Willem II Tilburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Willem II Tilburg
Calcio Football pictogram.svg
WillemII.png
Tricolores
Superkruiken (Super Lanciatori)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Colori sociali 600px Willem II.png Rosso, bianco, blu
Dati societari
Città Tilburg
Nazione Paesi Bassi Paesi Bassi
Confederazione UEFA
Federazione Flag of the Netherlands.svg KNVB
Campionato Eerste Divisie
Fondazione 1896
Presidente Paesi Bassi Mark van Boekel
Allenatore Paesi Bassi Kevin Hofland
Stadio Re Willem II
(14.700 posti)
Sito web www.willem-ii.nl
Palmarès
Campionati olandesiCampionati olandesiCampionati olandesi Coppe dei Paesi BassiCoppe dei Paesi Bassi
Eredivisie 3
Coppe dei Paesi Bassi 2
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

Il Willem II Tilburg, chiamato spesso anche solo Willem II, è una società calcistica olandese con sede nella città di Tilburg. Milita nel secondo livello del campionato olandese di calcio, l'Eerste Divisie. Il club disputa i propri incontri casalinghi nello Stadio Re Willem II, che può contenere 14.700 spettatori.

Nella sua storia ha vinto tre titoli nazionali e due Coppe dei Paesi Bassi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondato il 12 agosto 1896 con il nome di Tilburgia, il 12 gennaio 1898 cambiò il nome in quello attuale in onore del re Guglielmo II dei Paesi Bassi, che durante la Rivoluzione belga del 1830, all'epoca comandante militare, aveva il quartier generale in città, prima di trasferirvisi in pianta stabile e concludere a Tilburg la propria esistenza. Dagli albori della propria storia la squadra giocò nel Gemeentelijk Sportpark Tilburg.

Nel 1916 si aggiudicò il suo primo titolo olandese.

Nel 1944 arrivò il primo successo in Coppa dei Paesi Bassi. Nel 1952 e nel 1955 la squadra vinse due altri titoli nazionali. Nel 1958 e nel 1965 vinse la Eerste Divisie, la seconda divisione, mentre nel 1963 aveva vinto un'altra Coppa dei Paesi Bassi e, grazie a questo successo, aveva esordito nelle coppe europee, nella Coppa delle Coppe 1963-1964. In questa circostanza fu eliminato al primo turno dal Manchester Utd con un risultato complessivo di 2-7.

Nel 1995 la compagine si trasferì nello Stadio Willem II.

Nel 1998-1999 la squadra tornò a disputare una coppa europea, la Coppa delle Coppe: dopo aver eliminato la Dinamo Tbilisi (6-0 il risultato complessivo) al primo turno, fu eliminata al secondo turno dal Betis (1-4 il risultato complessivo). Nella stessa annata il secondo posto in campionato garantì alla squadra la sua prima partecipazione in Champions League (1999-2000). Nella prima fase a gironi, inserito nel Gruppo G con Bordeaux, Sparta Praga e Spartak Mosca, il Willem II fu eliminato (2 punti in 6 gare).

Nel 2002 fu tra le sei semifinaliste perdenti di Coppa Intertoto.

Nel 2004-2005 il Willem II raggiunse la finale di Coppa dei Paesi Bassi, ma perse per 4-0 contro il PSV. La sconfitta non pregiudicò comunque la qualificazione alla Coppa UEFA 2005-2006, dove la squadra uscì al primo turno contro il Monaco (1-5 il risultato complessivo).

Al termine della stagione 2010-2011 la squadra di Tilburg retrocesse in Eerste Divisie dopo 24 anni di militanza ininterrotta in massima serie. Sotto la guida del nuovo tecnico Jurgen Streppel tornò immediatamente in massima serie, ma nel 2012-2013 giunse una nuova retrocessione, a causa dell'ultimo posto in massima divisione. Nel 2013-2014 la squadra si aggiudicò nuovamente il campionato di Eerste Divisie, tornando in Eredivisie. All'inizio del 2015, tuttavia, il club fu investito da uno scandalo di presunte partite truccate risalenti al 2009[1].

