Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Sapekhburto K'lubi Dinamo Tbilisi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
S.K. Dinamo Tbilisi
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali Flag blue HEX-0434B1.svg Blu
Dati societari
Città Tbilisi
Nazione Georgia Georgia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Georgia.svg GFF
Campionato Erovnuli Liga
Fondazione 1925
Presidente Georgia Roman Pipia
Allenatore Georgia Kakhaber Kacharava
Stadio Stadio Boris Paichadze
(55 000 posti)
Sito web www.fcdinamo.ge
Palmarès
Coppacoppe.png
Titoli nazionali 2 Campionati sovietici
16 Campionati georgiani
Trofei nazionali 2 Coppe sovietiche
13 Coppe di Georgia
8 Supercoppe di Georgia
Trofei internazionali 1 Coppe delle Coppe
1 Coppa dei Campioni della CSI
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Dati aggiornati al 24 aprile 2017
Si invita a seguire il modello di voce

Il Sapekhburto K'lubi Dinamo Tbilisi (in georgiano: საფეხბურთო კლუბი დინამო თბილისი?), meglio nota come Dinamo Tbilisi, è una società polisportiva georgiana con sede nella capitale Tbilisi, conosciuta soprattutto per la sua sezione calcistica. Milita nella Erovnuli Liga, massima serie del campionato georgiano di calcio.

Fondata nel 1925, la squadra ebbe tra le proprie file anche il politico nonché capo dei servizi segreti sovietici Lavrentij Pavlovič Berija, che giocò qualche partita come centrocampista[1].

La Dinamo Tbilisi è stata una delle più forti compagini nell'era sovietica, quando il club era parte della Società Sportiva dell'Unione di tutte le Dinamo; il più importante successo nelle coppe europee fu la vittoria in Coppa delle Coppe nel 1981, con il successo sul Carl Zeiss Jena, squadra della Germania Est, per 2-1 nella finale di Düsseldorf.

Probabilmente la più celebre vittoria nella storia della Dinamo fu il 3-0 sul Liverpool il 3 ottobre 1979, nel primo turno della Coppa dei Campioni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi: gli anni venti[modifica | modifica wikitesto]

La storia della Dinamo Tbilisi cominciò nell'autunno 1925 quando la società sportiva Dinamo decise di chiudere una sezione calcio, in un'epoca in cui il calcio stava diventando gradualmente uno degli sport più popolari del mondo.

Nel 1927, la Dinamo Tbilisi inaugurò il proprio settore giovanile, la "Norchi Dinamoeli" (giovane Dinamo). Il settore giovanile fornì alla Dinamo Tbilisi molti giocatori di talento, inclusi il primo portiere che disputò con la Dinamo il campionato sovietico, il primo capitano (Shota Savgulidze), difensore (Mikhail Minaev), attaccante (Vladimer Berdzenishvili) ed altri giocatori di spicco.

Nei primi anni le società della Georgia non disputavano alcun campionato ufficiale, ma solo amichevoli tra di loro. Il primo incontro fu disputato con gli azeri del Dinamo Baku il 26 gennaio 1926, con la sconfitta per 1–0. La Dinamo team schierò in campo in quell'occasione: L. Gvenetadze, G. Devnozashvili, M. Blackman, I. Foidorov, N. Anakin, A. Gonel, A. Pivovarov, O. Goldobin, A. Galperin, S. Maslenikov, V. Tsomaia.

Tre giorni dopo, la Dinamo sconfisse gli azeri del "Progress" per 3–0.

Nonostante i loro successi raggiunti a metà degli anni trenta, la federazione calcistica sovietica collocò la FC Dinamo Tbilisi in cadetteria invece che in massima serie. La Dinamo continuò ad ottenere taluni buoni successi anche contro formazioni blasonate, come dimostrò una vittoria per 9–5 a Tbilisi contro una delle migliori squadre del campionato sovietico, la Dinamo Mosca. Successivamente sconfissero la Dinamo Leningrado per 3–2, vincendo 5 partite su 6 e un pareggio contro lo Stalinec Mosca. Ciò fu sufficiente per raggiungere la promozione in massima serie.

