa allenatore del Lentigione,[15] ma il 3 luglio lascia l'incarico per allenare il nuovo Parma del presidente Nevio Scala, club rifondato, dopo il fallimento decretato dal Tribunale di Parma.[16] Vince il proprio girone con 94 punti con un distacco di 17 punti dalla seconda. Nella poule scudetto esce al triangolare iniziale. Il 22 novembre 2016, a seguito della sconfitta patita in casa per 1-4 contro il Padova e con la squadra al settimo posto in campionato, viene sollevato dall'incarico, così come il responsabile dell'area tecnica Lorenzo Minotti e il direttore sportivo Andrea Galassi.[17]

Il 31 maggio 2018 torna sulla panchina del Modena dopo 8 anni.[18] Il 10 gennaio 2019 viene esonerato con la squadra prima in classifica a causa delle prestazioni al di sotto delle aspettative[19].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 6 gennaio 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Vittorie %
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2008-2009 Italia Modena B 20 10 5 5 CI - - - - - - - - - - - - - - 20 10 5 5 50,00
2009-2010 B 42 14 12 16 CI 1 0 1 0 - - - - - - - - - - 43 14 13 16 32,56
2010-2011 Italia Grosseto B 6 1 2 3 CI 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 8 2 2 4 25,00
2011-2012 Italia Gubbio B 9 1 2 6 CI - - - - - - - - - - - - - - 9 1 2 6 11,11
2012-2013 Italia Reggiana LP-1D 10 2 2 6 CI+CI-LP - - - - - - - - - - - - - - 10 2 2 6 20,00
2013-2014 Slovenia Gorica PSNL 36 16 10 10 PNZS 7 7 0 0 - - - - - - - - - - 43 23 10 10 53,49
2015-2016 Italia Parma D 38+2[20] 28 10+1[20] 0+1[20] CI-D 2 1 1 0 - - - - - - - - - - 42 29 12 1 69,05
2016-2017 LP 14 7 4 3 CI-LP 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 16 8 4 4 50,00
Totale Parma 52+2 35 14+1 3+1 4 2 1 1 - - - - - - - - 58 37 16 5 63,79
2018-2019 Italia Modena D 18 11 5 2 CI-D 1 0 0 1 - - - - - - - - - - 19 11 5 3 57,89
Totale Modena 80 35 22 23 2 0 1 1 - - - - - - - - 82 35 23 24 42,68
Totale carriera 193+2 88 52+1 51+1 15 10 2 3 - - - - - - - - 210 100 55 55 47,62

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
27-5-1994 Parma Italia Italia 2 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole -
23-6-1994 New York Italia Italia 1 – 0 Norvegia Norvegia Mondiali 1994 - 1º turno - Ingresso al 49’ 49’
28-6-1994 Washington Italia Italia 1 – 1 Messico Messico Mondiali 1994 - 1º turno -
17-7-1994 Los Angeles Brasile Brasile 0 – 0 dts
(3-2 dcr)
Italia Italia Mondiali 1994 - Finale - Ingresso al 34’ 34’
8-10-1994 Tallinn Estonia Estonia 0 – 2 Italia Italia Qual. Euro 1996 - Ingresso al 87’ 87’
21-12-1994 Pescara Italia Italia 3 – 1 Turchia Turchia Amichevole 1
29-3-1995 Kiev Ucraina Ucraina 0 – 2 Italia Italia Qual. Euro 1996 -
19-6-1995 Losanna Svizzera Svizzera 0 – 1 Italia Italia Centenario Fed.Svizzera - Uscita al 49’ 49’
8-10-1995 Spalato Croazia Croazia 1 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1996 -
24-1-1996 Terni Italia Italia 3 – 0 Galles Galles Amichevole -
29-5-1996 Cremona Italia Italia 2 – 2 Belgio Belgio Amichevole -
1-6-1996 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 2 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
11-6-1996 Liverpool Russia Russia 1 – 2 Italia Italia Euro 1996 - 1º turno -
14-6-1996 Liverpool Rep. Ceca Rep. Ceca 2 – 1 Italia Italia Euro 1996 - 1º turno - Red card.svg 29’
6-11-1996 Sarajevo Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina 2 – 1 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 70’ 70’
Totale Presenze 15 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Parma: 1991-1992, 1998-1999
Parma: 1999[21]

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Parma: 1992-1993
Parma: 1993
Parma: 1994-1995, 1998-1999

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Gorica: 2013-2014

Competizioni Interregionali[modifica | modifica wikitesto]

Parma: 2015-2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Melli team manager Torna anche Apolloni, gazzetta.it, 14 luglio 2005.
  2. ^ Ufficiale: Zoratto nuovo allenatore del Modena, tuttomercatoweb.com, 6 giugno 2006.
  3. ^ Ufficiale: Modena, esonerato Zoratto. Apolloni traghettatore, tuttomercatoweb.com, 26 gennaio 2009.
  4. ^ Ufficiale: Modena, resta Apolloni in panchina, tuttomercatoweb.com, 3 luglio 2009.
  5. ^ Esclusiva TMW - Grosseto, Apolloni: "Puntiamo in alto", tuttomercatoweb.com, 23 giugno 2010.
  6. ^ Esclusiva TMW - Apolloni a Grosseto, domani si firma, tuttomercatoweb.com, 22 giugno 2010.
  7. ^ Esonerato Luigi Apolloni, usgrosseto1912.it, 27 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).
  8. ^ Ufficiale: Gubbio, Luigi Apolloni è il nuovo tecnico, tuttomercatoweb.com, 2 aprile 2010.
  9. ^ Ufficiale: Gubbio, Apolloni confermato anche la prossima stagione, tuttomercatoweb.com, 29 aprile 2012.
  10. ^ Reggiana Apolloni nuovo allenatore, legapro.it, 29 dicembre 2012.
  11. ^ Bosi a Treviso Reggio svolta Alessandria: Notaristefano, gazzetta.it, 19 marzo 2013.
  12. ^ Il Parma in Slovenia compra il Nova Gorica e lo affida ad Apolloni, su ilpiccolo.gelocal.it, 12 giugno 2013.
  13. ^ Esclusiva TMW - WyScout, Nova Gorica: tre osservati speciali nella finale di coppa, tuttomercatoweb.com, 22 maggio 2014.
  14. ^ Ufficiale: Nova Gorica, esonerato Apolloni. Squadra a Srebrnič, tuttomercatoweb.com, 7 ottobre 2014.
  15. ^ Serie D, Apolloni riparte dal Lentigione, in gianlucadimarzio.com, 20 giugno 2015. URL consultato il 23 novembre 2016.
  16. ^ Apolloni: dopo la maglietta lascia il Lentigione per allenare il Parma, gazzettadireggio, 3 luglio 2015.
  17. ^ Parma, via Apolloni, Minotti, Galassi. Scala lascia. "Amareggiati, altro che calcio diverso", in Repubblica.it, 22 novembre 2016. URL consultato il 23 novembre 2016.
  18. ^ Modena riparte da D con Luigi Apolloni - Emilia-Romagna, in ANSA.it, 31 maggio 2018. URL consultato il 31 maggio 2018.
  19. ^ Modena calcio, esonerato Apolloni. Arriva Bollini, su il Resto del Carlino, 10 gennaio 2019.
  20. ^ a b c Poule Scudetto.
  21. ^ In rosa, ma non sceso in campo

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]