Jaap Stam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jaap Stam
Jaap Stam met fan cropped.jpg
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 191[1] cm
Peso 92[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2007 - giocatore
Carriera
Giovanili
1988-1992 600px Nero e Giallo (Strisce).png DOS Kampen
Squadre di club1
1992-1993 Zwolle 32 (1)
1993-1995 Cambuur 66 (4)
1995 Willem II 19 (1)
1996-1998 PSV 76 (11)
1998-2001 Manchester Utd 79 (1)
2001-2004 Lazio 70 (3)
2004-2006 Milan 42 (1)
2006-2007 Ajax 31 (2)[2]
Nazionale
1996-2004 Paesi Bassi Paesi Bassi 66 (3)
Carriera da allenatore
2009 Zwolle Interim
2010-2013 Zwolle Vice
2011-2012 Ajax Giovanili
2013-2014 Ajax Assistente
2014-2016 Jong Ajax
2016-2018 Reading
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 marzo 2018

Jakob Stam, detto Jaap (Kampen, 17 luglio 1972), è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore olandese, di ruolo difensore.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era un centrale di difesa che all'occorrenza poteva giocare anche terzino destro.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Ha cominciato la sua carriera calcistica dalle giovanili della squadra olandese DOS Kampen. Nell'estate del 1992 ha firmato un contratto con lo Zwolle, squadra in cui ha militato per una stagione disputando 32 incontri e mettendo a segno una rete. Dal 1993 al 1995 ha vestito i colori del Cambuur Leeuwarden totalizzando 66 presenze e quattro reti. Nel 1995 passa al Willem II giocando 19 partite e segnando una rete.

Dopo due stagioni, 76 presenze e 11 reti al PSV, abbandona il campionato olandese e si trasferisce in Inghilterra al Manchester Utd. Nella stagione 1998-1999 il Manchester vince il campionato, la Coppa dei Campioni e l'FA Cup, inanellando fra l'altro una serie record di quarantacinque incontri consecutivi senza sconfitte (dal 24 dicembre 1998 al 3 ottobre 1999). Nelle due stagioni seguenti il palmarès del difensore si arricchisce di un'altra vittoria (1999-2000) della Premier League.

L'esperienza inglese termina nell'agosto 2001 quando viene acquistato dalla Lazio, nei suoi primi 6 mesi colleziona solo 5 presenze: infatti il 13 ottobre 2001 a seguito di un controllo antidoping dopo la partita Atalanta-Lazio l'olandese risulta positivo al nandrolone e, il 24 gennaio viene condannato a cinque mesi di squalifica[4] ridotti, in seguito, a quattro dalla Commissione d'Appello Federale. Nonostante questo episodio, nelle tre stagioni in cui ha militato nelle file della Lazio, ha mostrato al pubblico italiano le proprie capacità tecniche basate sulla notevole prestanza fisica, abbinata ad una buona tecnica soprattutto nell'impostazione del gioco e nel possesso palla. Nella fase offensiva ha evidenziato ottime capacità balistiche nei calci di punizione battuti prevalentemente rasoterra. Il suo periodo biancoceleste si conclude con 70 presenze e 3 reti in campionato. A maggio chiude l'esperienza romana con la conquista della Coppa Italia 2003-2004.

All'inizio della stagione 2004-2005 si trasferisce al Milan. Nel quarto di finale della Champions League 2004-2005 realizza il primo gol in maglia rossonera, portando in vantaggio la propria squadra nel derby contro l'Inter (la partita finì poi 2-0).[5].

Per la stagione 2006-2007 si accasa all'Ajax. Il 29 ottobre 2007 risolve il contratto con l'Ajax e annuncia il suo ritiro dal calcio giocato. Il trentacinquenne difensore ha deciso di accelerare i tempi rispetto alla scadenza naturale del contratto, prevista per giugno, a causa di continui problemi fisici.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1996 e il 2004 ha militato nella nazionale olandese, prendendo parte a tre Europei (1996, 2000 e 2004) e un Mondiale (Campionato mondiale di calcio 1998). Conta 66 presenze e 3 reti.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver ricoperto per tre anni (dal 2008[6] al 2011) il ruolo di osservatore per il Manchester Utd, intraprende la carriera da allenatore.