La II Guerra Mondiale: gli anni trenta e quaranta[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo campionato cominciò nell'autunno 1936. Da allora la Dinamo ha disputato 1424 partite nel campionato sovietico. Il primo incontro fu contro la Dinamo Kiev e terminò 2–2, con reti di Nikolas Somov e Boris Paichadze. La formazione che scese in campo era: A. Dorokhov, S. Shavgulidze (E. Nikolaishvili), B. Berdzenishvili, N. Anakin, V. Jorbenadze, G. Gagua, I. Panin, M. Berdzenishvili, B. Paichadze, M. Aslamazov e N. Somov.

La prima vittoria nel campionato sovietico avvenne nella partita contro lo Spartak Mosca il 25 settembre con il gol della vittoria siglato da Mikheil Berdzenishvili. La Dinamo terminò il campionato al 3º posto, lottando per il titolo, che però sfumò dopo una sconfitta per 2–3 contro il Krasnaia Zaria Leningrado. Nella stessa stagione, battendo a Mosca lo Spartak per 6–3 nella semifinale, si qualificò alla finale della Coppa dell'URSS, perdendola però per 0–2 contro il Lokomotiv Mosca. Il loro primo incontro internazionale fu disputato contro gli spagnoli del Baskonia nel 1937, e fu perso per 0–2.

Negli anni trenta e quaranta, la Dinamo era una delle squadre più competitive del campionato sovietico, anche se non riuscì mai a vincere il campionato. Erano perciò spesso noti con l'appellativo di "campioni senza corona". La formazione tipo di quegli anni era: S. Shavgulidze, A. Dorokhov, S. Shudra, B. Frolov, M. Berdzenishvili, A. Kiknadze, V. Panjukov, V. Berezhnoi, G. Gagua, V. Jorbenadze, G. Jejelava.

Anni cinquanta[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni cinquanta, la squadra era condotta da Avtandil Ghoghoberidze che trascorse 14 anni con la Dinamo. Detiene tuttora il record delle partite disputate e delle reti segnate con la Dinamo, con 341 partite e 127 gol. Nello stesso periodo, i seguenti giocatori militarono nella Dinamo: G. Antadze, V. Marghania, N. Dziapshipa, M. Minaev, A. Zazroev, V. Eloshvili, A. Chkuaseli.

Il club finì poi per essere allenato da Andro Zhordania, che si rivelò essere uno degli allenatori più importanti della storia del club. Il suo periodo alla guida della squadra, cominciato alla fine degli anni cinquanta, coincise con un miglioramento dei risultati della squadra, che preparò il campo con i primi successi importanti raggiunti con lui alla guida della squadra. La FC Dinamo gli ha intitolato in suo onore un campo di allenamento.

Primi successi nel campionato sovietico: gli anni sessanta[modifica | modifica wikitesto]

Il primo successo importante del club giunse nel 1964 allorché la Dinamo vinse il campionato sovietico, rimanendo imbattuta nelle ultime quindici giornate. Essendo la Dinamo in testa alla classifica a pari punti con la Torpedo Mosca, fu necessario uno spareggio per l'assegnazione del titolo svoltosi a Tashkent, Uzbekistan, che la Dinamo si aggiudicò per 4–1. I sostenitori georgiani del club celebrarono la vittoria chiamando la loro squadra "ragazzi d'oro".

La formazione tipo della squadra Campione dell'URSS 1964 era: S. Kotrikadze, B. Sichinava, G. Petriashvili, J. Zeinklishvili, G. Tskhovrebov, V. Rekhviashvili, G. Sichinava, S. Iamanidze, S. Metreveli, V. Barkaia, M. Meskhi, I. Datunashvili, A. Apshiev. Allenatore: Gavril Kachalin.

Alla fine degli anni sessanta e all'inizio degli anni settanta, la squadra fu ulteriormente rinforzata con l'ingaggio di giocatori del calibro di Mikheil Meskhi, Slava Metreveli, il capitano della nazionale sovietica Murtaz Khurtsilava, Revaz Dzodzuashvili, Kakhi Asatiani, Gocha Gavasheli, Guram Petriashvili, Piruz Kanteladze e i fratelli Nodia.

Successi in Europa: gli anni settanta[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Dinamo

Finale di Coppa dell'URSS 1976.