Stagioni anonime e la finale di Coppa d’Olanda[modifica | modifica wikitesto]

Tornato in Eredivisie per la stagione 2014-2015, il club ottiene un ottimo nono posto con 46 punti conquistati. Tuttavia, le stagioni seguenti vedono il Willem II sempre impegnato nella lotta per la sopravvivenza nel massimo campionato, raggiungendo comunque l’obiettivo. Nonostante un anonimo campionato 2017-2018, il club raggiunge la semifinale di Coppa d’Olanda, venendo, però, battuto 3-0 dal Feyenoord, futuro campione del torneo. La stagione seguente vede nuovamente il club impegnato nella lotta salvezza fin dall'inizio, complice i risultati altalenati contro compagini dirette avversarie del Willem II. Tuttavia, nella sessione di mercato invernale, il club si assicura in prestito il giovane talento Alexander Isak del Borussia Dortmund e, col suo arrivo, il Willem II comincia la rincorsa verso un posto europeo ottenendo ottimi risultati. Nonostante ciò, le ultime tre partite di campionato vengono perse anche in modo clamoroso (oltre al 3-0 casalingo inflitto dal PSV, il 3-2 subito dall’Emmen ed il 6-2 dall’ADO Den Haag sanno di beffa in quanto la squadra di Tilburg, in entrambi i casi, si era portata in vantaggio), ed il club vede fallire l’aggancio all’ottavo posto (occupato dal Groningen), l’ultimo valido per la zona europea, per un solo punto.

Tuttavia, le possibilità di approdare in Europa per il Willem II sono passate anche dalla speranza della KNVB beker 2018-2019, la Coppa dei Paesi Bassi: infatti, il club di Tilburg, dopo aver eliminato in successione Apeldoorn, Heerenveen, RKC Waalwijk, Roda JC (soltanto ai calci di rigore) ed infine AZ Alkmaar (anche in questo caso ai rigori), il Willem II approda in finale contro il temibile Ajax, sull'onda dell’entusiasmo dagli ottimi risultati della Champions League. La partita, disputata a Rotterdam il 5 maggio 2019, viene, tuttavia, dominata dai lancieri ed il Willem II subisce un pesante 4-0. Il 6 dicembre 2019 i tricolores, 12° bilancio dell'Eredivisie, scrivono un pezzo di storia: battono l'Ajax, che non perdeva in campionato da oltre due anni (5 novembre 2017), all'Amsterdam Arena per 0-2 e salgono al momentaneo terzo posto in classifica, cosa che non accadeva dalla grande stagione del 1999. Con la vittoria del 13 dicembre contro l'Heerenveen per 1-2 tocca quota 32 punti in 17 partite (il vecchio record di 30 punti in 17 incontri risaliva alla stagione del 1999/2000) e la punta greca Vangelis Pavlidis segna la sua ottava rete fuori casa che eguaglia il record di Mariano Bombarda della stagione 1998/99. Chiude il girone di andata al quarto posto in classifica con 33 punti nell'anno che ha visto la squadra di Tilburg segnare 70 reti e sconfiggere in serie le big Ajax, PSV, Feyenoord e AZ. Feyenoord-Willem II 2-0 dell’8 marzo 2020 è l’ultima partita disputata in stagione poiché, dopo 40 giorni di stop, a fine aprile il campionato viene fermato definitivamente a causa dell’emergenza COVID-19: il club di Tilburg termina quindi l’Eredivisie 2019-2020 al 4º posto con 44 punti qualificandosi per l’Europa League dalla quale viene però eliminato già al terzo turno preliminare. Nel 2020-2021 conclude 14º in Eredivisie, a un solo punto dalla zona retrocessione.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Willem II Tilburg
  • 1896 - 12 agosto: fondazione del club.
  • 1915-16 · Trofeo Eredivisie.svg Campione dei Paesi Bassi (1º titolo).
  • ...
  • 1943-44
Vince la KNVB-Beker.png KNVB beker (1º titolo).
  • 1951-52 · Trofeo Eredivisie.svg Campione dei Paesi Bassi (2º titolo).
  • 1954-55 · Trofeo Eredivisie.svg Campione dei Paesi Bassi (3º titolo).
  • ...
  • 1956-57 · 17º in Eredivisie Red Arrow Down.svg Retrocesso in Eerste Divisie.
  • 1957-58 · 1º in Eerste Divisie Green Arrow Up.svg Promosso in Eredivisie.
  • 1958-59 · 16º in Eredivisie.
  • 1959-60 · 8º in Eredivisie.