Il 30 ottobre 2009 dopo le dimissioni di Jen Everse diventa tecnicoad interim del Zwolle, fino al 31 dicembre. Dal 1º gennaio 2010 viene nominato insieme a Claus Boekweg vice di Art Langeler alla guida del Zwolle[7].

Il 1º luglio 2011 entra nel team del settore giovanile dell'Ajax[8].

Dal 1º luglio 2013 fa parte dello staff della prima squadra allenata da Frank de Boer come assistente tecnico, mentre il 28 maggio 2014 viene annunciato che dal 1º luglio diventa allenatore insieme ad Andries Ulderink dello Jong Ajax.

Il 13 giugno 2016 viene nominato nuovo tecnico del Reading, squadra militante in Championship, diventando il primo allenatore non inglese della storia del club.[9] Raggiunge la finale play-off, perdendo contro l'Huddersfield Town. Si dimette il 21 marzo 2018, con la squadra al ventesimo posto, dopo aver vinto soltanto una delle ultime 18 partite.[10]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 20 ottobre 2007.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1998-1999 Inghilterra Manchester United PL 30 1 FACup+CdL 7+0 0 UCL 13[11] 0 CS 1 0 51 1
1999-2000 PL 33 0 FACup+CdL 0 0 UCL 13 0 CS+SU+CInt+Cmc 1+1+1+2 0 51 0
2000-2001 PL 15 0 FACup+CdL 1+0 0 UCL 6 0 CS 1 0 23 0
ago. 2001 PL 1 0 FACup+CdL 0 0 UCL 0 0 CS 1 0 2 0
Totale Manchester United 79 1 8 0 32 0 8 0 127 1
ago. 2001-2002 Italia Lazio A 13 1 CI 0 0 UCL 5 0 - - - 18 1
2002-2003 A 28 0 CI 2 0 CU 4 0 - - - 34 0
2003-2004 A 29 2 CI 6 0 UCL 7[11] 1 - - - 42 3
Totale Lazio 70 3 8 0 16 1 - - 94 4
2004-2005 Italia Milan A 17 0 CI 2 0 UCL 8 1 SI 1 0 29 1
2005-2006 A 25 1 CI 3 0 UCL 9 0 - - - 37 1
Totale Milan 42 1 5 0 17 1 1 0 65 2
2006-2007 Paesi Bassi Ajax ED 25+2[12] 1 CO 4 1 UCL+CU 2[13]+7 0 SO 1 0 41 2
2007-2008 ED 6 0 CO 0 0 UCL+CU 2[13]+2 0 SO 1 0 11 0
Totale Ajax 31+2 1 4 1 13 0 2 0 52 2
Totale carriera 222+2 6 25 1 78 2 11 0 338 9

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Paesi Bassi
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
24/04/1996 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Germania Germania Amichevole -
31/08/1996 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 2 Brasile Brasile Amichevole -
9/11/1996 Eindhoven Paesi Bassi Paesi Bassi 7 – 1 Galles Galles Qual. Mondiali 1998 -
14/12/1996 Bruxelles Belgio Belgio 0 – 3 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 1998 -
26/02/1997 Parigi Francia Francia 2 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
29/03/1997 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 4 – 0 San Marino San Marino Qual. Mondiali 1998 -
2/04/1997 Bursa Turchia Turchia 0 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 1998 -
30/04/1997 Serravalle San Marino San Marino 0 – 6 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 1998 -
6/09/1997 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 1 Belgio Belgio Qual. Mondiali 1998 1
11/10/1997 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Turchia Turchia Qual. Mondiali 1998 -
21/02/1998 Miami Stati Uniti Stati Uniti 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
27/05/1998 Arnhem Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Camerun Camerun Amichevole -
1/06/1998 Eindhoven Paesi Bassi Paesi Bassi 5 – 1 Argentina Argentina Amichevole -
5/06/1998 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 5 – 1 Nigeria Nigeria Amichevole -
13/06/1998 Saint-Denis Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Belgio Belgio Mondiali 1998 - 1º turno -
20/06/1998 Marsiglia Paesi Bassi Paesi Bassi 5 – 0 Corea del Sud Corea del Sud Mondiali 1998 - 1º turno -
25/06/1998 Saint-Étienne Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 2 Messico Messico Mondiali 1998 - 1º turno -
29/06/1998 Toulouse Jugoslavia Jugoslavia 1 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1998 - Ottavi di finale -
4/07/1998 Marsiglia Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 1 Argentina Argentina Mondiali 1998 - Quarti di finale -
7/07/1998 Marsiglia Brasile Brasile 1 – 1
(4-2 dcr)
Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1998 - Semifinale -
11/07/1998 Parigi Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 2 Croazia Croazia Mondiali 1998 - Finale 3º posto -
10/10/1998 Eindhoven Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Perù Perù Amichevole 1
13/10/1998 Arnhem Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Ghana Ghana Amichevole -
18/11/1998 Gelsenkirchen Germania Germania 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
10/02/1999 Setúbal Portogallo Portogallo 0 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
18/08/1999 Copenaghen Danimarca Danimarca 0 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
4/09/1999 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 5 – 5 Belgio Belgio Amichevole -
13/11/1999 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Amichevole 1
23/02/2000 Utrecht Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 1 Irlanda Irlanda Amichevole -
29/03/2000 Liverpool Inghilterra Inghilterra 2 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
27/05/2000 Eindhoven Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 1 Romania Romania Amichevole -
4/06/2000 Ginevra Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Polonia Polonia Amichevole -
11/06/2000 Amsterdam Cecoslovacchia Cecoslovacchia 0 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 2000 - 1º turno -
16/06/2000 Rotterdam Danimarca Danimarca 0 – 3 Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 2000 - 1º turno -
21/06/2000 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 2 Francia Francia Euro 2000 - 1º turno -
25/06/2000 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 6 – 1 Jugoslavia Jugoslavia Euro 2000 - Quarti di finale -
29/06/2000 Amsterdam Italia Italia 0 – 0
(3-1 dcr)
Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 2000 - Semifinale -
28/02/2001 Tunisi Tunisia Tunisia 0 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
24/03/2001 Barcellona Andorra Andorra 0 – 5 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2002 -
28/03/2001 Funchal Portogallo Portogallo 2 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2002 -
15/08/2001 Göteborg Svezia Svezia 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
1/09/2001 Dublino Irlanda Irlanda 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 2002 -
5/09/2001 Eindhoven Paesi Bassi Paesi Bassi 5 – 0 Estonia Estonia Qual. Mondiali 2002 -
10/11/2001 Scutari Albania Albania 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
27/03/2002 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 0 Spagna Spagna Amichevole -
19/05/2002 Boston Stati Uniti Stati Uniti 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
7/09/2002 Utrecht Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 0 Bielorussia Bielorussia Qual. Euro 2004 -
16/10/2002 Vienna Austria Austria 0 – 3 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2004 -
20/11/2002 Kaiserslautern Germania Germania 1 – 3 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
12/02/2003 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 0 Argentina Argentina Amichevole -
29/03/2003 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Euro 2004 -
2/04/2003 Tiraspol Moldavia Moldavia 1 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2004 -
7/06/2003 Minsk Bielorussia Bielorussia 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2004 -
20/08/2003 Bruxelles Belgio Belgio 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
6/09/2003 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 1 Austria Austria Qual. Euro 2004 -
10/09/2003 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 3 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2004 -
11/10/2003 Eindhoven Paesi Bassi Paesi Bassi 5 – 0 Moldavia Moldavia Qual. Euro 2004 -
15/11/2003 Glasgow Scozia Scozia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 2004 -
18/02/2004 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 0 Stati Uniti Stati Uniti Amichevole -
28/04/2004 Eindhoven Paesi Bassi Paesi Bassi 4 – 0 Grecia Grecia Amichevole -
29/05/2004 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Messico Messico Amichevole -
1/06/2004 Utrecht Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 0 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
5/06/2004 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Irlanda Irlanda Amichevole -
15/06/2004 Porto Germania Germania 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 2004 - 1º turno -
19/06/2004 Aveiro Rep. Ceca Rep. Ceca 3 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 2004 - 1º turno -
23/06/2004 Braga Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 0 Lettonia Lettonia Euro 2004 - 1º turno -
28/06/2004 Loulé Svezia Svezia 0 – 0
(4-5 dcr)
Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 2004 - Quarti di finale -
30/06/2004 Lisbona Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 2 Portogallo Portogallo Euro 2004 - Semifinale -
Totale Presenze 67 Reti 3