L'esordio del Dinamo nelle coppe europee avvenne nel 1972 allorché incontrò in Coppa UEFA gli olandesi del Twente Enschede. Il Dinamo vinse 3–2, grazie a una doppietta di Givi Nodia e a una rete di David Kipiani. La formazione scesa in campo era: D. Gogia, R. Dzodzuashvili, V. Chelidze, M. Khurtsilava, S. Khinchagashvili, G. Petriashvili, M. Machaidze, K. Asatiani, V. Gutsaev, L. Nodia, G. Nodia, D. Kipiani.

Nel 1976, il club ingaggiò come allenatore Nodar Akhalkatsi (che sarebbe diventato in seguito Presidente della federazione calcistica georgiana): sotto la sua guida, il club ottenne i suoi più grandi successi, guadagnandosi l'epiteto di "Grande Squadra" tra il 1976 e il 1982.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Dinamo

Finale di Coppa dell'URSS 1979.

In questo periodo, la Dinamo vinse la Coppa dell'URSS nel 1976, battendo in finale l'Ararat Erevan (Armenia) per 3–0 con reti di David Kipiani, Piruz Kanteladze (rigore) e Revaz Chelebadze. La squadra bissò il successo nel 1979 vincendo la sua seconda Coppa dell'URSS grazie a una vittoria ai rigori contro la Dinamo Mosca (5–4 dcr). Nel 1978 vinsero inoltre il campionato sovietico per la seconda volta. In virtù di questo successo, nel 1979 il club esordì in Coppa dei Campioni, eliminando al primo turno addirittura il Liverpool FC (Inghilterra) ma furono eliminati al turno successivo dall'Amburgo (Germania Ovest).

Gli ultimi anni sovietici: gli anni ottanta[modifica | modifica wikitesto]

La Dinamo campione nel 1981.

Il picco della storia del Dinamo fu toccato il 13 maggio 1981 allorché, sconfiggendo il FC Carl Zeiss Jena nella Finale di Coppa delle Coppe 1980-1981 per 2-1 a Düsseldorf, vinse il suo primo alloro europeo, la Coppa delle Coppe UEFA. I gol decisivi furono siglati da Vitaly Daraselia e Vladimir Gutsaev.

Dopo aver raggiunto nel 1982 la semifinale di Coppa delle Coppe, venendo però eliminata, dal 1983 il club cominciò a declinare, con prestazioni al di sotto delle aspettative sia in campionato che nelle Coppe. Dal 1983 al 1989 il club riuscì a qualificarsi solo una volta alle competizioni UEFA.

La Dinamo Tbilisi disputò il suo ultimo incontro nel campionato sovietico il 27 ottobre 1989 contro la Dinamo Kiev, pareggiando 2-2.

Nel campionato georgiano: gli anni novanta e duemila[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1990 la federazione calcistica georgiana si staccò da quella sovietica, e le squadre georgiane, invece di disputare il campionato sovietico, si iscrissero al neoistituito campionato georgiano.

Il club disputò il suo primo incontro nel campionato georgiano contro il Kolkheti Poti il 30 marzo 1990, perdendo per 0-1. Nonostante la sconfitta all'esordio, in quell'anno il club riuscì a vincere il suo primo campionato georgiano. Il club continuò a dominare il campionato anche negli anni successivi, vincendo dieci campionati di seguito dal 1990 al 1999.

Nel 1993 il Dinamo centrò il suo primo double, aggiudicandosi sia campionato che coppa nazionale. Nel 1993 il Dinamo esordì nelle coppe europee come rappresentante della Georgia indipendente. La Dinamo vinse all'andata contro il Linfield per 2-1, con reti di Shota Arveladze e Gela Inalishvili, e pareggiò 1-1 il ritorno a Belfast. Tuttavia, a causa di sospetti di combine nei due suddetti incontri, il club fu squalificato dal torneo ed escluso dalle competizioni UEFA per due anni.

In seguito alla migrazione dei giocatori più importanti in Europa Occidentale, il Dinamo attraversò un periodo di crisi di risultati, ponendo temporaneamente fine al suo dominio incontrastato in campionato e coppa nazionale.

All'inizio degli anni 2000, l'uomo di affari Badri Patarkatsishvili acquistò la Dinamo Tbilisi, rinforzandolo. Nel 2003 il club centrò il double, vincendo il campionato e la coppa nazionale.

