Co Adriaanse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Co Adriaanse
Co Adriaanse.jpg
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1976 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1964-1970De Volewijckers? (?)
1970-1976Utrecht176 (0)
Carriera da allenatore
1979-1983 600px Azul Oscuro Detalle Blanco.png ZVV Zilvermeeuwen
1984-1988 PEC Zwolle
1988-1992 FC Den Haag
1992-1997 Jong Ajax
1997-2000 Willem II
2000-2001 Ajax [1]
2002-2005 AZ Alkmaar
2005-2006 Porto
2006-2007 Metalurh Donec'k
2007-2008 Al-Sadd
2008-2009 Salisburgo
2010-2011 Qatar Qatar U-23
2011-2012 Twente
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Co Adriaanse, all'anagrafe Jacobus Adriaanse (Amsterdam, 21 luglio 1947), è un allenatore di calcio ed ex calciatore olandese, di ruolo difensore. Attualmente è consulente tecnico dell'Utrecht.

Come tecnico ha guidato il Porto dopo aver condotto l'AZ Alkmaar alle semifinali della Coppa UEFA 2004-2005.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Da calciatore giocò per sei stagioni con il De Volewijckers (dal 1964 al 1970) e per altre sei con l'Utrecht (dal 1970 al 1976), prima di ritirarsi dall'attività agonistica a 29 anni.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la carriera da allenatore con lo Zilvermeeuwen nel 1979, rimanendoci per quattro anni. Nel 1984 firmò con l'AZ Alkmaar, di cui divenne osservatore e allenatore delle giovanili. Il 1º luglio 1988 divenne l'allenatore del PEC Zwolle, dove rimase fino al 30 giugno 1988. Passò quindi al Den Haag, dove il 2 febbraio 1992 fu esonerato.

Nel 1992 fu scelto come allenatore del Jong Ajax; rimase nella capitale olandese fino al giugno 1997. Nel luglio 1997 diventò l'allenatore del Willem II, si piazzò 5° in campionato. Nella stagione seguente portò la sua squadra a un ottimo secondo posto che valse l'accesso alla UEFA Champions League 1999-2000

In ogni modo la squadra non riuscì a soddisfare le aspettative, e finì ultima nel suo girone della prima fase: Adriaanse si dimise l'8 maggio 2000. Il 1º luglio 2000 ritornò all'Ajax in qualità di allenatore,[2] ma dopo un terzo posto, fu esonerato all'inizio della stagione successiva, il 29 novembre 2001. Il nuovo allenatore dell'Ajax Ronald Koeman conquistò poi la 28° Eredivisie per la squadra.

Il 1º novembre 2002 firmò per l'AZ Alkmaar, ma non sedendosi sulla panchina il giorno seguente.[3] Dopo un 10º posto nella prima stagione conquistò la 5ª posizione nella successiva, che valse al team la possibilità di disputare la Coppa UEFA nella stagione 2004-05. Qui sconfisse i favoriti spagnoli del Villarreal nei quarti di finale prima di venire eliminato dallo Sporting Lisbona negli ultimi minuti dei tempi supplementari.

Anche in campionato, l'AZ Alkmaar si comportò meglio di quanto ci si aspettasse, concludendo al terzo posto dopo aver raggiunto per una settimana il primo posto alla fine del girone di andata ed aver passato la maggior parte del girone di ritorno al secondo posto. Dopo molte speculazioni e il suo desiderio di lasciare il club a fine stagione si dimette; il suo posto verrà preso da Louis van Gaal.