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 20 gennaio 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Vittorie %
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
2016-2017 Inghilterra Reading FLC 46+2 26+1 7+1 13+0 FAC+FLC 1+4 0+2 0+1 1+1 50 27 8 15 54,00
2017-2018 FLC 28 7 8 13 FAC+FLC 2+3 1+2 1+0 0+1 33 10 9 14 30,30

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
PSV Eindhoven: 1995-1996
Ajax: 2006-2007
PSV Eindhoven: 1996-1997
PSV Eindhoven: 1996, 1997
Ajax: 2006, 2007
Manchester United: 1998-1999, 1999-2000, 2000-2001
Manchester United: 1998-1999
Lazio: 2003-2004
Milan: 2004
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Manchester United: 1998-1999
Manchester United: 1999

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Scheda giocatore - Jaap Stam, su gazzetta.it. URL consultato il 12 febbraio 2016.
  2. ^ 33 (2) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ Stam: "Datemi lo scudetto", su gazzetta.it, 5 agosto 2004. URL consultato il 28 settembre 2016.
  4. ^ Antonello Capone, Nadrolone: 5 mesi a Stam, 4 a Guardiola. Ma al mezzofondista Longo danno 2 anni, in La Gazzetta dello Sport, 25 gennaio 2002, p. 11. URL consultato il 13 novembre 2008.
  5. ^ La prima al Milan: Stam e il solito Sheva affondano l'Inter, su corriere.it, 2005. URL consultato l'8 aprile 2011.
  6. ^ (EN) Ashley Gray, Jaap Stam makes up with Sir Alex and signs up for United as a South American talent scout, su dailymail.co.uk, 10 ottobre 2008. URL consultato il 5 marzo 2011.
  7. ^ FC Zwolle [collegamento interrotto], su transfermarkt.it. URL consultato il 5 marzo 2011.
  8. ^ Cruyff contro van Gaal - Si va in tribunale, su repubblica.it, 28 novembre 2011. URL consultato il 29 novembre 2011.
  9. ^ (EN) Jaap Stam appointed as manager, su readingfc.co.uk, 13 giugno 2016.
  10. ^ Jaap Stam: Reading manager leaves with club 20th in Championship bbc.com
  11. ^ a b 2 presenze nel terzo turno preliminare.
  12. ^ Play-off.
  13. ^ a b Terzo turno preliminare.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (ENDEFRESAR) Jaap Stam, su FIFA.com, FIFA. Modifica su Wikidata
  • (EN) Jaap Stam, su national-football-teams.com, National Football Teams. Modifica su Wikidata
  • (DEENIT) Jaap Stam, su transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG. Modifica su Wikidata
  • (NL) Jaap Stam, su wereldvanoranje.nl, Acta Tekst & Beeld. Modifica su Wikidata
Controllo di autoritàVIAF (EN70002824 · ISNI (EN0000 0000 1735 3612 · GND (DE129216275