  • 1960-61 · 11º in Eredivisie.
  • 1961-62 · 8º in Eredivisie.
  • 1962-63 · 15º in Eredivisie Red Arrow Down.svg Retrocesso in Eerste Divisie.
Vince la KNVB-Beker.png KNVB beker (2º titolo).
  • 1963-64 · 10º in Eerste Divisie.
Eliminato nel primo turno della Coppa delle Coppe.
  • 1964-65 · 1º in Eerste Divisie Green Arrow Up.svg Promosso in Eredivisie.
  • 1965-66 · 10º in Eredivisie.
  • 1966-67 · 18º in Eredivisie Red Arrow Down.svg Retrocesso in Eerste Divisie.
  • 1967-68 · 4º in Eerste Divisie.
  • 1968-69 · 14º in Eerste Divisie.
  • 1969-70 · 6º in Eerste Divisie.

  • 1970-71 · 14º in Eerste Divisie.
  • 1971-72 · 15º in Eerste Divisie.
  • 1972-73 · 14º in Eerste Divisie.
  • 1973-74 · 18º in Eerste Divisie.
  • 1974-75 · 14º in Eerste Divisie.
  • 1975-76 · 9º in Eerste Divisie.
  • 1976-77 · 11º in Eerste Divisie.
  • 1977-78 · 7º in Eerste Divisie.
  • 1978-79 · 3º in Eerste Divisie Green Arrow Up.svg Promosso in Eredivisie.
  • 1979-80 · 8º in Eredivisie.

  • 1980-81 · 10º in Eredivisie.
  • 1981-82 · 14º in Eredivisie.
  • 1982-83 · 14º in Eredivisie.
  • 1983-84 · 17º in Eredivisie Red Arrow Down.svg Retrocesso in Eerste Divisie.
  • 1984-85 · 8º in Eerste Divisie.
  • 1985-86 · 5º in Eerste Divisie.
  • 1986-87 · 2º in Eerste Divisie Green Arrow Up.svg Promosso in Eredivisie.
  • 1987-88 · 4º in Eredivisie.
  • 1988-89 · 15º in Eredivisie.
  • 1989-90 · 13º in Eredivisie.

Eliminato nel secondo turno della Coppa UEFA.
Eliminato nella fase a gironi della Champions League.

Semifinalista nella Coppa Intertoto.
Eliminato nel secondo turno della Coppa Intertoto.
Finalista nella KNVB beker.
Eliminato nel primo turno della Coppa UEFA.

  • 2010-11 · 18º in Eredivisie Red Arrow Down.svg Retrocesso in Eerste Divisie.
  • 2011-12 · 5º in Eerste Divisie Green Arrow Up.svg Promosso in Eredivisie.
  • 2012-13 · 18º in Eredivisie Red Arrow Down.svg Retrocesso in Eerste Divisie.
  • 2013-14 · 1º in Eerste Divisie Green Arrow Up.svg Promosso in Eredivisie.
  • 2014-15 · 9º in Eredivisie.
  • 2015-16 · 16º in Eredivisie.
  • 2016-17 · 13º in Eredivisie.
  • 2017-18 · 13º in Eredivisie.
  • 2018-19 · 10º in Eredivisie.
Finalista nella KNVB beker.

Eliminato nel terzo turno preliminare dell'Europa League.
  • 2021-22 · 17º in Eredivisie Red Arrow Down.svg Retrocesso in Eerste Divisie.
  • 2022-23 · in Eerste Divisie.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

I colori sociali sono il bianco, il blu e il rosso. La maglia di gioco è bianca a strisce verticali rosse e blu, mentre i pantaloncini e i calzettoni sono bianchi.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio Re Willem II.

Dal 1995 il club disputa le proprie gare interne nello Stadio Re Willem II, che si trova a Tilburg e che può ospitare 14.750 spettatori.

