Danny Blind

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Danny Blind
Danny Blind looking up.jpg
Nome Dirk Franciscus Blind
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 176 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1999 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1979-1986 Sparta Rotterdam 165 (18)
1986-1999 Ajax 372 (27)
Nazionale
1986-1996 Paesi Bassi Paesi Bassi 42 (1)
Carriera da allenatore
1999-2005 Ajax A-1
2005-2006 Ajax
2009-2011 Ajax Vice
2012-2015 Paesi Bassi Paesi Bassi Vice
2015-2017 Paesi Bassi Paesi Bassi
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 4 giugno 2016

Danny Blind, pseudonimo di Dirk Franciscus Blind (Oost-Souburg, 1º agosto 1961), è un allenatore di calcio, dirigente sportivo ed ex calciatore olandese, di ruolo difensore.

A livello internazionale è stato uno dei nove calciatori capaci di conquistare le tre maggiori competizioni europee per club[1] nonché uno dei sei calciatori vincitori di tutte le manifestazioni calcistiche confederali all'epoca vigenti.[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È padre di Daley, anche lui calciatore.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Originariamente difensore di fascia destra, a partire dai primi anni 1990 si propose come difensore centrale.[senza fonte]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Danny Blind esordì in Eredivisie il 29 agosto 1979 con la maglia dello Sparta Rotterdam, squadra con la quale rimase per sette stagioni. La svolta nella sua carriera arrivò nel 1986, quando fu ingaggiato dall'Ajax, in fase di ristrutturazione tecnica dopo un decennio di oscuramento internazionale.

Danny Blind (in piedi, terzo da destra) all'Ajax nella stagione 1995-1996

Con la squadra di Amsterdam Blind vinse cinque titoli nazionali (1990, 1994, 1995, 1996 e 1998), quattro coppe d'Olanda (1987, 1993, 1998 e 1999), la Coppa delle Coppe 1986-1987, la Coppa UEFA 1991-1992 (in finale contro il Torino) e la Champions League 1994-1995, contribuendo a far diventare l'Ajax il secondo club d'Europa in ordine di tempo, dopo la Juventus, a vincere le tre principali competizioni europee[3] ed entrando egli stesso nel novero dei giocatori più titolati del mondo. Ad esse si aggiunsero anche la Supercoppa d'Europa e la Coppa Intercontinentale, entrambe del 1995, e tre Supercoppe d’Olanda consecutive (1994, 1995 e 1996).

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

In Nazionale Blind esordì nel 1986 e, sebbene più o meno regolarmente convocato per dieci anni, prese parte alla selezione che giocò i campionati del mondo del 1990 e del 1994 e il campionato d'Europa 1996, ma non a quella che vinse il campionato d'Europa del 1988 in Germania. Furono 42 le partite, con 1 goal, giocate in totale con la maglia arancione: l'ultima fu a Liverpool, per i quarti di finale persi contro la Francia nel corso del campionato d’Europa 1996.

Allenatore e dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Appesi gli scarpini al chiodo, viene subito nominato allenatore dello Ajax A1, dal 1º luglio 1999. Il 14 marzo 2005 è chiamato sulla panchina dei lancieri a sostituire Ruud Krol, che era già subentrato al posto di Ronald Koeman passato in Portogallo al Benfica,[4] arrivando secondo posto in eredivisie. L'anno seguente vince la Johan Cruijff Schaal, la KNVB beker e arriva quarto in campionato. Il 23 maggio 2006 dopo l'amichevole disputata contro l'Hierden lascia la squadra a Henk ten Cate.[5] Dal 1º luglio 2007 è stato Direttore Tecnico dello Sparta Rotterdam, sua ex squadra, fino al 15 maggio 2008. Dal 15 maggio 2008 è stato Direttore sportivo, Direttore tecnico e Responsabile del settore giovanile dell'Ajax allenato da Marco van Basten. Dal 1º luglio 2009 al 29 giugno 2011 è stato vice-allenatore di Martin Jol prima di avere dei dissidi con quest'ultimo.[6]. e poi con Frank de Boer con il quale il 15 maggio 2011 è diventato campione dei Paesi Bassi.

Il 17 novembre dello stesso anno, lasciato il ruolo di vice a Dennis Bergkamp, gli viene assegnato di nuovo l'incarico di Direttore tecnico ad interim del club capitolino.[7] Il 28 novembre Cruijff insieme agli allenatori del vivaio Wim Jonk, Dennis Bergkamp, Bryan Roy, Ronald de Boer, John Bosman, Jaap Stam, Marc Overmars, Michel Kreek, Orlando Trustfull e Dean Gorré ha annunciato che avrebbe adirato le vie legali ritenendo che gli ingaggi dei tre nuovi dirigenti violino la politica a livello tecnico adottata dal club.[8][9] Il giorno dopo Rob Been, presidente del consiglio direttivo, a nome del consiglio di amministrazione ha chiesto a Cruijff di lasciare il club. Una giunta elettorale provvisoria ha guidato il club fino al 12 dicembre quando è stato eletto il nuovo consiglio al posto dei cinque attuali membri del board, invitati a lasciare la società.[10] Il 7 febbraio 2012 è stata pronunciata la sentenza secondo la quale la nomina di van Gaal a direttore generale dei lancieri sarebbe stata irregolare e così il 9 febbraio il board (quattro consiglieri più Cruijff, che resta come consulente) si è dimesso insieme a Martin Sturkenboom e Danny Blind.[11]

Dal 1º agosto 2012 è il vice di Louis van Gaal sulla panchina della Nazionale olandese. Il 28 marzo 2014 viene reso noto che van Gaal verrà sostituito da Guus Hiddink al termine del Mondiale 2014 e che Blind diventerà CT nel 2016 ma già il 29 giugno 2015 sostituisce il dimissionario Hiddink (per la mancata qualificazione a Euro 2016) con assistenti Ruud van Nistelrooij e Marco van Basten.[12] Il 26 marzo 2017, dopo la sconfitta con la Bulgaria per 2 a 0 alle qualificazioni per i Mondiali 2018 e con la squadra a rischio eliminazione, viene esonerato.[13][14]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2006 Danny Blind è rimasto coinvolto in un fatto di cronaca giudiziaria: alla guida del proprio veicolo ha investito una donna di 48 anni. Sottoposto a esame etilico da parte della polizia, è emerso che il suo tasso alcolico era superiore di tre volte al limite stabilito per legge.

Statistiche da giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 21 ottobre 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1979-1980 Paesi Bassi Sparta Rotterdam ED 13 0 CO 2 0 - - - - - - 15 0
1980-1981 ED 10 0 - - - - - - - - - 10 0
1981-1982 ED 10 2 CO 2 0 - - - - - - 12 2
1982-1983 ED 34 3 CO 1 0 - - - - - - 35 3
1983-1984 ED 34 5 CO 3 0 CU 6 0 - - - 43 5
1984-1985 ED 30 3 CO 4 0 - - - - - - 34 3
1985-1986 ED 34 5 CO 1 0 CU 4 0 - - - 39 5
Totale Sparta Rotterdam 165 18 13 0 10 0 - - 188 18
1986-1987 Paesi Bassi Ajax ED 29 4 CO 5 0 CdC 7 0 - - - 41 4
1987-1988 ED 31 0 CO 2 0 CdC+SU 8+2 1+0 - - - 43 1
1988-1989 ED 30 2 CO 4 0 - - - - - - 34 2
1989-1990 ED 34 0 CO 4 0 - - - - - - 38 0
1990-1991 ED 34 2 CO 3 0 - - - - - - 37 2
1991-1992 ED 30 2 CO 3 1 CU 12 1 - - - 45 4
1992-1993 ED 28 4 CO 4 0 CU 8 0 - - - 40 4
1993-1994 ED 30 1 CO 4 3 CdC 6 0 SO 1 0 41 4
1994-1995 ED 34 5 CO 2 0 UCL 10 0 SO 1 0 47 5
1995-1996 ED 31 3 CO 2 0 UCL+SU 8+2 0+2 CInt 1 0 44 5
1996-1997 ED 16 0 - - - UCL 5 0 SO 1 0 22 0
1997-1998 ED 26 1 CO 4 1 CU 7 0 - - - 37 2
1998-1999 ED 19 3 CO 1 0 UCL 3 0 SO 1 0 24 3
Totale Ajax 372 27 38 5 78 4 5 0 493 36
Totale carriera 537 45 51 5 88 4 5 0 681 54

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Paesi Bassi
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-4-1986 Eindhoven Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Scozia Scozia Amichevole -
14-5-1986 Dortmund Germania Ovest Germania Ovest 3 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 66’ 66’
10-9-1986 Praga Cecoslovacchia Cecoslovacchia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 46’ 46’
20-12-1989 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Brasile Brasile Amichevole - Ingresso al 69’ 69’
3-6-1990 Zagabria Jugoslavia Jugoslavia 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Ingresso al 68’ 68’
26-9-1990 Palermo Italia Italia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
17-10-1990 Porto Portogallo Portogallo 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 1992 -
21-11-1990 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Grecia Grecia Qual. Euro 1992 -
19-12-1990 Attard Malta Malta 0 – 8 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 1992 -
13-3-1991 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 0 Malta Malta Qual. Euro 1992 -
17-4-1991 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Finlandia Finlandia Qual. Euro 1992 -
5-6-1991 Helsinki Finlandia Finlandia 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 1992 -
11-9-1991 Eindhoven Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Polonia Polonia Amichevole -
16-10-1991 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 0 Portogallo Portogallo Qual. Euro 1992 -
4-12-1991 Salonicco Grecia Grecia 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 1992 1
12-2-1992 Faro Portogallo Portogallo 2 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 78’ 78’
25-3-1992 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
27-5-1992 Sittard Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 2 Austria Austria Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
30-5-1992 Utrecht Paesi Bassi Paesi Bassi 4 – 0 Galles Galles Amichevole -
5-6-1992 Lens Francia Francia 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Ingresso al 79’ 79’
23-9-1992 Oslo Norvegia Norvegia 2 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 1994 -
28-4-1993 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 1994 -
19-1-1994 Tunisi Tunisia Tunisia 2 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 33’ 33’
23-3-1994 Glasgow Scozia Scozia 0 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
7-9-1994 Lussemburgo Lussemburgo Lussemburgo 0 – 4 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 1996 - Ammonizione
12-10-1994 Oslo Norvegia Norvegia 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 1996 -
16-11-1994 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Euro 1996 -
14-12-1994 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 5 – 0 Lussemburgo Lussemburgo Qual. Euro 1996 -
18-1-1995 Utrecht Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Francia Francia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
29-3-1995 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 4 – 0 Malta Malta Qual. Euro 1996 -
26-4-1995 Praga Rep. Ceca Rep. Ceca 3 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 1996 -
7-6-1995 Minsk Bielorussia Bielorussia 1 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 1996 - Uscita al 69’ 69’
6-9-1995 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 0 Bielorussia Bielorussia Qual. Euro 1996 -
11-10-1995 Attard Malta Malta 0 – 4 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 1996 - Uscita al 80’ 80’
15-11-1995 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 0 Norvegia Norvegia Qual. Euro 1996 -
13-12-1995 Liverpool Irlanda Irlanda 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 1996 - Ammonizione al 80’ 80’
24-4-1996 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 1 Germania Germania Amichevole -
29-5-1996 Tilburg Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Cina Cina Amichevole - Uscita al 72’ 72’
4-6-1996 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 1 Irlanda Irlanda Amichevole - Uscita al 46’ 46’
13-6-1996 Birmingham Svizzera Svizzera 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 1996 -
18-6-1996 Londra Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 4 Inghilterra Inghilterra Euro 1996 - Ammonizione al 23’ 23’
22-6-1996 Liverpool Francia Francia 0 – 0 dts
(5:4 dcr)
Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 1996 -
Totale Presenze 42 Reti 1

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 10 ottobre 2016. In grassetto le competizioni vinte.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale Vittorie % Piazzamento
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P
2004-2005 Paesi Bassi Ajax ED 10 8 0 2 CO 1 0 0 1 - - - - - - - - - - 11 8 0 3 72,73 Subentrato, 2°
2005-2006 ED 34+4[15] 21 6 11 CO 4 4 0 0 UCL 10 4 4 2 SO 1 1 0 0 53 30 10 13 56,60
Totale Ajax 48 29 6 13 5 4 0 1 10 4 4 2 - 1 1 0 0 64 38 10 16 59,38

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Piazzamento Andamento
Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte % vittorie
2015 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Europeo 4º nel girone A 4 1 0 3 25,00
2016 Qual. Mondiale in corso 3 1 1 1 33,33
Dal 2015 al 2016 Amichevoli 7 4 1 2 57,14
Totale Paesi Bassi 14 6 2 6 42,86

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Ajax: 1989-1990, 1993-1994, 1994-1995, 1995-1996, 1997-1998
Ajax: 1986-1987, 1992-1993, 1997-1998, 1998-1999
Ajax: 1993, 1994, 1995
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Ajax: 1986-1987
Ajax: 1991-1992
Ajax: 1994-1995
Ajax: 1995
Ajax: 1995

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1995, 1996

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Ajax: 2005-2006
Ajax: 2005

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gaetano Scirea, Antonio Cabrini, Marco Tardelli, Arnold Mühren, Stefano Tacconi, Sergio Brio, Danny Blind, Gianluca Vialli, Vítor Baía sono gli unici nove calciatori nella storia delle competizioni europee vincitori di Coppa dei Campioni/Champions League, Coppa delle Coppe e Coppa UEFA.
  2. ^ Danny Blind, insieme agli italiani Gaetano Scirea, Antonio Cabrini, Sergio Brio, Stefano Tacconi, e all'olandese Arnold Mühren è anche vincitore di tutte le competizioni calcistiche, riconosciute dall'UEFA e dalla FIFA, a livello internazionale.
  3. ^ L'Ajax completò la tripletta nel 1992, avendo già vinto tre Coppe dei Campioni dal 1971 al 1973.
  4. ^ Danny Blind nombrado nuevo entrenador del Ajax, su terra.com, 14 marzo 2003.
  5. ^ Calcio, Ten Cate nuovo allenatore dell'Ajax, su repubblica.it, 19 maggio 2003.
  6. ^ Ajax sorpasso e rivincita sul Twente, su gazzetta.it, 16 maggio 2011. URL consultato il 21 dicembre 2014.
  7. ^ (NL) Ajax beoogt nieuwe bezetting directie, ajax.nl, 16 novembre 2011.
  8. ^ Cruyff contro van Gaal - Si va in tribunale, La Repubblica, 28 novembre 2011.
  9. ^ Cruijff vuole fare causa all'Ajax, in Extra Time, 29 novembre 2011, p. 10.
  10. ^ Van Gaal "batte" Cruyff: cacciato dall'Ajax, La Repubblica, 29 novembre 2011.
  11. ^ Crisi Ajax, si dimette il board, in La Gazzetta dello Sport, 10 febbraio 2012, p. 19.
  12. ^ Olanda, Hiddink dopo il Mondiale gazzetta.it, 28 marzo 2014
  13. ^ Esonerato Blind: l'Olanda senza c.t. a due giorni dall'Italia, gazzetta.it, 26 marzo 2017.
  14. ^ Olanda, esonerato Blind. Fred Grim contro l'Italia, sky.it, 26 marzo 2017.
  15. ^ Play-off per la qualificazione in Europa League, transfermarkt.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]