Michel Kreek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michel Kreek
Michel Kreek Padova.JPG
Kreek in azione al Padova nel 1995
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 184 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2006 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-19?? non conosciuta De Eland SDC
19??-1989 Ajax
Squadre di club1
1989-1994 Ajax 83 (5)
1994-1996 Padova 53 (10)
1996-1997 Perugia 32 (3)
1997-2002 Vitesse 150 (13)
2002-2004 AEK Atene 29 (0)
2004-2006 Willem II 23 (0)
Nazionale
1995 Paesi Bassi Paesi Bassi 1 (0)
Carriera da allenatore
2006-2013 Ajax D.T. Giovanili
2009-2013 Jong Ajax
2013-2015 Almere City D.T. Giovanili
2015-2016 Paesi Bassi Paesi Bassi U-19 Assistente
2016 Inter Coll.Tecnico
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 agosto 2016

Michel Kreek (Amsterdam, 16 gennaio 1971) è un allenatore di calcio, dirigente sportivo ed ex calciatore olandese, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

La Patatgeneratie dell'Ajax[modifica | modifica wikitesto]

Michel Kreek comincia a giocare a calcio nel De Eland SDC dove viene notato dagli scout dell'AFC Ajax che lo ingaggiano. Nelle giovanili dei lancieri viene a far parte della generazione denominata Patatgeneratie insieme a Dennis Bergkamp, Marciano Vink, Bryan Roy, Richard Witschge, Frank e Ronald de Boer.

Debutta nella stagione 1989-1990, anno in cui veste la maglia dell'Ajax per 2 volte. Proprio in questa stagione la squadra olandese conquista lo scudetto ai danni del PSV Eindhoven. Con il passare del tempo Kreek compare sempre di più in campo fino a diventare titolare nella stagione 1991-1992. L'Ajax conquista la Coppa UEFA, battendo il Torino. Arriveranno, sempre con la squadra olandese, la Coppa d'Olanda 1992-1993 vinta contro l'Heerenveen per 5-2, la Supercoppa 1993 e un altro scudetto nel 1993-1994 sul Feyenoord.

Padova e Perugia[modifica | modifica wikitesto]
Kreek in azione al Perugia nel 1996

L'anno successivo viene ceduto tramite Mino Raiola al Padova[1], dove rimane per due stagioni di Serie A, contribuendo alla salvezza nella stagione 1994-1995 realizzando il rigore decisivo nello spareggio di Firenze contro il Genoa.

Lascia la squadra veneta nell'estate del 1996, a seguito della retrocessione di questa in Serie B, passando al Perugia, dove rimane per una sola stagione, che si conclude anch'essa con una retrocessione nella serie cadetta. Kreek porta così a termine la sua esperienza in Italia per tornare nei Paesi Bassi.

Vitesse, AEK Atene e Willem II[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1997-1998 gioca per il Vitesse dove rimane per cinque anni, giocando 150 partite. Al primo anno la squadra raggiunge il terzo posto storico in campionato, piazzandosi dietro a Ajax e PSV Eindhoven. Nelle successive due stagioni si piazzano al quarto posto, poi sesto e quinto posto per chiudere l'avventura nella squadra di Arnhem nel 2001-2002.

Passa poi al AEK Atene dove conquista un terzo e quarto posto in campionato. Nell'estate del 2004 torna nei Paesi Bassi al Willem II dove, dopo un decimo e diciassettesimo posto in campionato, termina la carriera nel 2006.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la nazionale olandese Kreek è stato convocato due volte: una nel 1992, contro la Svezia, dove non è sceso in campo, e una nel 1995, in amichevole contro il Portogallo, in cui ha disputato la sua prima e unica partita con la sua nazionale.

Allenatore e dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2006 è direttore del settore giovanile dell'Ajax, e dal 2009 ne allena la squadra C-1[2].

Il 28 novembre 2011 Johan Cruijff, membro del consiglio direttivo dell'Ajax, insieme agli allenatori del vivaio Wim Jonk, Dennis Bergkamp, Bryan Roy, Ronald de Boer, John Bosman, Jaap Stam, Marc Overmars, Michel Kreek, Orlando Trustfull e Dean Gorre ha annunciato che avrebbe adito le vie legali ritenendo che gli ingaggi dei tre nuovi dirigenti Louis van Gaal, Martin Sturkenboom e Danny Blind violino la politica a livello tecnico adottata dal club.[3][4] Il 7 febbraio 2012 è stata pronunciata la sentenza secondo la quale la nomina di van Gaal a direttore generale dei lancieri sarebbe stata irregolare e così il 10 febbraio il board (quattro consiglieri più Cruijff, che resta come consulente) si è dimesso insieme a Martin Sturkenboom e Danny Blind.[5]

Dal 1º luglio 2013 diventa coordinatore del vivaio dell'Almere City.

Il 13 agosto 2016 è collaboratore tecnico di Frank de Boer all'Inter, facendo anche da interprete data la sua conoscenza della lingua italiana.[6] Il 1 novembre viene esonerato il tecnico olandese con tutto il suo staff.[7]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Ajax: 1992-1993, 1993-1994
Ajax: 1993, 1994

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Ajax: 1991-1992

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il cacciatore di piedi: Mino Raiola, ilsecoloxix.it, 18 marzo 2011. URL consultato il 7 aprile 2011.
  2. ^ AJAC C-1, ajax.nl.
  3. ^ Cruyff contro van Gaal - Si va in tribunale, La Repubblica, 28 novembre 2011.
  4. ^ Cruijff vuole fare causa all'Ajax, in Extra Time, 29 novembre 2011, p. 10.
  5. ^ Crisi Ajax, si dimette il board, in La Gazzetta dello Sport, 10 febbraio 2012, p. 19.
  6. ^ Aron Winter rondt overstap naar Ajax af, knvb.nl, 13 augustus 2016.
  7. ^ Inter, è ufficiale: De Boer esonerato, corrieredellosport.it, 1 novembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Michel Kreek, su Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.