Il 24 maggio 2005 fu presentato come nuovo allenatore del club portoghese del Porto al posto di José Couceiro,[4] divenendo il quarto allenatore a firmare per i portoghesi dopo la partenza di José Mourinho. Alla prima stagione con il Porto conquistò la "Dobradinha" per la prima volta dopo che José Mourinho aveva lasciato il club. "Dobradinha" è un termine che indica la squadra che vince la Primeira Liga e la Coppa di Portogallo nello stesso anno. Il 9 agosto 2006 si dimise dall'incarico.[5]

Il 6 dicembre 2006 diviene l'allenatore di un club della Prem"jer-liha, il Metalurg Donec'k.[6] Il 17 maggio 2007 rescinde il contratto.[7]

Il 27 agosto 2007 firma con l'Al-Sadd,[8] Per aver lasciato il Porto dieci giorni prima dell'avvio della stagione, ha dovuto pagare al club un indennizzo di ben 1,15 milioni di euro.[9] Il 28 gennaio 2008 lascia il club qatariota. Il 1º luglio 2008 divenne l'allenatore del Salisburgo Red Bull.[10] rimase fino al 15 giugno 2009.

Il 12 gennaio 2010 ritorna in Qatar con le vesti di allenatore del Qatar Under-23, rimase fino al 25 marzo 2011. Il 21 giugno 2011 firma per il Twente,[11] nonostante le buone prestazioni in Europa League, il tecnico olandese viene esonerato il 3 gennaio 2012.[12]

Dal maggio 2014 è consulente tecnico dell'Utrecht. Il 19 maggio entra anche a far parte della federazione olandese come docente presso il corso di allenatore di calcio professionistico ed è ammirato come analista di "Studio Voetbal" regolarmente.[13][14]

Squadre allenate[modifica | modifica wikitesto]

Co Adriaanse nel 2009
Periodo Squadra Nazione Competizione Funzione
1979-1983 Zilvermeeuwen Paesi Bassi Amatori Allenatore
1984-1988 PEC Zwolle Paesi Bassi Eredivisie Allenatore
1988-1992 Den Haag Paesi Bassi Eredivisie Allenatore
1997-2000 Willem II Paesi Bassi Eredivisie Allenatore
2000-2001 Ajax Paesi Bassi Eredivisie Allenatore
2002-2005 AZ Alkmaar Paesi Bassi Eredivisie Allenatore
2005-2006 Porto Portogallo Superliga Allenatore
2006-2007 Metalurg Doneck Ucraina Viščha Liga Allenatore
2007-2008 Al-Sadd Qatar Qatari League Allenatore
2008-2009 Red Bull Salisburgo Austria Bundesliga austriaca Allenatore

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Porto: 2005-2006
Porto: 2005-2006
Salisburgo: 2008-2009
Twente: 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Insieme al direttore tecnico Leo Beenhakker.
  2. ^ Ya vuela sobre la "oranje" (PDF), mundodeportivo.com, 1º luglio 2000.
  3. ^ Goleada del Basilea y del Zwolle al AZ (PDF), mundodeportivo.com, 2 novembre 2002.
  4. ^ Calcio, Adriaanse nuovo allenatore del Porto, repubblica.it, 24 maggio 2005.
  5. ^ Adriaanse lascia il Porto, uefa.it, 9 agosto 2005.
  6. ^ Coach Adriaanse takes over at Metalurg, espnfc.com, 6 dicembre 2006.
  7. ^ Ucrânia: Co Adriaanse rescinde com Metalurg Donetsk, maisfutbol.iol, 17 de maio de 2007.
  8. ^ Co Adriaanse to coach in Qatar, dutchnews.nl, 28 agosto 2007.
  9. ^ Adriaanse paga la fuga, Gazzetta.it. URL consultato il 1º gennaio 2008.
  10. ^ Co Adriaanse wird Nachfolger von Trapattoni, espnfc.com, 13 märz 2008.
  11. ^ Olanda: Adriaanse nuovo allenatore del Twente, sportmediaset.it, 21 giugno 2011.
  12. ^ tuttochampions.it, http://www.tuttochampions.it/?action=read&idnotizia=10205.
  13. ^ Co Adriaanse joins KNVB academy, knvb.nl. (archiviato dall'url originale il 20 aprile 2015).
  14. ^ "L'assistente deve essere della stessa chiesa", devoetbaltrainer.nl, 16 giugno 2014. (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]