Nel 2004 la Dinamo vinse di nuovo la Coppa nazionale e, sotto la guida dell'allenatore croato Ivo Susak, vinse la Coppa dei Campioni della CSI a Mosca contro lo Skonto (3-1). Partecipò diverse volte anche alle Coppe europee, senza però ottenere risultati di rilievo.

Nel 2005 e nel 2008 vinse anche il campionato georgiano. Nella stagione 2012-13 la Dinamo conquista il suo 14º titolo nazionale con due giornate di anticipo rispetto alla conclusione del campionato[2] e la sua decima Coppa nazionale.

Nella stagione successiva (2013-14) la Dinamo vince nuovamente il titolo nazionale, e dopo un terzo posto nel campionato seguente, si laurea campione per la sedicesima volta nella stagione 2015-16[3].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Sapekhburto K'lubi Dinamo Tbilisi
Trentaduesimi di finale in Coppa UEFA 1972-1973.
Ottavi di finale in Coppa UEFA 1973-1974.
Vince la Kubok SSSR. (1º titolo)
Ottavi di finale in Coppa delle Coppe 1976-1977.
Ottavi di finale in Coppa UEFA 1977-1978.
  • 1978 - Campione dell'Unione Sovietica. (2º titolo)
Sedicesimi di finale in Coppa UEFA 1978-1979.
Vince la Kubok SSSR. (2º titolo)
Ottavi di finale in Coppa dei Campioni 1979-1980.
Vince la Coppa delle Coppe 1980-1981. (1º titolo)
Semifinale in Coppa delle Coppe 1981-1982.
Trentaduesimi di finale in Coppa UEFA 1982-1983.
Ottavi di finale in Coppa UEFA 1987-1988.
  • 1988 - 14º in Vysšaja Liga.
  • 1989 - 11º in Vysšaja Liga.
  • 1990 - Abbandona il campionato sovietico per il campionato georgiano

  • 1990 - Cambio di denominazione in Sapekhburto K'lubi Iberia Tbilisi.
  • 1990 - Campione di Georgia. (1º titolo)
  • 1991 - Campione di Georgia. (2º titolo)
  • 1991-1992 - Campione di Georgia. (3º titolo)
Vince la Sakartvelos tasi. (1º titolo)
  • 1992 - Cambio di denominazione in Sapekhburto K'lubi Dinamo Tbilisi.
  • 1992-1993 - Campione di Georgia. (4º titolo)
Vince la Sakartvelos tasi. (2º titolo)
  • 1993-1994 - Campione di Georgia. (5º titolo)
Vince la Sakartvelos tasi. (3º titolo)
Turno preliminare in UEFA Champions League 1993-1994.
  • 1994-1995 - Campione di Georgia. (6º titolo)
Trentaduesimi di finale in Coppa UEFA 1994-1995.
Vince la Sakartvelos tasi. (4º titolo)
  • 1995-1996 - Campione di Georgia. (7º titolo)
Vince la Sakartvelos tasi. (5º titolo)
Vince la Sakartvelos Sup'ertasi. (1º titolo)
Turno preliminare in Coppa UEFA 1995-1996.
  • 1996-1997 - Campione di Georgia. (8º titolo)
Vince la Sakartvelos tasi. (6º titolo)
Sedicesimi di finale in Coppa UEFA 1996-1997.
Vince la Sakartvelos Sup'ertasi. (2º titolo)
  • 1997-1998 - Campione di Georgia. (9º titolo)
Secondo turno preliminare in UEFA Champions League 1997-1998.
Sedicesimi di finale in Coppa UEFA 1997-1998.
  • 1998-1999 - Campione di Georgia. (10º titolo)
Secondo turno preliminare in UEFA Champions League 1998-1999.
Trentaduesimi di finale in Coppa UEFA 1998-1999.
Vince la Sakartvelos Sup'ertasi. (3º titolo)
Secondo turno preliminare in UEFA Champions League 1999-2000.
Primo turno in Coppa Intertoto 2000.
Vince la Sakartvelos Sup'ertasi. (4º titolo)
Turno preliminare in Coppa UEFA 2001-2002.
  • 2002-2003 - Campione di Georgia. (11º titolo)
Vince la Sakartvelos tasi. (7º titolo)
Primo turno in Coppa UEFA 2002-2003.
Vince la Sakartvelos tasi. (8º titolo)
Primo turno preliminare in UEFA Champions League 2003-2004.
Vince la Coppa dei Campioni della CSI. (1º titolo)
  • 2004-2005 - Campione di Georgia. (12º titolo)
Vince la Sakartvelos Sup'ertasi. (5º titolo)
Fase a gironi in Coppa UEFA 2004-2005.
Secondo turno preliminare in UEFA Champions League 2005-2006.
Secondo turno in Coppa Intertoto 2006.
Vince la Sakartvelos Sup'ertasi. (6º titolo)
Secondo turno preliminare in Coppa UEFA 2007-2008.
Vince la Sakartvelos tasi. (9º titolo)
Secondo turno preliminare in UEFA Champions League 2008-2009.
Terzo turno preliminare in UEFA Europa League 2009-2010.
Terzo turno preliminare in UEFA Europa League 2010-2011.
Play-off in UEFA Europa League 2011-2012.
  • 2012-2013 - Campione di Georgia. (14º titolo)
Vince la Sakartvelos tasi. (10º titolo)
  • 2013-2014 - Campione di Georgia. (15º titolo)
Vince la Sakartvelos tasi. (11º titolo)
Terzo turno preliminare in UEFA Champions League 2013-2014.
Play-off in UEFA Europa League 2013-2014.
Vince la Sakartvelos Sup'ertasi. (7º titolo)
Vince la Sakartvelos tasi. (12º titolo)
Secondo turno preliminare in UEFA Champions League 2014-2015.
Vince la Sakartvelos Sup'ertasi. (8º titolo)
  • 2015-2016 - Campione di Georgia. (16º titolo)
Vince la Sakartvelos tasi. (13º titolo)
Primo turno preliminare in UEFA Champions League 2015-2016.
Terzo turno preliminare in UEFA Champions League 2016-2017.
Play-off in UEFA Europa League 2016-2017.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del S.K. Dinamo Tbilisi
Allenatori del S.K. Dinamo Tbilisi

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del S.K. Dinamo Tbilisi

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1964, 1978
1976, 1979
1990, 1991, 1991-1992, 1992-1993, 1993-1994, 1994-1995, 1995-1996, 1996-1997, 1997-1998, 1998-1999, 2002-2003, 2004-2005, 2007-2008, 2012-2013, 2013-2014, 2015-2016
1992, 1993, 1994, 1995, 1996, 1997, 2003, 2004, 2009, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016
1996, 1997, 1999, 2000, 2005, 2008, 2014, 2015

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

1980-1981
2004

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2017[modifica | modifica wikitesto]

Rosa e numeri come da sito ufficiale[4].

N. Ruolo Giocatore
1 Ucraina P Serhij Litovčenko
2 Ucraina D Bohdan Myšenko
3 Georgia D Lasha Totadze
4 Georgia D Luka Lochoshvili
5 Georgia D Gia Chaduneli
6 Georgia C Bakar Kardava
7 Georgia C Saba Tavadze
8 Georgia A Bachana Arabuli
9 Georgia A Beka Mikeltadze
10 Georgia A Giorgi Papunashvili
11 Georgia C Saba Lobzhanidze
13 Georgia C Otar Kiteishvili
14 Georgia A Otar Kvernadze
N. Ruolo Giocatore
16 Georgia D Giorgi Tevzadze
17 Georgia C Tsotne Meskhi
20 Georgia D Lasha Salukvadze
21 Georgia P Giorgi Begashvili
22 Georgia C Giorgi Chakvetadze
23 Georgia C Giorgi Zaria
24 Georgia D Davit Kobouri
27 Georgia C Giorgi Kutsia
29 Georgia P Nuk'ri Revishvili
30 Georgia D Giorgi Gvelesiani
32 Georgia C Nika Nunua
80 Georgia C Aleko Gamtsemlidze

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La grande storia: Alla corte di Stalin, puntata del 12/08/2011
  2. ^ Dinamo Tbilisi campione in Georgia, UEFA.com, 04 maggio 2013. URL consultato il 05 maggio 2013.
  3. ^ UEFA.com, 24 aprile 2016, http://it.uefa.com/memberassociations/news/newsid=2357025.html. URL consultato il 25 aprile 2016.
  4. ^ (KAEN) Rosa 2017, su fcdinamo.ge. URL consultato il 24 aprile 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]