In precedenza il club aveva utilizzato il Gemeentelijk Sportpark Tilburg: inaugurato nel 1919 è stato chiuso nel 1992.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del Willem II Tilburg.
Periodo Allenatore
1949-56 Cecoslovacchia František Fadrhonc
1956-62 Austria Heinrich "Wudi" Müller
1963-66, 1967-71 Paesi Bassi Jaap van der Leck
1971-72 Paesi Bassi Henk Wullems
July 1980-June 82 Paesi Bassi Bert Jacobs
1982 Paesi Bassi George Knobel
1982-84 Paesi Bassi Jan Brouwer
1984-85 Paesi Bassi Jan Notermans
July 1985-June 90 Paesi Bassi Piet de Visser
1990-91 Paesi Bassi Adrie Koster
July 1991-Oct 91 Paesi Bassi Piet de Visser
Oct 1991-March 95 Paesi Bassi Jan Reker
March 1995-June 96 Paesi Bassi Theo de Jong
July 1996-June 97 Scozia Jimmy Calderwood
July 1997-May 00 Paesi Bassi Co Adriaanse
maggio 2000-giugno 2000 Paesi Bassi Hans Verèl (ad interim)
luglio 2000-giugno 2002 Paesi Bassi Hans Westerhof
luglio 2002-gennaio 2004 Paesi Bassi Mark Wotte
febbraio 2004-giugno 2004 Paesi Bassi André Wetzel
Periodo Allenatore
luglio 2004-novembre 2005 Paesi Bassi Robert Maaskant
novembre 2005-giugno 2006 Paesi Bassi Kees Zwamborn
luglio 2006-novembre 2007 Paesi Bassi Dennis van Wijk
novembre 2007-febbraio 2009 Paesi Bassi Andries Jonker
febbraio 2009-febbraio 2010 Paesi Bassi Alfons Groenendijk
febbraio 2010 Paesi Bassi Mark Schenning (ad interim)
febbraio 2010-aprile 2010 Paesi Bassi Arno Pijpers
aprile 2010-maggio 2010 Paesi Bassi Theo de Jong (ad interim)
luglio 2010-aprile 2011 Paesi Bassi Gert Heerkes
aprile 2011-giugno 2011 Paesi Bassi John Feskens (ad interim)
luglio 2011-maggio 2016 Paesi Bassi Jurgen Streppel
luglio 2016-marzo 2018 Paesi Bassi Erwin van de Looi
marzo 2018-maggio 2018 Paesi Bassi Reinier Robbemond (ad interim)
luglio 2018-gennaio 2021 Paesi Bassi Adrie Koster
gennaio 2021-giugno 2021 Montenegro Željko Petrović
luglio 2021-marzo 2022 Paesi Bassi Fred Grim
marzo 2022- Paesi Bassi Kevin Hofland

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del Willem II Tilburg.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1915-1916, 1951-1952, 1954-1955
1943-1944, 1962-1963
1957-1958, 1964-1965, 2013-2014

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 1998-1999
Terzo posto: 1913-1914, 1916-1917, 1917-1918, 1933-1934, 1942-1943, 1950-1951
Finalista: 2004-2005, 2018-2019
Semifinalista: 1988-1989, 1989-1990, 1996-1997
Secondo posto: 1986-1987
Terzo posto: 1978-1979
Vittoria play-off: 2011-2012
Semifinalista: 2002

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati e ai tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Il miglior risultato ottenuto nell'Eredivisie è il secondo posto della stagione 1998-1999.

Dalla stagione 1956-1957 alla 2022-2023 il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai campionati nazionali:

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Eredivisie 44 1956-1957 2021-2022 44
Eerste Divisie 19 1957-1958 2022-2023 19

Tornei internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Il club vanta una partecipazione alla fase a gruppi della UEFA Champions League nell'edizione 2000-2001: il Willem II finisce quarto alle spalle di Sparta Praga, Bordeaux e Spartak Mosca. Il club disputa anche la semifinale della Coppa Intertoto 2002.

Alla stagione 2022-2023 il club ha ottenuto le seguenti partecipazioni ai tornei internazionali:

Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Coppa dei Campioni/UEFA Champions League 1 1999-2000
Coppa delle Coppe 1 1963-1964
Coppa UEFA/UEFA Europa League 3 1998-1999 2020-2021
Coppa Intertoto 2 2002 2003

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2022-2023[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio