Campionato mondiale per club FIFA 2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Campionato mondiale per club FIFA 2000
FIFA Club World Championship Brazil 2000
Competizione Coppa del mondo per club FIFA
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore FIFA
Date dal 5 gennaio
al 14 gennaio 2000
Luogo Brasile, 2 città
Partecipanti 8
Impianto/i 2 stadi
Sito Web Sito ufficiale
Risultati
Vincitore Corinthians
(1º titolo)
Secondo Vasco da Gama
Terzo Necaxa
Statistiche
Miglior giocatore Brasile Edilson
Miglior marcatore Francia Nicolas Anelka (3)
Brasile Romário (3)
Incontri disputati 14
Gol segnati 43 (3,07 per incontro)
Pubblico 514 000
(36 714 per incontro)
Cronologia della competizione
2001 Right arrow.svg

Il Campionato mondiale per club FIFA 2000 fu l'edizione pilota di quella che si sarebbe in seguito chiamata Coppa del mondo per club FIFA. Si svolse in Brasile nel gennaio 2000 con formula e criteri di ammissione diversi dai successivi. Essa affiancò, senza cancellare dal calendario internazionale, la Coppa Intercontinentale, che nella stessa stagione si era già svolta in gara unica a Tokyo. La vittoria finale del primo Mondiale per club andò al Corinthians.

La prima edizione del Mondiale per club, fortemente voluta dalla FIFA, fu molto contestata dagli addetti ai lavori: questa volontà della federazione internazionale era dettata anche dai contrasti con la UEFA,[1] che insieme alla CONMEBOL organizzava l'Intercontinentale. La difficoltà principale fu di trovare spazio negli affollati calendari calcistici mondiali, al punto che diverse squadre rinunciarono a partecipare e furono sostituite. Viceversa i campioni europei del Manchester United scatenarono delle polemiche in patria perché per disputare la manifestazione in Brasile rinunciarono alla FA Cup, la storica coppa che ha anche una portata simbolica per i tifosi. La scelta degli inglesi fu dettata probabilmente anche dal non volersi inimicare la FIFA in vista dell'assegnazione dei mondiali 2006.[2]

La successiva edizione, programmata in Spagna nel 2001, fu dapprima rinviata al 2003 per via del fallimento di una società che sponsorizzava il torneo e poi venne definitivamente cancellata.

Questa edizione sperimentale si distinse per la sufficienza con cui i due club europei partecipanti, Real Madrid e Manchester United, affrontarono il torneo. Il Real concluse al quarto posto, mentre il Manchester non superò il girone per la peggiore differenza reti con il Necaxa, che poi vinse ai rigori la finale per il terzo posto. La finale si disputò tra le due squadre brasiliane, il Corinthians ed il Vasco da Gama, con il successo ai rigori della squadra di San Paolo.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Avrebbero dovuto partecipare le squadre campioni dei sei continenti più il Real Madrid vincitore della Coppa Intercontinentale 1998 e il Corinthians campione del Brasile. Si dovettero sostituire alcune squadre per via della loro rinuncia. Le otto squadre furono divise in due gironi all'italiana con partite di sola andata. Le prime classificate di ogni girone giocarono la finale per il titolo, mentre le seconde quella per il terzo posto.

Stadi[modifica | modifica wikitesto]

Morumbi Maracanã
Località: São Paulo Località: Rio de Janeiro
Capienza: 80.000 Capienza: 92.000
Sao paulo e juventude - campeonato brasileiro de 2006 - 01.jpg Maracana-predefinicao.jpg

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Confederazione Qualificata in quanto
Spagna Real Madrid UEFA Campione Coppa Intercontinentale 1998
Brasile Vasco da Gama CONMEBOL Campione Coppa Libertadores 1998[3]
Arabia Saudita Al-Nassr AFC Campione Coppa Coppe AFC 1997-1998[4]
Inghilterra Manchester Utd UEFA Campione UEFA Champions League 1998-1999
Australia South Melbourne OFC Campione Oceania Club Championship 1999
Messico Necaxa CONCACAF Campione CONCACAF Champions' Cup 1999
Marocco Raja Casablanca CAF Campione CAF Champions League 1999
Brasile Corinthians CONMEBOL Campione nazionale 1999 del Brasile

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Convocazioni per il campionato mondiale per club FIFA 2000.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

São Paulo
5 gennaio 2000, ore 18:45 UTC-3
Real Madrid Flag of Spain.svg 3 – 1
referto
Flag of Saudi Arabia.svg Al Nassr Morumbi (12 000 spett.)
Arbitro Colombia Oscar Ruiz

São Paulo
5 gennaio 2000, ore 21:15 UTC-3
Corinthians Flag of Brazil.svg 2 – 0
referto
Flag of Morocco.svg Raja Casablanca Morumbi (23 000 spett.)
Arbitro Italia Stefano Braschi


São Paulo
7 gennaio 2000, ore 18:45 UTC-3
Real Madrid Flag of Spain.svg 2 – 2
referto
Flag of Brazil.svg Corinthians Morumbi (55 000 spett.)
Arbitro Costa Rica William Mattus

São Paulo
7 gennaio 2000, ore 21:15 UTC-3
Raja Casablanca Flag of Morocco.svg 3 – 4
referto
Flag of Saudi Arabia.svg Al Nassr Morumbi (3 000 spett.)
Arbitro Nuova Zelanda Derek Rugg


São Paulo
10 gennaio 2000, ore 18:45 UTC-3
Real Madrid Flag of Spain.svg 3 – 2
referto
Flag of Morocco.svg Raja Casablanca Morumbi (18 000 spett.)
Arbitro Argentina Horacio Elizondo

São Paulo
10 gennaio 2000, ore 21:15 UTC-3
Al Nassr Flag of Saudi Arabia.svg 0 – 2
referto
Flag of Brazil.svg Corinthians Morumbi (31 000 spett.)
Arbitro Paesi Bassi Dick Jol

Classifica Girone A[modifica | modifica wikitesto]
Squadra P.ti G V P S GF GS DR
Brasile Corinthians 7 3 2 1 0 6 2 +4
Spagna Real Madrid 7 3 2 1 0 8 5 +3
Arabia Saudita Al Nassr 3 3 1 0 2 5 8 −3
Marocco Raja Casablanca 0 3 0 0 3 5 9 −4

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Rio de Janeiro
6 gennaio 2000, ore 18:15 UTC-3
Manchester United Flag of England.svg 1 – 1
referto
Flag of Mexico.svg Necaxa Maracanã (50 000 spett.)
Arbitro Argentina Horacio Elizondo

Rio de Janeiro
6 gennaio 2000, ore 20:45 UTC-3
Vasco da Gama Flag of Brazil.svg 2 – 0
referto
Flag of Australia.svg South Melbourne Maracanã (66 000 spett.)
Arbitro Paesi Bassi Dick Jol


Rio de Janeiro
8 gennaio 2000, ore 18:15 UTC-3
Manchester United Flag of England.svg 1 – 3
referto
Flag of Brazil.svg Vasco da Gama Maracanã (73 000 spett.)
Arbitro Kuwait Saad Mane

Rio de Janeiro
8 gennaio 2000, ore 20:45 UTC-3
South Melbourne Flag of Australia.svg 1 – 3
referto
Flag of Mexico.svg Necaxa Maracanã (5 000 spett.)
Arbitro Senegal Daouda N'Doye


Rio de Janeiro
10 gennaio 2000, ore 18:15 UTC-3
Manchester United Flag of England.svg 2 – 0
referto
Flag of Australia.svg South Melbourne Maracanã (25 000 spett.)
Arbitro Italia Stefano Braschi

Rio de Janeiro
10 gennaio 2000, ore 20:45 UTC-3
Necaxa Flag of Mexico.svg 1 – 2
referto
Flag of Brazil.svg Vasco da Gama Maracanã (45 000 spett.)
Arbitro Colombia Oscar Ruiz

Classifica Girone B[modifica | modifica wikitesto]
Squadra P.ti G V P S GF GS DR
Brasile Vasco da Gama 9 3 3 0 0 7 2 +5
Messico Necaxa 4 3 1 1 1 5 4 +1
Inghilterra Manchester United 4 3 1 1 1 4 4 0
Australia South Melbourne 0 3 0 0 3 1 7 −6

Terzo posto[modifica | modifica wikitesto]

Rio de Janeiro
14 gennaio 2000, ore 17:00 UTC-3
Real Madrid Flag of Spain.svg 1 – 1
(d.t.s.)
referto
Flag of Mexico.svg Necaxa Maracanã (35 000 spett.)
Arbitro Colombia Oscar Ruiz

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Finale del campionato mondiale per club FIFA 2000.
Rio de Janeiro
14 gennaio 2000, ore 20:00 UTC-3
Corinthians Flag of Brazil.svg 0 – 0
(d.t.s.)
referto
Flag of Brazil.svg Vasco da Gama Maracanã (73 000 spett.)
Arbitro Paesi Bassi Dick Jol

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
3 Francia Nicolas Anelka Spagna Real Madrid
3 Brasile Romário Brasile Vasco da Gama
2 Arabia Saudita Fahad Al-Husseini Arabia Saudita Al Nassr
2 Ecuador Agustín Delgado Messico Necaxa
2 Brasile Edílson Brasile Corinthians
2 Brasile Edmundo Brasile Vasco da Gama
2 Sudafrica Quinton Fortune Inghilterra Manchester United
2 Cile Cristián Montecinos Messico Necaxa
2 Spagna Raúl Spagna Real Madrid

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Football's global power struggle, BBC News, 20 dicembre 1999. URL consultato il 3 novembre 2012.
  2. ^ Manchester rinuncia alla Coppa ma tutti i suoi tifosi si ribellano, corriere.it, 1 luglio 1999. URL consultato il 3 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il ).
  3. ^ Partecipa a seguito della rinuncia del Palmeiras (campione Coppa Libertadores 1999)
  4. ^ Partecipa a seguito delle rinunce del Júbilo Iwata (campione Campionato d'Asia per club 1999), del Pohang Steelers (campione Campionato d'Asia per club 1998) e dell'Al-Ittihad (campione Coppa Coppe AFC 1998-1999)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio