Parma Associazione Calcio 2003-2004

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Parma Football Club.

Parma Associazione Calcio
Stagione 2003-2004
AllenatoreItalia Cesare Prandelli
PresidenteItalia Stefano Tanzi
Serie A5º posto (in Coppa UEFA)
Coppa ItaliaQuarti di finale
Coppa UEFASedicesimi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Gilardino (34)
Miglior marcatoreCampionato: Gilardino (23)
Maggior numero di spettatori23 663 vs. Milan (9 novembre 2003)
Minor numero di spettatori11 463 vs. Reggina (20 dicembre 2003)
Media spettatori15 904[1]¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 16 maggio 2004

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

L'estate 2003 portò alla cessione di Adrian Mutu al Chelsea.[2] Durante il girone di andata del campionato i ducali si giovarono delle reti di Adriano,[3][4] che rientrò all'Inter a gennaio: proprio i nerazzurri furono sconfitti per 1-0 alla 16ª giornata.[5] L'addio del brasiliano spianò la strada all'esplosione di Alberto Gilardino, autore di numerose reti.[6] Il testa a testa con i milanesi conobbe l'epilogo nelle ultime domeniche, con lo scontro diretto vinto dalla squadra di Zaccheroni: marcatore fu proprio Adriano, con un gol su punizione.[7] La successiva vittoria sull'Udinese non bastò per raggiungere il quarto posto: vincendo 3-2 a Empoli, l'Inter si assicurò la qualificazione alla Champions League.[8] Il Parma accedette così alla Coppa UEFA.

Il 24 giugno 2004, la società cessa di esistere: per scongiurare il rischio di fallimento, in seguito al Crac Parmalat, assume la denominazione di Parma Football Club.

Maglie e sponsor[9][modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Francia P Sébastien Frey
2 Italia D Sebastiano Girelli
3 Italia D Antonio Benarrivo
4 Croazia D Anthony Šerić
5 Italia D Daniele Bonera
6 Italia D Giuseppe Cardone
7 Giappone C Hidetoshi Nakata
7 Romania A Ianis Zicu
8 Italia C Simone Barone
9 Brasile A Adriano
11 Italia A Alberto Gilardino
13 Argentina D Gabriel Gaston Oyola
14 Italia D Marcello Castellini
15 Italia C Marco Donadel
16 Brasile D Junior
17 Italia C Emanuele Filippini
18 Italia A Benito Carbone
19 Italia A Gaetano Grieco
19 Italia D Alessandro Potenza
N. Ruolo Giocatore
20 Italia C Alessandro Rosina
21 Italia D Matteo Ferrari
22 Italia P Giordano Vanin
23 Australia C Mark Bresciano
24 Italia P Vincenzo Sicignano
25 Italia A Alex Gibbs
26 Guinea D Ibrahima Sory Camara
27 Italia A Tonino Sorrentino
28 Italia D Paolo Cannavaro
29 Colombia C Jorge Bolaño
30 Italia C Manuele Blasi
31 Italia C Paolo Ruffini
32 Italia C Marco Marchionni
Italia P Marco Amelia
Italia D Mirko Stefani
Colombia C Johnnier Montaño
38 Italia A Fabrizio Cammarata
37 Italia A Daniele Degano

Divise[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2003-2004.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Bologna
31 agosto 2003
1ª giornata
Bologna2 – 2
referto
ParmaStadio Renato Dall'Ara (21.414 spett.)
Arbitro:  Bolognino

Parma
14 settembre 2003
2ª giornata
Parma3 – 0
referto
PerugiaStadio Ennio Tardini (13.815 spett.)
Arbitro:  Saccani

Roma
21 settembre 2003
3ª giornata
Lazio2 – 3
referto
ParmaStadio Olimpico (48.500 spett.)
Arbitro:  Bolognino

Parma
28 settembre 2003
4ª giornata
Parma1 – 1
referto
SienaStadio Ennio Tardini (15.412 spett.)
Arbitro:  Messina

Parma
5 ottobre 2003
5ª giornata
Parma1 – 0
referto
SampdoriaStadio Ennio Tardini (18.102 spett.)
Arbitro:  Cassarà

Roma
19 ottobre 2003
6ª giornata
Roma2 – 0
referto
ParmaStadio Olimpico (54.531 spett.)
Arbitro:  Collina

Parma
26 ottobre 2003
7ª giornata
Parma3 – 0
referto
ModenaStadio Ennio Tardini (16.938 spett.)
Arbitro:  Rodomonti

Brescia
2 novembre 2003
8ª giornata
Brescia2 – 3
referto
ParmaStadio Mario Rigamonti (13.724 spett.)
Arbitro:  Bertini

Parma
9 novembre 2003
9ª giornata
Parma0 – 0
referto
MilanStadio Ennio Tardini (23.663 spett.)
Arbitro:  Collina

Empoli
23 novembre 2003
10ª giornata
Empoli1 – 0
referto
ParmaStadio Carlo Castellani (4.663 spett.)
Arbitro:  Bertini

Parma
30 novembre 2003
11ª giornata
Parma3 – 1
referto
ChievoStadio Ennio Tardini (12.414 spett.)
Arbitro:  Morganti

Lecce
7 dicembre 2003
12ª giornata
Lecce1 – 2
referto
ParmaStadio Via del Mare (10.633 spett.)
Arbitro:  Bergonzi

Torino
14 dicembre 2003
13ª giornata
Juventus4 – 0
referto
ParmaStadio delle Alpi (31.768 spett.)
Arbitro:  Paparesta

Parma
20 dicembre 2003
14ª giornata
Parma1 – 2
referto
RegginaStadio Ennio Tardini (11.463 spett.)
Arbitro:  Saccani

Ancona
6 gennaio 2004
15ª giornata
Ancona0 – 2
referto
ParmaStadio Del Conero (10.433 spett.)
Arbitro:  De Santis

Parma
10 gennaio 2004
16ª giornata
Parma1 – 0
referto
InterStadio Ennio Tardini (22.302 spett.)
Arbitro:  Bertini

Udine
17 gennaio 2004
17ª giornata
Udinese1 – 1
referto
ParmaStadio Friuli (15.012 spett.)
Arbitro:  Pellegrino

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Parma
25 gennaio 2004
18ª giornata
Parma0 – 0
referto
BolognaStadio Ennio Tardini (14.251 spett.)
Arbitro:  Bergonzi

Perugia
1º febbraio 2004
19ª giornata
Perugia2 – 2
referto
ParmaStadio Renato Curi (8.835 spett.)
Arbitro:  Rosetti

Parma
8 febbraio 2004
20ª giornata
Parma0 – 3
referto
LazioStadio Ennio Tardini (14.208 spett.)
Arbitro:  Dattilo

Siena
15 febbraio 2004
21ª giornata
Siena1 – 2
referto
ParmaStadio Artemio Franchi (9.941 spett.)
Arbitro:  Rosetti

Genova
21 febbraio 2004
22ª giornata
Sampdoria1 – 2
referto
ParmaStadio Luigi Ferraris (23.436 spett.)
Arbitro:  Farina

Parma
29 febbraio 2004
23ª giornata
Parma1 – 4
referto
RomaStadio Ennio Tardini (19.031 spett.)
Arbitro:  Collina

Modena
6 marzo 2004
24ª giornata
Modena2 – 2
referto
ParmaStadio Alberto Braglia (14.247 spett.)
Arbitro:  Pieri

Parma
14 marzo 2004
25ª giornata
Parma2 – 2
referto
BresciaStadio Ennio Tardini (13.992 spett.)
Arbitro:  Dondarini

Milano
20 marzo 2004
26ª giornata
Milan3 – 1
referto
ParmaStadio Giuseppe Meazza (63.433 spett.)
Arbitro:  Farina

Parma
28 marzo 2004
27ª giornata
Parma4 – 0
referto
EmpoliStadio Ennio Tardini (12.995 spett.)
Arbitro:  Rizzoli

Verona
4 aprile 2004
28ª giornata
Chievo0 – 2
referto
ParmaStadio Marcantonio Bentegodi (11.047 spett.)
Arbitro:  Farina

Parma
10 aprile 2004
29ª giornata
Parma3 – 1
referto
LecceStadio Ennio Tardini (13.095 spett.)
Arbitro:  Pieri

Parma
18 aprile 2004
30ª giornata
Parma2 – 2
referto
JuventusStadio Ennio Tardini (20.501 spett.)
Arbitro:  Trefoloni

Reggio Calabria
25 aprile 2004
31ª giornata
Reggina1 – 1
referto
ParmaStadio Oreste Granillo (19.165 spett.)
Arbitro:  Pellegrino

Parma
2 maggio 2004
32ª giornata
Parma3 – 1
referto
AnconaStadio Ennio Tardini (12.755 spett.)
Arbitro:  Dondarini

Milano
9 maggio 2004
33ª giornata
Inter1 – 0
referto
ParmaStadio Giuseppe Meazza (64.112 spett.)
Arbitro:  Rosetti

Parma
16 maggio 2004
34ª giornata
Parma4 – 3
referto
UdineseStadio Ennio Tardini (15.435 spett.)
Arbitro:  Trefoloni

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2003-2004.

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Venezia
3 dicembre 2003
Andata
Venezia0 – 2
referto
ParmaStadio Pier Luigi Penzo
Arbitro:  Tombolini

Parma
17 dicembre 2003
Ritorno
Parma0 – 1
referto
VeneziaStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Gabriele

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Roma
14 gennaio 2004
Andata
Lazio2 – 0
referto
ParmaStadio Olimpico
Arbitro:  Pellegrino

Parma
20 gennaio 2004
Ritorno
Parma1 – 1
referto
LazioStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Morganti

Coppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 2003-2004.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Donec'k
24 settembre 2003
Andata
Metalurh Donec'k1 – 1
referto
ParmaStadio RSK Olimpiyskyi
Arbitro: Danimarca Tonny Kolbech Poulsen

Parma
15 ottobre 2003
Ritorno
Parma3 – 0
referto
Metalurh Donec'kStadio Ennio Tardini
Arbitro: Svezia Leif Sundell

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Linz
6 novembre 2003
Andata
Salisburgo0 – 4
referto
ParmaStadio Linzer
Arbitro: Spagna Eduardo Iturralde González

Parma
27 novembre 2003
Ritorno
Parma5 – 0
referto
SalisburgoStadio Ennio Tardini
Arbitro: Russia Nikolay Ivanov

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Parma
26 febbraio 2004
Andata
Parma0 – 1
referto
GençlerbirliğiStadio Ennio Tardini
Arbitro: Germania Wolfgang Stark

Ankara
3 marzo 2004
Ritorno
Gençlerbirliği3 – 0
referto
ParmaStadio Ankara 19 Mayıs
Arbitro: Francia Eric Poulat

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 58 17 9 5 3 32 20 17 7 5 5 25 26 34 16 10 8 57 46 −10
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 2 0 1 1 1 2 2 1 0 1 2 2 4 1 1 2 3 4 -1
Coppauefa.png Coppa UEFA - 3 2 0 1 8 1 3 1 1 1 5 4 6 3 1 2 13 5 +8
Totale - 22 11 6 5 41 23 22 9 6 7 32 32 44 20 12 12 73 55 +18

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Spettatori Serie A 2003-2004, stadiapostcards.com. URL consultato il 28 giugno 2014.
  2. ^ Livia Taglioli, Mutu al Chelsea, affare fatto, in La Gazzetta dello Sport, 9 agosto 2003.
  3. ^ Bologna e Parma danno spettacolo due gol per parte e tanto gioco, in Repubblica.it, 31 agosto 2003.
  4. ^ Il Parma affonda il Perugia Al Tardini finisce 3-0, in Repubblica.it, 14 settembre 2003.
  5. ^ Parma, con cuore e orgoglio Inter, rabbia e troppi errori, in Repubblica.it, 10 gennaio 2004.
  6. ^ Gilardino è incontenibile Il Parma stende anche il Lecce, in Repubblica.it, 10 aprile 2004.
  7. ^ Gran gol di Adriano l'Inter prenota la Champions, in Repubblica.it, 9 maggio 2004.
  8. ^ Il poker di Gilardino non basta al Parma Udinese k.o, ma in Champions va l'Inter, in Repubblica.it, 16 maggio 2004.
  9. ^ 2003-04, su storiadelparmacalcio.com. URL consultato il 24 febbraio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio